SCUOLE DI RADIOTELEGRAFIA NEGLI ANNI VENTI

SCUOLE DI RADIOTELEGRAFIA NEGLI ANNI '20
Nel corso degli anni venti, la professione di radiotelegrafista imbarcato nella Marina Mercantile divenne sempre piu’ invitante per i giovani che vi potevano trovare un mestiere tecnicamente all'avanguardia, di prestigio e anche ben pagato.
Nel 1926 la Compagnia Internazionale Marconi o Radio Italia retribuiva i migliori operatori radiotelegrafisti con uno stipendio annuo che oscillava tra le 12.000 e le 18.000 lire, vitto e alloggio franco a bordo e trattamento giuridico da Ufficiali (ricordo, a titolo di esempio, che i salari agricoli a quel tempo erano tra le dieci e le venticinque lire al giorno, mentre una famiglia operaia difficilmente riusciva a mettere insieme piu’ di ottomila lire all'anno).
Era ovvio che in tale situazione nascessero scuole private per l'istruzione radiotelegrafica, visto anche il ritardo da parte della scuola pubblica a diffondere capillarmente corsi, vuoi di elet­trotecnica, vuoi di pratica radiotelegrafica, tali da ...

Leggi tutto l'articolo