Democratic Party (Italy) leadership election, 2009

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Democratic Party (Italy) leadership election, 2009. Cerca invece 'Democratic Party (Italy) leadership election 2009' e 'CALO'.

Vedi anche

Sistema elettorale
In rilievo

Sistema elettorale

Elezioni primarie del Partito Democratico del 2009 (Italia)

La scheda: Elezioni primarie del Partito Democratico del 2009 (Italia)

Voce principale: Partito Democratico (Italia).
Le elezioni primarie del Partito Democratico del 2009 si sono svolte domenica 25 ottobre 2009, per individuare il segretario nazionale, i segretari regionali e i membri dell'assemblea nazionale e delle assemblee regionali del Partito Democratico.
La consultazione ha seguito di circa due anni le elezioni primarie del 2007, che avevano eletto Walter Veltroni alla segreteria del partito. Come in quel caso, hanno votato anche i sedicenni e gli extracomunitari con permesso di soggiorno: inoltre, era previsto solamente un turno elettorale.


Elezioni primarie del Partito Democratico del 2009:
Stato:  Italia
Partito: Partito Democratico
Data: 25 ottobre 2009
Candidati: Pier Luigi BersaniDario FranceschiniIgnazio Marino
Voti: 1 623 239 53,23 %1 045 123 34,27 %380 904 12,5 %
Seggi: 530 / 1000339 / 1000131 / 1000
Segretario nazionale del Partito Democratico uscente:
Dario Franceschini
2007 2013:

Elezioni primarie del Partito Democratico del 2009:
Stato:  Italia
Partito: Partito Democratico
Data: 25 ottobre 2009
Candidati: Pier Luigi BersaniDario FranceschiniIgnazio Marino
Voti: 1 623 239 53,23 %1 045 123 34,27 %380 904 12,5 %
Seggi: 530 / 1000339 / 1000131 / 1000
Segretario nazionale del Partito Democratico uscente:
Dario Franceschini
2007 2013:
1 Storia
2 Candidati
2.1 Pier Luigi Bersani
2.2 Dario Franceschini
2.3 Ignazio Marino
2.4 Candidati a segretario regionale
3 Risultati
3.1 Voto tra gli iscritti
3.2 Elezioni primarie
4 Note
5 Bibliografia
6 Voci correlate
7 Collegamenti esterni

Voce principale: Partito Democratico (Italia).
Le elezioni primarie del Partito Democratico del 2009 si sono svolte domenica 25 ottobre 2009, per individuare il segretario nazionale, i segretari regionali e i membri dell'assemblea nazionale e delle assemblee regionali del Partito Democratico.
La consultazione ha seguito di circa due anni le elezioni primarie del 2007, che avevano eletto Walter Veltroni alla segreteria del partito. Come in quel caso, hanno votato anche i sedicenni e gli extracomunitari con permesso di soggiorno: inoltre, era previsto solamente un turno elettorale.

La Direzione Nazionale del partito ha fissato il congresso ("convenzione" secondo lo statuto del partito) all'11 ottobre 2009 e le nuove elezioni primarie per il 25 ottobre. Inizialmente il segretario uscente Dario Franceschini non si era espresso sulla possibilità di ricandidarsi alla guida del partito ma il 24 giugno annuncia ufficialmente la sua candidatura per il Congresso e per le primarie polemizzando con una parte del partito riferendosi in modo indiretto all'ex Presidente del Consiglio Massimo D'Alema.
L'ex ministro dello Sviluppo Economico Pier Luigi Bersani annuncia la sua candidatura, ricevendo l'appoggio di D'Alema.
L'europarlamentare Debora Serracchiani, che nel collegio del Friuli Venezia Giulia ha ottenuto più voti del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, annuncia il suo appoggio al candidato uscente, nonostante alcuni esponenti avessero auspicato una sua candidatura.
Il sindaco di Torino Sergio Chiamparino, dopo un'apertura relativa alla possibilità di presentarsi come candidato, ribadisce la sua non partecipazione al processo elettorale del partito.
Ignazio Marino, noto chirurgo di fede cattolica (anche se non sempre in sintonia con il Magistero), ribadisce la volontà di presentarsi alle primarie del PD divenendo il terzo candidato in corsa. Ciò ha creato diverse polemiche specialmente nell'area teodem del partito, all'epoca guidata da Paola Binetti, a causa delle proposte del professore in tema di testamento biologico.
Il 30 giugno anche Amerigo Rutigliano esprime, direttamente sul suo blog, il desiderio di candidarsi.
Mario Adinolfi, dopo l'insuccesso delle precedenti primarie, aveva inizialmente deciso di presentarsi come candidato, ma all'ultimo momento si è schierato con Franceschini.
Il 4 luglio il chirurgo Ignazio Marino conferma a sua volta di voler correre per la segreteria, sostenuto in prima linea da Giuseppe Civati.
Controversa è la candidatura di Beppe Grillo: il comico genovese, dopo le critiche da lui rivolte al partito, decide di presentarsi, polemizzando con gli altri candidati alla segreteria. Grillo decide perciò d'iscriversi al PD della Sardegna e di raccogliere le firme necessarie per la candidatura alla segreteria. Tuttavia il partito respinge la candidatura, ritenendola inopportuna e provocatoria, e non accetta la sua iscrizione ritenendola non valida, dato che il comico è residente a Nervi (Genova).
Il 23 luglio il Comitato per il Congresso ufficializza dunque 4 candidature: quelle di Pier Luigi Bersani, Dario Franceschini, Ignazio Marino e Amerigo Rutigliano. Il 28 luglio, però, proprio quest'ultima candidatura viene respinta dallo stesso Comitato, poiché delle 1542 firme presentate dal candidato, 500 sono risultate appartenenti a persone non iscritte al PD. Il giorno successivo la Commissione Nazionale per il Congresso annuncia anche che la quota degli iscritti che prendono parte alla prima fase congressuale è di 820 607.
I risultati definitivi dei 7221 congressi di circolo vengono divulgati l'8 ottobre dalla stessa Commissione Nazionale: Pier Luigi Bersani ottiene 255189 voti pari al 55,13%, seguito da Dario Franceschini con 171041 voti pari al 36,95% e da Ignazio Marino con 36674 voti pari al 7,92%. Tutti e tre i candidati sono quindi ammessi a partecipare alle elezioni primarie del 25 ottobre 2009.

Il 5 febbraio 2009, in un'intervista al quotidiano la Repubblica, Bersani rese pubblica l'intenzione di candidarsi a segretario del Partito Democratico in vista del congresso autunnale del 2009. Tra i sostenitori della candidatura di Bersani ci sono stati Massimo D'Alema, Rosy Bindi, Enrico Letta, Livia Turco e Rosa Russo Iervolino. Bersani ha incentrato la sua candidatura sull'esigenza di unire i valori cattolico-popolari con quelli del socialismo democratico e della socialdemocrazia. Ha inoltre dichiarato il suo impegno per far sì che ogni cittadino possa votare non solo il segretario di partito, bensì anche ciascun parlamentare.

Con l'elezione di Walter Veltroni a segretario nazionale del Partito Democratico, in occasione delle primarie del 14 ottobre 2007, Dario Franceschini aveva assunto la carica di vicesegretario.
In seguito alle dimissioni di Veltroni, rassegnate martedì 17 febbraio 2009 all'indomani della sconfitta elettorale del candidato democratico Renato Soru alle elezioni regionali in Sardegna del 2009, fu convocata per sabato 21 febbraio una riunione straordinaria dell'assemblea nazionale, che ratificò con 1047 preferenze l'attribuzione della segreteria a Franceschini.
Tra i sostenitori della candidatura di Franceschini vi sono stati Piero Fassino, Debora Serracchiani, Franco Marini, Marco Minniti, Giovanna Melandri, Tiziano Treu, Enrico Morando, Marina Sereni, Antonello Soro, Cesare Damiano, Pierluigi Castagnetti, Paolo Gentiloni, Sergio Cofferati, Rita Borsellino, Rita Borsellino, Mario Adinolfi, David Sassoli. L'ex segretario del PD Walter Veltroni, pur dichiarando di voler rimanere fuori dalle vicende congressuali, ha avuto parole di apprezzamento per la candidatura di Franceschini.

Ignazio Marino, senatore dall'aprile 2006, ufficializzò la propria candidatura il 23 luglio 2009, alla Camera del Lavoro di Milano. Il suo slogan è stato: «Vivi il PD, cambia l'Italia», il suo programma puntava sul rilancio del merito e dei diritti civili, sulla salute, la laicità e l'ambiente.

I candidati alle segreterie regionali sono stati i seguenti.

(Dati ufficiali)

I seggi sono rimasti aperti dalle ore 8 alle 20 di domenica 25 ottobre 2009. I dati sull'affluenza sono stati resi pubblici alle 11.30 e alle 17.30 da Maurizio Migliavacca, a nome della commissione congresso del PD: alle 11.30 avevano votato 876 570 elettori, alle 17.30 erano 1 962 397 , e alle 20.00, alla chiusura dei seggi, il totale è stato di 3 102 709 ..
(Dati ufficiali)

Il Progetto Top Secret del PD e FI per fermare il M5s, utilizzando la Sicilia come Cavia da Laboratorio. Un favore/danno per Musumeci di Remo Pulcini

Il Progetto Top Secret del PD e FI per fermare il M5s, utilizzando la Sicilia come Cavia da Laboratorio. Un favore/danno per Musumeci di Remo Pulcini

In tempi non sospetti in salotti romani si discuteva di come fermare o quanto meno arginare il Movimento Cinque Stelle. Da tempo alcuni illuminati nel senso ridicolo del termine hanno pensato ad un Patto del Nazzareno per difendere la poltrona in ottica Movimento Cinque Stelle che ormai sono al 40%. La consapevolezza di poter ottenere il risultato opposto in ambito popolo di sinistra e destra e la forza della disperazione hanno portato tutti a chiedersi se mai [...]

Malena: “Ho dato il cu… per entrare nel Pd. A chi? Non lo rivelo”

Malena: “Ho dato il cu… per entrare nel Pd. A chi? Non lo rivelo”

Ha da poco lasciato l’Isola dei famosi, dove ha fatto molto parlare di sé. Lei è “Malena la pugliese“, l’attrice h. ard, che Pio ed Amedeo, nella prima puntata del loro nuovo programma Emigratis (domenica notte su Italia Uno), sono andati a trovare. Un “blitz” sul set di un film ero. tico, dove si trova anche Rocco Siffredi. E sul set, Malena (all’anagrafe Malena Mastromarino) si esibisce senza freni. Ma non è tanto il po. rno ciò di cui si [...]

Malena: “Ho dato il cu… per entrare nel Pd. A chi? Non lo rivelo”

Malena: “Ho dato il cu… per entrare nel Pd. A chi? Non lo rivelo”

Ha da poco lasciato l’Isola dei famosi, dove ha fatto molto parlare di sé. Lei è “Malena la pugliese“, l’attrice h. ard, che Pio ed Amedeo, nella prima puntata del loro nuovo programma Emigratis (domenica notte su Italia Uno), sono andati a trovare. Un “blitz” sul set di un film ero. tico, dove si trova anche Rocco Siffredi. E sul set, Malena (all’anagrafe Malena Mastromarino) si esibisce senza freni. Ma non è tanto il po. rno ciò di cui si [...]

E' meglio uscire dalla poltiglia del PD che restarne vittime!

Se si dovesse giudicare il modo in cui è terminata l’ennesima direzione nazionale del PD, ci sarebbe da ripetere la solita solfa: Renzi ha una maggioranza schiacciante, i suoi nemici interni sono divisi, e non in modo poco rilevante, tra social-cattolici e social-comunisti, i poteri forti e le lobby sono tutti dalla parte dell’ometto di Rignano, e del suo “giglio toscano” (che ha intaccato perfino il Festival di Sanremo!), non c’è storia: intanto il [...]

E' meglio uscire dalla poltiglia del PD che restarne vittime!

Se si dovesse giudicare il modo in cui è terminata l’ennesima direzione nazionale del PD, ci sarebbe da ripetere la solita solfa: Renzi ha una maggioranza schiacciante, i suoi nemici interni sono divisi, e non in modo poco rilevante, tra social-cattolici e social-comunisti, i poteri forti e le lobby sono tutti dalla parte dell’ometto di Rignano, e del suo “giglio toscano” (che ha intaccato perfino il Festival di Sanremo!), non c’è storia: intanto il [...]

Lo stipendio del segretario del PD

Ciao,sapreste dirmi a quanto ammonta lo stipendio del segretario del PD?(Renzi) GRAZIE! "Renzi nelle dichiarazioni patrimoniali obbligatorie per i membri dell'esecutivo ha dichiarato che, 'il sottoscritto Matteo Renzi dichiara di avere la carica di segretario presso il Partito Democratico e di non percepire alcun compenso per tale incarico'.    Quindi il segretario del PD  NON ha stipendio"

Rispondi

primarie PD...chi di stalinismo ferisce....

Essi caro "mister nessuno" ex imperatore Bassolino, il tempo è galantuomo. Finalmente prima di inabbissarti del tutto (tu e tutti quelli che avete screditato la sinistra), hai sperimentato sulla tua pelle cosa vuol dire essere "minoranza" in un partito, anzi in una sinistra stalinista (perchè non solo di pratica partitica si parla ma di vero e proprio modus operandi politico anche nel sindacato) che si è dipanato attraverso decenni di trasformismo, dagli [...]

Lavori in via Monte Santo, Marrazzo: "Un cantiere senza ombre"

Home Politica Politica Lavori in via Monte Santo, Marrazzo: "Un cantiere senza ombre" Lavori in via Monte Santo, Marrazzo: "Un cantiere senza ombre"   Politica Scritto da Valentina Vitagliano   Venerdì 15 Marzo 2013Tags: Monza e dintorni "In città circola la notizia che i lavori di riqualificazione della via Monte Santo siano fermi a causa di un illecito perpetrato all'interno del cantiere e del quale sia il sindaco Roberto Scanagatti che l'assessore Antonio [...]

D'Alema, su Gentiloni Prodi sbaglia

D'Alema, su Gentiloni Prodi sbaglia

(ANSA) – ROMA, 19 FEB – “Prodi dice che abbiamo commesso un errore? E’ la stessa cosa che io penso di lui”. Lo ha detto Massimo D’Alema intervistato da Radio Capital rispondendo indirettamente a Romano Prodi che aveva definito quelli che hanno lasciato il Pd “compagni che sbagliano”. “Non si può votare Gentiloni – ha aggiunto D’Alema – la legge elettorale, che Gentiloni ha imposto con 8 voti di fiducia, prevede che ci sia il Pd e il capo, [...]

D'Alema, senza maggioranza parli Colle

D'Alema, senza maggioranza parli Colle

(ANSA) – ROMA, 19 FEB – “Le alchimie non mi interessano, anche perché non sappiamo i numeri. Il governo del presidente che ho proposto era un’altra cosa rispetto al governo di unità nazionale. Per sfuggire alle alchimie, la prassi costituzionale corretta vuole che se il Presidente della Repubblica vede che non c’è una maggioranza, ne prende atto, prende l’iniziativa e affida a una persona sopra le parti l’incarico e chiede un atto di [...]

Perché quelli esclusi sono sempre i migliori? Ovvero la polemica montata delle liste di Renzi.

Perché quelli esclusi sono sempre i migliori? Ovvero la polemica montata delle liste di Renzi.

NON STIAMO GIOCANDO A TANA LIBERI TUTTI Perché quelli esclusi dalle liste sono sempre i migliori? "Renzi ha preferito gli incompetenti ma fedeli". È Michela Marzano a dirlo. Filosofa e attuale deputata, uscente, del Pd. E non candidata per il Pd alle elezioni di marzo, anche perché dal Pd si è distaccata, difficile per Renzi ricandidarla. O no? La polemica contro la formazione delle liste Pd è farlocca. Non c'è. E chi la monta, la polemica, lo fa per [...]

Renzi apre: 'Decide il Colle, ma Gentiloni può giocarsi le carte'

Renzi apre: 'Decide il Colle, ma Gentiloni può giocarsi le carte'

Apre all’ipotesi di Paolo Gentiloni premier e sulle larghe intese chiude ad allenaze con “gli estremisti”. Matteo Renzi è ospite a ‘In 1/2 ora in più’ insieme al ministro dell’Interno Marco Minniti. Il leader del Pd torna anche sull’appello fatto ai cattolici in mattinata. Perchè – evidenzia- ci sono 70 seggi in bilico. “Il premier potenziale – dice Renzi – lo decide il presidente della Repubblica. Ma chi ha fatto il presidente del [...]

Renzi a cattolici, c.destra non moderato

Renzi a cattolici, c.destra non moderato

(ANSA) – ROMA, 18 FEB – “Abbiamo avuto punti di discussione con una parte importante del mondo cattolico” come su unioni civili e biotestamento. “E’ una discussione che probabilmente vedrà una frattura almeno con una parte del mondo cattolico italiano. Ma da Roma oggi voglio dire alle donne e agli uomini del mondo cattolico di questo Paese di riflettere bene su cosa avverrà: faccio un appello alle persone che vivono le parrocchie e la realtà [...]

Grasso,dò voce a valori smarriti da Pd

Grasso,dò voce a valori smarriti da Pd

(ANSA) – PESCARA, 18 FEB – “Sono tornato in Abruzzo dove sono felice di poter portare avanti i valori della sinistra, quei valori che sono stati smarriti, appunto, dal Pd di Renzi. Noi di LeU portiamo avanti, diamo voce a quelli che sono i valori e i principi della sinistra; questo non può essere mai considerato un errore ma, anzi, un modo per ricostruire il Paese e la sinistra”. Lo ha detto Pietro Grasso a margine di un evento elettorale di Liberi e [...]

FOTO: Elezioni primarie del Partito Democratico del 2009 (Italia)

Pier Luigi Bersani, vincitore delle primarie 2009

Pier Luigi Bersani, vincitore delle primarie 2009

Dario Franceschini, segretario uscente

Dario Franceschini, segretario uscente

Pd: Renzi,via stanchezza e rassegnazione

Pd: Renzi,via stanchezza e rassegnazione

(ANSA) – ROMA, 18 FEB – “Negli ultimi quattordici giorni dobbiamo cercare di scrollarci di dosso la stanchezza, la rassegnazione”. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi in un intervento a un evento Pd all’auditorium del Massimo di Roma. “Per due mesi ci hanno bombardato di sondaggi ma, anche solo a livello scaramantico, vi ricordo che i sondaggi dei venti giorni prima erano totalmente diversi dai risultati finali. Nel 2013 eravamo avanti di dieci: [...]

Romano Prodi sceglie 'Insieme' e investe Gentiloni

Romano Prodi sceglie 'Insieme' e investe Gentiloni

Annuncia la sua scelta per ‘Insieme’ e investe Paolo Gentiloni: l’ex premier, Romano Prodi, ha partecipato oggi ad un incontro elettorale, parlando di fronte all’attuale presidente del consiglio. “C’è una certa commozione nel tornare a un’assemblea politica dopo quasi nove anni – ha detto il fondatore dell’Ulivo -. E c’è commozione anche, proprio per il riconoscimento a Paolo del lavoro che sta facendo in un momento difficile in cui [...]

M5S: dai bonifici ritirati a quelli taroccati

M5S: dai bonifici ritirati a quelli taroccati

Il terzo atto dell’inchiesta di Filippo Roma sulla “Rimborsopoli” a 5 Stelle

Gb: leader Ukip espulso dal partito

Gb: leader Ukip espulso dal partito

(ANSA) – ROMA, 17 FEB – Il leader britannico degli euroscettici dell’Ukip, Henry Bolton, è stato espulso dal partito dopo lo scandalo relativo alla sua ex, la 25enne Jo Marney, che si è lasciata andare a commenti razzisti contro la futura consorte del principe Harry, Meghan Markle. Ne danno notizia i media britannici. La decisione è stata presa in seguito a un riunione di emergenza del congresso del partito a Birmingham. Dopo che Bolton si è rifiutato [...]

De Luca, camorristi usati per ricattarci

De Luca, camorristi usati per ricattarci

(ANSA) – SALERNO, 17 FEB – “Siamo impegnati in un lavoro gigantesco. Quando fai queste riforme, i contraccolpi ci sono. Ma andremo avanti a carro armato. Mettiamo in conto resistenze, sabotaggi, persino operazioni, nelle ultime ore addirittura di uso di camorristi per ricattarci. Non perdete tempo. I miei concittadini di Salerno mi conoscono. Se pensate di ricattarci non perdete tempo. Andremo avanti senza derogare di una virgola agli obiettivi che ci siamo [...]

Grasso, larghe intese? Solo con temi Leu

Grasso, larghe intese? Solo con temi Leu

(ANSA) – PORDENONE, 17 FEB – “Vedremo se avremo la possibilità concreta di portare avanti i nostri temi come lavoro e diritti dei lavoratori, sanità, istruzione e ambiente. Solo se saranno condivisi, vedremo se potremo governare”. Lo ha affermato questa mattina a Pordenone il leader di Liberi e Uguali Pietro Grasso, in merito alla disponibilità a partecipare a un governo di grande coalizione come in Germania.

Renzi, Pd argine a M5s e Lega

Renzi, Pd argine a M5s e Lega

(ANSA) – NAPOLI, 17 FEB – “Il Pd è l’unica forza politica che costituisce un argine all’estremismo grillino e a quello delle camicie verdi”. Così Matteo Renzi, all’associazione industriali di Napoli, di fronte ad una platea di imprenditori. “Quello che pensano del Mezzogiorno lo sappiamo – ha sottolinea – peggio dei cori contro Napoli non c’è, figuriamoci quello che pensano sull’economia!”.

Gentiloni a Merkel: 'Nessun governo populista dopo il voto'

Gentiloni a Merkel: 'Nessun governo populista dopo il voto'

“Credo che le soluzioni di governo per il nostro Paese non le diano i sondaggi ma gli elettori il 4 marzo e che tutti dobbiamo rispettare la scelta degli elettori“. Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni, in conferenza stampa con la cancelliera tedesca Angela Merkel. “Dopo il voto – Ha evidenziato il premier – sarà il presidente della Repubblica a indirizzare il Paese” ma “l’Italia avrà un governo e penso che avrà un governo stabile“. [...]

Di Maio: 'Denuncerò massoni. Comunque M5s in crescita'

Di Maio: 'Denuncerò massoni. Comunque M5s in crescita'

“Ci sono tre candidati che ci hanno mentito: non ci hanno detto che facevano parte della massoneria. Ma questi non solo li abbiamo espulsi dal M5s ma li denuncerò per danno di immagine al M5s”. Così Luigi Di Maio in un video su Fb in cui aggiunge: “gli chiederemo anche di rinunciare alla proclamazione, visto che anche Michele Ainis sostiene come noi che si può fare”. “Chi ha mentito a me e agli elettori non la passerà liscia”, aggiunge. “Come [...]

M5S: Fico, chi ha tradito sarà dimesso

M5S: Fico, chi ha tradito sarà dimesso

(ANSA) – NAPOLI, 16 FEB – “Non tutti saranno rieletti e gli altri hanno firmato un documento e si dimetteranno” dice Roberto Fico (M5S) in merito al mancato versamento di parte dello stipendio percepito da parte di alcuni parlamentari pentastelalti. “Abbiamo contezza di otto, i cui nomi sono stati pubblicati. Invito il Parlamento fin da ora a votare per le dimissioni di queste persone”. Di quelli individuati, assicura Fico, “alcuni hanno già fatto [...]

Renzi, ora parte operazione 1/mo posto

Renzi, ora parte operazione 1/mo posto

(ANSA) – BARI, 16 FEB – “Mancano 15 giorni, metteteci il cuore. Oggi da Bari parte l’operazione primo posto”. Lo ha affermato il segretario del Pd, Matteo Renzi, incontrando oggi a Bari i candidati pugliesi, i dirigenti ed i sostenitori del partito. “Questa partita non dipende da me, ma da noi – ha detto – L’alternativa è di gente che non sa controllare gli scontrini e come fa – ha chiesto Renzi al pubblico – a controllare il proprio Paese? [...]

Renzi, chi vota D'Alema aiuta Salvini

Renzi, chi vota D'Alema aiuta Salvini

(ANSA) – BARI, 16 FEB – “Chi vota il partito di D’Alema sta aiutando Salvini”. Lo ha affermato il segretario del Partito democratico, Matteo Renzi, incontrando oggi a Bari i candidati pugliesi alle politiche, i dirigenti del Pd Puglia ed i sostenitori del partito. “Un governo di centrodestra che abbia i numeri io – ha aggiunto Renzi – non lo considero. Va tuttavia chiarito ai compagni della sinistra radicale che il loro voto finisce per aiutare [...]

Renzi, voto non è bonifico "revocabile"

Renzi, voto non è bonifico "revocabile"

(ANSA) – BARI, 16 FEB – “Dai sondaggi emerge con forza che il 5 marzo il primo partito sarà il Pd o il Movimento 5 Stelle e purtroppo il voto non può essere revocato come un bonifico. Occorre quindi fare attenzione”. Lo ha affermato il segretario del Pd, Matteo Renzi, incontrando oggi a Bari i candidati pugliesi, i dirigenti del Pd Puglia ed i sostenitori del partito. All’incontro partecipano anche il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, [...]

Franceschini, da Lega-Fdi linea a Cav

Franceschini, da Lega-Fdi linea a Cav

(ANSA) – ROMA, 16 FEB – “Salvini e Meloni dettano l’agenda a Berlusconi”. A dirlo, il ministro di beni culturali e turismo, Dario Franceschini, oggi a margine della proclamazione di Parma Capitale italiana della cultura 2020. “Basta guardarsi attorno – spiega Franceschini – pare che una volta il centro-destra era un centro-destra con una forte componente moderata. Forza Italia, al di là delle valutazioni su Berlusconi, copriva un’area moderata e [...]