Premio Bergamo 2018 Biondillo stravince ma si sente parte di una cinquina DOC

Come sugli alberi le foglie di Gianni Biondillo è il vincitore della 34ma edizione del Premio Bergamo. E se si guardano i numeri non è una vincita, è una stravincita. Il libro ha ottenuto 78 voti sui 203 espressi e stacca di ben 34 punti il secondo posto assegnato a La notte ha la mia voce di Alessandra Sarchi. Eppure l'autore ha commentato la vincita dichiarando quanto fosse già per lui un traguardo essere parte di una cinquina Doc. 
E forse non aveva tutti i torti. Lungi dall'addentrarsi in un'analisi di numeri, che poco avrebbe senso secondo me se si parla libri, quel che è indubbio è che anche quest'anno non era facile esprimere un voto. Ogni libro di questa cinquina ha una sua ricchezza che lo rende impossibile da paragonare agli altri.
Con Come sugli alberi le foglie Gianni Biondillo ha ridato vita ai Futuristi e ai loro ideali collocandoli nell'epoca che hanno vissuto, un decennio di storia dell'Italia che sembra distantissimo dalla nostra realtà di oggi. Viviamo in tempo di pac...

Leggi tutto l'articolo