Piazza Affari positiva, fa meglio del resto d'Europa

(Teleborsa) - Avvio tonico per Piazza Affari, in perfetta sintonia con gli altri euro listini sull'accordo sulla Brexit.
Da segnalare anche la chiusura al rialzo di Wall Street e di Tokyo.
Sessione debole per l'Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,24%.
L'Oro scambia sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,06%.
Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 56,73 dollari per barile.
Lieve calo dello spread, che scende a 136 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all'1,67%.
Tra i mercati del Vecchio Continente Francoforte mostra un incremento dello 0,70%, poco mossa Londra +0,06%, segno più per Parigi +0,55%.
Seduta positiva per il listino milanese, che mostra un guadagno dello 0,75% sul FTSE MIB.
Tecnologico (+1,70%), Banche (+1,40%) e Automotive (+1,38%) in buona luce sul listino milanese.
Tra i best performers di Milano, in evidenza BPER (+4,49%), Banco BPM (+4,30%), Unicredit (+3,66%) e Fineco (+3,41%) dopo che sono state approvate le modifiche a Basilea III.
Le più forti vendite, invece, si manifestano su Yoox -1,32%.
Pensosa Saipem, con un calo frazionale dello 0,65%.  Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Maire Tecnimont (+4,55%), Sogefi (+4,44%), ASTM (+4,02%) e Banca Ifis (+3,82%).
I più forti ribassi, invece, si verificano su Astaldi -1,98%.
Sotto pressione Juventus, con un forte ribasso dell'1,50%.
Soffre IREN, che evidenzia una perdita dell'1,44%. Tentenna Beni Stabili, con un modesto ribasso dello 0,98%.

Leggi tutto l'articolo