Disegni arabeschi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Disegni arabeschi. Cerca invece Arabesco.

Vedi anche

Engagement
In rilievo

Engagement

Arabesco

La scheda: Arabesco

L'arabesco è uno stile ornamentale composto da elementi calligrafici e/o motivi geometrici. Il termine deriva dal fatto che lo stile era adoperato, e lo è ancor oggi, per decorare le superfici perimetrali, sia esterne che interne, soprattutto di moschee.
Questa decorazione è la lingua dell'arte islamica, che consiste nel decorare moschee, palazzi, cupole con forme geometriche o fitomorfi che trasmettono all'osservatore una gradevole sensazione di serenità e bellezza. Questo tipo di espressività artistica, in spagnolo è chiamata ataurique (dall'araboالتوريق‭ ‬, al-tawrīq‭) ‬che significa l'usare come unità-base la foglia o il fiore,‭ ‬privata della sua forma naturale per non dare un senso di debolezza e di morte,‭ ‬trasformandola in forme che suggeriscano la sensazione di esistenza e di immortalità.
Questa meticolosa attenzione e cura dell'ornamento, è stata anche indotta dalle norme maomettane, che, in linea di massima, proibiscono le figurazioni umane.
Gli artisti musulmani hanno trovato nelle forme corsive delle consonanti arabe la base per le loro decorazioni.‭ ‬L'ornamento calligrafico ha conosciuto grande fortuna per mano di esperti calligrafi,‭ ‬fin da quando,‭ ‬nell'VIII secolo ‬fu usata la scrittura‭ ‬cosiddetta‭ "‬cufica‭" (‬o higiazena‭)‬,‭ ‬che fu utilizzata in occasioni celebrative di particolare rilevanza,‭ ‬grazie alla sua capacità di ben adattarsi a superfici quali la pietra o il marmo.
In alcuni paesi, come l'Egitto e la Siria, l'ornamento arabesco si effettuò tramite l'intarsio di marmi producendo notevoli effetti cromatici, mentre in altri, come la Persia, si sviluppò maggiormente la ceramica.


Marina Tabassum: architetta della moschea in Bangladesh

Marina Tabassum: architetta della moschea in Bangladesh

Diventa una archistar con Baitur Rauf una moschea nel nord di Dacca costruita con un budget minuscolo. Linee geometriche, materiali poveri e mattoni che filtrano la luce. Tabassum ha vinto il prestigioso premio Aga Khan “È un riconoscimento di quanto ho realizzato fino adesso, rafforza la mia fiducia nel modo in cui pratico l’architettura. L’idea di usare la spiritualità come elemento di architettura mi ha sempre intrigato molto; mi piace lavorare in [...]

Il principe William visita Spianata delle moschee a Gerusalemme

Il principe William visita Spianata delle moschee a Gerusalemme

Gerusalemme (askanews) - Il principe William ha visitato la Spianata delle Moschee a Gerusalemme, primo membro della famiglia reale britannica a farlo, la Basilica del Santo sepolcro e il Muro del pianto. Sono alcune delle tappe della sua visita in Israele, nei territori palestinesi e in Cisgiordania dove ieri ha incontrato il presidente palestinese Abu Mazen. La visita ha previsto anche una tappa sul Monte degli Ulivi che offre un incredibile vista sulla città.

Carovita, proteste al Bazar di Teheran

Carovita, proteste al Bazar di Teheran

(ANSA) – TEHERAN, 25 GIU – In segno di protesta per la costante svalutazione del rial nei confronti del dollaro, i commercianti dello storico Grand Bazar di Teheran hanno oggi abbassato le loro saracinesche in una sorta di sciopero spontaneo e si sono riuniti con altri manifestanti, mentre iniziative simili sono state segnalate anche in altri mercati della capitale iraniana. Allo stesso tempo, i manifestanti hanno iniziato a scandire slogan come: “Lasciamo la [...]

Alcol e droga per fine Ramadan, è grave

Alcol e droga per fine Ramadan, è grave

(ANSA) – MILANO, 16 GIU – Un marocchino di 28 anni è stato trasportato in pericolo di vita alla clinica Humanitas di Rozzano (Milano) per un malore provocato da un mix di alcol e droga assunto per festeggiare la fine del Ramadan. L’uomo è rientrato nel suo appartamento in via Gandino a Milano attorno alle 23.30 di ieri dopo aver festeggiato in giro. In casa c’erano due donne connazionali che hanno notato subito il suo malessere ma hanno sorvolato [...]

Austria: riaperta una delle sette moschee chiuse

Austria: riaperta una delle sette moschee chiuse

Ma e' stata affidata alla gestione di un'altra associazione

Austria: moschee chiuse, riaperta una

Austria: moschee chiuse, riaperta una

(ANSA) – BERLINO, 15 GIU – La moschea di Vienna dell’associazione Nizam-I-Alem è stata riaperta. Si tratta di una quelle chiuse col provvedimento d’urgenza emanato dalla cancelleria austriaca la settimana scorsa, che ha riguardato sette moschee e l’espulsione di diversi Imam. La moschea è stata affidata alla gestione di un’altra associazione, la Iggoe.

L'Austria espelle imam e chiude 7 moschee, lite con Ankara

L'Austria espelle imam e chiude 7 moschee, lite con Ankara

Turchia, 'ondata anti-islamica, razzista e discriminatoria'

L'Austria chiude sette moschee

L'Austria chiude sette moschee

Il governo austriaco ha comunicato la chiusura di sette moschee e l'espulsione di alcuni imam.

L'Austria chiude 7 moschee

L'Austria chiude 7 moschee

Espulsi anche gli Imam, accuse di finanziamenti illeciti dall'estero

L'Austria chiude 7 moschee ed espelle imam legati alla Turchia

L'Austria chiude 7 moschee ed espelle imam legati alla Turchia

Vienna, (askanews) - L'Austria ha deciso di espellere diversi imam finanziati dall'estero e di chiudere sette moschee considerate a rischio radicalizzazione. La decisione è stata comunicata dal cancelliere Sebastian Kurz: "Società parallele, l'islam politico e la radicalizzazione non hanno posto nel nostro Paese", ha assicurato il capo del governo austriaco in una conferenza stampa. "Diversi imam saranno espulsi, con l'accusa di finanziamenti illeciti [...]

FOTO: Arabesco

Arabesco nella dimora nasride di Granada dell'Alhambra. Questo arabesco riporta, replicandolo con regolare simmetria, il motto della famiglia regnante che dice: wa lā ghālib illā Allāh (E non c'è Vincitore se non Iddio).

Arabesco nella dimora nasride di Granada dell'Alhambra. Questo arabesco riporta, replicandolo con regolare simmetria, il motto della famiglia regnante che dice: wa lā ghālib illā Allāh (E non c'è Vincitore se non Iddio).

Austria chiude sette moschee ed espelle gli imam

Austria chiude sette moschee ed espelle gli imam

Accusati di finanziamenti illeciti dall'estero. Turchia: anti-islamica e razzista

Lega, chiarezza fondi moschea Umbertide

Lega, chiarezza fondi moschea Umbertide

(ANSA) – PERUGIA, 7 GIU – Chiede che si faccia “chiarezza” sulla provenienza delle donazioni utilizzate per il centro culturale islamico in costruzione ad Umbertide, il consigliere regionale della Lega Umbria Valerio Mancini per il quale la struttura è in realtà “una moschea”. Lo fa con un esposto alla procura di Perugia dopo avere esaminato alcuni documenti contabili grazie a un protocollo d’intesa firmato dall’associazione che sta realizzando [...]

Gyaku harem e i Butlers cafè per donne

Gyaku harem e i Butlers cafè per donne

  «Ben rientrato a casa, onorato padrone!» (????????????? Okaerinasai, Goshujin-sama!) la cameriera in divisa di un Maid cafè è istruita per accogliere con cura i clienti. Spesso è una cosplay e  i Caffè collaborano direttamente con gli Anime e Manga servendo cibi e bevande ispirate ai personaggi accompagnati da cartoline della serie preferita. /Beatless Has Limited Collaboration Cafe with Cure Maid Cafe /Sailor Moon: in Giappone apre una caffetteria a [...]

Iraq: esplosioni in moschea a Baghdad, almeno 7 morti

Iraq: esplosioni in moschea a Baghdad, almeno 7 morti

Alla casa bianca Trump ospita il suo primo iftar

Attacco in una moschea in Afghanistan, 4 morti

Attacco in una moschea in Afghanistan, 4 morti

Quattro persone sono state uccise e altre tre sono rimaste ferite ieri pomeriggio nella provincia orientale afghana di Khost durante un attacco in una moschea nel distretto di Mando Zayi: lo ha reso noto il portavoce del governatore della provincia, Talib Mangal, spiegando che uomini armati hanno aperto il fuoco da un’auto contro la moschea che in quel momento ospitava 15 fedeli. Nessun gruppo ha per il momento rivendicato l’attacco.

Esplosioni in moschea Baghdad, 7 morti

Esplosioni in moschea Baghdad, 7 morti

(ANSA) – BAGHDAD, 6 GIU – Una serie di esplosioni, questa sera, all’interno di una moschea nel distretto sciita di Baghdad hanno causato la morte di almeno 7 fedeli, tra i quali due bambini, ed il ferimento di una ventina di persone. Lo hanno riferito dei funzionari governativi che hanno chiesto l’anonimato. La moschea è frequentata dai seguaci del leader radicale sciita Muqtada al-Sadr che ha ottenuto la maggioranza relativa nelle parlamentari del 12 [...]

CoranoIslam

Il viaggio nella Jihad Corporation e nelle casseforti del terrore pu� cominciare semplicemente dalla soglia di una moschea o di una scuola coranica Il terrorismo islamico, come molti suoi predecessori in Occidente, � un'attivit� borghese. La monarchia saudita Con i fondi sauditi sorgono nuove moschee e scuole coraniche

La Danimarca vieta il burqa in pubblico

La Danimarca vieta il burqa in pubblico

(ANSA) – COPENAGHEN, 31 MAG – La Danimarca vieta di indossare in pubblico gli indumenti che coprono il viso, come il niqab ed il burqa. Il parlamento oggi ha approvato con 75 voti a favore e 30 contrari una legge presentata dal governo di centrodestra. Lo stesso governo ha assicurato che il provvedimento non prende di mira alcuna religione perché non bandisce foulard, turbanti o tradizionali copricapo ebraici. Tuttavia la legge, conosciuta come ‘Burqa [...]

Turchia: boicottaggio pistacchio Ramadam

Turchia: boicottaggio pistacchio Ramadam

(ANSA) – ISTANBUL, 14 MAG – In Turchia sarà un Ramadan senza pistacchio. Durante il mese sacro islamico che comincia domani, durante il quale i fedeli digiunano dall’alba al tramonto per poi concedersi pasti comunitari nelle ore di buio, i baklava – tradizionali dessert locali a base di miele e noci – saranno conditi con nocciole e mandorle, escludendo invece il pistacchio a causa delle speculazioni sul suo prezzo. Ad annunciare il boicottaggio è il [...]

POLITI: Operai morti alla ThyssenKrupp: due +condannati a piede libero

POLITI: Operai morti alla ThyssenKrupp: due +condannati a piede libero

A 11 anni di distanza dal rogo della ThyssenKrupp, che ha ucciso 7 operai, 2 dei condannati sono ancora a piede libero in Germania