SIAMO MESSI MALE CON QUESTI POLITICI

 Il presidente della Regione Toscana, certo Enrico Rossi, ha scritto su fb che picchiare un "fascista" è cosa giusta perché anche suo padre e suo zio riempirono di botte un milite repubblichino nel 1944.
Ragionamento che non vale una lira.
A parte il fatto che istigare alla violenza è un reato, e che passare dalla parte dei "fascisti" oggi è facile, basta non aderire al pensiero unico imposto dalle sinistre, se ragioniamo come quella mente illuminata dal pensiero di Marx, io sarei autorizzato a pestare il primo austriaco che incontro perché i miei nonni nel 1917 sul Carso gliele suonarono sode..
In Toscana si meritavano di meglio.

Leggi tutto l'articolo