~*~ San Marino. Tre Torri sul Monte Titano ~*~

“Relinquo vos liberos ab utroque homine”, “vi lascio liberi da ambedue gli uomini” sono, da leggenda, le parole che pronuncio´ San Marino alla sua morte.
I due uomini a cui si riferisce sono l´imperatore e il papa.
La frase e´inno d´indipendenza e liberta´, ovvero le fondamenta della Repubblica di San Marino.
Il Santo e scalpellino amico di San Leo, e´ricordato con celebrazioni ogni anno il 3 settembre.
  La Repubblica si erge sul monte Titano, che e´mastodontico spettacolo per gli occhi in quanto si eleva staccato dall´Appenino ma non distante dal mare.
Su questo sperone roccioso le Tre Torri svettano circondate dalla via che ellitticamente le circonda: assomiglia ad un  percorso iniziatico in tre tappe.
Le costruzioni, edificate per protezione della cittadina come luoghi di ronda e avvistamento, sono proporzionate e armoniose.
Quasi equidistanti tra loro donano un senso di ordine e precisione che si ripercuote nello spirito mentre si cammina per le salite e discese del luogo.
Si ha l´impressione di procedere piu´per pellegrinaggio che per semplice turismo.
La nebbia spesso accentua questa sensazione.
Il posto tra l´altro non si risparmia, ci sono ad ogni angolo battenti matallici a forma di oroboro, rilievi e decorazioni ricordano che il “genius loci” di questo ambiente e´Super Partes.
Al di sopra della corruzione morale e materiale proprio come profetizzo´il Santo.
 Effettivamente il camminamento lungo le torri, dalla prima alla terza non sembra casuale; la “Guaita” e´difesa dalle tre cinte di mura antiche, la “Cesta” ha forma pentagonale e il “Montale” che fungeva da prigione possiede un vano profondo 8 metri.
Per cui a volerci individuare del significato piu´sottile sembra un tragitto labirintico dove i numeri 3 e 5 fanno da padroni accompagnando il visitatore alla torre piu´impervia dalla quale si ritorna sui propri passi con nuova consapevolezza.
Il tre e´numero legato alla trinita´ed anche alla sintesi degli opposti, il cinque e´legato all´uomo e quindi ai 4 elementi piu´lo spirito.
L´Ultimo Torrione potrebbe anche risultare catarticamente necessario, l´arrivo, dopo la faticosa passeggiata al culmine dell´esaurimento delle forze per ridestarsi con nuovo vigore.

Leggi tutto l'articolo