Cina

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Repubblica Popolare della Cina

La scheda: Repubblica Popolare della Cina

Coordinate: 35°N 103°E / 35°N 103°E35, 103
La Cina (中國T, 中国S, ZhōngguóP), ufficialmente la Repubblica Popolare Cinese (中華人民共和國T, 中华人民共和国S, Zhōnghuá Rénmín GònghéguóP ascolta la pronuncia in mandarino standard), è uno Stato sovrano situato nell'Asia orientale e il più popolato del mondo, con una popolazione di oltre 1,385 miliardi di persone.
La Cina è una Repubblica popolare in cui il potere è esercitato dal solo Partito Comunista Cinese. Il governo ha sede nella capitale Pechino ed esercita la propria giurisdizione su ventidue province, cinque regioni autonome, quattro municipalità direttamente controllate (Pechino, Tientsin, Shanghai e Chongqing) e due regioni amministrative speciali (Hong Kong e Macao) parzialmente autonome. La Cina rivendica la propria sovranità anche sull'isola di Formosa, che considera ufficialmente una sua provincia, sulla quale non esercita tuttavia alcun controllo diretto. L'isola è dal 1949 sotto il controllo del governo della Repubblica di Cina (Taiwan). La complessa condizione politica di Taiwan è una delle conseguenze della guerra civile cinese che ha preceduto la fondazione della Repubblica Popolare Cinese.
Con la sua superficie di circa 9 572 900 chilometri quadrati la Cina è il terzo Paese più grande del mondo per superficie. Il paesaggio della Cina è vasto e diversificato: va dalle steppe della foresta e i deserti dei Gobi e del Taklamakan nell'arido nord alle foreste subtropicali e umide del sud. L'Himalaya, il Karakoram, il Pamir e il Tian Shan sono le catene montuose che separano la Cina meridionale dall'Asia centrale. Il Fiume Azzurro e il Fiume Giallo, rispettivamente il terzo e il sesto più lunghi del mondo, scorrono dall'altopiano del Tibet verso la costa orientale densamente popolata. La costa della Cina lungo l'oceano Pacifico è lunga circa 14.500 chilometri ed è delimitata dal mare di Bohai, dal mar Giallo, dal mar Cinese Orientale e dal mar Cinese Meridionale.
L'antica civiltà cinese – una delle prime al mondo – si sviluppò inizialmente nelle pianure comprese tra il Fiume Giallo e il Fiume Azzurro. A partire dall'età del bronzo (verso la fine del II millennio a.C.) si ha evidenza di strutture feudali, in cui i nobili si raccoglievano intorno a monarchie ereditarie. Vi sono testimonianze di una casata regnante nella prima metà del I millennio a.C., nota come dinastia Zhou, il cui declino condusse alla nascita di un discreto numero di regni indipendenti in competizione per il predominio sulla regione, con stagioni di conflitto che si fecero particolarmente accese nel periodo che va dall'VIII al III secolo a.C. Nel 221 a.C. lo Stato di Qin sconfisse e conquistò i territori di tutti gli altri Stati combattenti dando vita al primo impero della storia cinese sotto la dinastia Qin.
Da quel momento il titolo di imperatore della Cina divenne il sinonimo della raggiunta supremazia. La dinastia Qin non durò a lungo, ma i popoli precedentemente conquistati vennero poco dopo riuniti sotto l'egida della dinastia Han (III secolo a.C.-III secolo d.C.). I quattro secoli in cui regnarono i sovrani della dinastia Han sono considerati cruciali per la definizione e affermazione della identità culturale cinese, tanto da divenire il termine con cui i cinesi definirono se stessi (con il termine appunto di etnia o popolo han). Da allora la storia cinese ha visto l'alternarsi di periodi di divisione e fasi di unificazione, con conseguenti periodi di frammentazione, contrazione o espansione territoriale, sotto l'egida di diverse dinastie, talora di etnia straniera (come nel caso dei mongoli o dei mancesi).
L'ultima dinastia fu quella dei Qing, il cui regno si concluse nel 1911 con la fondazione della Repubblica di Cina. Dopo la sconfitta dell'Impero giapponese durante la seconda guerra mondiale il Paese fu scosso dalla guerra civile che vedeva contrapposte le forze nazionaliste del Kuomintang, il partito che allora deteneva il governo del paese, e le forze facenti capo al Partito Comunista di Cina. Nel 1949 la guerra si concluse con la sconfitta del Kuomintang e la fuga del governo nazionalista sull'isola di Formosa, nella cui capitale Taipei ha tuttora sede l'attuale Repubblica di Cina, altresì nota come Taiwan. In seguito alla vittoria conseguita sul continente il 1º ottobre del 1949 a Pechino le forze comuniste guidate da Mao Zedong proclamarono ufficialmente la nascita della Repubblica Popolare Cinese.
Dopo l'introduzione di riforme economiche nel 1978 la Cina è diventata l'economia dalla crescita più rapida al mondo. A partire dal 2013 è la seconda economia più grande al mondo sia come PIL totale nominale, sia per parità di potere d'acquisto, è anche il più grande esportatore e importatore di merci al mondo. La Cina è ufficialmente uno Stato munito di armi nucleari e ha il più grande esercito permanente del mondo, con il secondo più grande bilancio della difesa. La Cina è membro delle Nazioni Unite dal 1971, quando ha preso il posto della Repubblica di Cina tra i seggi dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La Cina è anche membro di numerose organizzazioni multilaterali, tra cui l'OMC, l'APEC, il BRICS, l'Organizzazione di Shanghai per la cooperazione, il BCIM e il G-20. La Cina, unanimemente riconosciuta come grande potenza dal consesso internazionale, è una potenziale superpotenza secondo un certo numero di accademici e analisti che si occupano di questioni militari, politiche ed economiche.



Cina:
Dati amministrativi:
Nome completo: Repubblica Popolare Cinese
Nome ufficiale: 中华人民共和国 Zhōnghuá Rénmín Gònghéguó
Lingue ufficiali: Cinese standard
Capitale: Pechino  (24 516 000 ab. / 2016)
Politica:
Forma di governo: Repubblica socialista monopartitica con Riforme di Mercato[1]
Presidente della Repubblica: Xi Jinping
Primo ministro del Consiglio di Stato: Li Keqiang
Indipendenza: 1º ottobre 1949 proclamazione della Repubblica Popolare Cinese
Ingresso nell'ONU: 25 ottobre 1971[2]
Superficie:
Totale: 9.572.900 km² (3º)
 % delle acque: 2,8%
Popolazione:
Totale: 1.385.175.000 ab. (2016) (1º)
Densità: 143,7 ab./km² (81º)
Tasso di crescita: 0,481% (2012)[3]
Nome degli abitanti: Cinesi
Geografia:
Continente: Asia
Confini: Afghanistan, Bhutan, Birmania, Corea del Nord, India, Kazakistan, Kirghizistan, Laos, Mongolia, Nepal, Pakistan, Russia, Tagikistan, Vietnam
Fuso orario: UTC+8
Economia:
Valuta: Renminbi cinese
PIL (nominale): 10 991 571[4] milioni di $ (2015) (2º)
PIL pro capite (nominale): 7 990 $ (2015) (72º)
PIL (PPA): 19 406 520 milioni di $ (2015) (1º)
PIL pro capite (PPA): 15 399 $ (2016) (82º)
ISU (2016): 0,738 (alto) (90º)
Fecondità: 1,6 (2010)[5]
Varie:
Codici ISO 3166: CN, CHN, 156
TLD: .cn, .中國, .中国
Prefisso tel.: +86
Sigla autom.: CN
Inno nazionale: Marcia dei Volontari[?·info]
Festa nazionale: 1º ottobre
 

Cina, contrattaccheremo Usa su dazi

Cina, contrattaccheremo Usa su dazi

Vice ministro: Export americano sara' colpito

Paola Caruso incinta a Pechino Express, ma è sommersa dai problemi

Paola Caruso incinta a Pechino Express, ma è sommersa dai problemi

Paola Caruso incinta a Pechino Express. La showgirl è in attesa del suo primo figlio, il piccolo Nicola, ma nonostante la lieta notizia, starebbe affrontando non poche difficoltà dopo la rottura con l'ex compagno Francesco. E anche l'avventura a Pechino Express non sarebbe stata delle più semplici. Paola Caruso avrebbe scoperto di aspettare un bambino proprio durante il reality in Marocco e per questa ragione avrebbe abbandonato il gioco. Inoltre, a causa [...]

Paola Caruso incinta a Pechino Express, ma è sommersa dai problemi

Paola Caruso incinta a Pechino Express, ma è sommersa dai problemi

Paola Caruso incinta a Pechino Express. La showgirl è in attesa del suo primo figlio, il piccolo Nicola, ma nonostante la lieta notizia, starebbe affrontando non poche difficoltà dopo la rottura con l'ex compagno Francesco. E anche l'avventura a Pechino Express non sarebbe stata delle più semplici. Paola Caruso avrebbe scoperto di aspettare un bambino proprio durante il reality in Marocco e per questa ragione avrebbe abbandonato il gioco. Inoltre, a causa [...]

Primo treno ad velocita' in Cina

Primo treno ad velocita' in Cina

Collega Hong Kong a Shenzen in 14 minuti

Storico accordo Cina-Vaticano sulla nomina dei vescovi

Storico accordo Cina-Vaticano sulla nomina dei vescovi

Roma, 22 set. (askanews) - Storico accordo fra il Vaticano e la Cina che riammette nel consesso vaticano 8 vescovi nominati da Pechino. L'accordo, benché per ora cautamente definito "provvisorio", dovrebbe garantire che in futuro la nomina dei vescovi avvenga con l approvazione di ambo le parti. In Cina esistono due Chiese cattoliche, una patriottica e una clandestina vicina al vaticano. Spiega il cardinale Pietro Parolin, segretario di stato ovvero ministro [...]

Adriana Volpe e la frecciatina a Giancarlo Magalli: ecco cosa ha detto su di lui a Pechino Express

Adriana Volpe e la frecciatina a Giancarlo Magalli: ecco cosa ha detto su di lui a Pechino Express

La prima tappa di Pechino Express è stata vinta da Adriana Volpe e Marcello Cirillo: i #Mattutini hanno già dimostrato una intesa davvero ottima, d’altronde i due colleghi si conoscono alla perfezione e gli anni trascorsi insieme a I Fatti Vostri gli torneranno utili. Intanto almeno a Adriana Volpe l’esperienza da co-conduttrice del programma mattutino di Michele Guardì è servito a sdrammatizzare la fatica e la tensione della prima tappa. La 45enne [...]

Adriana Volpe e la frecciatina a Giancarlo Magalli: ecco cosa ha detto su di lui a Pechino Express

Adriana Volpe e la frecciatina a Giancarlo Magalli: ecco cosa ha detto su di lui a Pechino Express

La prima tappa di Pechino Express è stata vinta da Adriana Volpe e Marcello Cirillo: i #Mattutini hanno già dimostrato una intesa davvero ottima, d’altronde i due colleghi si conoscono alla perfezione e gli anni trascorsi insieme a I Fatti Vostri gli torneranno utili. Intanto almeno a Adriana Volpe l’esperienza da co-conduttrice del programma mattutino di Michele Guardì è servito a sdrammatizzare la fatica e la tensione della prima tappa. La 45enne [...]

Dazi: Cina cancella ripresa colloqui con gli Usa

Dazi: Cina cancella ripresa colloqui con gli Usa

Lo riporta il Wall Street Journal citando fonti dell'amministrazione Usa

Trump lancia cyber-offensiva, Russia e Cina nel mirino

Trump lancia cyber-offensiva, Russia e Cina nel mirino

Nuova strategia contro interferenze voto e hackeraggio imprese

FOTO: Repubblica Popolare della Cina

Territori occupati dalle dinastie e dagli Stati moderni della storia cinese

Territori occupati dalle dinastie e dagli Stati moderni della storia cinese

Una delle statue che fa parte dell'esercito di terracotta nella tomba dell'imperatore Qin a Xi'An

Una delle statue che fa parte dell'esercito di terracotta nella tomba dell'imperatore Qin a Xi'An

Il Palazzo d'Estate a Pechino, con il lago Kunming utilizzato come pista da pattinaggio, il complesso fa parte di un parco, uno dei più belli della capitale cinese

Il Palazzo d'Estate a Pechino, con il lago Kunming utilizzato come pista da pattinaggio, il complesso fa parte di un parco, uno dei più belli della capitale cinese

Mao Zedong proclama la nascita della Repubblica Popolare Cinese il 1º ottobre 1949

Mao Zedong proclama la nascita della Repubblica Popolare Cinese il 1º ottobre 1949

Shanghai è la capitale economica della Cina e il maggior porto per merci del mondo

Shanghai è la capitale economica della Cina e il maggior porto per merci del mondo

Questa foto dal satellite mette bene in evidenza l'aridità della Cina occidentale e, al contrario, l'umidità della zona sudorientale

Questa foto dal satellite mette bene in evidenza l'aridità della Cina occidentale e, al contrario, l'umidità della zona sudorientale

Le precipitazioni in Cina

Le precipitazioni in Cina

In Cina primo corso per diventare esperti in Chianti

In Cina primo corso per diventare esperti in Chianti

A lezione di vino Chianti, in Cina. È nata la prima ‘Chianti Academy’ dedicata a professionisti del settore enologico che impareranno la storia e la cultura della denominazione toscana ma studieranno anche la catena di produzione, le politiche di tutela del prodotto, fino alla degustazione di 30 diverse etichette e l’abbinamento con il cibo. La Chianti Academy, spiega una nota, farà il suo esordio a Shenzhen il 20 e 21 settembre per poi trasferirsi a [...]

Prosecco bio sbarca nei migliori ristoranti italiani in Cina

Prosecco bio sbarca nei migliori ristoranti italiani in Cina

(ANSA) – MILANO, 20 SET – Una vendemmia che segna +20% rispetto al 2017 con una qualità altissima, un Prosecco biologico, 20.000 bottiglie nel 2019 e poi a crescere e infine lo sbarco in Cina sulle tavole dei 20 ristoranti italiani più blasonati di Shangai e Pechino. Questi gli obiettivi che Giancarlo Aneri ha presentato in occasione della vendemmia 2018. Secondo il produttore veronese, “nei prossimi dieci/quindici anni il Prosecco biologico prodotto [...]

Contro-dazi Cina per 60 mld ma Trump alza il tiro

Contro-dazi Cina per 60 mld ma Trump alza il tiro

'Siamo appena all'inizio'. Pechino ricorre al Wto

Azioni Netflix e Titoli Tecnologici Rimbalzano dopo notizie Guerra Commerciale USA CINA

Azioni Netflix e Titoli Tecnologici Rimbalzano dopo notizie Guerra Commerciale USA CINA

L'indice S & P 500 ha chiuso in rialzo martedì mentre le tariffe più basse del previsto imposte dagli Stati Uniti e dalla Cina hanno messo i freni alla prospettiva di una guerra commerciale in piena regola, provocando un'ondata di acquisti tra le azioni. Il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,71% circa. L'indice S & P 500 è salito dello 0,54%, mentre il Nasdaq Composite è salito dello 0,76%. L'ultima giostra della disputa commerciale tra Cina e [...]

Le destinazioni di Pechino Express 2018

Le destinazioni di Pechino Express 2018

Dazi: Cina ricorre al Wto dopo mossa Usa

Dazi: Cina ricorre al Wto dopo mossa Usa

(ANSA) – PECHINO, 18 SET – La Cina ha deciso di ricorrere all’Organizzazione mondiale del commercio contro gli ultimi dazi Usa sull’import di beni “made in China”: una mossa che “viola le regole del Wto”, si legge nella nota diffusa dal ministero del Commercio che punta il dito contro le “nuove incertezze” che pesano sul negoziato commerciale tra i due Paesi. Includendo i primi 50 miliardi e gli ultimi 200 miliardi, gli Usa hanno messo nel [...]

TRUMP: Cina usa Guerra Commerciale per intromissione nelle elezioni USA

Il presidente Donald Trump ha minacciato ulteriori rappresaglie contro la Cina se Pechino si rivolgesse agli operai agricoli o industriali statunitensi in mezzo a una disputa commerciale e accusasse la Cina di tentare di influenzare le elezioni americane prendendo di mira gli agricoltori. Trump ha fatto le accuse in un paio di post su Twitter mentre le due parti hanno lanciato nuove tariffe commerciali in una vertiginosa disputa commerciale. Pechino ha detto che [...]

Trump, Cina vuole influenzare voto Usa

Trump, Cina vuole influenzare voto Usa

(ANSA) – WASHINGTON, 18 SET – “La Cina sta cercando di influenzare le elezioni americane con una guerra commerciale, attaccando i nostri agricoltori, i nostri allevatori e i nostri lavoratori” in vista del voto di metà mandato di novembre. Lo afferma Donald Trump in un tweet che rivolto a Pechino aggiunge: “Loro sanno che io so come fermarli”. Il tycoon minaccia quindi “una grande e immediata rappresaglia” se la Cina reagirà all’ultima ondata [...]

Cina: è boom di auto elettriche

Cina: è boom di auto elettriche

La Cina potrebbe raggiungere oltre un milione di auto elettriche entro la fine del 2018. Ad affermarlo, l'Associazione Cinese dei Costruttori di Automobili (CAAM), dopo aver reso noto che a maggio 2018 son stati prodotti ben 96.000 veicoli elettrici. Con “veicoli elettrici” in Cina si fa riferimento sia a quelli puramente elettrici, sia agli ibridi combinati, quelli che i media chiamano “veicoli di nuova energia”. Non solo, 102.000 sono le macchine che son [...]

Dazi: Cina, 'contromisure' a mossa Usa

Dazi: Cina, 'contromisure' a mossa Usa

(ANSA) – PECHINO, 18 SET – La Cina prenderà “contromisure” dopo la decisione del presidente americano Donald Trump di varare nuovi dazi per 200 miliardi di dollari sull’import di circa 5.000 di prodotti “made in China” con aliquota al 10% dal 24 settembre, destinata a salire al 25% dall’1 gennaio 2019: in una breve nota, prima risposta ufficiale di Pechino sulla mossa, il ministero del Commercio ha espresso “profondo rammarico”, assicurando [...]