Favino, a Sanremo con incoscienza

(ANSA) – ROMA, 18 GEN – La paura, provano a fargliela venire gli altri: “Vai a Sanremo? Non sai che casino…”.
Ma finora non ha ancora sognato il festival: “Sto tenendomi stretta la mia incoscienza… Del resto ho fatto tanto teatro, ho voglia di divertirmi, fondamentalmente”.
Pierfrancesco Favino, nella squadra di Sanremo con capitan Claudio Baglioni e Michelle Hunziker, racconta così la sua vigilia a Non è un paese per giovani su Radio2.
“Sono felicissimo di andarci e proprio questa è stata una delle ragioni della scelta”, dice.
“E’ un punto molto importante della mia vita: anch’io ho partecipato a riunioni familiari, a gruppi di amici per seguire Sanremo, che è veramente rappresentativo dell’Italia.
E poi mia figlia è orgogliosissima di questa cosa”.
A stemperare l’ansia contribuisce l’impegno all’Ambra Jovinelli, fino al 28/1, con La notte poco prima delle foreste di Koltès: “Mi stanco sul palco e cerco di non pensarci”.
Ma “poi so già che starò lì con la salivazione azzerata e dirò: chi me l’ha fatto fare?”.

Leggi tutto l'articolo