Renzi, conferenze con rispetto Senato

(ANSA) – PECHINO, 4 GIU – “Io faccio il senatore, dopo di che faccio altre cose come tutti.
Non è la prima volta, già fatto, compatibilmente con i tempi del Senato”: è quanto ha affermato l’ex premier Matteo Renzi parlando del ruolo di conferenziere a margine del “Global blockchain digital summit”, tenuto a Pechino.
“Queste e molte altre cose che facciamo in giro sono in alcuni casi molto interessanti, come nel caso del blockchain, che noi avevamo lanciato, a Hangzhou (in occasione del G20, ndr), con la discussione dei leader: è una roba che rivoluziona davvero.
Immaginate cosa vuol dire avere sul telefonino la pubblica amministrazione.
Ieri, parlavo dell’iniziativa Belt and Road nel settore culturale: semplice che chiamino l’ex primo ministro italiano, ha un senso.
Sul blockchain è molto più inedito, che chiamino un italiano, quindi positivo.
Faccio questo, poi finiti i lavori del Senato, vado a Washington per Bob Kennedy”, per le celebrazioni dei 50 anni del suo assassinio.

Leggi tutto l'articolo