A Ibiza e Palma di Maiorca, i resort potrebbero diventare alcol-free

A Ibiza e Palma di Maiorca, presto i turisti potrebbero fare i conti con qualche spesa extra: i resort che sulle due isole offrono pacchetti all-inclusive potrebbero infatti essere costretti ad eliminare dalla loro offerta gli alcolici.
Cosa significa? Che, per consumare alcol, si potrebbe dover pagare di tasca propria.
La speranza è quella di scongiurare l'eccessivo consumo di alcolici, e di conseguenza quei comportamenti molesti che - nelle due maggiori destinazioni turistiche delle Baleari - stanno creando non pochi problemi.
Il provvedimento è ora in fase di discussione, ed è quindi verosimile che - per l'estate 2018 - a Ibiza e Palma di Maiorca chi acquista un pacchetto all-inclusive vedrà ancora inclusi vini, birre, cocktail & co., da consumare a piacere all'interno del resort in cui soggiornerà.
Ma che la situazione presto cambierà, è tutto fuorché improbabile: il quotidiano Diario de Mallorca ha confermato che il Governo sta attualmente studiando una formula per obbligare gli hotel a far pagare gli alcolici, proprio al fine di fermare l'eccessivo consumo di alcol che avviene nelle strutture che offrono questo servizio.
Ovviamente, gli albergatori non hanno visto di buon occhio la cosa. Antoni Sansó, Direttore Generale del Turismo delle Baleari, ha dichiarato al quotidiano: «non intendiamo proibire il consumo di alcol, perché possiamo controllarlo».
In realtà, il Governo non sta decidendo ora se abolire o meno la vendita degli alcolici: la richiesta è che questi vengano trattati, anche per la formula all-inclusive, come per i pacchetti di mezza pensione o di pensione intera, in cui i drink vengono pagati a parte.
Le soluzioni al vaglio, per la verità, sono diverse: consentire la vendita di alcolici solo durante i pasti, sostituirli all'interno dei pacchetti all-inclusive con qualcosa che per il turista sia un vero valore aggiunto, come tour gratuiti di Ibiza o Palma di Maiorca.
La preoccupazione, da parte dei proprietari dei resort, è però quella di perdere ulteriori clienti, se diventassero alcol-free (o se l'alcol lo facessero pagare): oggi, le 270 strutture che offrono il "tutto incluso" accolgono solo il 22% dei turisti che scelgono di trascorrere le vacanze sulle due isole.
Ma un provvedimento è necessario che venga preso: ci sono località in cui l'ubriachezza dei turisti sta diventando un vero problema.
A Calvià, il distretto che ospita la popolarissima Magaluf, gli abitanti denunciano disagi continui.
E i proprietari dei ristoranti ne sono convinti: gli hotel devono [...]

Leggi tutto l'articolo