Visitare le Isole Vanuatu, paradiso del Pacifico meridionale

Vanuatu, letteralmente “la terra che affiora dal mare”, è un arcipelago della Melanesia centrale, nel Pacifico meridionale, ad oltre 2.000 chilometri dalle coste orientali dell’Australia.
Un paradiso nascosto, semisconosciuto e incontaminato, costituito da 83 isole vulcaniche una diversa dall’altra, alcune enormi altre semplici atolli dalle variopinte barriere coralline, piccole città di pescatori, villaggi indigeni e maestosi picchi vulcanici.
Il periodo migliore per recarsi da queste parti è da luglio a dicembre; meglio evitare il clima umido da gennaio a giugno, caratterizzato da forti rovesci e tempeste tropicali.
Vanuatu è raggiungibile in aereo con voli per l'Aeroporto Internazionale di Port-Vila e di Luganville nell’isola di Espiritu Santo, dove atterrano gli aerei provenienti dall’Australia, dalla Nuova Zelanda, dalla Nuova Caledonia e dalle Figi.
Le isole dell'arcipelago sono collegate tramite aereo, traghetti, autobus e taxi.
Immerse in una cornice naturale mozzafiato tra foreste rigogliose e praterie le isole abitate di Vanuatu sono circa una quindicina, delle quali le principali sono Efaté, Espiritu Santu, Malekula, Ambryn e Tanna.
Il mare di Vanuatu è uno dei più belli e incontaminati del pianeta, con le sue immense barriere coralline, vulcani sottomarini e grotte abitate da una miriade di colorati pesci tropicali.
Le spiagge dorate, nascoste tra baie e promontori, sono immense e deserte, circondate da palme da cocco, dove rilassarsi al sole, fare snorkeling lungo la magnifica barriera corallina, surf o praticare pesca sportiva.
Durante l’alta stagione tutte le isole principali offrono abbondanti attività sportive e di svago.
L’offerta va dai giri in elicottero per vedere i crateri dall’alto, o lanciarsi con il bungee jumping, che tra l’altro sarebbe nato qui a Vanuatu negli anni ’50, gite in barca per esplorare isole circostanti, o avventurarsi nell'entroterra per andare alla scoperta della culture indigene per assistere alle danze o cerimonie tradizionali.
Tra le tante isole dell’arcipelago, Efatè è il cuore di Vanuatu, l’isola centrale brulicante di attività turistiche.
La popolazione locale per la maggior parte di origine melanesiana è vestita con abiti dai colori sgargianti e vive ancora in villaggi sprovvisti di elettricità, dove l'attività principale è tuttora l'agricoltura.
Il suo litorale è un susseguirsi di isole e isolotti, baie e insenature limpide e coralline con spiagge dalla sabbia bianca, tra cui la baia di Male, ideale per fare splendide [...]

Leggi tutto l'articolo