Borsa Milano chiude debole con le banche

(ANSA) – MILANO, 19 LUG – Piazza Affari ha chiuso in calo (Ftse Mib -0,4% a 21.885 punti), tra scambi fiacchi per 1,7 miliardi di euro di controvalore, ma in ripresa rispetto alle ultime sedute, dominate dall’incertezza per la guerra commerciale tra Usa e Cina.
Stabile il greggio sopra i 68 dollari e l’euro, inchiodato a 1,16 sul dollaro, mentre lo spread Btp/Bund è salito da 215 a oltre 223 punti.
In vista della stagione delle semestrali, inaugurata da Luxottica (+0,18%) il prossimo 23 luglio, hanno mosso i titoli egli analisti, a partire da Buzzi (-3,51%), penalizzata da Kepler, che si aspetta un semestre “non esaltante”.
Giù Intesa (-1,62%) e Unicredit (-1,6%) nonostante i prezzi giudicati “a sconto” da JpMorgan.
In calo anche Banco Bpm (-1,41%) e Bper (-0,99%), più cauta Mediolanum (-0,17%).
Bene Fca (+1,35%), che ha confermato l’uscita di Sergio Marchionne, reduce da un intervento alla spalla, all’assemblea del 2019.

Leggi tutto l'articolo