Da Fedez a Carlo Conti: senza cravatta e felici

Prima si diceva che un uomo non fosse elegante senza cravatta. I tempi cambiano e le mode passano: anche per quella striscetta di stoffa, che sembrava essere un pilastro della moda maschile, è arrivato il momento di restare nell’armadio.
Si può tranquillamente indossare un abito sartoriale, anche griffato Gucci, Versace, Dior o Givenchy, senza apporre nulla sulla camicia, tra i revers della giacca. Non esiste trasmissione televisiva o red carpet dove questa circostanza non si sia verificata. Insospettabili personaggi dello showbiz hanno abbracciato con gioia questa tendenza e presto anche voi uomini che state leggendo vi sentirete autorizzati ad andare in ufficio senza farvi il nodo.
In tv è ormai un dictat: guardate Carlo Conti mentre si fa intervistare da Costanzo, o i giudici di Tu si que vales Rudy Zerbi, Teo Mammuccari e Gerry Scotti o ancora il conduttore di Matrix, Nicola Porro. Persino un tipo “serio” come Alberto Angela sceglie il completo blu classico ma rinuncia alla cravatt...

Leggi tutto l'articolo