Una storia che merita

“Il documentario Processo per stupro ha una storia che merita di essere raccontata.
 Siamo nel 1978… nell’aprile c’è un convegno sulla violenza sessuale organizzato dalla Casa delle donne di Roma… Nasce lì l’idea di proporre alla Rai di filmare un processo per stupro.
Il direttore della seconda rete  accetta e, un anno dopo, alle 22 del 26 aprile 1979 il documentario diretto da Loredana Dondi va in onda.
Racconta il processo contro quattro uomini accusati di aver violentato a Nettuno una ragazza di diciott’anni, Fiorella, dopo averla invitata a discutere una proposta di lavoro per un posto di segretaria.
Nell’arringa conclusiva Tina Lagostena Bassi osserva come le donne finiscano sempre per diventare le vere imputate, costrette a difendersi dalle accuse di chi le ha violentate (“Vi siete messe in questa situazione.
Se questa ragazza fosse stata a casa, se l’avessero tenuta presso il caminetto, non si sarebbe verificato niente”, dice uno degli avvocati difensori).
Il documentario fu vis...

Leggi tutto l'articolo