Alberto Einstein

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Summer
In rilievo

Summer

Lettera Einstein-Szilárd

La scheda: Lettera Einstein-Szilárd

La lettera Einstein-Szilárd fu una lettera inviata al Presidente Franklin Delano Roosevelt nell'agosto 1939 a firma di Albert Einstein ma ampiamente scritta da Leó Szilárd con il consulto dei colleghi fisici ungheresi Edward Teller e Eugene Wigner. La lettera avvisava Roosevelt che la Germania nazista avrebbe potuto condurre ricerche sulla possibilità di usare la fissione nucleare per creare bombe atomiche, e suggeriva che gli Stati Uniti avrebbero dovuto iniziare anche loro stessi a condurre ricerche in tal senso.
La lettera avvisava:
La lettera fu firmata da Einstein il 2 agosto e consegnata a Roosevelt dall'economista Alexander Sachs. Ma Sachs rinviò la consegna fino all'11 ottobre a causa della preoccupazione del presidente per l'invasione di Hitler del 1º settembre ai danni della Polonia, che segnò l'inizio della seconda guerra mondiale. Dopo aver ascoltato una sintesi di Sachs riguardante il contenuto della lettera, Roosevelt autorizzò la creazione della Advisory Committee on Uranium. La commissione si riunì per la prima volta il 21 ottobre con a capo Lyman Briggs, direttore del National Institute of Standards and Technology. Furono stanziati 6.000$ per gli esperimenti sui neutroni fatti da Enrico Fermi alla University of Chicago.
La lettera è spesso considerata essere alle origini del Progetto Manhattan, il progetto in tempo di guerra sulle armi nucleari che condusse alla produzione delle bombe che furono sganciate su Hiroshima e Nagasaki nel 1945. Comunque le fasi che portarono al bombardamento atomico furono considerevolmente complicate: la Advisory Committee on Uranium non perseguì in modo vigoroso lo sviluppo di un'arma, e almeno due altre organizzazioni la soppiantarono (la National Defense Research Committee e l'Office of Scientific Research and Development) prima che l'attività di ricerca sulla fissione fosse infine appannaggio del Manhattan Engineering District nel 1942 e divenne un programma di sviluppo della bomba su larga scala.
Einstein però non lavorò al progetto della bomba e, secondo Linus Pauling e altre fonti pacifiste, successivamente lo scienziato si pentì di aver firmato questa lettera.


Germania: scoperta lettera di Einstein

Germania: scoperta lettera di Einstein

(ANSA) – BERLINO, 06 SET – Era nascosta tra due giornali del 1961 la copia carbone di una lettera firmata da Albert Einstein, trovata per caso da una collaboratrice dell’Archivio ebraico di cultura di Monaco. Si tratta di una lettera di auguri datata 1932 e scritta dallo scienziato per il 50esimo compleanno dell’economista di origine ebraica Julius Hirsch, il cui originale si trova conservato nel lascito Hirsch del Leo-Baeck-Institut di New York. “La [...]

I neutrini danno ragione ad Einstein, universo è simmetrico

I neutrini danno ragione ad Einstein, universo è simmetrico

Dopo la scoperta della loro prima sorgente cosmica, un buco nero distante 4,5 miliardi di anni luce, i neutrini dimostrano che Einstein aveva ragione nel descrivere l’universo come perfettamente simmetrico. E’ quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Nature Physics, condotto dal gruppo del Massachusetts Institute of Technology (Mit) coordinato da Carlos Argüelles e Teppei Katori. Lo studio è basato sulle osservazioni del più [...]

EVENTI: Lettera Einstein-Szilárd

Nel 1919 le predizioni della relatività generale furono confermate dalle misurazioni dell'astrofisico Arthur Eddington effettuate durante un'eclissi solare, che verificarono che la luce emanata da una stella era deviata dalla gravità del sole.

Nel 1919 le predizioni della relatività generale furono confermate dalle misurazioni dell'astrofisico Arthur Eddington effettuate durante un'eclissi solare, che verificarono che la luce emanata da una stella era deviata dalla gravità del sole.

Nel 1919 le predizioni della relatività generale furono confermate dalle misurazioni dell'astrofisico Arthur Eddington effettuate durante un'eclissi solare, che verificarono che la luce emanata da una stella era deviata dalla gravità del sole.

Nel 1919 le predizioni della relatività generale furono confermate dalle misurazioni dell'astrofisico Arthur Eddington effettuate durante un'eclissi solare, che verificarono che la luce emanata da una stella era deviata dalla gravità del sole.

Nel 1929 infatti lavorò insieme a Leó Szilárd ad un prototipo di macchina frigorifera ad assorbimento diffusione, realizzando un brevetto innovativo di un refrigeratore funzionante solo con una miscela di acqua, ammoniaca e butano, senza parti in movimento e con consumi elettrici bassissimi.

Nel 1929 infatti lavorò insieme a Leó Szilárd ad un prototipo di macchina frigorifera ad assorbimento diffusione, realizzando un brevetto innovativo di un refrigeratore funzionante solo con una miscela di acqua, ammoniaca e butano, senza parti in movimento e con consumi elettrici bassissimi.

Nel 1929 infatti lavorò insieme a Leó Szilárd ad un prototipo di macchina frigorifera ad assorbimento diffusione, realizzando un brevetto innovativo di un refrigeratore funzionante solo con una miscela di acqua, ammoniaca e butano, senza parti in movimento e con consumi elettrici bassissimi.

Nel 1929 infatti lavorò insieme a Leó Szilárd ad un prototipo di macchina frigorifera ad assorbimento diffusione, realizzando un brevetto innovativo di un refrigeratore funzionante solo con una miscela di acqua, ammoniaca e butano, senza parti in movimento e con consumi elettrici bassissimi.

Nel 1909 pubblicò Über die Entwicklung unserer Anschauungen über das Wesen und die Konstitution der Strahlung, sulla quantizzazione della luce.

Nel 1909 pubblicò Über die Entwicklung unserer Anschauungen über das Wesen und die Konstitution der Strahlung, sulla quantizzazione della luce.

Nel 1909 pubblicò Über die Entwicklung unserer Anschauungen über das Wesen und die Konstitution der Strahlung, sulla quantizzazione della luce.

Nel 1909 pubblicò Über die Entwicklung unserer Anschauungen über das Wesen und die Konstitution der Strahlung, sulla quantizzazione della luce.

Nel 1900 gli venne garantito un diploma da insegnante dall'Eidgenössische Technische Hochschule e nel 1901 fu naturalizzato svizzero.

Nel 1900 gli venne garantito un diploma da insegnante dall'Eidgenössische Technische Hochschule e nel 1901 fu naturalizzato svizzero.

Nel 1900 gli venne garantito un diploma da insegnante dall'Eidgenössische Technische Hochschule e nel 1901 fu naturalizzato svizzero.

Nel 1900 gli venne garantito un diploma da insegnante dall'Eidgenössische Technische Hochschule e nel 1901 fu naturalizzato svizzero.

Nel 1911 si trasferì a Praga e nel 1914 fu nominato direttore dell'Istituto di Fisica dell'Università di Berlino, dove rimase fino al 1933.

Nel 1911 si trasferì a Praga e nel 1914 fu nominato direttore dell'Istituto di Fisica dell'Università di Berlino, dove rimase fino al 1933.

Nel 1911 si trasferì a Praga e nel 1914 fu nominato direttore dell'Istituto di Fisica dell'Università di Berlino, dove rimase fino al 1933.

Nel 1911 si trasferì a Praga e nel 1914 fu nominato direttore dell'Istituto di Fisica dell'Università di Berlino, dove rimase fino al 1933.

Il 30 gennaio 1933 lo scienziato era in viaggio di ritorno in Germania dopo un soggiorno negli Stati Uniti, appresa la notizia dell'ascesa di Adolf Hitler mentre si trovava in Belgio, dopo qualche esitazione decise di interrompere il viaggio e ritornare oltre Atlantico su invito del Institute for Advanced Study a Princeton.

Il 30 gennaio 1933 lo scienziato era in viaggio di ritorno in Germania dopo un soggiorno negli Stati Uniti, appresa la notizia dell'ascesa di Adolf Hitler mentre si trovava in Belgio, dopo qualche esitazione decise di interrompere il viaggio e ritornare oltre Atlantico su invito del Institute for Advanced Study a Princeton.

Il 30 gennaio 1933 lo scienziato era in viaggio di ritorno in Germania dopo un soggiorno negli Stati Uniti, appresa la notizia dell'ascesa di Adolf Hitler mentre si trovava in Belgio, dopo qualche esitazione decise di interrompere il viaggio e ritornare oltre Atlantico su invito del Institute for Advanced Study a Princeton.

Il 30 gennaio 1933 lo scienziato era in viaggio di ritorno in Germania dopo un soggiorno negli Stati Uniti, appresa la notizia dell'ascesa di Adolf Hitler mentre si trovava in Belgio, dopo qualche esitazione decise di interrompere il viaggio e ritornare oltre Atlantico su invito del Institute for Advanced Study a Princeton.

Nel 1944, a Rignano sull'Arno, la moglie e le figlie di suo cugino Robert furono uccise da un reparto delle SS, verosimilmente come rappresaglia nei suoi confronti, la strage, a cui si aggiunse l'anno seguente la perdita del cugino, morto suicida, colpì molto Einstein, che aveva acquisito la cittadinanza statunitense nel 1940 e che non rientrò più in Europa, rimanendo negli USA fino alla morte.

Nel 1944, a Rignano sull'Arno, la moglie e le figlie di suo cugino Robert furono uccise da un reparto delle SS, verosimilmente come rappresaglia nei suoi confronti, la strage, a cui si aggiunse l'anno seguente la perdita del cugino, morto suicida, colpì molto Einstein, che aveva acquisito la cittadinanza statunitense nel 1940 e che non rientrò più in Europa, rimanendo negli USA fino alla morte.

Nel 1944, a Rignano sull'Arno, la moglie e le figlie di suo cugino Robert furono uccise da un reparto delle SS, verosimilmente come rappresaglia nei suoi confronti, la strage, a cui si aggiunse l'anno seguente la perdita del cugino, morto suicida, colpì molto Einstein, che aveva acquisito la cittadinanza statunitense nel 1940 e che non rientrò più in Europa, rimanendo negli USA fino alla morte.

Nel 1944, a Rignano sull'Arno, la moglie e le figlie di suo cugino Robert furono uccise da un reparto delle SS, verosimilmente come rappresaglia nei suoi confronti, la strage, a cui si aggiunse l'anno seguente la perdita del cugino, morto suicida, colpì molto Einstein, che aveva acquisito la cittadinanza statunitense nel 1940 e che non rientrò più in Europa, rimanendo negli USA fino alla morte.

Nel 1921 ricevette il premio Nobel per la fisica «  per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell'effetto fotoelettrico» e la sua fama dilagò in tutto il mondo soprattutto per la teoria della relatività, in grado, per l'assoluta originalità, di colpire l'immaginario collettivo.

Nel 1921 ottenne il Premio Nobel per la Fisica per il suo lavoro del 1905 sulla spiegazione dell'effetto fotoelettrico (il premio fu effettivamente assegnato nel 1922).

Nel 1921 ricevette il premio Nobel per la fisica «  per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell'effetto fotoelettrico» e la sua fama dilagò in tutto il mondo soprattutto per la teoria della relatività, in grado, per l'assoluta originalità, di colpire l'immaginario collettivo.

Nel 1921 ottenne il Premio Nobel per la Fisica per il suo lavoro del 1905 sulla spiegazione dell'effetto fotoelettrico (il premio fu effettivamente assegnato nel 1922).

Nel 1921 ricevette il premio Nobel per la fisica «  per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell'effetto fotoelettrico» e la sua fama dilagò in tutto il mondo soprattutto per la teoria della relatività, in grado, per l'assoluta originalità, di colpire l'immaginario collettivo.

Nel 1921 ottenne il Premio Nobel per la Fisica per il suo lavoro del 1905 sulla spiegazione dell'effetto fotoelettrico (il premio fu effettivamente assegnato nel 1922).

Nel 1921 ricevette il premio Nobel per la fisica «  per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell'effetto fotoelettrico» e la sua fama dilagò in tutto il mondo soprattutto per la teoria della relatività, in grado, per l'assoluta originalità, di colpire l'immaginario collettivo.

Nel 1921 ottenne il Premio Nobel per la Fisica per il suo lavoro del 1905 sulla spiegazione dell'effetto fotoelettrico (il premio fu effettivamente assegnato nel 1922).

Nel 1915 Einstein propose una teoria relativistica della gravitazione, denominata relatività generale, che descriveva le proprietà dello spaziotempo a quattro dimensioni: secondo tale teoria la gravità non è altro che la manifestazione della curvatura dello spaziotempo.

Nel 1915 Einstein propose una teoria relativistica della gravitazione, denominata relatività generale, che descriveva le proprietà dello spaziotempo a quattro dimensioni: secondo tale teoria la gravità non è altro che la manifestazione della curvatura dello spaziotempo.

Nel 1915 Einstein propose una teoria relativistica della gravitazione, denominata relatività generale, che descriveva le proprietà dello spaziotempo a quattro dimensioni: secondo tale teoria la gravità non è altro che la manifestazione della curvatura dello spaziotempo.

Nel 1915 Einstein propose una teoria relativistica della gravitazione, denominata relatività generale, che descriveva le proprietà dello spaziotempo a quattro dimensioni: secondo tale teoria la gravità non è altro che la manifestazione della curvatura dello spaziotempo.

Nel 1903 Albert e Mileva si sposarono in municipio.

Nel 1903 Albert e Mileva si sposarono in municipio.

Nel 1903 Albert e Mileva si sposarono in municipio.

Nel 1903 Albert e Mileva si sposarono in municipio.

Nel 1917 mostrò il legame tra la legge di Bohr e la formula di Planck dell'irraggiamento del corpo nero.

Nel 1917 mostrò il legame tra la legge di Bohr e la formula di Planck dell'irraggiamento del corpo nero.

Nel 1917 mostrò il legame tra la legge di Bohr e la formula di Planck dell'irraggiamento del corpo nero.

Nel 1917 mostrò il legame tra la legge di Bohr e la formula di Planck dell'irraggiamento del corpo nero.

Nel 1905, ricordato come annus mirabilis, pubblicò quattro articoli a contenuto fortemente innovativo riguardanti tre aree differenti della fisica:.

Nel 1905, ricordato come annus mirabilis, pubblicò quattro articoli a contenuto fortemente innovativo riguardanti tre aree differenti della fisica:.

Nel 1905, ricordato come annus mirabilis, pubblicò quattro articoli a contenuto fortemente innovativo riguardanti tre aree differenti della fisica:.

Nel 1905, ricordato come annus mirabilis, pubblicò quattro articoli a contenuto fortemente innovativo riguardanti tre aree differenti della fisica:.

Nel 1927 Einstein venne invitato dal governo italiano a partecipare al Congresso internazionale dei Fisici, che si svolgeva quell'anno a Como in occasione del centenario dalla morte di Alessandro Volta.

Nel 1927 Einstein venne invitato dal governo italiano a partecipare al Congresso internazionale dei Fisici, che si svolgeva quell'anno a Como in occasione del centenario dalla morte di Alessandro Volta.

Nel 1927 Einstein venne invitato dal governo italiano a partecipare al Congresso internazionale dei Fisici, che si svolgeva quell'anno a Como in occasione del centenario dalla morte di Alessandro Volta.

Nel 1927 Einstein venne invitato dal governo italiano a partecipare al Congresso internazionale dei Fisici, che si svolgeva quell'anno a Como in occasione del centenario dalla morte di Alessandro Volta.

Nel 1950 descrisse la sua teoria di unificazione, rivelatasi poi parzialmente errata, in un articolo sulla rivista Scientific American.

Nel 1950, con altre illustri personalità, s'impegnò inutilmente per la salvezza di Milada Horáková, condannata a morte dal regime comunista cecoslovacco.

Nel 1950 descrisse la sua teoria di unificazione, rivelatasi poi parzialmente errata, in un articolo sulla rivista Scientific American.

Nel 1950, con altre illustri personalità, s'impegnò inutilmente per la salvezza di Milada Horáková, condannata a morte dal regime comunista cecoslovacco.

Nel 1950 descrisse la sua teoria di unificazione, rivelatasi poi parzialmente errata, in un articolo sulla rivista Scientific American.

Nel 1950, con altre illustri personalità, s'impegnò inutilmente per la salvezza di Milada Horáková, condannata a morte dal regime comunista cecoslovacco.

Nel 1950 descrisse la sua teoria di unificazione, rivelatasi poi parzialmente errata, in un articolo sulla rivista Scientific American.

Nel 1950, con altre illustri personalità, s'impegnò inutilmente per la salvezza di Milada Horáková, condannata a morte dal regime comunista cecoslovacco.

Il 27 aprile 1920 Bohr giunse a Berlino su invito di Max Planck.

Il 27 aprile 1920 Bohr giunse a Berlino su invito di Max Planck.

Il 27 aprile 1920 Bohr giunse a Berlino su invito di Max Planck.

Il 27 aprile 1920 Bohr giunse a Berlino su invito di Max Planck.

Nel 1952, quando il Presidente d'Israele Chaim Weizmann morì, l'allora Primo Ministro gli offrì l'incarico, ma rifiutò, spiegando di mancare sia dell'inclinazione che dell'esperienze necessarie.

Nel 1952, quando il Presidente d'Israele Chaim Weizmann morì, l'allora Primo Ministro gli offrì l'incarico, ma rifiutò, spiegando di mancare sia dell'inclinazione che dell'esperienze necessarie.

Nel 1952, quando il Presidente d'Israele Chaim Weizmann morì, l'allora Primo Ministro gli offrì l'incarico, ma rifiutò, spiegando di mancare sia dell'inclinazione che dell'esperienze necessarie.

Nel 1952, quando il Presidente d'Israele Chaim Weizmann morì, l'allora Primo Ministro gli offrì l'incarico, ma rifiutò, spiegando di mancare sia dell'inclinazione che dell'esperienze necessarie.

Tutti Einstein con realtà virtuale

Tutti Einstein con realtà virtuale

(ANSA) – ROMA, 10 LUG – La chioma bianca arruffata, gli occhi accesi di curiosità, il sorriso sornione nascosto sotto i baffi: grazie alla realtà virtuale è possibile vedersi nei panni di Albert Einstein. Un’esperienza talmente suggestiva da ‘sbloccare’ il cervello dei più insicuri migliorandone le performance, come dimostra l’esperimento pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology dal gruppo di Mel Slater all’Università di Barcellona, [...]

La teoria della relatività di Einstein vale anche nello spazio?

La teoria della relatività di Einstein vale anche nello spazio?

Le leggi della teoria della relatività di Einstein valgono anche nello spazio. A dirlo, confermando le tesi del fisico e filosofo, un team internazionale formato da Università della British Columbia, Università di Amsterdam e Astron: un istituto olandese che si occupa di Radioastronomia. Il risultato dello studio è stato pubblicato sulla rivista Nature. In particolare è stato preso in esame come  lo studioso abbia compreso la gravità all’interno [...]

20 giugno - Giornata Mondiale del Rifugiato - Senza migranti staremmo veramente meglio? Per esempio, saremmo stati meglio senza gente come Einstein e Freud? E senza il rifugiato Abdul Fattah Jandali? Suo figlio, Steve Jobs, ha creato l'iPhone!

20 giugno - Giornata Mondiale del Rifugiato - Senza migranti staremmo veramente meglio? Per esempio, saremmo stati meglio senza gente come Einstein e Freud? E senza il rifugiato Abdul Fattah Jandali? Suo figlio, Steve Jobs, ha creato l'iPhone!

      . seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping .   20 giugno - Giornata Mondiale del Rifugiato - Senza migranti staremmo veramente meglio? Per esempio, saremmo stati meglio senza gente come Einstein e Freud? E senza il rifugiato Abdul Fattah Jandali? Suo figlio, Steve Jobs, ha creato l'iPhone!   Giornata Mondiale del Rifugiato: iPhone, psicoanalisi e relatività, senza migranti il mondo sarebbe un posto peggiore Ogni anno il 20 giugno è indicato [...]

Razzismo anticinese in diari di Einstein

Razzismo anticinese in diari di Einstein

(ANSA) – LONDRA, 13 GIU – Un Albert Einstein incline a insospettabili pregiudizi razzisti, almeno nei confronti dei cinesi, emerge dalle pagine dei diari di viaggio scritti dal fisico e premio Nobel durante un giro nell’estremo oriente asiatico datato 1922/23 e pubblicati ora negli Usa. Diari che riportano impressioni rapsodiche e considerazioni sparse su arte, religione e politica, ma non senza concessioni agli stereotipi dell’epoca, come ammette lo stesso [...]

La "Bibbia Pugwash", creata dal duo Russell-Einstein

  Einstein - Mkultra Bibbia Pugwash - B. Russell   Einstein = mkultra subnormale dei Rothschild e ladro di formule       Anche se i pettegolezzi sulla vita privata di Einstein non mi interessano più di tanto, devo dire che la questione del codice "MKULTRA" che trapela dal titolo originale di questo video di Luis Carlos Campos ("Einstein era subnormal mkultra de los Rothchilds y plagiador", al quale ho aggiunto il testo relativo in italiano, servendomi di [...]

Appunti sintetici di Nereo Villa sugli errori di Einstein

  Appunti sintetici di Nereo Villa sugli errori di Einstein     Interpretando erroneamente un esperimento di Michelson Morley (cfr. A. Einstein, "Speech at Kyoto University", December 22, 1922, "NTM Shriftenreiche fur Geschichte der Naturvissenshaften", "Technik und Medizin", Leipzig, 20, 1983, p. 25-28) e per giustificare questa erronea interpretazione, Albert Einstein congetturò la teoria della relatività, esprimendone il principio fondamentale con le [...]

Carteggio del guerrafondaio Albert Einstein

  CARTEGGIO EINSTEIN-ROOSVELT SULLA BOMBA ATOMICA Progetto Manhattan       LETTERA DI EINSTEIN AL PRESIDENTE ROOSEVELT   2 agosto 1939   Signor Presidente, la lettura di alcuni recenti lavori di E. Fermi e di L. Szilard, comunicatimi sotto forma di manoscritto, mi induce a ritenere che, tra breve, l’uranio possa dare origine a una nuova e importante fonte di energia. Alcuni aspetti del problema, prospettati in tali lavori, dovrebbero consigliare [...]

Carteggio Einstein-Freud con commenti scurrili di Nereo

  CARTEGGIO EINSTEIN-FREUD SULLA GUERRA con commenti scurrili di Nereo (a proposito di zombie) (fonte: http://www.iisf.it/discorsi/einstein/carteggio.htm) Note a cura di Nereo Villa Ai pochi ai quali interesserà questo carteggio, chiedo venia per il linguaggio scurrile nelle mie note   Lettera di Einstein a Freud Gaputh (Potsdam), 30 luglio 1932   Caro signor Freud, La proposta, fattami dalla Società delle Nazioni e dal suo “Istituto internazionale di [...]

FOTO: Lettera Einstein-Szilárd

Albert Einstein in una fotografia del 1947 Premio Nobel per la fisica 1921

Albert Einstein in una fotografia del 1947 Premio Nobel per la fisica 1921

Albert Einstein in una fotografia del 1947 Premio Nobel per la fisica 1921

Albert Einstein in una fotografia del 1947 Premio Nobel per la fisica 1921

Albert Einstein in una fotografia del 1947 Premio Nobel per la fisica 1921

Albert Einstein in una fotografia del 1947 Premio Nobel per la fisica 1921

Lettera Einstein-Szilárd inviata a Roosevelt.

Lettera Einstein-Szilárd inviata a Roosevelt.

Lettera Einstein-Szilárd inviata a Roosevelt.

Lettera Einstein-Szilárd inviata a Roosevelt.

Roberto Monti - Il grande bluff di Albert Einstein

Roberto Monti - Il grande bluff di Albert Einstein

  Ho sostituito il testo in corsivo del libro con caratteri maiuscoli per una migliore evidenziazione, distinguendolo dalle evidenziazioni mie con la seguente nota apposita: "" Nereo Villa, 30 Luglio 2017, Prato Barbieri   Roberto Monti IL GRANDE BLUFF DI ALBERT EINSTEIN   Si veda anche: Roberto Monti, "Theory of Relativity: a critical analysis", trad. it.: Roberto A. Monti, "Teoria della relatività: un'analisi [...]

Sulla cicalecciocrazia di chi parla di Einstein per sentito dire

Sulla cicalecciocrazia di chi parla di Einstein per sentito dire

Nereo Villa Dedicato a chi parla di Einstein per sentito dire ovvero Sulla generazione di cicalecciocrazia Chi abbocca alla teoria di Einstein senza avere alcuna conoscenza del (o fuori dal) campo logico-matematico in cui fu congetturata, può parlarne poi solo per fede (come del resto fanno tutti coloro che l'accolgono per fede) dato che è impossibile parlarne senza i necessari fondamenti matematici. Senza le necessarie nozioni di matematica è possibile [...]

La concezione dello spazio tempo tra Schopenhauer ed Einstein

La concezione dello spazio tempo tra Schopenhauer ed Einstein

Per scrivere questo articolo, vorrei iniziare da una dimostrazione pratica che mi è capitato di osservare, passeggiando per il parco della mia città. Mentre stavo camminando attorno al parco, il mio sguardo era proteso in avanti. Ad un certo punto, nella strada a fianco,a destra, mi è capitato di intravedere una bicicletta, guidata da una ragazza giovane, che apparentemente, andava alla mia stessa velocità di camminata. Non l’ho vista quasi per niente, [...]

Einstein Telescope, Ricci (Infn): "Italia titolata a ospitarlo"

Einstein Telescope, Ricci (Infn): "Italia titolata a ospitarlo"

Roma, (askanews) - "L'Italia è scientificamente pronta e titolata per ospitare l'Einstein Telescope", l'interferometro di terza generazione per la rivelazione delle onde gravitazionali che il nostro Paese si è candidato a ospitare nella miniera di Sos Enattos in Sardegna. Ne è convinto il fisico Fulvio Ricci, professore alla Sapienza di Roma, ricercatore dell'Istituto nazionale di fisica nucleare, già portavoce di Virgo, la collaborazione internazionale che [...]

É morto Stephen Hawking, 130 anni dopo la nascita di Einstein

É morto Stephen Hawking, 130 anni dopo la nascita di Einstein

Il mondo della scienza è a lutto. É morto Stephen Hawking, uno dei cosmologi più celebri degli ultimi decenni per le sue teorie sui buchi neri e l’origine dell’universo, e uno dei ricercatori che più hanno fatto discutere per le affermazioni al confine tra cosmologia e religione, come quella secondo cui si può spiegare la nascita dell’universo senza l’intervento di Dio. E proprio sulla sua lapide – ha detto all’ANSA Remo Ruffini, direttore [...]

Una lettera di Einstein venduta per oltre 100mila dollari

Una lettera di Einstein venduta per oltre 100mila dollari

Roma, (askanews) - Una lettera datata 1928 e scritta da Albert Einstein è stata messa all'asta a Gerusalemme per 103.700 dollari (circa 83.500 euro). É in tedesco, scritta a mano, e riguarda una delle sue teorie pionieristiche, in particolare la terza fase della teoria della relatività; fu inviata dal fisico, da Berlino, a un collega matematico. L'acquirente è rimasto anonimo. Altri lotti, tra cui lettere, autografi e foto del Premio Nobel per la fisica del [...]

Mostra Gravity

Il Museo delle Arti del XXI secolo (MAXXI) di Roma ospita, fino al 29 aprile 2018, la mostra “Gravity. Immagine l’Universo dopo Einstein”.Inaugurata lo scorso 1° dicembre dalla Ministra dell’Istruzione Università e Ricerca Valeria Fedeli, la rassegna è frutto della collaborazione tra MIUR, MAXXI, ASI e INFN. La mostra indaga le connessioni e le analogie tra arte e scienza, dimostrando la profonda influenza di Einstein sul pensiero contemporaneo. Dal [...]

Il villaggio dei piccoli Einstein (e della loro mamma)

Il villaggio dei piccoli Einstein (e della loro mamma)

In Spagna c'è una donna speciale che, con la sua passione per la scienza, ha contagiato un'intera comunità.

La teoria di Einstein sulla "vita felice" (scoperta in un'asta)

La teoria di Einstein sulla "vita felice" (scoperta in un'asta)

Roma, 22 ott. (askanews) – Albert Einstein non ha solo elaborato le teorie della relatività, ma anche una teoria della vita felice. E questa teoria, scritta su alcuni foglietti, è riemersa oggi in un’asta a Gerusalemme, 95 anni dopo che il suo autore l’ha affidata a un fattorino a Tokyo. Era il 1922 e il padre della relatività era in Giappone per delle lezioni. Era stato informato che avrebbe a breve ricevuto il premio Nobel per la fisica e la sua fama [...]

Albert Einstein

Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.