Tutto il brutto della neve

Nove ore e più di neve caduta sul capoluogo ha lasciato, il giorno dopo, una massa informe di fango ghiacciato, nei punti più frequentati della città.
Ma dall'amministrazione comunale nessun timore: tutto è andato per il meglio, si continua con il "piano neve".
Ed allora finalmente si è capito che cosa prevede questo ormai famoso "piano": aspettare che il manto bianco si sciolga, chiudendo le scuole, per non mettere in difficoltà i mezzi di trasporto pubblici; attendere che i cittadini esercenti prendano la pala e ripuliscano la parte del marciapiedi di propria competenza.
E così anche per gli automobilisti con la macchina in panne o sepolta dalla neve, per i cittadini che vorrebbero uscire di casa per andare al lavoro o a fare la spesa, in precario equilibrio sullo strato di ghiaccio che lentamente si scioglie e diventa pozzanghera o completo allagamento.
Poi, se proprio si vuole sfidare il disgelo dei ghiacciai urbani, è essenziale camminare lungo le tracce che altri hanno solca...

Leggi tutto l'articolo