Una coppia di amici americani del Connecticut hanno messo l’occhio su una casetta in una frazione di Rapallo: signorile, piutt

 
 
Una coppia di amici americani del Connecticut ha messo l’occhio su una casetta in una frazione di Rapallo: signorile, piuttosto malandata, ma con una vista d’infilata fino a Portofino. Durante le trattative per l’acquisto, me l’hanno fatta vedere. Non è abitata da decenni, ma dentro ci sono ancora i vecchi mobili accatastati, dai quali spuntano abiti (e mutandoni) da Signorina Felicita. Su una cassettiera sono sparse vecchie foto del Sud America, cartoline, lettere. Ho raccolto un quaderno, mangiato dai topi in un angolo. Mi sono messo a leggerlo e ci ho trovato una miniera di notizie. Apparteneva a un ragazzo che chiamerò Attilio, che faceva la quinta elementare nel 1951-52. Giusto cinquant’anni fa.
                   Attilio era un giovane diligente e intelligente, e il suo quaderno è un documento che piacerebbe agli storici. Il novembre 1951 ci fu il disastroso allagamento del Polesine. La maestra assegnò il tema: “Descrivete gli aiuti offerti agli alluvionati”. Attilio lo svolg...

Leggi tutto l'articolo