Cina

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Christina (given name)
In rilievo

Christina (given name)

Repubblica Popolare della Cina

La scheda: Repubblica Popolare della Cina

Coordinate: 35°N 103°E / 35°N 103°E35, 103
La Cina (中國T, 中国S, ZhōngguóP), ufficialmente la Repubblica Popolare Cinese (中華人民共和國T, 中华人民共和国S, Zhōnghuá Rénmín GònghéguóP ascolta la pronuncia in mandarino standard), è uno Stato sovrano situato nell'Asia orientale e il più popolato del mondo, con una popolazione di oltre 1,385 miliardi di persone.
La Cina è una Repubblica popolare in cui il potere è esercitato dal solo Partito Comunista Cinese. Il governo ha sede nella capitale Pechino ed esercita la propria giurisdizione su ventidue province, cinque regioni autonome, quattro municipalità direttamente controllate (Pechino, Tientsin, Shanghai e Chongqing) e due regioni amministrative speciali (Hong Kong e Macao) parzialmente autonome. La Cina rivendica la propria sovranità anche sull'isola di Formosa, che considera ufficialmente una sua provincia, sulla quale non esercita tuttavia alcun controllo diretto. L'isola è dal 1949 sotto il controllo del governo della Repubblica di Cina (Taiwan). La complessa condizione politica di Taiwan è una delle conseguenze della guerra civile cinese che ha preceduto la fondazione della Repubblica Popolare Cinese.
Con la sua superficie di circa 9 572 900 chilometri quadrati la Cina è il terzo Paese più grande del mondo per superficie. Il paesaggio della Cina è vasto e diversificato: va dalle steppe della foresta e i deserti dei Gobi e del Taklamakan nell'arido nord alle foreste subtropicali e umide del sud. L'Himalaya, il Karakoram, il Pamir e il Tian Shan sono le catene montuose che separano la Cina meridionale dall'Asia centrale. Il Fiume Azzurro e il Fiume Giallo, rispettivamente il terzo e il sesto più lunghi del mondo, scorrono dall'altopiano del Tibet verso la costa orientale densamente popolata. La costa della Cina lungo l'oceano Pacifico è lunga circa 14.500 chilometri ed è delimitata dal mare di Bohai, dal mar Giallo, dal mar Cinese Orientale e dal mar Cinese Meridionale.
L'antica civiltà cinese – una delle prime al mondo – si sviluppò inizialmente nelle pianure comprese tra il Fiume Giallo e il Fiume Azzurro. A partire dall'età del bronzo (verso la fine del II millennio a.C.) si ha evidenza di strutture feudali, in cui i nobili si raccoglievano intorno a monarchie ereditarie. Vi sono testimonianze di una casata regnante nella prima metà del I millennio a.C., nota come dinastia Zhou, il cui declino condusse alla nascita di un discreto numero di regni indipendenti in competizione per il predominio sulla regione, con stagioni di conflitto che si fecero particolarmente accese nel periodo che va dall'VIII al III secolo a.C. Nel 221 a.C. lo Stato di Qin sconfisse e conquistò i territori di tutti gli altri Stati combattenti dando vita al primo impero della storia cinese sotto la dinastia Qin.
Da quel momento il titolo di imperatore della Cina divenne il sinonimo della raggiunta supremazia. La dinastia Qin non durò a lungo, ma i popoli precedentemente conquistati vennero poco dopo riuniti sotto l'egida della dinastia Han (III secolo a.C.-III secolo d.C.). I quattro secoli in cui regnarono i sovrani della dinastia Han sono considerati cruciali per la definizione e affermazione della identità culturale cinese, tanto da divenire il termine con cui i cinesi definirono se stessi (con il termine appunto di etnia o popolo han). Da allora la storia cinese ha visto l'alternarsi di periodi di divisione e fasi di unificazione, con conseguenti periodi di frammentazione, contrazione o espansione territoriale, sotto l'egida di diverse dinastie, talora di etnia straniera (come nel caso dei mongoli o dei mancesi).
L'ultima dinastia fu quella dei Qing, il cui regno si concluse nel 1911 con la fondazione della Repubblica di Cina. Dopo la sconfitta dell'Impero giapponese durante la seconda guerra mondiale il Paese fu scosso dalla guerra civile che vedeva contrapposte le forze nazionaliste del Kuomintang, il partito che allora deteneva il governo del paese, e le forze facenti capo al Partito Comunista di Cina. Nel 1949 la guerra si concluse con la sconfitta del Kuomintang e la fuga del governo nazionalista sull'isola di Formosa, nella cui capitale Taipei ha tuttora sede l'attuale Repubblica di Cina, altresì nota come Taiwan. In seguito alla vittoria conseguita sul continente il 1º ottobre del 1949 a Pechino le forze comuniste guidate da Mao Zedong proclamarono ufficialmente la nascita della Repubblica Popolare Cinese.
Dopo l'introduzione di riforme economiche nel 1978 la Cina è diventata l'economia dalla crescita più rapida al mondo. A partire dal 2013 è la seconda economia più grande al mondo sia come PIL totale nominale, sia per parità di potere d'acquisto, è anche il più grande esportatore e importatore di merci al mondo. La Cina è ufficialmente uno Stato munito di armi nucleari e ha il più grande esercito permanente del mondo, con il secondo più grande bilancio della difesa. La Cina è membro delle Nazioni Unite dal 1971, quando ha preso il posto della Repubblica di Cina tra i seggi dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La Cina è anche membro di numerose organizzazioni multilaterali, tra cui l'OMC, l'APEC, il BRICS, l'Organizzazione di Shanghai per la cooperazione, il BCIM e il G-20. La Cina, unanimemente riconosciuta come grande potenza dal consesso internazionale, è una potenziale superpotenza secondo un certo numero di accademici e analisti che si occupano di questioni militari, politiche ed economiche.



Cina:
Dati amministrativi:
Nome completo: Repubblica Popolare Cinese
Nome ufficiale: 中华人民共和国 Zhōnghuá Rénmín Gònghéguó
Lingue ufficiali: Cinese standard
Capitale: Pechino  (24 516 000 ab. / 2016)
Politica:
Forma di governo: Repubblica socialista monopartitica con Riforme di Mercato[1]
Presidente della Repubblica: Xi Jinping
Primo ministro del Consiglio di Stato: Li Keqiang
Indipendenza: 1º ottobre 1949 proclamazione della Repubblica Popolare Cinese
Ingresso nell'ONU: 25 ottobre 1971[2]
Superficie:
Totale: 9.572.900 km² (3º)
 % delle acque: 2,8%
Popolazione:
Totale: 1.385.175.000 ab. (2016) (1º)
Densità: 143,7 ab./km² (81º)
Tasso di crescita: 0,481% (2012)[3]
Nome degli abitanti: Cinesi
Geografia:
Continente: Asia
Confini: Afghanistan, Bhutan, Birmania, Corea del Nord, India, Kazakistan, Kirghizistan, Laos, Mongolia, Nepal, Pakistan, Russia, Tagikistan, Vietnam
Fuso orario: UTC+8
Economia:
Valuta: Renminbi cinese
PIL (nominale): 10 991 571[4] milioni di $ (2015) (2º)
PIL pro capite (nominale): 7 990 $ (2015) (72º)
PIL (PPA): 19 406 520 milioni di $ (2015) (1º)
PIL pro capite (PPA): 15 399 $ (2016) (82º)
ISU (2016): 0,738 (alto) (90º)
Fecondità: 1,6 (2010)[5]
Varie:
Codici ISO 3166: CN, CHN, 156
TLD: .cn, .中國, .中国
Prefisso tel.: +86
Sigla autom.: CN
Inno nazionale: Marcia dei Volontari[?·info]
Festa nazionale: 1º ottobre
 

Dazi: negoziati con la Cina vanno bene

Dazi: negoziati con la Cina vanno bene

(ANSA) – WASHINGTON, 7 DIC – “I negoziati con la Cina stanno andando molto bene”: così Donald Trump su Twitter dopo la giornata nera sui mercati per i timori che il caso Huawei pregiudichi la tregua sui dazi.

Dazi, Cina: intesa con Usa in 90 giorni

Dazi, Cina: intesa con Usa in 90 giorni

(ANSA) – PECHINO, 6 DIC – La Cina si dice “molto fiduciosa” che un patto sul commercio con gli Usa possa essere raggiunto entro i tre mesi di moratoria sui dazi concessi dal presidente Usa Donald Trump. Lo ha detto il portavoce del ministero del Commercio di Pechino, Gao Feng sottolineando che la Cina “attuerà immediatamente” i termini della tregua con Washington. I colloqui, ha sottolineato il portavoce, inizieranno concentrandosi sui prodotti [...]

Cina: Canada rilasci la manager Huawei

Cina: Canada rilasci la manager Huawei

(ANSA) – PECHINO, 6 DIC – La Cina ha chiesto al Canada di rilasciare il capo dell’ufficio finanziario di Huawei, Meng Wanzhou, che è stato arrestato su richiesta degli Usa. Un caso che aggiunge tensione tra Pechino e Washington e che minaccia complicare i colloqui commerciali. La manager, figlia del fondatore della società, ora rischia la possibile estradizione verso gli Stati Uniti, dove è accusata di aver cercato di eludere le sanzioni degli Stati [...]

Tra Cina e Usa torna il gelo. In dubbio accordi G20

La Cina vuole lanciare una finta Luna

La Cina vuole lanciare una finta Luna

La Cina vuole lanciare una “finta luna”.   La citta' cinese di Chengdu vuole lanciare una finta luna per illuminare le strade al posto dei lampioni durante la notte. Il presidente di un’agenzia spaziale privata a Chengdu, in Cina, ha rivelato i piani per il lancio di una luna artificiale che sarebbe a otto volte più luminosa della luna reale ed in grado di illuminare al posto dei lampioni tradizionali. L’ambizioso progetto è stato annunciato in [...]

Fimi 2018 e' dedicato alla Cina

Fimi 2018 e' dedicato alla Cina

Messe Frankfurt Italia, focus su nuovo stile di vita

Cina-Ue: Baodong, consolidare relazioni

Cina-Ue: Baodong, consolidare relazioni

(ANSA) – ROMA, 5 DIC – Asia e Ue devono “consolidare le proprie relazioni” per difendere la prosperità fin qui conseguita di fronte alle sfide poste dai nazionalismi e dai populismi. Lo ha sottolineato Li Baodong, segretario generale del Boao Forum ed ex viceministro degli Esteri cinese, aprendo la seconda giornata della conferenza dell’organizzazione asiatica a Roma, dedicata alla cooperazione e al dialogo fra Asia ed Europa. Valerio De Molli, managing [...]

Vendite smartphone +1,4%, traina la Cina

Vendite smartphone +1,4%, traina la Cina

(ANSA) – ROMA, 5 DIC – I costruttori cinesi trainano il mercato degli smartphone, che chiude il terzo trimestre in crescita. Da luglio a settembre le vendite mondiali sono aumentate dell’1,4% su base annua, a quota 389 milioni di unità. I dati sono diffusi dalla società d’analisi Gartner, che evidenzia il ruolo determinante di Huawei e Xiaomi nell’incremento. In base ai dati, Samsung si conferma prima azienda mondiale, ma con vendite ancora in calo. [...]

Dazi, Borse in calo su dubbi intesa Usa-Cina

Dazi, Borse in calo su dubbi intesa Usa-Cina

Wall Street ha chiuso perdendo oltre il 3%

Mnuchin, da Cina servono passi concreti

Mnuchin, da Cina servono passi concreti

(ANSA) – WASHINGTON, 3 DIC – Perché il patto Trump-Xi porti a risultati veri “abbiamo bisogno di vedere qualcosa di concreto dalla Cina nei prossimi 90 giorni”: lo afferma il segretario al tesoro Usa, Steve Mnuchin, sottolineando come Pechino si sia impegnata anche sul fronte dei cambi. Trump guiderà direttamente e in prima persona i negoziati con la Cina, assistito dai suoi più stretti consiglieri, ha aggiunto Mnuchin spiegando come sarà il tycoon [...]

FOTO: Repubblica Popolare della Cina

Territori occupati dalle dinastie e dagli Stati moderni della storia cinese

Territori occupati dalle dinastie e dagli Stati moderni della storia cinese

Una delle statue che fa parte dell'esercito di terracotta nella tomba dell'imperatore Qin a Xi'An

Una delle statue che fa parte dell'esercito di terracotta nella tomba dell'imperatore Qin a Xi'An

Il Palazzo d'Estate a Pechino, con il lago Kunming utilizzato come pista da pattinaggio, il complesso fa parte di un parco, uno dei più belli della capitale cinese

Il Palazzo d'Estate a Pechino, con il lago Kunming utilizzato come pista da pattinaggio, il complesso fa parte di un parco, uno dei più belli della capitale cinese

Mao Zedong proclama la nascita della Repubblica Popolare Cinese il 1º ottobre 1949

Mao Zedong proclama la nascita della Repubblica Popolare Cinese il 1º ottobre 1949

Shanghai è la capitale economica della Cina e il maggior porto per merci del mondo

Shanghai è la capitale economica della Cina e il maggior porto per merci del mondo

Questa foto dal satellite mette bene in evidenza l'aridità della Cina occidentale e, al contrario, l'umidità della zona sudorientale

Questa foto dal satellite mette bene in evidenza l'aridità della Cina occidentale e, al contrario, l'umidità della zona sudorientale

Le precipitazioni in Cina

Le precipitazioni in Cina

Trump, grande balzo avanti con la Cina

Trump, grande balzo avanti con la Cina

(ANSA) – WASHINGTON, 3 DIC – “Con Xi è stato un incontro straordinario. Le relazioni con la Cina hanno fatto un grande balzo in avanti”: lo afferma Donald Trump su Twitter. “Il presidente Xi ed io abbiamo un rapporto molto forte e personale”, afferma Trump, sottolineando come “lui ed io siamo le sole due persone che possono portare a un cambiamento grande e molto positivo sul commercio e molto oltre tra i nostri due grandi Paesi”.

Trump: 'La Cina toglierà i dazi  sulle auto provenienti dagli Usa

Trump: 'La Cina toglierà i dazi sulle auto provenienti dagli Usa

   La Cina “ha concordato di ridurre e rimuovere i dazi sulle auto provenienti in Cina dagli Usa” che “attualmente sono al 40%”.     Lo scrive su Twitter il presidente americano Donald Trump, fornendo un ulteriore elemento legato verosimilmente al summit di sabato tenuto a Buenos Aires, a margine del G20, con il presidente cinese Xi Jinping, che ha sancito la tregua sui dazi di 90 giorni per definire un accordo a tutto tondo sul commercio.     [...]

La Cina dice basta alle nozze sfarzose

La Cina dice basta alle nozze sfarzose

(ANSA) – ROMA, 3 DIC – La Cina dice basta alle nozze sfarzose e agli scherzi pericolosi ai danni dei futuri sposi durante le feste alla vigilia del fatidico ‘sì’: Pechino, riporta la Bbc online, sta cercando di porre un freno a una crescente tendenza tra le coppie del Paese a organizzare matrimoni sontuosi, accompagnati – il giorno prima – da scherzi spesso violenti o con forti risvolti sessuali fatti ai promessi sposi dai loro amici. Secondo le [...]

Accordo Usa-Cina al G20, tregua di 90 giorni sui dazi

Accordo Usa-Cina al G20, tregua di 90 giorni sui dazi

Tregua tra Stati Uniti e Cina dopo la cena tra Donald Trump e Xi Jinping a Buenos Aires, al termine del lavori del G20. La Casa Bianca ha confermato che i due leader hanno concordato una tregua di 90 giorni sui dazi, durante i quali Stati Uniti e Cina i proseguiranno i negoziati. Secondo quanto avevano riportato alcuni media statali cinesi, Washington e Pechino si sono messi d’accordo per non imporre nuovi dazi a partire dal primo gennaio prossimo. Accordo al [...]

Borsa: Asia chiude in rialzo, vola Cina

Borsa: Asia chiude in rialzo, vola Cina

(ANSA) – MILANO, 3 DIC – Le Borse asiatiche chiudono in forte rialzo con gli investitori che festeggiano la tregua Usa-Cina sul commercio siglata sabato a margine del G20 da Donald Trump e Xi Jinping. Gli investitori, inoltre, guardano alla decisione di Russia e Arabia Saudita di estendere il loro accordo per gestire il mercato petrolifero. Tokyo archivia la seduta ai massimi da sei settimane e guadagna l’1%. Sul mercato valutario lo yen si indebolisce [...]

Trump, Cina rimuoverà su auto da Usa

Trump, Cina rimuoverà su auto da Usa

(ANSA) – PECHINO, 3 DIC – La Cina “ha concordato di ridurre e rimuovere i dazi sulle auto provenienti in Cina dagli Usa” che “attualmente sono al 40%”. Lo scrive su Twitter il presidente americano Donald Trump, fornendo un ulteriore elemento legato verosimilmente al summit di sabato tenuto a Buenos Aires, a margine del G20, con il presidente cinese Xi Jinping, che ha sancito la tregua sui dazi di 90 giorni per definire un accordo a tutto tondo sul [...]

Trump: Cina toglierà dazi da auto Usa

Trump: Cina toglierà dazi da auto Usa

(ANSA) – PECHINO, 3 DIC – La Cina “ha concordato di ridurre e rimuovere i dazi sulle auto provenienti in Cina dagli Usa” che “attualmente sono al 40%”. Lo scrive su Twitter il presidente americano Donald Trump, fornendo un ulteriore elemento legato verosimilmente al summit di sabato tenuto a Buenos Aires, a margine del G20, con il presidente cinese Xi Jinping, che ha sancito la tregua sui dazi di 90 giorni per definire un accordo a tutto tondo sul [...]

Usa-Cina, tregua di 90 giorni sui dazi

Usa-Cina, tregua di 90 giorni sui dazi

Usa-Cina, tregua di 90 giorni sui dazi

Usa-Cina, tregua di 90 giorni sui dazi

Al G20 evitato lo scontro. Restano le divisioni sul clima

Cina sostiene nuovo summit Trump-Kim

Cina sostiene nuovo summit Trump-Kim

(ANSA) – PECHINO, 2 DIC – La Cina “sostiene gli sforzi” per la definizione di un secondo summit tra Usa e Corea del Nord, dopo quello di Singapore del 12 giugno tra i rispettivi leader Donald Trump e Kim Jong-un: è la rassicurazione data dal ministro degli Esteri Wang Yi, nel corso del briefing con i media tenuto al termine del summit a margine del G20 di Buenos Aires tra i presidenti Xi Jinping e Trump.