Vacanza a Hermagor, avventura nella natura della Carinzia

“Servus in Hermagor” è il gentile benvenuto che i cittadini rivolgono ai turisti, prepariamoci ad entrare in una leggenda antica fatta di tradizioni dal sapore celtico, di dialetti perduti e di misteriosi racconti.
Questo è quello che ci si deve aspettare arrivando a Hermagor, città austriaca del distretto della Carinzia a poca distanza dal confine con l’Italia.
Il suo territorio abbracciato a nord dalle Alpi della Gailtal e a sud dalle Alpi Carniche gode di una vegetazione lussureggiante, un “polmone verde” custode di un affascinante passato storico.
Il nome Hermagor è stato scelto in onore di Sant’Ermacora, il primo vescovo e patrono del Patriarcato di Aquileia che dominava il territorio nel medioevo.
I primi insediamenti nell’area secondo il rinvenimento di alcuni reperti risalgono all’Impero Romano, in epoca celtica.
Hermagor era un importante perno per il traffico di minerali ferrosi destinati al commercio con il Mediterraneo, il passaggio dei turchi nel XV secolo distrusse gran parte della zona, ma Hermagor riuscì gradualmente a riprendere possesso delle sue potenzialità e nel 1868 divenne il capoluogo del distretto, fino a diventare nel 1930 una città vera e propria.
Visitando Hermagor potrete ammirare il Castello di Moderndorf e il suo museo etnografico della Gail che ospita oltre 5.000 oggetti della collezione Georg Essl in particolare reperti riguardanti archeologia, cultura popolare e religiosa e paleontologia.
In Hermagor regna sovrana la buona tavola con le sue eccellenze locali, tra gli eventi organizzati dalla città il più rinomato è il Festival della pancetta di Gail che si tiene nel mese di giugno così come la Festa dello speck.
Per chi ai salumi preferisce il gusto del formaggio è imperdibile l’escursione agli alpeggi della Gaital nell’evento Gailtaler Kaserundwanderweg.
Tra le mete preferite di chi si reca a Hermagor c’è sicuramente il lago Pressegger See che si trova nel secondo canneto più grande dell’Austria, il lago naturale è limpidissimo e la temperatura dell’acqua che raggiunge anche i 28°C permette la balneazione.
Sulle sue rive sarà divertente organizzare un picnic e dedicarsi a delle belle passeggiate.
Inoltre per chi ambisce a qualche attività sportiva non mancano sul lago e nei dintorni diverse opportunità, dal windsurf alla vela, dal minigolf al beach volley sul lido sabbioso.
Poco distante i più avventurosi potranno divertirsi al Parco Avventura della Carinzia, immersi in un ambiente unico ed emozionante.
Il bosco inoltre ogni anno nel mese di [...]

Leggi tutto l'articolo