G20 al via con scontri ad Amburgo. Trump incontra Merkel

(Teleborsa) - Il G20 prende il via ad Amburgo in un'escalation di tensione fra i manifestanti anti-G20 e polizia.
Nella notte che precede la riunione si sono registrati scontri in città, accompagnati dal lancio di bottiglie ed altri oggetti.
Ben presto le strade di Amburgo si sono trasformate in una guerriglia sotto lo slogan "Welcome do hell".
La polizia in tenuta antisommossa e con mezzi corazzati ha usato gli idranti per disperdere la folla agguerrita ed ha dichiarato di aver chiesto senza successo ad alcuni manifestanti di togliere le maschere.
Vi sarebbero anche dei feriti: 76 agenti di polizia e molti manifestanti.
Alcune persone sarebbero state poste in stato di fermo, secondo il quotidiano tedesco Bild.
Stando agli organizzatori in piazza sarebbero scese almeno 12 mila persone ed un gruppo di black bloc con il volto coperto.
Per questo weekend sono attese almeno 100 mila persone per sostenere la protesta contro il vertice del Venti, che si svolgerà per due giorni sino a domenica.
Il G20 prende il via oggi con l'arrivo del leader mondiali, per poi passare alla fase operativa fra sabato e domenica, con diverse sessioni di lavoro.
Fra i temi trattati il commercio globale ed il clima.
  Alla vigilia del summit, il Presidente russo Vladimir Putin si è espresso a favore del libero commercio, quale motore della crescita nel mondo e per la promozione dello sviluppo fra stati, e della tutela del clima prevista dall'accordo di Parigi.  Sempre ieri sera, il presidente americano Donald Trump ha incontrato Angela Merkel per discutere dei temi che saranno trattati al vertice, compresi i temi di politica internazionale, quali la Corea del nord ed il Medioriente. 

Leggi tutto l'articolo