Ira assessore, Galletti non dia lezioni

(ANSA) - CAGLIARI, 23 AGO - "Il Ministro dell'Ambiente ha rimproverato la Regione Autonoma Sardegna per la lentezza nella spendita delle risorse per gli interventi nelle emergenze idrogeologiche: ha sbagliato il destinatario e ha sbagliato la località in cui questa affermazione è stata fatta".
E' dura la replica dell'assessore regionale dei Lavori Pubblici, Paolo Maninchedda, alle parole sulla spesa delle risorse da parte delle Regioni del Ministro Galletti, che ieri ha effettuato un sopralluogo a Poggio dei Pini dove sono in programma lavori per la mitigazione del dissesto idrogeologico dopo l'alluvione del 2008.
"Speriamo che le vacanze del ministro finiscano al più presto - attacca - non accettiamo lezioni di impatto paesaggistico da chi si è ingoiato una portaerei in un parco nazionale senza dire mezza parola, da chi va nei luoghi delle tragedie senza informarsi e da chi rimprovera alla Regione Autonoma Sardegna lentezza nella spesa quando questa è l'unica Giunta che ha inaugurato i lavori per il rischio idrogeologico".
Maninchedda dice di non ricordare "da parte del ministro della Repubblica italiana alcuna iniziativa per velocizzare la spesa delle risorse stanziate per le aree alluvionali".
"E' inutile che il ministro per la terza volta ricordi i miliardi che ha stanziato - conclude - perché quegli 80 milioni previsti per l'Isola vengono erogati e previsti in otto anni perché devono essere compatibili con le esigenze di cassa di una repubblica quale quella italiana che ha 2 miliardi e 200 milioni di euro di debiti".