Stupri e torture nei centri di detenzione in Libia. I leader Ue complici dello sfruttamento

Li abbiamo respinti, non arrivano più.
Il pericolo dell'invasione islamica dell'Italia è scongiurato e poco importa che i musulmani fossero ben piccola parte dell'orda che assaliva le nostre coste.
Abbiamo punito e messo a tacere le pericolose organizzazioni umanitarie che li soccorrevano in mare.
Il Mediterraneo è tornato sicuro.
Per noi.
Ululano di gioia i vari Salvini, Di Maio e Minniti.
La Mussolini inneggia a Minniti.
" Uno dei nostri".
E lui, il nostro ministro degli interni, di rincalzo vanta di aver salvato il paese da una drammatica frattura sociale che è invece in corso tra pestaggi di stato e linciaggi oramai prassi quotidiana ai danni dell'odiato straniero vista l'assoluta inadeguatezza delle politiche di accoglienza ed integrazione divenute semmai business per poche lobbies nostrane.
Che importa, l'Europa è con noi, Macron, il presidente della Francia, responsabile di buona parte della tragedia africana da cui in tanti fuggono, in testa.
Gli ...

Leggi tutto l'articolo