Collomb, più preparati a 2 anni Bataclan

(ANSA) – ROMA, 12 NOV – Nel 2015 “non pensavamo che” un assassinio di massa “fosse possibile in Francia.
Ma ormai siamo molto più preparati”.
Lo dice il ministro dell’Interno francese, Gerard Collomb, in un’intervista al Journal du Dimanche, alla vigilia del secondo anniversario degli attentati al Bataclan, allo stadio e a nei caffè di Parigi che fecero 130 morti.
“I nostri servizi sono meglio equipaggiati di allora per individuare le minacce.
Cosa che fanno ogni settimana”, aggiunge il ministro.
Il rischio attentati, tuttavia, “resta molto elevato”.
“Nonostante le sconfitte dell’Isis in Siria e Iraq, dobbiamo restare vigili sulle capacità del nemico di ordinare degli attacchi dalle zone di combattimento – aggiunge Collomb -.
Le perdite subite dall’Isis sul terreno potrebbero rafforzare le motivazioni di coloro che vogliono passare all’azione qui”.

Leggi tutto l'articolo