Scopri tutto su Aldo Palazzeschi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Engagement
In rilievo

Engagement

Aldo Palazzeschi

La scheda: Aldo Palazzeschi

Aldo Palazzeschi, pseudonimo di Aldo Pietro Vincenzo Giurlani (Firenze, 2 febbraio 1885 – Roma, 17 agosto 1974), è stato uno scrittore e poeta italiano, uno dei padri delle avanguardie storiche.
Inizialmente firmò le sue opere col suo vero nome, e dal 1905 adottò come pseudonimo il cognome della nonna materna, appunto Palazzeschi. Dalla seconda attività conseguì una ricca produzione letteraria che gli diede fama di rango nazionale.



enigma e poesia: le tre vecchie di Aldo Palazzeschi.

enigma e poesia: le tre vecchie di Aldo Palazzeschi.

Enigma e poesia: le tre vecchie di Aldo Palazzeschi.Ara Mara Amara In fondo alla china,fra gli alti cipressi,è un piccolo prato.Si stanno in quell'ombratre vecchiegiocando coi dadi.Non alzan la testa un istante,non cambian di posto un sol giorno.Sull'erba in ginocchiosi stanno in quell'ombra giocand

Palazzeschi e i fiori pornofuturisti

Palazzeschi e i fiori pornofuturisti

Firenze, 16 dicembre 2012 – Poesia a grande richiesta, in tema di fiori, e poesia davvero straordinaria: esilarante, avanguardisticamente irriverente, di valore storiografico enorme.E in tema non di fiori ma di immoralismo in chiave comica, piace a inizio di post segnalare che sono nuovamente disponibili negli «Oscar Mondadori», sezione Scrittori moderni, due capolavori narrativi di Aldo Palazzeschi da tempo in questa collana economica introvabili: il romanzo [...]

EVENTI: Aldo Palazzeschi

Nel 1937 collaborò con alcune novelle alla rivista Omnibus su invito del direttore Longanesi.

Il 15 ottobre 1939 scrisse sulla nuova rivista di Curzio Malaparte, Prospettive.

Il 13 agosto 1938 morì la madre e nell'ottobre del 1940 il padre di Palazzeschi.

Nel 1933 collaborò con alcuni racconti alla terza pagina del settimanale Quadrivio di Telesio Interlandi.

Nel 1914 seguì il manifesto del Controdolore che era apparso in precedenza su Lacerba.

Nel marzo del 1914 raggiunse Papini e Soffici a Parigi.

Nel 1932, abbandonate le veneri della stravaganza e dell'iconoclastica di matrice futurista, si riconciliò con le forme tradizionali pubblicando, su proposta di Ugo Ojetti, Stampe dell'Ottocento, prose di ricordi, che gli valse una menzione onorevole nell'assegnazione del Premio Mussolini.

Nel 1934 fece parte della giuria del premio di poesia della Biennale Internazionale d'Arte di Venezia e con Ungaretti e Riccardo Bacchelli della giuria dei Littoriali per la gioventù tenutisi a Firenze.

Nel 1930 venne stampata dall'editore Preda a Milano l'edizione definitiva delle Poesie risistemate con alcune variazioni, frequentò i coniugi Prezzolini e conobbe Pirandello a casa Crémieux, nel 1931 pubblicò altri racconti su Pègaso e sulla Gazzetta del Popolo, apparve nella «Collezione Romantica» Mondadori, la sua traduzione di Tartarino di Tarascona di Alphonse Daudet.

Nel 1972 venne nominato membro onorario dell'Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti.

Nel 1973 ricevette numerosi premi e riconoscimenti: il Perseo d'oro delO.

Nel 1971 uscirono presso Mondadori il nuovo romanzo Storia di un'amicizia e l'antologia Poesie, a cura di Sergio Antonielli.

Nel 1953 presso Vallecchi pubblicò il romanzo Roma, per il quale Palazzeschi ricevette il Premio Marzotto.

Tra il 1950 e il 1951, per dieci mesi, curò la rubrica cinematografica del settimanale Epoca, in cui è rinvenibile un allineamento dello scrittore alla critica istituzionale di tendenza cattolica e democristiana, soprattutto nelle critiche alle pellicole neorealistiche e a sfondo sociale.

Nel 1908 pubblicò, sempre presso l'immaginario editore Cesare Blanc, il suo primo romanzo di stile liberty dal titolo : riflessi, ricco di misticismo e religiosità decadenti per quanto concerne la prima parte, inaspettatamente fondato sul registro comico, della cronaca e del pettegolezzo mondano, per quanto riguarda la seconda.

Nel 1957 gli venne assegnato dall'Accademia Nazionale dei Lincei il premio Feltrinelli per la letteratura.

Nel 1954 uscirono nuove edizioni di Sorelle Materassi e de Il codice di Perelà, con il titolo L'uomo di fumo.

Nel 1955 pubblicò presso Scheiwiller la raccolta di poesie Viaggio sentimentale.

Nel 1929 trovarono spazio su vari giornali e riviste, fra cui Pègaso, Pan e Il selvaggio, novelle, saggi e ricordi.

Nel 1921 pubblicò il suo primo libro di racconti, presso Vallecchi, Il re bello, nel 1926 uno "scherzo" iniziato nel 1912 dal titolo La piramide.

Nel 1920 pubblica Due imperi mancati un pamphlet polemico sulla Prima guerra mondiale, accolto paradossalmente in senso favorevole da interventisti della prima ora come Ardengo Soffici e Giovanni Papini.

Nel 1964 pubblicò il libro autobiografico Il piacere della memoria.

Nel 1964 appare infine Il piacere della memoria, una raccolta suddivisa in tre parti comprendente i bozzetti di Stampe dell'Ottocento, alcuni ricordi di vita militare già pubblicati in Due imperi mancati, e gli elzeviri inviati al Corriere della Sera, dai quali traspare un Palazzeschi conservatore, irritato dal progresso tecnologico in quanto causa principale della mancanza di poesia nel mondo moderno, quanto dal femminismo e dal laicismo.

Nel 1941, si trasferì a Roma dove abiterà fino alla morte.

Nel 1960 l'Università degli Studi di Padova gli conferì la laurea in lettere honoris causa.

Nel 1969 fu l'anno del romanzo Stefanino (1969).

Nel 1947 grazie all'intercessione di don Giuseppe De Luca ebbe un'udienza papale.

Nel febbraio del 1965 presenziò alla conferenza "Con Gozzano e altri poeti nel salotto di Nonna Speranza" organizzata da Nino Tripodi.

Nel 1948 ottenne, ex aequo con Menzogna e sortilegio di Elsa Morante, il premio Viareggio per il romanzo I fratelli Cuccoli.

Nel 1966 diede alle stampe gli Schizzi italofrancesi (All'insegna del pesce d'oro, Milano).

Nel 1967 le Nuovedizioni Enrico Vallecchi pubblicarono la raccolta di prose Ieri oggi e non domani.

Poesia di Aldo Palazzeschi

Stavolta il testo che vi consiglio è dell'autore Aldo Palazzeschi.Cosa ne pensate? Tri, tri tri Fru fru fru, uhi uhi uhi, ihu ihu, ihu. Il poeta si diverte, pazzamente, smisuratamente. Non lo state a insolentire, lasciatelo divertire poveretto, queste piccole corbellerie sono il suo diletto. Cucù rurù, rurù cucù, cuccuccurucù! Cosa sono queste indecenze? Queste strofe bisbetiche? Licenze, licenze, licenze poetiche, Sono la mia passione. Farafarafarafa, [...]

Due poesie di Aldo Palazzeschi

Due poesie di Aldo Palazzeschi

due poesie di Aldo Palazzeschi1. E LASCIATEMI DIVERTIRE Tri, tri triFru fru fru,uhi uhi uhi,ihu ihu, ihu.Il poeta si diverte,pazzamente,smisuratamente.Non lo state a insolentire,lasciatelo divertirepoveretto,queste piccole corbelleriesono il suo diletto.Cucù rurù,rurù cucù,cuccuccurucù!Cosa sono queste indecenze?Queste strofe bisbetiche?Licenze, licenze,licenze poetiche,Sono la mia passione.Farafarafarafa,Tarataratarata,Paraparaparapa,Laralaralarala!Sapete [...]

La Fontana in gigabyte da Palazzeschi a Rosso Trevi

La Fontana in gigabyte da Palazzeschi a Rosso Trevi

  Le esternazioni dei vari addetti alla kultura del Pdl romano (supponiamo neppure gradite allo stesso Alemanno- che dovrebbe fare subito il Brunetta con certi suoi dipendenti pubblici), Gasperini, Broccoli, Piccolo, sul blitz del rifondatore indiscusso del Futurismo, Graziano Cecchini, a partire dall'azione di fama mondiale de La Fontana Rossa di Trevi del 2007, al remix clamoroso del 5 maggio ultimo (cronaca live) con la nuova Fontana Tricolore (ex.. delle [...]

Lasciatemi divertire di Aldo Palazzeschi

E lasciatemi divertire Questi versi sono un esempio eloquente dell’atteggiamento dei futuristi nei confronti della poesia tradizionale. In modo polemico e provocatorio il poeta prende in giro chi, in passato, ha composto poesie serie, rispettando ogni regola. Palazzeschi rivendica la libertà di trasgredire tutte le norme. La poesia, dice, non ha più nulla da offrire agli uomini; i tempi sono cambiati, la vecchia poesia è morta: lasciatemi divertire! Tri tri [...]

Rio Bo - Aldo Palazzeschi

Tre casettine dai tetti aguzzi, un verde praticello, un esiguo ruscello: Rio Bo, un vigile cipresso. Microscopico paese, è vero, paese da nulla, ma però... c'è sempre disopra una stella, una grande, magnifica stella, che a un dipresso... occhieggia con la punta del cipresso di Rio Bo. Una stella innamorata? Chi sa se nemmeno ce l'ha una grande città.

Chi sono? - Aldo Palazzeschi

Son forse un poeta? No, certo. Non scrive che una parola, ben strana, la penna dell'anima mia: "follia". Son dunque un pittore? Neanche. Non ha che un colore la tavolozza dell'anima mia: "malinconia". Un musico, allora? Nemmeno. Non c'è che una nota Nella tastiera dell'anima mia: "nostalgia". Son dunque...che cosa? Io metto una lente Davanti al mio cuore per farlo vedere alla gente. Chi sono? Il saltimbanco dell'anima mia.

David Bowie avrebbe potuto recitare in Blade Runner 2049

Mau_Cox per RED||CarpetIn seguito alla scomparsa dell'iconico artista, la parte è stata assegnata a Jared LetoDenis Villeneuve è il regista di Blade Runner 2049, seguito di Blade Runner di Ridley Scott rilasciato nel 1982. Mentre il nuovo film era in preparazione, il regista canadese aveva ipotizzato di poter lavorare con David Bowie, a cui si era pensato per il ruolo di Neander Wallace. Lo riporta il sito web dell'edizione britannica del tabloid Metro.Tutto si [...]

Il caso Renzi

La pubblicazione del libro di Matteo Renzi ha sollevato parecchie discussioni. Francamente, non ce n'è una che valga veramente la pena di essere approfondita. Chi ha memoria, difatti, ricorda che in fondo ha ragione Renzi quando dice che anche la minoranza interna gli chiese di rilevare Letta. Chi rammenta le dimissioni di Fassina da Vice Ministro dell'Economia, ricorderà che esse ebbero luogo proprio dopo le primarie del 2013 per invitare il PD a ricomporre [...]

Cassano: Berlusconi e Renzi diversi, uno crea e l'altro distrugge

Cassano: Berlusconi e Renzi diversi, uno crea e l'altro distrugge

Bari, 22 lug. (askanews) - "Non credo che Berlusconi e Renzi siano simili. Berlusconi è nato per costruire, per federare, per mettere insieme tutte quelle forze moderate e ha aggiunto delle forze che non sono moderate come la Lega Nord, è riuscito dopo tanti anni a creare un rapporto con la Lega Nord. Renzi mi pare che invece di ricostruire stia distruggendo, non so se gli è rimasto qualche amico ancora. Sono due culture diverse, non sono uguali". Lo ha detto il [...]

Buzzati, fumetti e altre visioni

Programma del Convegno organizzato a Belluno, Feltre e Limana dalla Associazione Internazionale Dino Buzzati per il trentennale della morte dello scrittore. Giovedì 12 settembre, ore 15.00, Belluno, Palazzo Crepadona: Apertura del convegno con il saluto di Ermano De Col, Sindaco di Belluno, Ermanno Serrajotto, Assessore Regionale alle Politiche per la Cultura e l’Identità Veneta, Oscar De Bona, Presidente della Provincia di Belluno, Nella Giannetto, [...]

di Massimo Bacigalupo

    Le compagne dei grandi artisti attirano l’attenzione e si rivelano figure di notevole spessore. Frieda von Richthofen, sorella del Barone Rosso, moglie di David Herbert Lawrence, compagna di Angy Ravagli, era un’ape regina pittrice dilettante di cui molto si favoleggia, Georgie Yeats rivelò al marito William Butler i misteri dell’occulto praticando a Rapallo la scrittura automatica: ne parla Brenda Maddox in una recente biografia, Georgie’s Ghosts. [...]

DecFuturismo

Paola Dècina Lombardi FuTURiSmO 100 Coi petti gonfi di un immenso orgoglio, avevano lanciato un’insolente sfida alle stelle dichiarando superata la Mitologia e l’Ideale mistico. Esaltando coraggio e rivolta, gli opponevano la bellezza delle automobili da corsa e delle locomotive, la vibrazione dei cantieri, il fumo delle stazioni.   E gli undici punti del loro Manifesto del futurismo  traboccavano di una violenza così distruttiva e incendiaria che Le [...]

FOTO: Aldo Palazzeschi

Lanterna, 1907

Lanterna, 1907

Poemi, 1909

Poemi, 1909

L'incendiario, 1913

L'incendiario, 1913

Aldo Palazzeschi, Evviva questa guerra!, Lacerba, 22 maggio 1915

Aldo Palazzeschi, Evviva questa guerra!, Lacerba, 22 maggio 1915

Aldo Giurlani, soldato semplice, arruolato nel III Reggimento telegrafisti, Firenze, 1916

Aldo Giurlani, soldato semplice, arruolato nel III Reggimento telegrafisti, Firenze, 1916

Memoria della residenza di Adelaide Ristori e della successiva residenza di Aldo Palazzeschi

Memoria della residenza di Adelaide Ristori e della successiva residenza di Aldo Palazzeschi

mangiarePR

    Carlo Romano mangiare Paolo Rossi: MANGIARE. Bisogno, desiderio, ossessione. Il Mulino, 2011 In Good to Eat: Riddles of Food and Culture (Buono da Mangiare, Einaudi 2006) Marvin Harris si chiedeva come mai, pur avendo l’apparato digerente del tutto identico, ci sono esseri umani che mangiano carne di pipistrello, scorpioni fritti, formiche (in confezioni anche acquistabili su Internet) e altri che rifiutano la carne di maiale? Per quale ragione da noi si [...]

Massimo Bacigalupo

Da Premi Internazionali Ennio Flaiano, L’aforisma. Forme brevi fra antico e moderno. Atti del XIX Convegno internazionale, Pescara, EDIARS, 2003, pp. 63-74. Massimo Bacigalupo aforisma e umorismo in America L’aforisma in America ha avuto notevole sviluppo. Gli Yankee sono proverbiali per la loro laconicità e per l’umorismo sotterraneo che trae in inganno l’interlocutore. La frequentazione della Bibbia rende loro familiare la forma del proverbio, del detto [...]

Massimo Bacigalupo

Quel che segue è il contributo di Massimo Bacigalupo a I limoni. La poesia in Italia nel 1997 (Caramanica, Marina di Mintuno 1998, a cura di Francesco De Nicola -  Giuliano Manacorda). Massimo Bacigalupo Dickinson in italiano La pubblicazione nel giugno 1997 di Tutte le poesie di Emily Dickinson nei Meridiani Mondadori offre l'occasione di riconsiderare brevemente le traduzioni italiane di questa ardua e fortunata autrice americana. Intanto, avvertiamo che su di [...]

BarbieriPetruccelli

Quella che segue è la prefazione alla riedizione con Off Topic (2013) de Gli incendiari della Comune di Ulisse Barbieri (1871) Wolf Bruno Barbieri, Petruccelli e la Comune Ulisse Barbieri (1841-1899) fu un patriota mantovano che dalle battaglie del Risorgimento – e dal carcere – passò al nascente socialismo. Collaborò alla stampa radicale dell’epoca e si occupò perfino di un giornale, “Combattiamo!”, che continuò le pubblicazioni a Genova e Voghera [...]

Michel

gente di Liguria Il testo che segue è del 1994. L'autore lo preparò in occasione della presentazione, a Bordighera, del volumetto di Linda Villari al quale fa cenno all'inizio (Soggiorno a Bordighera, traduzione di M.P. Pazielli, testo inglese a fronte, introduzione Di Saverio Napolitano e postfazione di Domenico Astengo, edizioni Managò, Bordighera 1994). Rimasto a lungo inedito, è stato pubblicato sulla rivista "Resine" nell'ultimo numero della scorsa annata. [...]

BaDante

Pubblicato su “Semicerchio” nel 2007 Massimo Bacigalupo le riscritture di Dante in inglese Una rassegna delle riscritture di Dante in inglese comprenderebbe autori e opere fra  i maggiori di quella letteratura: La Rima del vecchio marinaio di Coleridge, Il sogno di Iperione di Keats, Il trionfo della vita di Shelley, La profezia di Dante di Byron... Per non dire di curiosità quali la Colombiade (1807) di Joel Barlow. Fra i moderni almeno La terra desolata e i [...]

Questo articolo di Renzo Novatore fu pubblicato nel 1920 su “L’iconoclasta”

Questo articolo di Renzo Novatore fu  pubblicato nel 1920 su “L’iconoclasta”. Al poeta di Arcola - datosi, come è noto, al banditismo e finito ammazzato dai gendarmi nei dintorni di Genova – risposero alcuni lettori. La polemica è stata riproposta tempo fa  con la pubblicazione di un opuscolo rinvenibile presso malandrini-@libero.it. Renzo Novatore il mio individualismo iconoclasta   “Io ho lasciato per sempre la vita delle pianure” E. [...]

Massimo Bacigalupo

Massimo Bacigalupo poeta americano nel piccolo buco: “Hotel Insonnia” di Charles Simic Charles Simic (pronuncia “Simik”) è un poeta americano dei più prolifici degli ultimi decenni,  circondato da premi e onori, presidente di turno dell’Academy of American Poets, pubblicato sulle maggiori riviste (“New Yorker”, “Times Literary Supplement”), recensore e articolista della “New York Review of Books”, dove scrive non di rado di Balcani. Infatti [...]

Massimo Bacigalupo

lettera da Hawthornden Le fondazioni che ospitano scrittori e studiosi sono istituzioni benemerite. In Italia si conosce molto la splendida Rockefeller a Bellagio, un po’ meno la sua sorella minore, la Fondazione Bogliasco presso Genova. Spesso l’impulso viene dagli Usa, ma gli ospiti sono sempre raccolti imparzialmente fra i diversi Paesi, e gli europei e gli italiani in particolare sono abbastanza avvantaggiati perché è premura di queste fondazioni [...]

Lady Gaga si sposa e il suo matrimonio sarà in Italia

Lady Gaga si sposa e il suo matrimonio sarà in Italia

Lady Gaga e Christian Carino si frequentano solo da sei mesi, ma a quanto pare è già tempo di nozze. La notizia è stata diffusa dal magazine di gossip In Touch che avrebbe raccolto alcune dichiarazioni delle due star. La proposta di matrimonio sarebbe avvenuta lo scorso 4 luglio, in occasione di una giornata trascorsa insieme alla famiglia della pop star. Le nozze, ancora non ufficiali, potrebbero celebrarsi in Italia, per rispettare le origini culturali di [...]

Maria Valtorta: sulla via incontra la Madre

San Giuseppe San Benedetto Accendi la speranza Viaggio interiore Il Peccato Santuario di Oropa gruppo di preghiera

María Valtorta: La crucifixión de Jesús

Purgatorio Lectio divina grupo de oración

Maria Valtorta: Sul Golgota

San Giuseppe San Benedetto Accendi la speranza Viaggio interiore Il Peccato Santuario di Oropa Caterina Emmerick Meditazioni gruppo di preghiera

Maria Valtorta: Dal Pretorio al Calvario

San Giuseppe San Benedetto Accendi la speranza Viaggio interiore Il Peccato Santuario di Oropa gruppo di preghiera