Facebook annuncia la morte di due milioni di utenti, anche Zuckerberg: "Un terribile errore"

Facebook annuncia la morte di due milioni di utenti, anche Zuckerberg: "Un terribile errore" Mea culpa del social network più famoso davanti alla sua community: Facebook, infatti, ha commesso un "terribile errore" mettendo a lutto i profili di circa due milioni di utenti ancora in vita e alimentando un'ondata di messaggi di cordoglio e ore di angoscia per amici e parenti delle inconsapevoli vittime.
RIP: An unusual bug on Facebook briefly labelled many people as dead - including CEO Mark Zuckerberg https://t.co/CVWwFQaBi9 pic.twitter.com/frChP2E4AG — BBC News (World) (@BBCWorld) 12 novembre 2016 Gli utenti dati per morti hanno poi postato messaggi e video in tempo reale per dimostrare di essere ancora vivi e vegeti.
La falsa morte ha colpito lo stesso fondatore della piattaforma, Mark Zuckerberg, sul cui profilo è apparso un messaggio in sua memoria.
"Un terribile errore che abbiamo già risolto", ha spiegato un portavoce di Facebook, scusandosi per l'accaduto.
Il messaggio in memoria dei defunti è stato introdotto da Facebook nel 2015 dopo un un certo di numero di casi in cui i familiari avevano chiesto di poter accedere all'account dei loro cari scomparsi.
I più smaliziati ipotizzano che si sia trattato non di un problema tecnico ma di un test promozionale della funzione messo in atto dalla società.

Leggi tutto l'articolo