Terremoto: Zuckerberg in Italia, solidarietà alle vittime

Mark Zuckerberg lunedì verrà in Italia.
Lo ha annunciato nel tardo pomeriggio di ieri su Facebook, ricevendo in pochissimo tempo quasi 3.000 commenti.
Il fondatore e amministratore delegato del social network ha annunciato una visita in Italia il 29 agosto, con un incontro alla Luiss di Roma ed esprime la sua solidarietà alle persone colpite dal sisma.
Scrive Zuckerberg sul suo profilo Fb: Lunedì sarò a Roma e terrò una sessione di Q&A con la nostra community in Italia.
Desidero inoltre trascorrere del tempo con la nostra comunità italiana a seguito del terremoto che ieri ha colpito il centro del Paese.
So che è un momento difficile per le persone che hanno perso i propri cari o la propria casa, e i miei pensieri sono con tutti coloro che sono stati colpiti da questo disastro».
Poi parla di Roma: «È una città speciale per me.
Ho studiato latino e storia classica per molti anni.
Mi piace visitare le case dei miei personaggi storici preferiti, come Cesare Augusto, che ha creato la Pax Romana - 200 anni di pace nel mondo.
Amo Roma così tanto che Priscilla e io l'abbiamo scelta per la nostra luna di miele dopo esserci sposati! Non ha chiarito, però, se dalla capitale si sposterà verso le zone terremotate o se la sua azienda ha intenzione di contribuire - magari economicamente - alla ricostruzione.
Glielo fa notare un utente, che ha risposto al suo post.
"Sarebbe meraviglioso se potessi dare un segno, qui in Italia, per aiutare i terremotati.
Hanno perso tutto.
Soldi, dichiarazioni, qualunque cosa per poterli aiutare" è la richiesta lanciata da Marcello a uno degli uomini più ricchi del mondo, ma che ha dato prova di grande solidarietà in passato.
Zuckerberg in passato ha trascorso diversi anni a Roma, per studiare latino e la storia greco-romana.

Leggi tutto l'articolo