Dieta dissociata, dimagrisci e ti depuri: le regole che ti cambiano il corpo

Dimagrisci, ti depuri e torni in forma senza rinunciare al gusto: si tratta dei miracoli della dieta dissociata.
Questo schema alimentare è stato elaborato nei primi del Novecento dal professore William Howard Hay e in seguito è stato rielaborato da tantissimi altri studiosi, che hanno apportato delle modifiche alla dieta rendendola più o meno restrittiva.
In ogni caso questo regime alimentare segue alcune regole importanti che hanno come obiettivo quello di migliorare il processo digestivo e favorire il dimagrimento, senza però rinunciare a nessun alimento.
Non a caso in questa dieta sono ammessi anche i carboidrati, che però vanno consumati seguendo uno schema particolare.
Ma andiamo con ordine: come funziona questo regime alimentare? In sostanza i cibi vengono divisi per categorie.
Troviamo quindi i carboidrati, la frutta, la verdura, i grassi e le proteine.
Ad ogni pasto vanno consumati solamente gli alimenti che fanno parte di un determinato gruppo.
Dunque a pranzo sarà preferibile mangiare i cereali, abbinandoli alle verdura e non alle proteine.
Latticini, legumi, carne o pesce, vanno mangiate a cena e mai dopo le 19.
Il pasto più abbondante della giornata invece va consumato dalle 13 sino alle 16, senza mai associare i carboidrati alle proteine.
Ciò significa che potete abbinare la verdura con i formaggi oppure la carne e il pesce con i vegetali, evitate invece di inserire proteine e latticini nello stesso pasto, no anche a carboidrati complessi associati a zuccheri.
La frutta andrebbe sempre consumata lontano dai pasti per evitare gonfiori e ogni giorno si consiglia di bere almeno due litri d'acqua, per eliminare le tossine in eccesso nel corpo.
Il menù settimanale prevede a colazione uno yogurt magro con cereali e un caffè.
A pranzo portate a tavola un piatto di spaghetti integrali con pomodorini pachino e basilico, accompagnati da un'insalata di carote.
A merenda scegliete sempre un frutto di stagione, mentre a cena optate per un'orata al cartoccio con contorno di verdure grigliate.
Come sempre prima di iniziare a seguire una dieta è importante chiedere consiglio al proprio medico curante per capire se un regime alimentare di questo tipo è adatto al proprio quadro clinico.

Leggi tutto l'articolo