Miriana Trevisan e la lotta contro i mulini a vento

Miriana Trevisan, la soubrette che ha denunciato il regista Giuseppe Tornatore e altri come lui di molestie sessuali, ha gettato la maschera. Dice di voler scardinare il potere maschilista che sta dietro al mondo dello spettacolo. Un potere che persiste da secoli e che continua a dettare leggi, tempi, modalità e spesso compromessi di varia natura.
Chissà, forse la soubrette napoletana vive fuori dal mondo. Crede di stare in quel paese di fiabe che racconta ai bambini. Forse ignora che in questo mondo bacato, se vuoi ottenere qualcosa, devi essere disposta a scendere a patti con chi è più potente di te e che può garantirti un domani che non sia quello della disoccupata che fa la fila fuori a un Collocamento.
L'anziana truccatrice che va da lei e le dice "vedi, Miriana. E' il mondo che funziona così. Devi fare pubbliche relazioni. Ma se scappi, non fai pubbliche relazioni" è una che sta dicendo la verità. Non puoi pensare di farti strada solo con le tue competenze e capacità. Un compro...

Leggi tutto l'articolo