HO PAURA

HO PAURA! Da alcuni mesi mi porto con me questa sensazione di paura che non mi vuole lasciare.
Non ho paura per me e del mio futuro,il quale, nel bene e nel male so già cosa mi sta riservando, ma ho paura per le persone a me care che si devono costruire il loro futuro o lo stanno iniziando ora a costruirlo.
Se apro un quotidiano o ascolto le varie notizie di un qualsiasi telegiornale non riesco a sollevarmi d'animo.
Troppi problemi e non si vede una soluzione definitiva.
  Migranti che scappano dai loro paesi martoriati dalla guerra, il lavoro che è diventato o sta diventando un sogno, una chimera e quindi dall'oggi al domani ti puoi ritrovare ad ingrossare le fila dei tanti poveri che si rivolgono alla Caritas per avere un pezzo di pane, e infine i politici che un giorno si e l'altro pure :litigano.
Mi domando e chiedo a loro: va bene non essere d'accordo su varie idee, dopotutto siete di poli opposti, ma fate qualcosa in modo tale che questo nostro Paese, certe volte ,trattato anche male, si possa risollevare dalla palude stagnante e si rimetta in moto.
Ho paura per i nostri giovani che non hanno un futuro.
Essere mantenuti dai propri genitori anche dopo gli studi mica è tanto onorevole e vogliamo far si che chi ha lavorato per 40 anni( che è quasi una vita) si possa godere la sua pensione basata sui contributi versati? Vedo intorno a me persone che giorno dopo giorno fanno i conti su cosa si può permettere oppure no per riuscire ad arrivare il più possibile vicine alla fine del mese.
Mi può andare bene accogliere migranti, vittime di una guerra quasi eterna, ma se l'Italia è un paese europeo perchè deve andare avanti nell'opera di salvataggio, da sola? L'Europa è formata da un tot di paesi e allora, cari signori, invece di alzare i muri come si è fatto nel secolo scorso, separando di fatto il fratello dal fratello,perchè i soldi non li spendete per aiutarli e aiutarci? Ho detto che ho paura ed è vero, ma ho anche una piccola speranza vedendo le persone che sono accorse senza essere chiamate a dare una mano alla popolazione vittima del sisma del mese scorso Queste persone, comprese quelle che hanno donato i soldi o altro, è la parte buona del nostro Paese.
Grazie a loro ho una piccola fiamella di fiducia e di speranza: GRAZIE.
Grazie per avermi fatto capire che lamentarsi è inutile, se vuoi cambiare qualcosa devi fare perchè:Volere è Potere e quindi è ora di rimboccarmi le maniche e di fare qualcosa per le generazioni che stanno a venire  

Leggi tutto l'articolo