Giovanni Pascoli

Giovanni Pascoli
Nacque il 31 dicembre 1855 a San Mauro di Romagna,
 Muore 6 aprile del 1912 a Bologna a causa di un male incurabile.
Pascoli è sempre stato nella vita un personaggio malinconico, rassegnato alle sofferenze della vita
 e alle ingiustizie della società. Nonostante ciò seppe conservare un senso profondo di umanità e di fratellanza.
 
La Cavalla Storna Nella Torre il silenzio era già alto. Sussurravano i pioppi del Rio Salto. I cavalli normanni alle lor poste frangean la biada con rumor di croste. Là in fondo la cavalla era, selvaggia, nata tra i pini su la salsa spiaggia; che nelle froge avea del mar gli spruzzi ancora, e gli urli negli orecchi aguzzi. Con su la greppia un gomito, da essa era mia madre; e le dicea sommessa: "O cavallina, cavallina storna, che portavi colui che non ritorna; tu capivi il suo cenno ed il suo detto! Egli ha lasciato un figlio giovinetto; il primo d'otto tra miei figli e figlie; e la sua mano non toccò mai briglie. Tu che ti senti ai fianchi l...

Leggi tutto l'articolo