a Ostra; viaggio fra gli ex-voto

Di solito all’indicazione “Santuario di…” non rispondiamo perché le strutture dei santuari appartengono per la gran parte al periodo barocco rococò che non ci attira molto, mentre siamo attratti irresistibilmente da “Eremo di...”  e anche “Abbazia di…”: siamo fans del romanico!
Con il tempo si diventa più saggi e dopo qualche esperienza abbiamo scoperto che può essere molto interessante seguire anche queste frecce perché ci si può imbattere in sorprese davvero stimolanti. Il Santuario della Madonna della Rosa di Ostra è uno di questi: in mezzo alla campagna dei primi colli marchigiani è molto curata e sempre aperta.

La storia tratta dal sito del Santuario:
 "... esisteva in epoca immemorabile, un'edicola in cui veneravasi una immagine della Vergine, dipinta su rozza parete, ai piedi della quale scorreva un ruscello di limpida acqua….Dal vago fiore che la Vergine Benedetta tiene nella mano sinistra, i fedeli cominciarono ad invocarLa col dolce titolo di "Madonna della Rosa". Nel 16...

Leggi tutto l'articolo