Scopri tutto su Borsa Italiana

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

Borsa valori di Milano

La scheda: Borsa valori di Milano

Tra i mercati di Borsa valori nazionali esistenti in passato, la Borsa di Milano ha sempre rappresentato la piazza più importante del Paese, anche quando erano presenti – in ordine cronologico – le borse di Venezia (1630), Trieste (1775) e la Borsa di Roma (1802). A seguito della privatizzazione dei mercati di borsa, avvenuta nel 1998, le dieci borse valori locali presenti in Italia - Milano, Roma, Trieste, Venezia, Napoli, Torino, Genova, Firenze, Bologna e Palermo- sono state chiuse ed accorpate in un unico soggetto: Borsa Italiana. Con sede a Milano, Borsa Italiana è, oggi, la società che si occupa della gestione e funzionamento di tutto il mercato finanziario italiano.



Borsa di Milano:
Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano
Stato:  Italia
Forma societaria: Borsa valori
Fondazione: 1808 a Milano
Settore: Finanza
Modifica dati su Wikidata · Manuale
Con la nascita dell'Italia unita, sulla Borsa vennero quotate, con l'intermediazione di banche su base azionaria come il Credito Mobiliare e la Banca Generale e molte case bancarie private milanesi, come Achille Villa, Burocco Casanova, Giulio Belinzaghi, Zaccaria Pisa, Vonviller & C., Weill-Schott, ingenti quantità di titoli di debito statali, necessari a ripagare gli sforzi finanziari sostenuti per l'unificazione, a cui si aggiunsero titoli di poche grandi società private come banche, compagnie ferroviarie e assicurazioni.
Tra i maggiori titoli industriali tra il 1862 e il 1894 le azioni e le obbligazioni Società per le strade ferrate meridionali (oggi Bastogi, quotatasi nel 1863), Società ferrovie del mediterraneo, Navigazione generale italiana, Acciaierie e fonderie di Terni, Società generale immobiliare, cui si aggiungevano i titoli della Banca Nazionale nel Regno d'Italia e del Credito Mobiliare.
La seconda rivoluzione industriale in Italia si manifestò con un po' di ritardo anche a causa della mancanza di materie prime e della non facilità di capitali mobilitabili. Nonostante questo gli ultimi due decenni dell'Ottocento, in particolare dal 1895, furono caratterizzati da una crescita economica e industriale molto intensa, sospinta dal governo e coadiuvata da banche milanesi come la Banca Commerciale Italiana (1894-5), il Credito Italiano (1895) e altre banche e banchieri, la Borsa venne scelta quale via per il coinvogliamento di capitali nelle grandi imprese e alcune banche si specializzarono appunto in questa funzione di intermediazione e garanzia verso il pubblico. Così i titoli azionari quotati a Milano aumentarono da 23 del 1895 a 54 del 1900, per toccare i 160 titoli nel 1913.
La rapida crescita del mercato mobiliare già sul finire del XIX secolo, rese il Palazzo dei Giureconsulti non più sufficiente ad accogliere tutti gli operatori, così fu deciso di realizzare un nuovo edificio specificatamente destinato a questo in Piazza Cordusio. Palazzo Broggi (opera di Luigi Broggi, oggi sede centrale milanese delle Poste Italiane) venne inaugurato nel 1901.
Nel corso del XIX secolo si erano diffuse anche piazze di scambio minori e con funzione prettamente regionale come la Borsa Valori di Roma, la Borsa Valori di Torino, la Borsa Valori di Bologna, la Borsa Valori di Genova e la Borsa Valori di Firenze.
La Borsa di Milano emerse su tutte le altre poiché su di essa erano quotate le principali società industriali italiane, e per questo i volumi degli scambi aumentarono ancora considerevolmente.
Alla metà degli anni venti Palazzo Broggi si decise che non bastava più e nel 1928 venne assegnata a Paolo Mezzanotte la realizzazione della nuova (e ultima) sede: Palazzo Mezzanotte, in Piazza Affari, che fu inaugurato nel 1932.
La forte riduzione della liquidità, attuata dalla Banca d'Italia su ordine del governo, a partire dall'estate del 1927 tuttavia iniziò a riverberarsi sull'economia e sulla Borsa. La crisi finanziaria del 1929 e seguenti depresse fortemente i valori dei titoli industriali, rivalutando il reddito fisso. La volontà del governo di indirizzare il risparmio privato verso il titoli del debito pubblico si realizzò negli anni seguenti al 1929.
Con l'avvento dello stato imprenditore e banchiere (IRI e più tardi IMI) e con altri provvedimenti dirigistici, tra cui la chiusura dell'Italia nei confronti del mercato internazionale dei capitali, la funzione della Borsa quale intermediaria del capitale privato per le imprese perse di importanza, fatti salvi ancora alcuni titoli come Edison, Bastogi, Fiat, Pirelli, Ras, Assicurazioni generali.

Con la legge 2 gennaio 1991 n.1, venne approvata la riforma dei mercati mobiliari. Questa portò all'istituzione del Consiglio di Borsa, con sede a Milano, che raccoglieva tutte le funzioni di organizzazione del mercato precedentemente gestite dai vari organi locali.
Nel 1996, con il decreto legislativo 23 luglio n.415, venne definitivamente sancito il completo passaggio di tutte le attività di organizzazione e gestione dei mercati regolamentati dall’autorità pubblica all’impresa privata.
A seguito di queste introduzioni, il 7 febbraio 1997 nacque la società privata Borsa Italiana S.p.A., con sede a Milano, che accorpò definitivamente tutte le borse valori locali presenti in Italia e alla quale venne affidata l'organizzazione e la gestione di tutti i mercati regolamentati allora presenti. La società è operativa dal 2 gennaio 1998.

Borsa Italiana, in forte calo il controvalore degli scambi del 12/10/2017

Borsa Italiana, in forte calo il controvalore degli scambi del 12/10/2017

(Teleborsa) - Dai dati ufficiali di chiusura, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,09 miliardi di euro, in deciso ribasso (-22,73%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 2,7 miliardi. I contratti si sono attestati a 241.076, rispetto ai precedenti 286.736, mentre i volumi scambiati sono passati da 0,89 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,64 miliardi. Tra i 225 titoli [...]

Borsa Italiana, stabile il controvalore degli scambi del 16/10/2017

Borsa Italiana, stabile il controvalore degli scambi del 16/10/2017

(Teleborsa) - Dai dati ufficiali di chiusura risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2 miliardi di euro, restando invariato rispetto alla seduta precedente. I contratti si sono attestati a 212.333, rispetto ai precedenti 238.360, mentre i volumi scambiati sono passati da 0,68 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,63 miliardi. Su 226 titoli trattati in Piazza Affari, 102 hanno terminato la seduta con una [...]

Campari aggiorna nuovi massimi storici in Borsa

Campari aggiorna nuovi massimi storici in Borsa

(Teleborsa) - Si intensificano nel pomeriggio gli acquisti su Campari, che si porta in cima all'indice FTSE Mib di Piazza Affari con un guadagno del 3% dopo aver aggiornato i massimi di sempre. Sostenuti anche i volumi di scambio, decisamente superiori alla media giornaliera mensile. Il colosso delle bevande, che la scorsa settimana ha annunciato la vendita del brand Lemonsoda, beneficia oggi delle positive aspettative degli analisti sui conti del terzo [...]

Borsa Italiana, quasi invariato il controvalore degli scambi del 13/10/2017

Borsa Italiana, quasi invariato il controvalore degli scambi del 13/10/2017

(Teleborsa) - Dai dati ufficiali di chiusura, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,06 miliardi di euro, dai 2,09 miliardi della seduta precedente. I volumi scambiati sono passati da 0,64 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,68 miliardi. 224 sono le azioni scambiate: tra queste, 98 titoli hanno chiuso in rosso, mentre 117 azioni hanno terminato in territorio positivo. Invariate le altre 9 azioni del [...]

1 minuto in Borsa 13 ottobre 2017

1 minuto in Borsa 13 ottobre 2017

(Teleborsa) - Bilancio positivo per Piazza Affari, che evidenzia un notevole vantaggio rispetto al resto d'Europa in cui regna la cautela. Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, si è mossa in territorio positivo Tenaris, mostrando un incremento dell'1,83%. Le peggiori performance, invece, si registrano su CNH Industrial, che ottiene -0,59%. Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 166 punti, con il rendimento del BTP decennale che si [...]

Banche ancora giù a Piazza Affari

Banche ancora giù a Piazza Affari

(Teleborsa) - Si accentuano le vendite sulle banche italiane, in un panorama europeo debole (-0,69% sul relativo DJ Stoxx). Il comparto continua ad accusare la decisione della Banca Centrale Europea di irrigidire le norme sui nuovi crediti deteriorati (NPL), decisione che ha immediatamente suscitato il malcontento di molti esponenti dell'economia italiana, in primis il Ministro dello Sviluppo italiano Carlo Calenda che ha annunciato una vera e propria battaglia in [...]

Borsa Italiana, in crescita il controvalore degli scambi dell'11/10/2017

Borsa Italiana, in crescita il controvalore degli scambi dell'11/10/2017

(Teleborsa) - Al termine della seduta della Borsa di Milano, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,7 miliardi di euro, in rialzo del 9,21% rispetto ai precedenti 2,47 miliardi. I contratti si sono attestati a 286.736, rispetto ai precedenti 272.331, mentre i volumi scambiati sono passati da 0,7 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,89 miliardi. Su 226 titoli trattati a Piazza Affari, 76 hanno terminato [...]

Retelit corre in Borsa su possibile fusione con F2i

Retelit corre in Borsa su possibile fusione con F2i

(Teleborsa) - Al momento non vi sono merger in vista tra Retelit e F2i. A precisarlo è Retelit in un comunicato che recita: "In relazione all’articolo apparso in data odierna su Il Sole 24 ore, Retelit precisa che non vi sono al momento trattative formali tra f2i e la società, ma solo contatti informali che rientrano nell’ambito del normale confronto tra gli operatori del settore". Secondo il quotidiano F2i starebbe ragionando su una possibile fusione [...]

Borsa Italiana, in forte aumento il controvalore degli scambi del 10/10/2017

Borsa Italiana, in forte aumento il controvalore degli scambi del 10/10/2017

(Teleborsa) - Dai dati ufficiali di chiusura di Borsa Italiana, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,47 miliardi di euro, con un incremento di ben 447,6 milioni, pari al 22,12% rispetto ai precedenti 2,02 miliardi. I volumi scambiati sono passati da 0,59 miliardi azioni della seduta precedente agli odierni 0,7 miliardi. A fronte dei 225 titoli scambiati, sono giunte richieste di acquisto per 88 azioni. In lettera invece [...]

Piazza Affari resta al palo con le banche. Caute le altre borse europee

Piazza Affari resta al palo con le banche. Caute le altre borse europee

(Teleborsa) - Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, che scontano le incertezze relative al caso della Catalogna, mentre si attende un avvio moderatamente positivo di Wall Street.  L'attenzione dei mercati è puntata oggi su alcuni temi chiave, in particolare la pubblicazione delle Minutes (verbali) dell'ultimo incontro di politica monetaria della Fed, che potranno chiarire le tendenze presenti nel FOMC e le motivazioni alla [...]

FOTO: Borsa valori di Milano

L'ingresso di Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano dal 1932

L'ingresso di Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano dal 1932

L'ingresso del palazzo. Foto di Paolo Monti, 1968

L'ingresso del palazzo. Foto di Paolo Monti, 1968

Foto di Paolo Monti, 1968

Foto di Paolo Monti, 1968

Foto di Paolo Monti, 1968

Foto di Paolo Monti, 1968

Foto di Paolo Monti, 1968

Foto di Paolo Monti, 1968

Banche ancora sotto pressione a Piazza Affari sull'incognita NPL

Banche ancora sotto pressione a Piazza Affari sull'incognita NPL

(Teleborsa) - Le banche continuano a soffrire in Borsa, confermandosi il peggior comparto del mercato, sulle preoccupazioni generate dalla stretta della regolamentazione europea per gli NPL. Si tratta di un nuovo standard che penalizzerebbe l'Italia più di altri paesi, cui si sono opposti l'ABI e il ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, che ha preannunciato obiezioni.  Intanto, la peggiore sul listino oggi è Unipol Banca con un ribasso dlel'1,75%, seguita da [...]

Borsa Italiana, in forte calo il controvalore degli scambi del 9/10/2017

Borsa Italiana, in forte calo il controvalore degli scambi del 9/10/2017

(Teleborsa) - Dai dati ufficiali di chiusura, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,02 miliardi di euro, in deciso ribasso (-14,42%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 2,36 miliardi. I contratti si sono attestati a 238.735, rispetto ai precedenti 273.360, mentre i volumi scambiati sono passati da 0,62 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,59 miliardi. Su 226 titoli [...]

Milano in lieve rialzo mentre l'Europa resta piatta. Vola Mediaset

Milano in lieve rialzo mentre l'Europa resta piatta. Vola Mediaset

(Teleborsa) - Chiusura n leggero rialzo per la Borsa di Milano, mentre il resto di Eurolandia consolida le basi precedenti in attesa di sviluppi in Catalogna. Dal fronte macro sono giunte buone notizie dalla produzione industriale in Germania e dall'indice Sentix.  L'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,173. Seduta in lieve rialzo per l'oro, che avanza a 1.281,4 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido [...]

Borsa, sostanzioso decremento per il controvalore degli scambi del 6/10/2017

Borsa, sostanzioso decremento per il controvalore degli scambi del 6/10/2017

(Teleborsa) - Dai dati ufficiali di chiusura, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,36 miliardi di euro, in calo del 12,77%, rispetto ai 2,71 miliardi della vigilia. I contratti si sono attestati a 273.360, rispetto ai 309.453 precedenti. Su 222 titoli azionari trattati in Piazza Affari, 151 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 63. Invariate le rimanenti 8 azioni.

Piazza Affari maglia nera d'Europa zavorrata dalle banche

Piazza Affari maglia nera d'Europa zavorrata dalle banche

(Teleborsa) - Finale negativo per le principali borse europee con Piazza Affari che si conferma la piazza peggiore, zavorrata dai titoli bancari. Più in generale, gli investitori si sono mossi cauti mentre continuano a monitorare con attenzione lo sviluppo della crisi catalana. Nessuna variazione significativa per l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,173. L'Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,47%. Forte riduzione [...]

Piazza Affari in coda all'Europa. Pesano i bancari

Piazza Affari in coda all'Europa. Pesano i bancari

(Teleborsa) - Piazza Affari in coda alle principali borse europee. Dopo un avvio dimesso la borsa di Milano ha accelerato al ribasso zavorrata dei titoli bancari appesantiti dalla nuova normativa europea sui NPL che ha scatenato molti dubbi. Che questa potrebbe essere "potenzialmente negativa per l'Italia" lo ha rivelato anche Credit Suisse in report  e anche le imprese non nascondono una certa preoccupazione. Toni duri anche dal numero uno dell'ABI, Antonio [...]

Leonardo svetta a Piazza Affari. Per UBS il titolo è "buy"

Leonardo svetta a Piazza Affari. Per UBS il titolo è "buy"

(Teleborsa) - Giornata positiva per Leonardo che a Piazza Affari svetta sul principale listino milanese. In una giornata no in cui il FTSE MIB  cede lo 0,70%, il titolo del gruppo aerospaziale viene sostenuto dagli analisti di UBS che raccomandano "buy" sul titolo, alzano i target price a 17,50 euro. Le implicazioni tecniche di medio periodo sono sempre lette in chiave rialzista, mentre sul breve periodo stiamo assistendo ad un indebolimento della spinta [...]

Borsa: le SIIQ guadagnano terreno

Borsa: le SIIQ guadagnano terreno

(Teleborsa) - Le società d’investimento immobiliari quotate, SIIQ, che godono di benefici fiscali a fronte di particolari requisiti, come la distribuzione agli azionisti del 70 per cento degli utili ottenuti con la gestione, cominciano ad essere apprezzate sul mercato borsistico. In particolare, la più "anziana" Beni Stabili ha realizzato una performance del 22,72 per cento negli ultimi sei mesi, mentre la quotazione della new entry Coima Res è cresciuta [...]

Mediaset resiste alle vendite a Piazza Affari

Mediaset resiste alle vendite a Piazza Affari

(Teleborsa) - Occhi puntati su Mediaset  che a Piazza Affari resiste alle vendite scambiando a 2,90 euro per azione. Le azioni del Gruppo del Biscione performano meglio dell'indice FTSE MIB che scivola dello 0,67%, mentre continua la battaglia con Vivendi per la scalata al gruppo.  Ieri, 5 ottobre, il Nucleo di polizia valutaria della Guardia di Finanza di Milano insieme alla Gendarmeria francese hanno perquisito la sede di Vivendi di Parigi.

Rainbow punta a Piazza Affari

Rainbow punta a Piazza Affari

(Teleborsa) - C'è di nuovo aria di IPO in casa Rainbow. Secondo fonti lo studio di animazione fondato da Iginio Straffi, noto soprattutto per cartone animato Winx Club, vero e proprio blockbuster a livello mondiale, avrebbe dato mandato alle banche d'affari per coordinare l'Offerta pubblica iniziale (initial public offering, o IPO) che dovrebbe realizzarsi sul Mercato telematico azionario (MTA) di Piazza Affari tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018. L'azienda, [...]