VILTA'

L'etimologia della parola "viltà" è "prezzo di vendita" (http://www.etimo.it/?term=vile) che, come insegna Heidegger, in detta etimologia sta' sempre l'essenza più profonda delle parole stesse.
Vilta', quindi, che è il perno a cui ruota intorno tutto "Il maestro e margherita" di Bulgakov.
Viltà che da Ponzio Pilato in poi permea il Potere tutto e i suoi sgherri. Quel Potere che "il maestro" stigmatizza in quella rappresentazione teatrale che il Partito sovietico non vuole venga rappresentata perché accusa tutti i poteri di essere violenti, compreso, implicitamente, quello dei Soviet stessi, per cui viene quindi ostracizzato e muore in manicomio.
Rileggere quest'opera mi ha, però, colpito molto, constatando come sia, altresì, estremamente attuale.
Siamo più che mai immersi, oggi, in questa sola viltà.
In questo sistema economicista soltanto il "prezzo di vendita" ha dismesso tutte le sue precedenti maschere ed è venuto in piena luce come non mai.
Tutto ha un prezzo e se dissenti ti ...

Leggi tutto l'articolo