Antonio Di Pietro

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Antonio Di Pietro

La scheda: Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro (Montenero di Bisaccia, 2 ottobre 1950) è un politico, avvocato ed ex magistrato italiano.
Ha fatto parte del pool di Mani pulite come sostituto procuratore della Repubblica presso il tribunale di Milano, nel 1996 è entrato in politica, e nel 1998 ha fondato il partito Italia dei Valori dal quale, nell'ottobre 2014, si allontana lasciando tutti gli incarichi.
Dal punto di vista ideologico Di Pietro dichiara di essere di estrazione cattolica e di non essere né di destra né di sinistra, in un rifuggire dagli estremi che lo porta a considerarsi un liberale e un uomo di centro.



Antonio Di Pietro:
Presidente dell'Italia dei Valori:
Durata mandato: 21 marzo 1998[1] – 28 giugno 2013
Predecessore: carica non istituita
Successore: carica vacante
Ministro dei lavori pubblici:
Durata mandato: 18 maggio 1996 – 20 novembre 1996
Presidente: Romano Prodi
Predecessore: Paolo Baratta
Successore: Paolo Costa
Ministro delle infrastrutture e dei trasporti:
Durata mandato: 17 maggio 2006 – 8 maggio 2008
Presidente: Romano Prodi
Predecessore: Pietro Lunardi
Successore: Altero Matteoli
Presidente Onorario dell'Italia dei Valori:
Durata mandato: 30 giugno 2013 – 3 ottobre 2014
Predecessore: carica non istituita
Successore: nessuno
Deputato della Repubblica Italiana:
Legislature: XV, XVI
Gruppo parlamentare: Italia dei Valori
Coalizione: PD-IdV
Circoscrizione: Veneto 2 (XV), Molise (XVI)
Incarichi parlamentari:
Componente della VII commissione (Cultura, scienza e istruzione) (XV)
Senatore della Repubblica Italiana:
Legislature: XIII (dal 17 novembre 1997)
Gruppo parlamentare: Misto
Coalizione: L'Ulivo
Circoscrizione: Toscana
Collegio: 3 - Mugello
Incarichi parlamentari:
1ª Commissione permanente (Affari Costituzionali)
Eurodeputato:
Legislature: V, VI
Gruppo parlamentare: Europa dei Liberali, Democratici e Riformatori (V) Alleanza dei Liberali e Democratici Europei (VI)
Circoscrizione: Italia meridionale
Dati generali:
Partito politico: Indipendente (dal 2014) Precedenti: I Democratici (1998-2000) Italia dei Valori (1998-99/2000-14)
Titolo di studio: Laurea in giurisprudenza
Professione: Ex Magistrato, avvocato penalista
1992, regia di Giuseppe Gagliardi - Serie TV con Antonio Gerardi nei panni di Antonio Di Pietro (2015)

La legittima difesa per Antonio di Pietro

La legittima difesa per Antonio di Pietro

La questione sollevata da Matteo Salvini divide e fa discutere.

DIARIO DI PIETRO FOLLADOR

DIARIO DI PIETRO FOLLADOR ( 8° puntata ) 17 GIUGNO Si sa ora che l’aereo caduto presso il passo Focobon era un trimotore da ricognizione e le sette salme fra le quali sembra vi fosse una donna erano ridotte in stato pietoso, la morte deve essere stata istantanea tantochè il pilota fu trovato ancora colle mani strette alle leve di comando. Potevano essere sepelliti 15 giorni prima, ma il gran sultano Raffaele Ganz si è opposto con la scusa che ( sono sue parole [...]

EVENTI: Antonio Di Pietro

Nel 2010 vengono rese pubbliche alcune foto risalenti al 1992 che ritraggono Di Pietro a cena in una caserma dei carabinieri con alcuni esponenti dei servizi segreti, tra i quali Bruno Contrada che solo nove giorni dopo sarà arrestato e poi condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione di tipo mafioso.

Il 3 febbraio 2009 Di Pietro è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Roma con l'accusa di Offesa all'Onore o al Prestigio del Presidente della Repubblica (articolo 278 del codice penale).

Nel 1989 il Ministero di Grazia e Giustizia lo nomina consulente per l'informazione e membro di alcune commissioni ministeriali per la riorganizzazione informatizzata dei servizi della pubblica amministrazione.

Nel 1980 vince un concorso della Polizia di Stato per Commissario e frequenta la Scuola Superiore di Polizia.

Nel 1991, in un articolo pubblicato sul mensile milanese Società civile, Di Pietro sostenne che la tangente data al politico dall'imprenditore in cambio dell'appalto costituiva un sistema così pervasivo da rappresentare la norma, nella Milano degli anni novanta, la tangente, che egli chiamava «dazione ambientale», a suo parere veniva oramai data talmente per scontata che praticamente non era necessario né chiederla né proporla: era automatica, «ambientale», appunto.

Nel 2002 diventa nonno di tre gemelli.

Nel 1981, sempre alternando lavoro e studio, vince il concorso di uditore giudiziario: è assegnato, con funzione di Sostituto Procuratore, alla Procura della Repubblica di Bergamo.

Nel 1978 termina gli studi universitari conseguendo la laurea, l'anno successivo, attraverso un pubblico concorso, assume le funzioni di segretario comunale in alcuni comuni del comasco.

Il 20 giugno 1997 il senatore del PDS Pino Arlacchi è nominato vicesegretario generale delle Nazioni Unite.

Il 9 novembre 1997 si tengono dunque le elezioni suppletive che Di Pietro vince contro Giuliano Ferrara per la coalizione di Silvio Berlusconi, Sandro Curzi per il PRC, e Franco Checcacci per la Lega Nord, con il 67,8% dei voti.

Il 21 gennaio 1997 il procuratore che sostiene la pubblica accusa in sostituzione di Salamone (Raimondo Giustozzi) rinuncia ad interrogare i testimoni convocati dall'accusa e chiede subito l'assoluzione per tutti gli imputati".

Nel 2013, in occasione delle elezioni politiche del 2013, decide di rinunciare a presentarsi con il suo partito per appoggiare la lista Rivoluzione Civile, guidata dal candidato premier ed ex magistrato Antonio Ingroia.

Nel 1996 chiamato da Romano Prodi accetta di divenire ministro nel suo Governo sostenuto dalla coalizione dell'Ulivo, appena insediatosi dopo la vittoria nelle elezioni politiche di aprile.

Nel luglio del 1995 in un interrogatorio presso la procura di Brescia circa i suoi rapporti con Di Pietro, Silvio Berlusconi riferì di aver proposto al magistrato la direzione dei servizi segreti.

Nel 1995 viene indagato dal sostituto procuratore di Brescia Fabio Salamone, ipotizzando reati di concussione e abuso d'ufficio in seguito a dichiarazioni rese dal generale Cerciello (sotto accusa in un processo sulla corruzione della guardia di finanza) ma il giudice per le indagini preliminari archivia il procedimento.

Nel luglio del 2006 scoppia una polemica interna alla coalizione di governo, in particolare nei confronti del Ministro della giustizia Clemente Mastella, a causa della forte contrarietà del partito di Di Pietro ad inserire i reati finanziari, societari e di corruzione all'interno del provvedimento di indulto.

Nel 1985 passa alla Procura della Repubblica di Milano, dove si occupa soprattutto di reati contro la pubblica amministrazione.

Di Pietro candidato presidente in Molise

Di Pietro candidato presidente in Molise

(ANSA) – ROMA, 9 MAR – Sarà Tonino Di Pietro il candidato unitario del centrosinistra alle regionali del Molise e auspicato ‘salvatore della patria’ dei progressisti. Manca poco all’annuncio, ma nel campo dei dem e alleati tutti sono concordi: solo l’ex pm potrà riuscire nel miracolo di evitare un nuovo tracollo a vantaggio del M5S e del centrodestra. Le politiche di domenica scorsa hanno infatti disegnato un quadro nuovo e inaspettato per la [...]

"Non c’è posto per te". I Democratici fanno fuori Di Pietro

"Non c’è posto per te". I Democratici fanno fuori Di Pietro

Stefano Zurlo L’ex pm beffato non correrà Come sono lontani i tempi gloriosi del Mugello. Quando nel blindatissimo collegio rosso della rossa Toscana, Antonio Di Pietro sbaragliava il coriaceo Giuliano Ferrara e conquistava il seggio di senatore. Ventuno anni dopo la poesia è finita, la prosa è quella senza sconti del fiorentino Matteo Renzi che non ha alcuna intenzione di venerare la memoria di Mani pulite: niente riverenze al monumento di una stagione [...]

Di Pietro, mi candido da indipendente

Di Pietro, mi candido da indipendente

(ANSA) – ROMA, 9 GEN – “Mi stanno tirando per la giacchetta, voglio candidarmi nel mio Molise, come indipendente, nell’area maggioritaria, per poter alla fine, nell’ultima parte della mia vita, pensare al mio Molise”. Lo dice Antonio Di Pietro ai microfoni di Radio Cusano Campus. A chi gli chiede se si candiderà con il Pd o con Liberi e uguali, Di Pietro risponde: “Spero da indipendente che possano votarmi entrambi, perché sono due fratelli [...]

AUGUSTA, INDUSTRIE E RIFIUTI SPECIALI: LE PREOCCUPAZIONI DI AUGUSTAMBIENTE E DI DECONTAMINAZIONE SICILIA

AUGUSTA, INDUSTRIE E RIFIUTI SPECIALI: LE PREOCCUPAZIONI DI AUGUSTAMBIENTE E DI DECONTAMINAZIONE SICILIA

Augusta. “Sostituzione nelle industrie del polo siracusano dei controlli quadrimestrali in controlli in continuo”: questo è l’oggetto della lettra indirizzata al sindaco Di Pietro da parte di Sandra Bianco e Luigi Solarino, presidenti rispettivamente delle Associazioni “AugustAmbiente” e “Decontaminazione Sicilia”, per esporre “le loro serie preoccupazioni derivanti dalla presenza nel territorio di Augusta di discariche di rifiuti anche speciali, e [...]

Povero Giggino, è andato da Mattarella, e se n'è accorto solo l'Huff. Post... In pratica ha fatto più notizia il passaggio di Antonio Di Pietro con MDP.

Di Maio sale al Quirinale da candidato premier: "Ho mostrato a Mattarella il programma M5S" "Ho espresso al Presidente della Repubblica la nostra preoccupazione per la legge elettorale" Bè Mattarella è un gentiluomo e una passeggiata al Quirinale non si nega a nessuno. "Ho mostrato a Mattarella il programma M5S" Magari se gliene lasciava una copia... tanto per verificare che tutto il malloppo fosse scritto! Spesso le valigette di denaro per i riscatti, al [...]

Di Pietro, voterò per Mdp-Art.1

Di Pietro, voterò per Mdp-Art.1

(ANSA) – CAMPOBASSO, 25 SET – “Certamente voterò per Mdp e mi porterò la bandiera”. Lo dice Antonio Di Pietro in un’intervista a Telemolise. “Ho cominciato a fare politica nell’Ulivo e quindi resto con l’Ulivo e con Bersani: entrambi lavoriamo per ricostruire il nuovo Ulivo”, aggiunge.

L’autocritica di Di Pietro: basavo tutto sulle manette

L’autocritica di Di Pietro: basavo tutto sulle manette

Redazione L’ex leader Idv ammette le sue colpe L’ex leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, si confessa durante «L’Aria che Tira Estate», e ammette: «Se si cerca il consenso sulla paura, lo si ottiene in una elezione, ma poi si va a casa. Io ne sono testimone, ho fatto politica basandola sulla paura e ne ho pagato le conseguenze». Poi aggiunge: «Ho costruito la mia politica sulla paura delle manette, sul concetto che erano tutti [...]

Anche Di Pietro alla kermesse di Casaleggio: ammiro il M5S

Anche Di Pietro alla kermesse di Casaleggio: ammiro il M5S

Ivrea (askanews) - C'era anche Antonio Di Pietro all'evento organizzato ad Ivrea dall'Associazione Gianroberto Casaleggio. In fila come gli altri partecipanti per la registrazione, spiega: 'Sono qui per rispetto a Gianroberto, con cui ho lavorato, e che ho apprezzato molto: ha curato il mio sito e la mia comunicazione. L'apprezzamento per lui e per il MoVimento Cinque Stelle c'e' dal primo giorno'. Tuttavia, l'ex pm invita a 'non costruire castelli' sulla sua [...]

FOTO: Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro con i capigruppo dell'IdV Massimo Donadi e Felice Belisario al termine dei colloqui con il Presidente della Repubblica in occasione delle consultazioni per il nuovo governo.

Antonio Di Pietro con i capigruppo dell'IdV Massimo Donadi e Felice Belisario al termine dei colloqui con il Presidente della Repubblica in occasione delle consultazioni per il nuovo governo.

Di Pietro nel 2010

Di Pietro nel 2010

Di Pietro nel maggio 2011

Di Pietro nel maggio 2011

Anche Di Pietro alla kermesse di Casaleggio: ammiro il M5S

Anche Di Pietro alla kermesse di Casaleggio: ammiro il M5S

Ivrea (askanews) - C'era anche Antonio Di Pietro all'evento organizzato ad Ivrea dall'Associazione Gianroberto Casaleggio. In fila come gli altri partecipanti per la registrazione, spiega: 'Sono qui per rispetto a Gianroberto, con cui ho lavorato, e che ho apprezzato molto: ha curato il mio sito e la mia comunicazione. L'apprezzamento per lui e per il MoVimento Cinque Stelle c'e' dal primo giorno'. Tuttavia, l'ex pm invita a 'non costruire castelli' sulla sua [...]

Consip, Di Pietro vs Esposito (Pd): "Lotti deve dimettersi". "Non siamo fessi, ci dica anche della Raggi" - Il Fatto Quotidiano

Consip, Di Pietro vs Esposito (Pd): "Lotti deve dimettersi". "Non siamo fessi, ci dica anche della Raggi" - Il Fatto Quotidiano

Scontro rovente a L’Aria che Tira (La7) tra l’ex leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, da una parte, e il senatore Pd, Stefano Esposito, e l’europarlamentare di Conservatori e Riformisti, Raffaele Fitto, dall’altra. La bagarre riguarda l’opportunità di dimissioni del ministro dello Sport, Luca Lotti, a seguito dell’inchiesta Consip. “Qui il fatto grave” – osserva Di […] Sorgente: Consip, Di Pietro vs Esposito (Pd): "Lotti deve dimettersi". "Non [...]

Scambi di letteresul debito pubblico fra Nereo e Di Pietro

Scambi di letteresul debito pubblico fra Nereo e Di Pietro

  Per Mino (sull'oro della Banca d'Italia)  A proposito di Carnevale Scambi di lettere sul debito pubblico fra Nereo Villa ed Antonio Di Pietro Mail spedita ad direttore di "La Cronaca di Piacenza": Egregio Direttore, le invio questo mio carteggio con l’on. Antonio Di Pietro, che da buon politico abituato a trovate economiche degne della banda Bassotti, vive la sua festa di Carnevale da molto tempo senza neanche accorgersi della propria [...]

Mani Pulite 25 anni dopo, Di Pietro: da speranza a desolazione

Mani Pulite 25 anni dopo, Di Pietro: da speranza a desolazione

Roma, (askanews) - Dalla speranza alla desolazione, dalla guerra fra guardie e ladri a una guerra fra bande: cosi' Antonio Di Pietro commenta i 25 anni di Mani Pulite. Il 17 febbraio 1992 veniva arrestato l'ingegnere Mario Chiesa, membro di primo piano del Partito socialista italiano (Psi) milanese, colto in flagrante, con in tasca una mazzetta di 7 milioni di lire. Mani Pulite fu la piu' grande inchiesta su un sistema di corruzione che coinvolgeva politica e [...]

dal Blog di Antonio Di Pietro

Il nuovo Di Pietro: «L'avviso di garanzia non è avviso di colpevolezza. Renzi? Vincerà ancora» «I miei rimpianti? Ho sbagliato a scegliere gli uomini, oggi Grillo ha lo stesso problema»: l'ex leader dell'Italia dei Valori commenta l'attualità politica e torna sui suoi errori politici di Lorenzo Giarelli   VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images 25 Gennaio 2017 - 14:07       Antonio Di Pietro [...]

AUGUSTA, IL POTERE CITTADINO  ATTACCA IL QUARTO POTERE?  REAZIONI DI GRUPPI  DI OPPOSIZIONE

AUGUSTA, IL POTERE CITTADINO ATTACCA IL QUARTO POTERE? REAZIONI DI GRUPPI DI OPPOSIZIONE

Augusta. Seduta di consiglio comunale: il sindaco Di Pietro (M5S) deve presentare  il nuovo assessore  che ha preso il posto della dimissionaria Giovanniello. A un certo punto, lancia una sorta di filippica contro gli “addetti alla stampa”, usando anche termini del linguaggio tecnico-giuridico. Gli “addetti alla stampa”, per usare le parole dipietrine, non sono altro che i corrispondenti locali di testate giornalistiche  informatiche o della carta [...]

A Ranieri premio 'Mecenate dello sport'

A Ranieri premio 'Mecenate dello sport'

(ANSA) - ROMA, 22 SET - Claudio Ranieri è il vincitore del Premio Mecenate Dello Sport - Varaldo Di Pietro. La scelta è caduta sull'allenatore romano perché "al di là degli aspetti calcistici della storica vittoria in Premier con un club non accreditato dai pronostici, questo successo ha valorizzato a livello mondiale il brand Italia, contribuendo all'esaltazione dei valori di lealtà, sacrificio e impegno sportivo che sono alla base del premio Mecenate dello [...]

Di Pietro, mai pensato a Giunta Roma

Di Pietro, mai pensato a Giunta Roma

(ANSA) - ROMA, 11 SET - "Da un po' di giorni vari organi di informazione riportano la notizia che io sarei uno dei candidati a diventare assessore al Comune di Roma (addirittura al Bilancio). Non so chi per primo abbia inventato una simile panzana ma - visto che la telenovela continua anche oggi sui giornali - è ora di finirla perché lo scherzo è bello quando dura poco". Lo scrive Antonio Di Pietro su Facebook precisando che "per quanto mi riguarda, non ho [...]

Antonio Di Pietro nuovo Presidente dell' Autostrada Pedemontana Lombarda

(Teleborsa) - L’Assemblea dei Soci di Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione così composto: Antonio Di Pietro, Presidente, e consiglieri Manuela Giaretta e Fabio Santicioli. L’Assemblea dei Soci ha ringraziato il Consiglio di Amministrazione uscente. Le nomine sono avvenute dopo l'approvazione del bilancio 2015."Sono lieto della nomina di Antonio Di Pietro a Presidente della società Pedemontana - ha detto [...]

Fiorello si racconta: "Col Karaoke popolare come il Papa e Di Pietro. Poi è arrivato il flop"

Fiorello si racconta: "Col Karaoke popolare come il Papa e Di Pietro. Poi è arrivato il flop"

“Mi trasferii a Milano con un mio collega dell’animazione, Bernardo Cherubini, fratello di Jovanotti. “Andiamo lì”, disse, “è pieno di gnocca”…”. Fiorello racconta a “Oggi” i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo: “Milano – ha fatto sapere - era piena di gnocca. Per un po’ abitai a casa di Lorenzo, in via della Moscova. Lui era già un disc-jockey famoso. Io solo un esuberante, egocentrico animatore da villaggio. Uno che aveva [...]