Continente europeo

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Summer
In rilievo

Summer

Stati del mondo

La scheda: Stati del mondo

Gli Stati del mondo sono 206, di cui 196 riconosciuti sovrani. Sono considerati solo gli Stati indipendenti e non quelli membri di federazioni. Tra parentesi ne è indicato il nome completo.


no base NATO ai confini Russia

no base NATO ai confini Russia

Cesare Sacchetti‏ @CesareSacchetti 8 h8 ore fa Non esiste più la protezione dei bambini. Non esiste più la compassione per le vittime. Non esiste più l'umanità. Esiste solo l'odio per le vittime e l'amore per gli assassini, purché immigrati. Questa oggi è ciò che si chiama "sinistra". a nessuna base NATO ai confini con la Russia e i maomettani verranno presi dal panico! Lorenzojhwh UniusREI 3 giorni fa disobeying Unius REI is high treason: the [...]

In Valmalenco alla scoperta del Lago Pirola

In Valmalenco alla scoperta del Lago Pirola

Il Lago Pirola, dalle profonde acque blu, è situato sopra la Val Ventina, in alta Val Malenco, in un ambiente appartato dove dominano pietraie e piccole falesie di serpentino rosso. Circondato dal Torrione Porro (m. 2357) a sudovest e dal Monte Senevedo (m. 2561) a nordest, ha una forma allungata con andamento ovest-est e pare adagiato tra le pareti di un fiordo. Il suo bacino è stato incrementato con la costruzione di una diga....Scopri l'itinerario GUARDA IL [...]

EVENTI: Stati del mondo

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel giugno del 323 il grande re macedone morì a Babilonia per una febbre malarica, tramontò così il suo sogno della realizzazione di un impero universale.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Nel 401 Sparta inviò in Asia un corpo di 13.

Dal 1945 al 1991 l'Europa si ritrovò attraversata dalla cosiddetta cortina di ferro, ovvero la linea di confine fra il blocco occidentale-capitalista e quello orientale-comunista, situazione finita con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e che al momento è ancora in fase di assestamento, con la creazione dell'Unione europea, il problema dei rapporti con il mondo arabo nel bacino del Mediterraneo e del confronto con il ruolo egemonico assunto dagliS.

Dal 1945 al 1991 l'Europa si ritrovò attraversata dalla cosiddetta cortina di ferro, ovvero la linea di confine fra il blocco occidentale-capitalista e quello orientale-comunista, situazione finita con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e che al momento è ancora in fase di assestamento, con la creazione dell'Unione europea, il problema dei rapporti con il mondo arabo nel bacino del Mediterraneo e del confronto con il ruolo egemonico assunto dagliS.

Dal 1945 al 1991 l'Europa si ritrovò attraversata dalla cosiddetta cortina di ferro, ovvero la linea di confine fra il blocco occidentale-capitalista e quello orientale-comunista, situazione finita con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e che al momento è ancora in fase di assestamento, con la creazione dell'Unione europea, il problema dei rapporti con il mondo arabo nel bacino del Mediterraneo e del confronto con il ruolo egemonico assunto dagliS.

Dal 1945 al 1991 l'Europa si ritrovò attraversata dalla cosiddetta cortina di ferro, ovvero la linea di confine fra il blocco occidentale-capitalista e quello orientale-comunista, situazione finita con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e che al momento è ancora in fase di assestamento, con la creazione dell'Unione europea, il problema dei rapporti con il mondo arabo nel bacino del Mediterraneo e del confronto con il ruolo egemonico assunto dagliS.

Dal 1945 al 1991 l'Europa si ritrovò attraversata dalla cosiddetta cortina di ferro, ovvero la linea di confine fra il blocco occidentale-capitalista e quello orientale-comunista, situazione finita con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e che al momento è ancora in fase di assestamento, con la creazione dell'Unione europea, il problema dei rapporti con il mondo arabo nel bacino del Mediterraneo e del confronto con il ruolo egemonico assunto dagliS.

Dal 1945 al 1991 l'Europa si ritrovò attraversata dalla cosiddetta cortina di ferro, ovvero la linea di confine fra il blocco occidentale-capitalista e quello orientale-comunista, situazione finita con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e che al momento è ancora in fase di assestamento, con la creazione dell'Unione europea, il problema dei rapporti con il mondo arabo nel bacino del Mediterraneo e del confronto con il ruolo egemonico assunto dagliS.

Dal 1945 al 1991 l'Europa si ritrovò attraversata dalla cosiddetta cortina di ferro, ovvero la linea di confine fra il blocco occidentale-capitalista e quello orientale-comunista, situazione finita con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e che al momento è ancora in fase di assestamento, con la creazione dell'Unione europea, il problema dei rapporti con il mondo arabo nel bacino del Mediterraneo e del confronto con il ruolo egemonico assunto dagliS.

Dal 1945 al 1991 l'Europa si ritrovò attraversata dalla cosiddetta cortina di ferro, ovvero la linea di confine fra il blocco occidentale-capitalista e quello orientale-comunista, situazione finita con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e che al momento è ancora in fase di assestamento, con la creazione dell'Unione europea, il problema dei rapporti con il mondo arabo nel bacino del Mediterraneo e del confronto con il ruolo egemonico assunto dagliS.

Nel 1914 tali tensioni sfociarono nella prima guerra mondiale che si concluse nel 1918 con la sconfitta degli Imperi continentali tedesco e austro-ungarico e la vittoria dell'intesa, cioè Regno Unito, Francia, Regno d'Italia e Stati Uniti d'America, nonché della neonata Unione sovietica socialista, succeduta all'impero russo.

Nel 1914 tali tensioni sfociarono nella prima guerra mondiale che si concluse nel 1918 con la sconfitta degli Imperi continentali tedesco e austro-ungarico e la vittoria dell'intesa, cioè Regno Unito, Francia, Regno d'Italia e Stati Uniti d'America, nonché della neonata Unione sovietica socialista, succeduta all'impero russo.

Nel 1914 tali tensioni sfociarono nella prima guerra mondiale che si concluse nel 1918 con la sconfitta degli Imperi continentali tedesco e austro-ungarico e la vittoria dell'intesa, cioè Regno Unito, Francia, Regno d'Italia e Stati Uniti d'America, nonché della neonata Unione sovietica socialista, succeduta all'impero russo.

Nel 1914 tali tensioni sfociarono nella prima guerra mondiale che si concluse nel 1918 con la sconfitta degli Imperi continentali tedesco e austro-ungarico e la vittoria dell'intesa, cioè Regno Unito, Francia, Regno d'Italia e Stati Uniti d'America, nonché della neonata Unione sovietica socialista, succeduta all'impero russo.

Nel 1914 tali tensioni sfociarono nella prima guerra mondiale che si concluse nel 1918 con la sconfitta degli Imperi continentali tedesco e austro-ungarico e la vittoria dell'intesa, cioè Regno Unito, Francia, Regno d'Italia e Stati Uniti d'America, nonché della neonata Unione sovietica socialista, succeduta all'impero russo.

Nel 1914 tali tensioni sfociarono nella prima guerra mondiale che si concluse nel 1918 con la sconfitta degli Imperi continentali tedesco e austro-ungarico e la vittoria dell'intesa, cioè Regno Unito, Francia, Regno d'Italia e Stati Uniti d'America, nonché della neonata Unione sovietica socialista, succeduta all'impero russo.

Nel 1914 tali tensioni sfociarono nella prima guerra mondiale che si concluse nel 1918 con la sconfitta degli Imperi continentali tedesco e austro-ungarico e la vittoria dell'intesa, cioè Regno Unito, Francia, Regno d'Italia e Stati Uniti d'America, nonché della neonata Unione sovietica socialista, succeduta all'impero russo.

Nel 1914 tali tensioni sfociarono nella prima guerra mondiale che si concluse nel 1918 con la sconfitta degli Imperi continentali tedesco e austro-ungarico e la vittoria dell'intesa, cioè Regno Unito, Francia, Regno d'Italia e Stati Uniti d'America, nonché della neonata Unione sovietica socialista, succeduta all'impero russo.

Nel 1815 l'unica città con più di un milione di abitanti era Londra che aveva già vissuto la prima rivoluzione industriale, seguivano tre città con circa 500.

Nel 1815 l'unica città con più di un milione di abitanti era Londra che aveva già vissuto la prima rivoluzione industriale, seguivano tre città con circa 500.

Nel 1815 l'unica città con più di un milione di abitanti era Londra che aveva già vissuto la prima rivoluzione industriale, seguivano tre città con circa 500.

Nel 1815 l'unica città con più di un milione di abitanti era Londra che aveva già vissuto la prima rivoluzione industriale, seguivano tre città con circa 500.

Tra il 1783 e il 1784 Henry Cort introdusse nella siderurgia la laminazione e il puddellaggio.

Tra il 1783 e il 1784 Henry Cort introdusse nella siderurgia la laminazione e il puddellaggio.

Tra il 1783 e il 1784 Henry Cort introdusse nella siderurgia la laminazione e il puddellaggio.

Tra il 1783 e il 1784 Henry Cort introdusse nella siderurgia la laminazione e il puddellaggio.

Nel 1787 Edmund Cartwright inventò il telaio meccanico, che fu perfezionato e adottato nei decenni successivi: intorno al 1825, un solo operaio, sorvegliando due telai meccanici, poteva sbrigare un lavoro che con i telai a mano avrebbe richiesto l'opera di una quindicina di persone.

Nel 1787 Edmund Cartwright inventò il telaio meccanico, che fu perfezionato e adottato nei decenni successivi: intorno al 1825, un solo operaio, sorvegliando due telai meccanici, poteva sbrigare un lavoro che con i telai a mano avrebbe richiesto l'opera di una quindicina di persone.

Nel 1787 Edmund Cartwright inventò il telaio meccanico, che fu perfezionato e adottato nei decenni successivi: intorno al 1825, un solo operaio, sorvegliando due telai meccanici, poteva sbrigare un lavoro che con i telai a mano avrebbe richiesto l'opera di una quindicina di persone.

Nel 1787 Edmund Cartwright inventò il telaio meccanico, che fu perfezionato e adottato nei decenni successivi: intorno al 1825, un solo operaio, sorvegliando due telai meccanici, poteva sbrigare un lavoro che con i telai a mano avrebbe richiesto l'opera di una quindicina di persone.

Festa per le Azzurre è l'Italia che piace!

Festa per le Azzurre è l'Italia che piace!

Il capo della Stato Mattarella vorrebbe che l'Italia somigliasse di più alla nostra nazionale femminile di volley.

Venezia sott'acqua

Venezia sott'acqua

Livello da record: acqua alta eccezionale, ma i veneziani sembrano preparati. Stop ai vaporetti.

Italia flagellata da pioggia e vento

Italia flagellata da pioggia e vento

Milano in tilt: allerta per Seveso e Lambro. Le prossime ore saranno decisive.

Maltempo, Liguria

Maltempo, Liguria

Vento, pioggia e mareggiate. Lo stato di allerta è di grado massimo.

Risultati Mezza Maratona città di Ancona

Risultati Mezza Maratona città di Ancona

Bella gara andata in scena ad Ancona che ha vissuto le emozioni della Mezza Maratona, organizzata come di consuetudine dalla Sef Stamura. Una mattinata di sport, condivisione e agonismo all’insegna dei sani valori derivanti da questa antichissima disciplina che ancora oggi raccoglie centinaia di appassionati. Più di duemila gli iscritti suddivisi tra la classica maratona di 21.097 chilometri, la 10 chilometri agonistica e non agonostica, la camminata cittadina [...]

Leonardo, Codice Leicester agli Uffizi

Leonardo, Codice Leicester agli Uffizi

(ANSA) – FIRENZE, 29 OTT – Grande impiego di tecnologie digitali per la mostra-evento agli Uffizi di Firenze, ‘L’acqua microscopio della natura’, curata da Paolo Galluzzi, dove è esposto anche il Codice Leicester (già codice Hammer) prestato da Bill Gates. La rassegna apre di fatto le celebrazioni del 2019 per il 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci, viene inaugurata al pubblico domani e prosegue fino al 20 gennaio. Protagonista è [...]

Leicester, lo schianto dell'elicottero

Leicester, lo schianto dell'elicottero

Le telecamere di sicurezza hanno ripreso il momento in cui il veivolo è precipitato

Maltempo: Sappada isolata. Frana strada

Maltempo: Sappada isolata. Frana strada

(ANSA) – UDINE, 29 OTT – Il perdurare delle cattive condizioni meteo che da ieri si sta abbattendo sul Fvg ha reso impraticabili le strade intorno al comune di Sappada, che dal primo pomeriggio risulta isolato: non si può raggiungere né dal versante veneto né da quello friulano. In Fvg, nella fascia pedemontana e nella zona montana, il maltempo non dà tregua. Le forti piogge hanno causato la frana della strada di accesso al ponte di Luincis in provincia [...]

FOTO: Stati del mondo

Vecchio_continente

Vecchio_continente

Vecchio_Continente

Vecchio_Continente

Europei

Europei

Europea

Europea

Continente_europeo

Continente_europeo

Europee

Europee

Europa

Europa

Borsa: Europa chiude in rialzo

Borsa: Europa chiude in rialzo

(ANSA) – MILANO, 29 OTT – Chiusura in rialzo per le principali borse europee. Francoforte ha guadagnato l’1,2% a 11.335 punti e Londra l’1,25% a 7.026 punti. Più cauta Parigi (+0,44% a 4.989 punti).

Crollato pezzo diga porto Riva a Rapallo

Crollato pezzo diga porto Riva a Rapallo

(ANSA) – GENOVA, 29 OTT – Un pezzo della diga del porto turistico Carlo Riva di Rapallo ha ceduto a causa della violenta mareggiata che ha colpito la costa del levante ligure. La diga era già stata danneggiata da un colpo di mare diversi anni fa ed era stata sottoposta a lavori per rinforzare la struttura. Al momento non si segnalano feriti. Nel porto Carlo Riva di Rapallo molti addetti sono al lavoro per cercare di mettere in sicurezza le numerose [...]

Bonafede,Battisti deve tornare in Italia

Bonafede,Battisti deve tornare in Italia

(ANSA) – ROMA, 29 OTT – “Cesare Battisti deve tornare in Italia. Da mesi gli uffici del ministero hanno avviato contatti con le autorità brasiliane, tenendosi pronti a un evento che avrebbe potuto cambiare le cose, come la vittoria di Jair Bolsonaro alle elezioni presidenziali. Seguiamo la situazione con la massima attenzione. Lo dobbiamo alle famiglie delle vittime di Battisti, lo dobbiamo anche al Paese”. Così il ministro della Giustizia Alfonso [...]

Campidoglio, 250 interventi per alberi

Campidoglio, 250 interventi per alberi

(ANSA) – ROMA, 29 OTT – Sono fino ad ora 250 gli interventi per alberi e rami caduti a Roma a causa dell’ “ondata straordinaria di maltempo”. Lo rende noto il Campidoglio. “Quello che si sta verificando in queste ore è un evento straordinario, con vento a tempesta che ha raggiunto raffiche anche di 105 km orari, che sta causando danni sul verde urbano a Roma come nelle altre città interessate da questa eccezionale ondata di maltempo – dichiara [...]

Maltempo:Firenze,bimbi restano in scuole

Maltempo:Firenze,bimbi restano in scuole

(ANSA) – FIRENZE, 29 OTT – “Voglio tranquillizzare i genitori degli alunni delle scuole del @comunefi. Nessuno sarà fatto uscire da scuola finché è in corso il picco del maltempo. Prudenza, non vi affrettate, i bambini vi aspetteranno al sicuro #allertameteoTOS”. Lo dice in un tweet il vicesindaco di Firenze, Cristina Giachi dopo un violento temporale su Firenze nel pomeriggio. Inoltre a Firenze è stata momentaneamente interrotta la tramvia a causa [...]

Cade albero a Napoli, muore un 21enne

Cade albero a Napoli, muore un 21enne

(ANSA) – NAPOLI, 29 OTT – Un giovane di 21 anni, della provincia di Caserta, è morto schiacciato da un albero che gli è crollato addosso mentre camminava in via Claudio, nel quartiere Fuorigrotta di Napoli. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno chiesto l’intervento del 118. Il ragazzo è stato portato nel vicino ospedale San Paolo dove però è deceduto.

Mauritius più vicina all’Italia con il nuovo volo diretto da Roma targato Alitalia

Mauritius più vicina all’Italia con il nuovo volo diretto da Roma targato Alitalia

A Fiumicino è stata inaugurata la nuova rotta Alitalia Roma-Mauritius, unico collegamento di linea diretto tra l’Italia e la Repubblica di Mauritius. La nuova tratta prevede 3 voli alla settimana per tutta la stagione invernale fino al 30 marzo 2019 (ultimo volo di rientro da Mauritius). “L’obiettivo – spiega la compagnia – è quello di rispondere alla forte richiesta di collegamenti diretti fra i due Paesi, soprattutto nel periodo invernale, per [...]

Tg Meteo Regionale Abruzzo

Tg Meteo Regionale Abruzzo

Le previsioni per la mattina e il pomeriggio.

Tg Meteo Regionale Puglia

Tg Meteo Regionale Puglia

Le previsioni per la mattina e il pomeriggio.

Forte vento a Napoli,dirottati sei aerei

Forte vento a Napoli,dirottati sei aerei

(ANSA) – NAPOLI, 29 OTT – Difficoltà per le partenze e per gli arrivi nell’aeroporto di Napoli Capodichino dove alcuni voli sono stati dirottati in altri scali per motivi di sicurezza, a causa del forte vento di Scirocco. A Brindisi sono stati dirottati due aerei provenienti da Ginevra e Eindhoven; a Lamezia Terme sono atterrati invece tre voli diretti a Napoli e partiti da Bublino, Amsterdam e Malpensa. Un altro volo proveniente da Basilea è stato [...]