Paganesimo

"Il paganesimo non è mai negazione dello spirito, né l'ignoranza di un Dio unico...Il paganesimo è una impotenza radicale ad uscire dal mondo.
Non consiste nel negare spiriti e dei, ma nel situarli nel mondo....In questo mondo bastante a sé stesso, chiuso in sé stesso, il pagano è imprigionato.
Egli lo trova solido e ben costruito.
Lo trova eterno.
Egli modella su di esso la sua azione e il suo destino.
Il sentimento di Israele rispetto al mondo è del tutto diverso.
E' pervaso di sospetto.
L'ebreo non ha nel mondo le certezze definitive del pagano"

Leggi tutto l'articolo