Piazza Affari debole insieme all'Europa

(Teleborsa) - Avvio di giornata in calo per Piazza Affari che si allinea alla debolezza che regna in Europa.
Digeriti i soprendenti dati sul PIL  che hanno evidenziato una accelerazione dell'economia tricolore, gli investitori scontano l'indecisione della Federal Reserve che rimane divisa sulla strada da intraprendere.
Anche le altre borse europee si mostrano deboli dopo che ieri hanno chiuso al rialzo grazia anche al dato sopra le attese sulla crescita dell'Eurozona.
Nessuna variazione significativa per l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,176.
L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,13%.
Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 46,81 dollari per barile.
Tra i mercati del Vecchio Continente debole Francoforte che evidenzia un calo dello 0,14%.
Sulla stessa linea Londra che scivola dello 0,13%.
In retromarcia anche Parigi che avvia la giornata con una perdita dello 0,12%.
Piazza Affari mostra debolezza con il FTSE MIB che scivola dello 0,12%.
Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+1,84%) che svetta sul principale listino, dopo esserci aggiudicata un nuovo contratto in Kuwait.
Fa bene Mediaset (+1%) e Yoox (+0,84%).
Frazionali i rialzi di Fiat Chrysler dopo la smentita da parte dei cinesi di un interesse per acquisire il Lingotto.
Le più forti vendite, invece, si manifestano su Prysmian  che cede lo 0,75% e Buzzi Unicem che avvia le contrattazioni a -0,73%.

Leggi tutto l'articolo