Scopri tutto su Angelino Alfano

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

Angelino Alfano

La scheda: Angelino Alfano

Angelino Alfano (Agrigento, 31 ottobre 1970) è un politico italiano, ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale nel Governo Gentiloni dal 12 dicembre 2016.
Dall'8 maggio 2008 al 27 luglio 2011 è stato Ministro della giustizia nel governo Berlusconi IV, mentre dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014 ministro dell'Interno e vicepresidente del Consiglio dei ministri nel governo Letta. Riconfermato come Ministro dell'Interno nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014 al 12 dicembre 2016, nella stessa data viene nominato Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale nel successivo Governo Gentiloni.
È stato il primo e unico segretario nazionale de Il Popolo della Libertà. Nel novembre 2013 è stato promotore della scissione dal PdL e del lancio del Nuovo Centrodestra, da che viene eletto presidente il 13 aprile 2014 cui è predecessore tale Renato Schifani promotore anch'esso del Lodo Schifani (o Lodo Berlusconi) e del Lodo Alfano. È presidente della Fondazione De Gasperi dal 2011.


Alfano: Il 6 dicembre scorso annunciò che non si sarebbe ricandidato per “riprendersi un pezzo della sua vita fuori dal palazzo”. E ora il padre viene indagato.

Alfano: Il 6 dicembre scorso annunciò che non si sarebbe ricandidato per “riprendersi un pezzo della sua vita fuori dal palazzo”. E ora il padre viene indagato.

I guai giudiziari di Angelo Alfano potrebbero essere la causa della rinuncia anticipata del figlio Angelino. Il 6 dicembre scorso annunciò che non si sarebbe ricandidato per “riprendersi un pezzo della sua vita fuori dal palazzo”. E ora il padre viene indagato. Il papà di Angelino, ex democristiano, ex vicesindaco di Agrigento, malgrado l’età, è ancora oggi un bel traffichino. Un modo di fare che ricorda quello di altri genitori eccellenti (Renzi, [...]

Vienna,con Alfano tema doppio passaporto

Vienna,con Alfano tema doppio passaporto

(ANSA) – BERLINO, 16 GEN – Vienna mantiene ferma la sua posizione sul doppio passaporto per gli altoatesini di lingua tedesca e ladina: la ministra degli Esteri, Karin Kneissl, del Fpoe di Heinz-Christian Strache, vuole “introdurre attivamente” il tema in un incontro con il collega italiano, Angelino Alfano, oggi a Roma, secondo quanto scrive l’Apa. “È una parte dell’accordo di governo”, ha affermato, sottolineando di nuovo che la misura potrà [...]

EVENTI: Angelino Alfano

Dal 2000 è capogruppo di Forza Italia all'ARS.

Dal 2000 è capogruppo di Forza Italia all'ARS.

Dal 2000 è capogruppo di Forza Italia all'ARS.

Dal 2000 è capogruppo di Forza Italia all'ARS.

Il 27 luglio 2011 Alfano si dimette dalla carica di Guardasigilli.

Il 27 luglio 2011 Alfano si dimette dalla carica di Guardasigilli.

Il 27 luglio 2011 Alfano si dimette dalla carica di Guardasigilli.

Il 27 luglio 2011 Alfano si dimette dalla carica di Guardasigilli.

Nel 2002, La Repubblica rende conto della presenza di Alfano al matrimonio (avvenuto nel 1996) della figlia di Croce Napoli, indicato dagli inquirenti come boss mafioso di Palma di Montechiaro e morto nel 2001.

Nel 2002, La Repubblica rende conto della presenza di Alfano al matrimonio (avvenuto nel 1996) della figlia di Croce Napoli, indicato dagli inquirenti come boss mafioso di Palma di Montechiaro e morto nel 2001.

Nel 2002, La Repubblica rende conto della presenza di Alfano al matrimonio (avvenuto nel 1996) della figlia di Croce Napoli, indicato dagli inquirenti come boss mafioso di Palma di Montechiaro e morto nel 2001.

Nel 2002, La Repubblica rende conto della presenza di Alfano al matrimonio (avvenuto nel 1996) della figlia di Croce Napoli, indicato dagli inquirenti come boss mafioso di Palma di Montechiaro e morto nel 2001.

Il 19 luglio 2013 il Senato della Repubblica Italiana discute la mozione di sfiducia presentata da SEL e Movimento 5 Stelle contro il ministro Alfano per il caso Shalabayeva (moglie di un dissidente kazako arrestata ed espulsa verso il Kahakistan assieme alla figlioletta - pratica condannata dall'UNHCR come extraordinary rendition).

Il 30 settembre 2013 assieme agli altri ministri del PdL Alfano presenta dimissioni "irrevocabili",, su indicazione del presidente del PdL Berlusconi, che vuole così reagire alla linea del Partito Democratico di votare a favore della decadenza dello stesso Berlusconi da senatore.

Il 19 luglio 2013 il Senato della Repubblica Italiana discute la mozione di sfiducia presentata da SEL e Movimento 5 Stelle contro il ministro Alfano per il caso Shalabayeva (moglie di un dissidente kazako arrestata ed espulsa verso il Kahakistan assieme alla figlioletta - pratica condannata dall'UNHCR come extraordinary rendition).

Il 30 settembre 2013 assieme agli altri ministri del PdL Alfano presenta dimissioni "irrevocabili",, su indicazione del presidente del PdL Berlusconi, che vuole così reagire alla linea del Partito Democratico di votare a favore della decadenza dello stesso Berlusconi da senatore.

Il 19 luglio 2013 il Senato della Repubblica Italiana discute la mozione di sfiducia presentata da SEL e Movimento 5 Stelle contro il ministro Alfano per il caso Shalabayeva (moglie di un dissidente kazako arrestata ed espulsa verso il Kahakistan assieme alla figlioletta - pratica condannata dall'UNHCR come extraordinary rendition).

Il 30 settembre 2013 assieme agli altri ministri del PdL Alfano presenta dimissioni "irrevocabili",, su indicazione del presidente del PdL Berlusconi, che vuole così reagire alla linea del Partito Democratico di votare a favore della decadenza dello stesso Berlusconi da senatore.

Il 19 luglio 2013 il Senato della Repubblica Italiana discute la mozione di sfiducia presentata da SEL e Movimento 5 Stelle contro il ministro Alfano per il caso Shalabayeva (moglie di un dissidente kazako arrestata ed espulsa verso il Kahakistan assieme alla figlioletta - pratica condannata dall'UNHCR come extraordinary rendition).

Il 30 settembre 2013 assieme agli altri ministri del PdL Alfano presenta dimissioni "irrevocabili",, su indicazione del presidente del PdL Berlusconi, che vuole così reagire alla linea del Partito Democratico di votare a favore della decadenza dello stesso Berlusconi da senatore.

Il 17 aprile 2015 Alfano querela l'Espresso per aver pubblicato un articolo riguardante consulenze e appalti andati alla moglie Tiziana Miceli (tra cui le cinque consulenze avute dalla Consap, la concessionaria dei servizi assicurativi pubblici controllata dal ministero dell'Economia) e ad altre persone vicine al Ministro come gli avvocati Angelo Clarizia e Andrea Gemma (appalto da 630.

Il 17 aprile 2015 Alfano querela l'Espresso per aver pubblicato un articolo riguardante consulenze e appalti andati alla moglie Tiziana Miceli (tra cui le cinque consulenze avute dalla Consap, la concessionaria dei servizi assicurativi pubblici controllata dal ministero dell'Economia) e ad altre persone vicine al Ministro come gli avvocati Angelo Clarizia e Andrea Gemma (appalto da 630.

Il 17 aprile 2015 Alfano querela l'Espresso per aver pubblicato un articolo riguardante consulenze e appalti andati alla moglie Tiziana Miceli (tra cui le cinque consulenze avute dalla Consap, la concessionaria dei servizi assicurativi pubblici controllata dal ministero dell'Economia) e ad altre persone vicine al Ministro come gli avvocati Angelo Clarizia e Andrea Gemma (appalto da 630.

Il 17 aprile 2015 Alfano querela l'Espresso per aver pubblicato un articolo riguardante consulenze e appalti andati alla moglie Tiziana Miceli (tra cui le cinque consulenze avute dalla Consap, la concessionaria dei servizi assicurativi pubblici controllata dal ministero dell'Economia) e ad altre persone vicine al Ministro come gli avvocati Angelo Clarizia e Andrea Gemma (appalto da 630.

Il 30 agosto 2014 lancia il progetto "Campo praticabile", programma coordinato dal ministero e dai vertici della Polizia per contrastare il fenomeno della violenza negli stadi.

Il 7 ottobre 2014 il ministro invia una circolare a tutti i prefetti d'Italia affinché invitino formalmente i sindaci a cancellare dai registri di stato civile, ove effettuate, le trascrizioni dei matrimoni gay celebrati all'estero, e avvertendo che, "in caso di inerzia, si procederà al successivo annullamento d'ufficio degli atti illegittimamente adottati".

Il 29 ottobre 2014 a Roma la polizia carica contro alcune centinaia di lavoratori dell'AST di Terni che stavano facendo un corteo verso il ministero dell'Interno.

Il 30 agosto 2014 lancia il progetto "Campo praticabile", programma coordinato dal ministero e dai vertici della Polizia per contrastare il fenomeno della violenza negli stadi.

Il 7 ottobre 2014 il ministro invia una circolare a tutti i prefetti d'Italia affinché invitino formalmente i sindaci a cancellare dai registri di stato civile, ove effettuate, le trascrizioni dei matrimoni gay celebrati all'estero, e avvertendo che, "in caso di inerzia, si procederà al successivo annullamento d'ufficio degli atti illegittimamente adottati".

Il 29 ottobre 2014 a Roma la polizia carica contro alcune centinaia di lavoratori dell'AST di Terni che stavano facendo un corteo verso il ministero dell'Interno.

Il 30 agosto 2014 lancia il progetto "Campo praticabile", programma coordinato dal ministero e dai vertici della Polizia per contrastare il fenomeno della violenza negli stadi.

Il 7 ottobre 2014 il ministro invia una circolare a tutti i prefetti d'Italia affinché invitino formalmente i sindaci a cancellare dai registri di stato civile, ove effettuate, le trascrizioni dei matrimoni gay celebrati all'estero, e avvertendo che, "in caso di inerzia, si procederà al successivo annullamento d'ufficio degli atti illegittimamente adottati".

Il 29 ottobre 2014 a Roma la polizia carica contro alcune centinaia di lavoratori dell'AST di Terni che stavano facendo un corteo verso il ministero dell'Interno.

Il 30 agosto 2014 lancia il progetto "Campo praticabile", programma coordinato dal ministero e dai vertici della Polizia per contrastare il fenomeno della violenza negli stadi.

Il 7 ottobre 2014 il ministro invia una circolare a tutti i prefetti d'Italia affinché invitino formalmente i sindaci a cancellare dai registri di stato civile, ove effettuate, le trascrizioni dei matrimoni gay celebrati all'estero, e avvertendo che, "in caso di inerzia, si procederà al successivo annullamento d'ufficio degli atti illegittimamente adottati".

Il 29 ottobre 2014 a Roma la polizia carica contro alcune centinaia di lavoratori dell'AST di Terni che stavano facendo un corteo verso il ministero dell'Interno.

Nel 2017 Alfano scioglie NCD e fonda Alternativa Popolare, con la stessa ideologia e gli stessi partecipanti del precedente partito.

Il 6 dicembre 2017 Alfano dichiara pubblicamente che non si ricandiderà nelle elezioni del 2018.

Nel 2017 Alfano scioglie NCD e fonda Alternativa Popolare, con la stessa ideologia e gli stessi partecipanti del precedente partito.

Il 6 dicembre 2017 Alfano dichiara pubblicamente che non si ricandiderà nelle elezioni del 2018.

Nel 2017 Alfano scioglie NCD e fonda Alternativa Popolare, con la stessa ideologia e gli stessi partecipanti del precedente partito.

Il 6 dicembre 2017 Alfano dichiara pubblicamente che non si ricandiderà nelle elezioni del 2018.

Nel 2017 Alfano scioglie NCD e fonda Alternativa Popolare, con la stessa ideologia e gli stessi partecipanti del precedente partito.

Il 6 dicembre 2017 Alfano dichiara pubblicamente che non si ricandiderà nelle elezioni del 2018.

Nel 1994, a seguito della trasformazione della Democrazia Cristiana nel Partito Popolare Italiano, decide di iscriversi al neonato partito Forza Italia, che vince le elezioni politiche del 27 e 28 marzo dello stesso anno.

Nel 1994, a seguito della trasformazione della Democrazia Cristiana nel Partito Popolare Italiano, decide di iscriversi al neonato partito Forza Italia, che vince le elezioni politiche del 27 e 28 marzo dello stesso anno.

Nel 1994, a seguito della trasformazione della Democrazia Cristiana nel Partito Popolare Italiano, decide di iscriversi al neonato partito Forza Italia, che vince le elezioni politiche del 27 e 28 marzo dello stesso anno.

Nel 1994, a seguito della trasformazione della Democrazia Cristiana nel Partito Popolare Italiano, decide di iscriversi al neonato partito Forza Italia, che vince le elezioni politiche del 27 e 28 marzo dello stesso anno.

Dal 2005 è nominato coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia.

Dal 2005 è nominato coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia.

Dal 2005 è nominato coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia.

Dal 2005 è nominato coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia.

Il 12 dicembre 2016 Alfano viene nominato Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Il 5 luglio 2016 viene resa nota un'intercettazione effettuata nell'ambito dell'indagine che ha portato alla luce una rete di tangenti tra politici, enti e ministeri.

Il 25 febbraio 2016 viene iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Roma, il reato contestatogli è l'abuso d'ufficio.

Il 12 dicembre 2016 Alfano viene nominato Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Il 5 luglio 2016 viene resa nota un'intercettazione effettuata nell'ambito dell'indagine che ha portato alla luce una rete di tangenti tra politici, enti e ministeri.

Il 25 febbraio 2016 viene iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Roma, il reato contestatogli è l'abuso d'ufficio.

Il 12 dicembre 2016 Alfano viene nominato Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Il 5 luglio 2016 viene resa nota un'intercettazione effettuata nell'ambito dell'indagine che ha portato alla luce una rete di tangenti tra politici, enti e ministeri.

Il 25 febbraio 2016 viene iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Roma, il reato contestatogli è l'abuso d'ufficio.

Il 12 dicembre 2016 Alfano viene nominato Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Il 5 luglio 2016 viene resa nota un'intercettazione effettuata nell'ambito dell'indagine che ha portato alla luce una rete di tangenti tra politici, enti e ministeri.

Il 25 febbraio 2016 viene iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Roma, il reato contestatogli è l'abuso d'ufficio.

Alfano in Niger inaugura l'ambasciata

Alfano in Niger inaugura l'ambasciata

(ANSA) – ROMA, 3 GEN – “Buon pomeriggio da Niamey, dove abbiamo inaugurato l’ambasciata italiana in Niger. Qui abbiamo investito in cooperazione e sicurezza e abbiamo raccolto i frutti. È la prima ambasciata italiana in tutto il Sahel”. Così il ministro degli Esteri Angelino Alfano su Twitter. Il nuovo ambasciatore Marco Prencipe è stato nominato ed ha assunto le funzioni all’inizio del 2017.

Libia: Alfano, soluzione politica

Libia: Alfano, soluzione politica

(ANSA) – NEW YORK, 16 NOV – “In Libia sono in gioco stabilità e sicurezza in tutto il Mediterraneo. E’ indispensabile una soluzione politica, non ci sono scorciatoie militari, perché se un partito sceglie l’opzione militare, la crisi potrebbe continuare a lungo e l’Isis potrebbe riemergere”: lo ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano durante la riunione del Consiglio di Sicurezza Onu, di cui l’Italia e’ presidente di turno. Quindi ha [...]

Battisti:Alfano, questione molto sentita

Battisti:Alfano, questione molto sentita

(ANSA) – ROMA 13 NOV – Il governo “sta valutando l’ipotesi di costituirsi in giudizio” nel processo a carico di Cesare Battisti. Lo ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano dopo il colloquio alla Farnesina con il collega brasiliano Aloysio Nunes. “Per noi la questione è molto sentita per gli atroci crimini commessi e anche per un’assenza di pentimento da parte di Battisti”, ha aggiunto il ministro. “Abbiamo parlato a lungo del caso [...]

Sicurezza nel Mediterraneo, Alfano: prevenzione parola chiave

Sicurezza nel Mediterraneo, Alfano: prevenzione parola chiave

Palermo (askanews) - Il connubio sicurezza e solidarietà nel Mediterraneo è al centro dell'agenda dell'Osce, l'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa. Parola del ministro degli Esteri Angelino Alfano che ha presieduto a Palermo la Conferenza Mediterranea dell organizzazione di cui l'Italia avrà la presidenza nel 2018. Per due giorni la città siciliana è la capitale del Mediterraneo, con oltre 30 rappresentanti di governo e quasi 300 [...]

Alfano: Mediterraneo deve essere un mare che unisce

Alfano: Mediterraneo deve essere un mare che unisce

Palermo, (askanews) - "Il mediterraneo deve essere un mare che unisce e non un mare che divide. E si può realizzare pace e sicurezza anche attraverso la cultura". Così il ministro degli Esteri Angelino Alfano, a Palermo, alla conferenza "Italia, culture, Mediterraneo", organizzata alla vigilia della Conferenza Mediterranea dell'Osce. Presenti il capo della diplomazia di Tunisi, Khemaies Jhinaoui, e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Nei prossimi due giorni [...]

Referendum, Alfano: non scherziamo con l'unità d'Italia

Referendum, Alfano: non scherziamo con l'unità d'Italia

Palermo (askanews) - "Non scherziamo con l'unità d'Italia. L'unità d'Italia per noi è sacra, siamo a favore delle autonomie, ma non si giochi con l'unità d'Italia che è fatta di tante cose". E' questo il commento del ministro degli Esteri Angelino Alfano al referendum di ieri in Lombardia e Veneto, che ha prodotto "due risultati differenti" e, "sul piano politico", "una sempre maggiore prevalenza della Lega nella coalizione di cui fa parte la Lega". "Dal Sud", [...]

Bankitalia, Alfano: forze politiche hanno diritto a opinione

Bankitalia, Alfano: forze politiche hanno diritto a opinione

Capri (askanews) - "C'è solo da spettare la proposta del presidente del Consiglio Gentiloni e del ministro dell'Economia Padoan". Così il ministro degli Esteri e leader di Ap, Angelino Alfano, a margine del Convegno dei Giovani di Confindustria a Capri, ha risposto ai giornalisti sulla mozione del Pd sulla Banca d'Italia. Parlando della mozione, Alfano ha poi aggiunto: "Noi l'abbiamo votata e abbiamo contribuito ad emendarla. Il punto fondamentale è [...]

Alfano: no proclami, lavoriamo in silenzio per estradare Battisti

Alfano: no proclami, lavoriamo in silenzio per estradare Battisti

Milano, (askanews) - Sul caso di Cesare Battisti, per raggiungere il risultato della sua estradizione dal Brasile, è "meglio non fare proclami". Lo ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano a margine del business forum Italia-Ungheria al palazzo delle Stelline a Milano. "Se vogliamo aumentare le chance di soluzione di questo caso che dura ormai da troppi anni - ha detto Alfano - è meglio non fare proclami. Io e la Farnesina intera stiamo lavorando insieme [...]

FOTO: Angelino Alfano

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/10/Angelino_Alfano_in_2017.jpg/211px-Angelino_Alfano_in_2017.jpg

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/10/Angelino_Alfano_in_2017.jpg/211px-Angelino_Alfano_in_2017.jpg

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/10/Angelino_Alfano_in_2017.jpg/211px-Angelino_Alfano_in_2017.jpg

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/10/Angelino_Alfano_in_2017.jpg/211px-Angelino_Alfano_in_2017.jpg

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/10/Angelino_Alfano_in_2017.jpg/211px-Angelino_Alfano_in_2017.jpg

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/10/Angelino_Alfano_in_2017.jpg/211px-Angelino_Alfano_in_2017.jpg

Angelino Alfano nel 2013

Angelino Alfano nel 2013

Angelino Alfano nel 2013

Angelino Alfano nel 2013

Angelino Alfano nel 2013

Angelino Alfano nel 2013

Angelino Alfano nel 2013

Angelino Alfano nel 2013

Alfano:Egitto partner ineludibile, impossibile non avere rapporti

Alfano:Egitto partner ineludibile, impossibile non avere rapporti

Roma, (askanews) - "Le relazioni tra Italia e Egitto sono alimentate da vicinanza geografica e da una storia millenaria fatta di intensi rapporti fra i nostri popoli. Questioni come la lotta al terrorismo, la gestione ragionata e coordinata dei flussi migratori, la risposta alle crisi regionali, passando attraverso il contenzioso israelo-palestinese, la guerra in Siria, la crisi tra Paesi del Golfo, il tema della gestione delle acque del Nilo, toccano direttamente [...]

Alfano: Ue dia pacco di soldi a Libia, chiacchiere sono inutili

Alfano: Ue dia pacco di soldi a Libia, chiacchiere sono inutili

Cernobbio (askanews) - Per il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, "abbiamo azzeccato la strategia sulla Libia, adesso l'Europa deve prendere un pacco di soldi e investirli in accordi bilaterali con la Libia". Lo ha detto a margine del workshop Ambrosetti. "Come abbiamo fatto con la Turchia dobbiamo fare con la Libia. È inutile fare tante chiacchiere, questa è la polpa" ha aggiunto il ministro. "Il controllo delle frontiere meridionali della Libia - ha [...]

Alfano: in Sicilia Ap farà alleanze locali, non nazionali

Alfano: in Sicilia Ap farà alleanze locali, non nazionali

Cernobbio (askanews) - "Le alleanze che si faranno in Sicilia da parte di Alternativa popolare saranno alleanze siciliane con un programma sulla Sicilia, non sono alleanze nazionali". Lo ha detto il leader di Ap e ministro degli Esteri, Angelino Alfano, a margine del workshop Ambrosetti. "La Sicilia è una Regione a statuto speciale che chiede e pretende un'autonomia politicamente a livello territoriale. Noi ci muoveremo con grande autonomia, siamo a un punto in [...]

L'appello di Alfano: l'Onu assuma leadership forte sulla Libia

L'appello di Alfano: l'Onu assuma leadership forte sulla Libia

Roma, (askanews) - Il capo della Farnesina Angelino Alfano ha ricevuto a Roma il neo-inviato speciale delle Nazioni Unite per la Libia, Ghassan Salamé. Un incontro importante, durato circa un'ora. Nel corso della conferenza stampa congiunta, il ministro degli Esteri ha lanciato questo appello: "L'Onu deve prendere una leadership molto forte su questo dossier, perché fin qui ci sono stati troppi negoziati e troppi negoziatori, troppi mediatori e troppe mediazioni, [...]

Berlusconi: "Alfano ha sostenuto la sinistra, impossibile un’alleanza a livello nazionale"

Berlusconi: "Alfano ha sostenuto la sinistra, impossibile un’alleanza a livello nazionale"

Luca Romano “Alleanze nazionali impossibili, con chi fino ad oggi ha sostenuto la sinistra”. Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, intervistato dalla Stampa, chiude le porte a un accordo politico con Angelino Alfano e la sua Ap, ma conferma la possibilità di accordi sul piano regionale e locale “Alleanze nazionali impossibili, con chi fino ad oggi ha sostenuto la sinistra”

I paletti di Berlusconi sul patto con Alfano: insieme solo in Sicilia

I paletti di Berlusconi sul patto con Alfano: insieme solo in Sicilia

Fabrizio De Feo La trattativa continua. Via libera al cantiere di Costa e Tosi per costruire il «Ppe italiano» I paletti fissati da Silvio Berlusconi sono chiari: con Angelino Alfano si tratta ma solo sulla Sicilia. E così l’incontro del disgelo, inizialmente fissato a Roma tra il leader di Ncd, il plenipotenziario siciliano di Forza Italia Gaetano Miccichè, Niccolò Ghedini e Gianni Letta alla fine viene cancellato.

Alfano difende il traffico: “Non chiuderemo i porti ai migranti”

Alfano difende il traffico: “Non chiuderemo i porti ai migranti”

da quando Al Fano si è "convertito" alla causa "solidale" non è più mafioso, ma un grande antirazzista....   Alfano difende il traffico: “Non chiuderemo i porti ai migranti” “Abbiamo una posizione molto dignitosa che ha messo l’Italia e l’Europa dalla parte giusta della storia”, è la bizzarra risposta del ministro abusivo degli Esteri Angelino Alfano, alla richiesta di Austria e Ungheria di chiudere i porti ai migranti: “Non credo – ha [...]

Libia, Alfano: basta azioni unilaterali, serve guida Onu

Libia, Alfano: basta azioni unilaterali, serve guida Onu

Roma (askanews) - "Per noi, a differenza di altri partner, l'unità e la stabilità della Libia coincidono con l'interesse nazionale: lavoriamo per evitare la frammentazione dell'azione della comunità internazionale". Lo ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano, davanti alle Commissioni riunite Esteri e Difesa di Camera e Senato. "Abbiamo assistito negli ultimi mesi a una proliferazione delle iniziative unilaterali" tanto che è stata messa in discussione [...]

Angelino alfano incoerente politico

Il titolo dice tutto! Chiediamo una legge di coerenza per chi giunto al governo non possa formare un partito togliendosi dalla coalizione... MANCANO LE REGOLE !!!La politica non è una gara x una poltrona e per farsi i propri interessio i patti Triton con l'Europa.Il nostro No con anticipo per un ritorno di alfano nel centro destra!!!Riteniamo Alfano responsabile del fallimento dello stato italiano, non utile e non necessario nel ruolo di ministro in questi [...]

Legge elettorale: Alfano, posizioni con Renzi molto distanti

Legge elettorale: Alfano, posizioni con Renzi molto distanti

Roma, (askanews) - Sulla legge elettorale e sulla data delle elezioni 'le posizioni rimangono molto distanti' con Matteo Renzi: lo dice il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, parlando a Fabriano a margine dell'inaugurazione del nuovo laboratorio tecnologico di Elica, leader mondiale nel mercato delle cappe da cucina. 'No, finora le posizioni rimangono molto distanti. Spero si possano riavvicinare nei prossimi giorni anche se penso che ormai il tempo vada [...]