Mef, obbligo notifica prestatori Bitcoin

(ANSA) – ROMA, 2 FEB – Censire e comprendere il fenomeno delle valute virtuali: è l’obiettivo dello schema di decreto ministeriale in consultazione pubblica sul sito del Dipartimento del Tesoro del Mef.
Il testo, sul quale è possibile inviare osservazioni e contributi fino al 16 febbraio, prevede, per chiunque sia interessato a svolgere sul territorio italiano l’attività di prestatore di servizi relativi all’utilizzo di valuta virtuale, l’obbligo di comunicazione al Ministero.
Riprendendo la definizione introdotta dal decreto legislativo 25 maggio 2017, il provvedimento chiarisce che la valuta virtuale seppur “utilizzata come mezzo di scambio per l’acquisto di beni e servizi non è emessa da una banca centrale o da un’autorità pubblica” e “non è necessariamente collegata a una valuta avente corso legale”.
Il decreto del 25 maggio prevede già che i prestatori di valuta virtuale debbano assolvere agli obblighi antiriciclaggio per evitare che le transazioni effettuate con le cripto valute possano essere utilizzate per fini illegali.

Leggi tutto l'articolo