Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Gerry Scotti
In rilievo

Gerry Scotti

Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana

La scheda: Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana

Il Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana è un corpo militare speciale volontario ausiliario delle forze armate italiane, la cui costituzione risale al 1866.


Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana:
Stemma del Corpo Militare volontario della Croce Rossa Italiana
Descrizione generale:
Attiva: 1866 - oggi
Nazione: Regno d'Italia  Italia
Tipo: Corpo speciale volontario ausiliario delle FF.AA.
Ruolo: Primo soccorso in zone di guerra o di operazioni umanitarie multinazionali, protezione civile, NBC
Dimensione: 19.314 unità in riserva
Ispettorato nazionale: Via "M.O.vm S.Ten.me CRI Luigi Pierantoni, 3/5, Roma
Motto: Inter arma caritas
Colori: Beige Libia IC 038 per i mezzi
Decorazioni: medagliereCorpo militare Cri
Parte di:
Croce Rossa Italiana Ministero della Difesa
Comandanti:
Ispettore nazionale: Maggior generale CRI Gabriele Lupini
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana:
Stemma del Corpo Militare volontario della Croce Rossa Italiana
Descrizione generale:
Attiva: 1866 - oggi
Nazione: Regno d'Italia  Italia
Tipo: Corpo speciale volontario ausiliario delle FF.AA.
Ruolo: Primo soccorso in zone di guerra o di operazioni umanitarie multinazionali, protezione civile, NBC
Dimensione: 19.314 unità in riserva
Ispettorato nazionale: Via "M.O.vm S.Ten.me CRI Luigi Pierantoni, 3/5, Roma
Motto: Inter arma caritas
Colori: Beige Libia IC 038 per i mezzi
Decorazioni: medagliereCorpo militare Cri
Parte di:
Croce Rossa Italiana Ministero della Difesa
Comandanti:
Ispettore nazionale: Maggior generale CRI Gabriele Lupini
Voci su unità militari presenti su Wikipedia
1 Storia
1.1 Prima guerra mondiale (1915-1918)
1.2 Guerra di Liberazione (1943-1945)
2 Disciplina normativa
3 Le attività
4 Il personale
5 Uniforme, gradi e fregi
6 Armi, materiali e mezzi
6.1 Armi
6.2 Materiali ed equipaggiamenti
6.3 Mezzi
6.3.1 Ruotati tattici
6.3.2 Ruotati Protetti
6.3.3 Ruotati Speciali
6.3.4 Macchine operatrici
7 STANAG vari
8 Bracciale sanitario internazionale
9 Operazioni nazionali e missioni internazionali
9.1 Operazioni in territorio nazionale in atto
9.2 Operazioni in territorio nazionale concluse
9.3 Missioni oltremare in atto
9.4 Missioni oltremare concluse
10 Distribuzione dei Centri di mobilitazione, a livello nazionale
11 Onorificenze
11.1 Al valor militare
11.2 Al valor civile
11.3 Al merito civile
11.4 Al merito della sanità pubblica
11.5 Al merito della Croce Rossa Italiana
11.6 Eventi sismici
11.7 Guerra di Corea (25 giugno 1950 - 29 luglio 1953)
12 Comandanti del Corpo
13 Note
14 Voci correlate
15 Altri progetti
16 Collegamenti esterni

Il Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana è un corpo militare speciale volontario ausiliario delle forze armate italiane, la cui costituzione risale al 1866.

La sua organizzazione ed il suo funzionamento sono regolati dal "Codice dell'ordinamento militare" (decreto legislativo n. 66/2010), che ha assorbito quasi interamente il regio decreto 10 febbraio 1936, n. 484 e successive modificazioni, rimaste in vigore per oltre 70 anni.

Il Corpo militare volontario esplica le proprie attività istituzionali sia in tempo di guerra, sia in tempo di pace.
In tempo di guerra il Corpo militare volontario:
provvede all'assistenza, allo sgombero e alla cura dei feriti e delle vittime, tanto civili quanto militari
organizza ed esegue misure di difesa sanitaria antiaerea
disimpegna il servizio di ricerca e assistenza dei prigionieri di guerra, degli internati, dei dispersi, dei profughi, dei deportati e dei rifugiati
svolge attività di assistenza sanitaria in relazione alla difesa civile.
In tempo di pace il Corpo militare volontario:
partecipa alle missioni internazionali di pace, a fianco dei reparti delle forze armate e delle forze di polizia impegnate in quei territori, provvedendo all'assistenza medico-sanitaria di civili e militari, collaborando a stretto contatto col personale militare sanitario degli altri reparti delle Forze armate, impiegando mezzi, materiali, potabilizzatori dell'acqua, attrezzature, nonché personale medico altamente specializzato
provvede al mantenimento e alla gestione dei centri di mobilitazione e delle basi logistiche
cura la custodia e il mantenimento delle dotazioni sanitarie
provvede all'addestramento e all'aggiornamento del proprio personale
si occupa della diffusione del diritto internazionale umanitario e delle norme di pronto soccorso sanitario tra il personale delle Forze armate
concorre al servizio di assistenza sanitaria nel caso di grandi manifestazioni ed eventi, nonché per esercitazioni militari,
fornisce assistenza sanitaria alle Forze armate e alle forze di polizia nei poligoni di tiro o nel disinnesco ordigni EOD
è impiegato in caso di calamità naturali o disastri con funzioni di protezione civile.
Per svolgere le funzioni di soccorso sanitario di massa, in guerra come in caso di catastrofe, il Corpo opera attraverso l'impiego di reparti, unità e formazioni campali, raggruppamenti e gruppi sanitari mobili, ospedali da campo attendati e baraccati, treni ospedali, posti di soccorso attendati ed accantonabili, reparti di soccorso motorizzati.

È costituito esclusivamente da personale volontario in congedo, iscritto in due differenti Ruoli a seconda dell'età e della posizione nei confronti degli obblighi di leva: Ruolo Normale Mobile e Ruolo Speciale.
Tutto il personale del Corpo militare volontario è in posizione di riserva, ed è richiamato in servizio attivo, con precetto, al verificarsi di particolari esigenze di emergenza, ovvero per motivi di addestramento ed istruzione. Il personale che si trova in servizio permanente è esclusivamente personale civile del Ministero della Difesa deputato alla regolare gestione dei centri di mobilitazione e dell'Ispettorato nazionale del Corpo, infatti dal 1º gennaio 2018 non c'è più personale del Corpo in servizio attivo.
Il Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana ha tre bande musicali dislocate a Roma, Firenze e Palermo e una fanfara dislocata a Torino, nel Centro polifunzionale della Croce Rossa Italiana di Settimo Torinese.

L'uniforme in uso è analoga a quella dell'Esercito Italiano ed il suo personale è sottoposto all'ordinamento disciplinare e penale militare.

VIII bianco = ex VIII Centro di mobilitazione, Firenze (8° Base Logistica)
II amaranto = II Nucleo operativo pronto impiego, Modugno (BA)
II bianco = II Nucleo decontaminazione e bonifica, Genova (Nucleo NBCR)
IX amaranto = ex IX Centro di mobilitazione, Roma
I.N. amaranto = Ispettorato nazionale del Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana, Roma
Stanag VIII VIII Centro di Mobilitazione di Firenze (8° Base Logistica)
Stanag VIII VIII Centro di Mobilitazione di Firenze (8° Base Logistica)
Stanag 2° NOPI II Nucleo Operativo Pronto Impiego di Modugno (BA)
Stanag 2° NOPI II Nucleo Operativo Pronto Impiego di Modugno (BA)
Stanag 2°NDB II Nucleo Decontaminazione e Bonifica Genova Nucleo NBCR
Stanag 2°NDB II Nucleo Decontaminazione e Bonifica Genova Nucleo NBCR
Stanag IX IX Centro di Mobilitazione di Roma
Stanag IX IX Centro di Mobilitazione di Roma
Stanag I.N. Ispettorato Nazionale del Corpo Militare C.R.I. di Roma
Stanag I.N. Ispettorato Nazionale del Corpo Militare C.R.I. di Roma

(categoria B) È stabilito dalla 1ª e dalla 2ª convenzione di Ginevra del 12 agosto 1949. Consiste in una fascia di tela bianca dell'altezza di cm 10, sulla quale è cucita una croce di panno rosso. È portato dal personale del servizio sanitario nei limiti e nelle forme indicate dalle citate convenzioni. La violazione, da parte del personale che lo indossa, delle condizioni sotto le quali le convenzioni internazionali accordano la protezione, qualora non configurabili come reato, costituiscono comunque grave infrazione disciplinare. Il bracciale si indossa solo con le uniformi da combattimento, di servizio e derivate su entrambe le maniche al di sopra del gomito.
Bracciale Internazionale Sanitario
Bracciale Internazionale Sanitario

I Centri di mobilitazione distribuiti su tutto il territorio nazionale, sono gestiti e diretti a livello nazionale dall'Ispettorato nazionale del Corpo militare, ed al livello territoriale dai Comandi regione militari.
Centri di mobilitazione fino al 2016:
I Centro di mobilitazione - Torino, con competenza territoriale sulle regioni Piemonte e Valle d'Aosta
III Centro di mobilitazione - Milano
IV Centro di mobilitazione - Genova
V Centro di mobilitazione - Verona (5ª Base logistica), con competenza territoriale sulle regioni Veneto, Friuli-Venezia Giulia e sulle Province Autonome di Trento e di Bolzano
VI Centro di mobilitazione - Bologna
VIII Centro di mobilitazione - Firenze (8ª Base logistica)
IX Centro di mobilitazione - Roma, con competenza territoriale sulle regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo
X Centro di mobilitazione - Napoli, con competenza territoriale sulle regioni Campania, Molise e Calabria
XI Centro di mobilitazione - Bari (11ª Base logistica), con competenza territoriale sulle regioni Puglia e Basilicata
XII Centro di mobilitazione - Palermo
XIV Centro di mobilitazione - Cagliari
Con l'entrata in vigore del Provvedimento n. 182 del 31 agosto 2016 del Presidente nazionale la distribuzione dei Centri di mobilitazione non è più su base regionale ma per macro-regioni:
Centro di mobilitazione della Croce Rossa Italiana - Nord Ovest: con sede a Genova e competenza territoriale sulle regioni Liguria, Piemonte, Valle d'Aosta e Lombardia. Accorpa gli ex I, III e IV Centro di mobilitazione ed include l’ex CIE di Settimo Torinese e la Sala operativa nazionale (SON) di Legnano. È articolato su:
Centro di mobilitazione della Croce Rossa Italiana - Nord Est: con sede a Verona e competenza territoriale sulle regioni Veneto, Friuli-Venezia Giulia e sulle Province Autonome di Trento e di Bolzano. Include l'ex Centro di mobilitazione e l’ex CIE di Verona. È articolato su:
Centro di mobilitazione della Croce Rossa Italiana - Tosco Emiliano: con sede a Firenze e competenza territoriale sulle regioni Toscana ed Emilia-Romagna. Accorpa gli ex VI e l’VIII Centro di mobilitazione. È articolato su:
Centro di mobilitazione della Croce Rossa Italiana - Italia Centrale e Capitale: con sede a Roma (Caserma Luigi Pierantoni) e competenza territoriale sulle regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo. Include l'ex IX Centro di mobilitazione ed l’ex CIE di Roma. È articolato su:
Centro di mobilitazione della Croce Rossa Italiana - Meridionale: con sede a Bari e competenza territoriale sulle regioni Campania, Molise, Calabria, Puglia e Basilicata. Accorpa gli ex X e XI Centro di Mobilitazione ed include l’ex CIE di Salerno. È articolato su:
Centro di mobilitazione della Croce Rossa Italiana - Sicilia: con sede a Palermo e competenza territoriale sulla regione Sicilia. Include l'ex XII Centro di mobilitazione e l’ex CIE di Buonfornello di Termini Imerese (PA). È articolato su:
Centro di mobilitazione della Croce Rossa Italiana - Sardegna: con sede a Cagliari e competenza territoriale sulla regione Sardegna. Include l'ex XIV Centro di mobilitazione. È articolato su:

Il Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana, nel corso della sua storia, è stato insignito delle seguenti onorificenze:

La Croce Rossa Italiana partecipò sul campo con:
circa 1.200 ufficiali
circa 9.500 militi
circa 8.200 crocerossine
Una aliquota di questo contingente si integrò nelle unità di sanità del Regio Esercito Italiano, mentre la maggior parte era rimasta in servizio presso la stessa Croce Rossa Italiana.
La struttura della Croce Rossa Italiana comprendeva:
209 unità divise tra: 65 ospedali da guerra attendati 3 ospedali di tappa 4 sezioni di sanità 32 ambulanze da montagna 29 posti di soccorso ferroviario 24 treni ospedale 15 sezioni automobili 1 ambulanza lagunare 1 ambulanza fluviale 6 ambulanze radiologiche 1 ambulanza fornita di elettrovibratore 4 bagni doccia mobili
65 ospedali da guerra attendati
3 ospedali di tappa
4 sezioni di sanità
32 ambulanze da montagna
29 posti di soccorso ferroviario
24 treni ospedale
15 sezioni automobili
1 ambulanza lagunare
1 ambulanza fluviale
6 ambulanze radiologiche
1 ambulanza fornita di elettrovibratore
4 bagni doccia mobili

In seguito all'armistizio di Cassibile, unità del Corpo militare della Croce Rossa Italiana prestarono soccorso alle persone ferite a Porta San Paolo a Roma, nel corso dei combattimenti per la difesa della capitale, ma anche in altre occasioni di resistenza alla Wehrmacht. Inoltre fu particolarmente significativa la partecipazione del Corpo agli scontri in Sardegna, durante la ritirata dei tedeschi verso la Corsica.
Fuori dalla penisola, dopo l'8 settembre 1943, il Gruppo ospedali da campo (formato dal 73º, 74º e 79º ospedale) rimase isolato in Montenegro. Si ricongiunse dopo alcuni giorni di marcia con la 19ª Divisione "Venezia" e gli alpini della "Taurinense", confluendo in seguito nella Divisione italiana "Garibaldi", di cui fece parte fino al termine della guerra.
Nei quasi due anni di conflitto in Italia, le unità del Corpo militare della Croce Rossa Italiana, che includevano anche le Infermiere Volontarie, vennero inquadrate nella 209ª (in supporto al primo distretto britannico) e 212ª Divisione ausiliaria del Corpo Italiano di Liberazione. Con lo scioglimento nel settembre 1944 del CIL, vennero inquadrate nei Gruppi di Combattimento dell'esercito cobelligerante.
Il Corpo militare della Croce Rossa Italiana partecipò attivamente alla guerra di Resistenza, simbolicamente culminata con l'uccisione alle Fosse Ardeatine di due ufficiali, il tenente medico Luigi Pierantoni ed il sottotenente commissario Guido Costanzi. Dall'ottobre 1951 al gennaio 1955 l'ospedale da campo n. 68 partecipò con le forze dell'O.N.U. al conflitto in Corea, inquadrato nella Eighth United States Army. Il suo comandante, il maggiore medico Fabio Pennacchi rappresentò il governo italiano alla firma dell'armistizio a Panmunjeom.
Il Corpo militare è stato impiegato anche in tempo di pace in occasione di catastrofi naturali, quali l'alluvione di Firenze (1966), il terremoto del Belice (1968), il terremoto del Friuli (1976), l'alluvione della Valtellina (1987), il terremoto in Armenia (1989), i soccorsi alla popolazione rumena (1990). Dall'agosto 1993 fino al marzo 1995 il Corpo militare della ha gestito l'ospedale da campo n. 68, installato presso l'aeroporto di Falconara per l'assistenza ai feriti delle guerre jugoslave.
Con legge 25 giugno 1985, n. 342 venne concessa al Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana la bandiera di guerra.

Pistola semi-automatica "BERETTA 92 FS" cal.9 per difesa del ferito e personale nei teatri operativi e servizi sicurezza pubblica.
Fucile mitragliatore Beretta SC 70/90.

Elmetto in Kevlar - Protezione individuale
Giubbetto antiproiettile AP/98 - Protezione individuale
Indumento protettivo permeabile NBCR - Protezione NBCR
Corredo complementare NBCR configurazione '95 - Protezione NBCR
Maschera ANTI-NBC M90 - Protezione NBCR

VIII bianco = ex VIII Centro di mobilitazione, Firenze (8° Base Logistica)
II amaranto = II Nucleo operativo pronto impiego, Modugno (BA)
II bianco = II Nucleo decontaminazione e bonifica, Genova (Nucleo NBCR)
IX amaranto = ex IX Centro di mobilitazione, Roma
I.N. amaranto = Ispettorato nazionale del Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana, Roma
Stanag VIII VIII Centro di Mobilitazione di Firenze (8° Base Logistica)
Stanag VIII VIII Centro di Mobilitazione di Firenze (8° Base Logistica)
Stanag 2° NOPI II Nucleo Operativo Pronto Impiego di Modugno (BA)
Stanag 2° NOPI II Nucleo Operativo Pronto Impiego di Modugno (BA)
Stanag 2°NDB II Nucleo Decontaminazione e Bonifica Genova Nucleo NBCR
Stanag 2°NDB II Nucleo Decontaminazione e Bonifica Genova Nucleo NBCR
Stanag IX IX Centro di Mobilitazione di Roma
Stanag IX IX Centro di Mobilitazione di Roma
Stanag I.N. Ispettorato Nazionale del Corpo Militare C.R.I. di Roma
Stanag I.N. Ispettorato Nazionale del Corpo Militare C.R.I. di Roma

1866: terza guerra d'indipendenza
1883: terremoto di Ischia
1901: epidemia di peste a Napoli
1905-1908: terremoto calabro-siculo
1910-1911: campagna anticolerica
1915-1918: prima guerra mondiale
1930: terremoto del Vulture
1940-1943: seconda guerra mondiale
1943-1945: guerra di Liberazione
1957: alluvione del Polesine
1962: terremoto del Sannio
1963: disastro del Vajont
1966: alluvione dell'Arno
1968: terremoto della Sicilia orientale
1976: terremoto del Friuli
1980-1981: terremoto dell'Irpinia
1987: alluvione della Valtellina
1994: alluvione nelle regioni del Nord Ovest
1997: terremoto dell'Umbria e delle Marche
1997-1999: emergenza profughi albanesi
2009: terremoto dell'Abruzzo
2011: emergenza umanitaria nel Nord Africa
2012: emergenza neve
2012: terremoto dell'Emilia
2013: alluvione della Sardegna

Emirati Arabi Uniti, marzo 2009-oggi: Operazione "ISAF":
Un assetto sanitario composto da un ufficiale medico anestesista-rianimatore e due infermieri di area critica concorre al completamento dell'Aeromedical Staging Unit (E.A.U.) della Task Force Air, assicurando le evacuazioni sanitarie tattiche e strategiche dal teatro operativo afghano.
Afghanistan 2010-oggi: Operazione "ISAF":
Nell'ambito della missione ISAF, il Corpo militare volontario della della Croce Rossa Italiana fornisce medici ed infermieri per il completamento degli assetti sanitari del contingente militare italiano di stanza ad Herat, contribuendo al funzionamento del dispositivo AeroMedical Evacuation Team" e del Role 1. Dal mese di ottobre del 2011, un ulteriore medico concorre per il controllo delle acque.

Eritrea 1895-1897: campagna coloniale
Libia 1911-1912: Guerra Italo-Turca
Balcani 1911-1913: fronte balcanico
Congo 1911-1913
Etiopia 1937-1939: Guerra civile
Spagna 1937-1939: Guerra civile
Corea 1951-1955: missione ONU
Armenia 1988: terremoto
Azzorre 1989: sciagura aerea
Romania 1990: soccorsi a seguito della grave crisi
Balcani 1993-1995: conflitto in ex Jugoslavia (Althea)
Balcani 1996: emergenza umanitaria a seguito di conflitto
Balcani 1997: Bosnia (SFOR)
Albania 1999: missione Arcobaleno
Eritrea 1999-2005: missione (UNMEE)
Eritrea 2000-2002: progetto bilaterale CRI
Kosovo 2000-2003: progetto bilaterale CRI-CICR
Kosovo 2001-2003: Kosovo (KFOR)
Iraq 2003-2006: interventi a Baghdad (Antica Babilonia)
Emirati Arabi Uniti 2003-2006: operazione "Enduring Freedom"
Pakistan 2005: terremoto
Sri Lanka 2005: ermergenza tsunami
Georgia 2008: emergenza umanitaria
Haiti 2010: terremoto
Tunisia 2011: emergenza umanitaria

Per il personale dell'Ospedale da campo n° 68 del Corpo militare della Croce Rossa Italiana inquadrato nelle forze dell'O.N.U., attivo dal 16 ottobre 1951 al 30 gennaio 1955:

Croce Rossa, rischio mobilità per 30 lavoratori dell'ente

Croce Rossa, rischio mobilità per 30 lavoratori dell'ente

(Teleborsa) - "Rischio mobilità per circa 30 lavoratori dell’ente Croce rossa italiana (Cri) non ancora in altre amministrazioni o presso il servizio sanitario regionale per inspiegabili ritardi nelle procedure, attribuibili all'inerzia dei vertici dell'ente Cri, del Dipartimento della Funzione Pubblica e delle Regioni". A denunciarlo sono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Pa aggiungendo che: "Nonostante le nostre sollecitazioni, dal primo gennaio questi lavoratori [...]

SACBO, con i tappi di bottiglia aiuti alla Croce Rossa

SACBO, con i tappi di bottiglia aiuti alla Croce Rossa

(Teleborsa) - SACBO, società di gestione dell'aeroporto di Milano – Bergamo, è partner di un progetto di solidarietà promosso dal Rotaract Club Bergamo in favore delle attività della Croce Rossa Italiana del Comitato di Bergamo Hinterland: la raccolta dei tappi in plastica delle bottiglie. Il progetto di raccolta sviluppato dal Rotaract Club Bergamo, appartenente al Distretto Rotaract 2042 - Lombardia Nord, nasce da un'idea del Rotaract Club di Rodi (Grecia) [...]

Nuova Auto Croce Rossa a Cerignola Gioia e Commozione Del Team''Rosso'' Di;Mimmo Siena

Nuova Auto Croce Rossa a Cerignola Gioia e Commozione Del Team''Rosso'' Di;Mimmo Siena

Nuova Auto Croce Rossa Cerignola( Troppo spesso la battuta''Sparare a zero sulla Croce Rossa''e'diventata fastidiosa,forse anche troppo ma oggi c'e una storia da raccontare,bella ma al tempo stesso quotidiana.i Protagonisti sono i volontari della Croce Rossa di Cerignola,uomini e donne che giorno dopo giorno sono impegnati nella quotidiana battaglia per salvare vite umane,nessuno da'loro [...]

Spazio, dall'Iss il messaggio di Paolo Nespoli per la Croce Rossa

Spazio, dall'Iss il messaggio di Paolo Nespoli per la Croce Rossa

Milano (askanews) - "L'essere umano è sempre stato attratto dalle distanze". Inizia così il videomessaggio che l'astronauta italiano dell'Esa, Paolo Nespoli, in orbita sull'Iss per la missione Vita dell'Asi, ha dedicato agli oltre 160mila volontari della Croce Rossa Italiana e ai 17 milioni di appartenenti alle 190 Società nazionali della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. Con la bandiera della Croce rossa al suo fianco, fluttuando in microgravità, l'astronauta [...]

Esperienza con caregivers e utenti della Croce Rossa Italiana: progetto di educazione all'igiene orale in ambito civile e militare Scaricare | Leggi online (eBook) PDF, ePub, Kindle

Esperienza con caregivers e utenti della Croce Rossa Italiana: progetto di educazione all'igiene orale in ambito civile e militare Scaricare | Leggi online (eBook) PDF, ePub, Kindle Esperienza con caregivers e utenti della Croce Rossa Italiana: progetto di educazione all'igiene orale in ambito civile e militare PDF, ePub, Kindle Quando si decide di intraprendere un'attività professionale, è fuori dubbio che ci si ponga la domanda su chi possano essere i [...]

Migranti, 800 in centro Croce rossa

Migranti, 800 in centro Croce rossa

(ANSA) - GENOVA, 14 SET - E' in continuo aumento il numero dei migranti a Ventimiglia (Imperia). A oggi sono oltre 800 le persone, quasi tutte di nazionalità sudanese, presenti al centro di accoglienza allestito dalla prefettura al Parco Roja gestito dalla Croce Rossa e predisposto per accogliere circa 360 persone. Per sopperire alla carenza di posti letti all'interno dei container, la Croce rossa ha allestito un'area con brandine da campo. "Continuano ad arrivare [...]

Zuckerberg dona 500 mila euro alla Croce Rossa (in pubblicità su Fb). Bufera in Rete ma il presidente della Cri apprezza

Zuckerberg dona 500 mila euro alla Croce Rossa (in pubblicità su Fb). Bufera in Rete ma il presidente della Cri apprezza

Lunedì scorso, dal palco della Luiss Mark Zuckerberg, fa il grande annuncio: "Daremo 500 mila euro alla Croce Rossa per le vittime del terremoto". La generosità di Zuckerberg suscita non poche perplessità perché la donazione va intesa sotto forma di Ad credits (leggi pubblicità), che potranno essere utilizzati dalla Cri «per promuovere le attività di cui c’è maggiore bisogno, dalla raccolta fondi alla ricerca di volontari». E giù una pioggia di [...]

Premier parla con dipendenti Croce Rossa

Premier parla con dipendenti Croce Rossa

(ANSA) - MILANO, 12 LUG - Prima di fare il suo ingresso a Palazzo Marino il premier Renzi si è fermato a parlare con alcuni dipendenti della Croce Rossa, che lo hanno chiamato da dietro le transenne che sono state allestite in piazza. I dipendenti, in servizio, gli hanno fatto presente che con la riforma del 2012 loro sono diventati "dei fannulloni istituzionalizzati - ha spiegato uno di loro - dato che sono stati tolti dalle ambulanze e il servizio di fatto è [...]

La Croce Rossa torna a scuola

La Croce rossa è venuta a trovarci I volontari ci hanno spiegato quali comportamenti adottare in caso di pericolo di incendio e terremoto.  

GdF: capi abbigliamento sequestrati donati a Croce Rossa

GdF: capi abbigliamento sequestrati donati a Croce Rossa

(ANSA) - GORIZIA, 22 GEN - Oltre 7.900 capi di abbigliamento per bambini sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Gorizia in quanto recanti la falsa indicazione di origine italiana mentre invece sono stati prodotti in Ungheria. Ai sensi dell'art. 4 della Legge 350/2003, comma 49 bis, costituisce fallace indicazione l'uso del marchio, da parte del titolare o del licenziatario, con modalità tali da indurre il consumatore a ritenere che il prodotto o la [...]

FOTO: Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana

Militari del Corpo nel 2006 durante l'operazione Antica Babilonia in Iraq.

Militari del Corpo nel 2006 durante l'operazione Antica Babilonia in Iraq.

La Bandiera di guerra del Corpo Militare volontario della Croce Rossa Italiana - Ausiliario delle Forze Armate Italiane - sfila per via dei Fori Imperiali a Roma il 2 giugno 2006 durante la Celebrazione della Festa della Repubblica

La Bandiera di guerra del Corpo Militare volontario della Croce Rossa Italiana - Ausiliario delle Forze Armate Italiane - sfila per via dei Fori Imperiali a Roma il 2 giugno 2006 durante la Celebrazione della Festa della Repubblica

Augusta, la Croce Rossa Italiana dona alla Marina Militare vestiario per i migranti

Mercoledì 30 dicembre si è tenuta ad Augusta la donazione alla Marina Militare da parte del Corpo Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana di 40 colli di vestiario raccolti negli ultimi mesi in Sicilia per i migranti. La semplice, ma significativa cerimonia si è svolta a bordo di Nave “Comandante Borsini”, ormeggiata presso la base navale di Augusta, alla presenza del Contrammiraglio Mario Culcasi, comandante delle Forze da Pattugliamento, della [...]

Immigrazione:Villa Lovaria, decreto ingiuntivo a Croce Rossa

Immigrazione:Villa Lovaria, decreto ingiuntivo a Croce Rossa

(ANSA) - UDINE, 12 DIC - Decreto ingiuntivo di 27mila euro per la Croce rossa Udine per il pagamento di 6 mesi d'affitto per Villa Lovaria dove a maggio avrebbero dovuto trasferirsi 38 richiedenti asilo. Per la Cri, che ha presentato opposizione (udienza a marzo), la Villa non aveva tutte le autorizzazioni per ospitare profughi. Il trasferimento fu bloccato quando i proprietari delle altre porzioni della Villa con un esposto ipotizzarono che quell'uso fosse [...]

LA CROCE ROSSA DI PADERNO: 200 TUTE ROSSE AL SERVIZIO DI TUTTI

  Stamattina ho partecipato con piacere all'inaugurazione della sede rinnovata della Croce Rossa padernese. E' stata per me un'occasione per conoscere meglio questo prezioso servizio che arricchisce la comunità padernese: duecento volontari in tuta rossa, sette dipendenti, numerosi mezzi di soccorso (tra cui due ambulanze nuove). Dopo l'esecuzione dell'inno della CRI da parte della Banda giovanile di Paderno Dugnano, i rappresentanti delle sei aree di intervento [...]

STAMATTINA INAUGURAZIONE SEDE E POLO DIDATTICO CRI

STAMATTINA INAUGURAZIONE SEDE E POLO DIDATTICO CRI

  Sul sito della Croce Rossa di Milano si può leggere un articolo che spiega bene il senso dell'inaugurazone (oggi ore 10,30 in via Marzabotto) della sede rinnovata della CRI di Paderno Dugnano: La nuova sede e il nuovo polo didattico di Paderno Dugnano

CROCE ROSSA: CORSO VOLONTARI E INAUGURAZIONE SEDE RINNOVATA

CROCE ROSSA: CORSO VOLONTARI E INAUGURAZIONE SEDE RINNOVATA

  Dalla Croce Rossa di Paderno Dugnano ricevo il seguente messaggio e comunicato stampa che pubblico con piacere: Buon pomeriggio, è con molto piacere che Vi segnaliamo che domenica 27 Settembre 2015 la Croce Rossa di Paderno Dugnano apre le porte della rinnovata sede in Via Marzabotto 3. In allegato Vi inoltriamo comunicato stampa e  invito alla partecipazione all'evento. Cogliamo, inoltre,  l'occasione per  segnalarVi che la Croce Rossa di Paderno Dugnano [...]

Vuoi vedere che alla fine è stato inutile privatizzare la C.R.I.?!

Corte di Giustizia Europea sez. V 18/12/2014 n. C-568/13 "Le disposizioni della direttiva 92/50, e in particolare i principi generali di libera concorrenza, di non discriminazione e di proporzionalità soggiacenti a tale direttiva, devono essere interpretati nel senso che non ostano a una normativa nazionale che consenta a un’azienda ospedaliera pubblica, partecipante a una gara d’appalto, di presentare un’offerta alla quale non è possibile fare concorrenza, [...]

Ucraina: Croce Rossa, Mosca accusa Kiev

Ucraina: Croce Rossa, Mosca accusa Kiev

(ANSA) - KIEV, 3 OTT - Mosca condanna come una ''violazione grossolana del diritto internazionale umanitario'' il bombardamento che ieri ha causato la morte di un operatore svizzero della Croce Rossa a Donetsk e denuncia come "Kiev non abbia voluto riconoscere una cosa evidente: il quartiere di Donetsk sottoposto ai bombardamenti e' situato nel territorio controllato dai ribelli mentre i bombardamenti sono stati compiuti dalle postazioni delle forze ucraine'', [...]

Iraq: Croce Rossa, emozione e gioia per incoraggiamento Papa

Iraq: Croce Rossa, emozione e gioia per incoraggiamento Papa

(ANSA) - ROMA, 7 SET - "Emozione" e "gioia" per il saluto e l'incoraggiamento di Papa Francesco alla missione umanitaria della Croce Rossa italiana in Iraq: per il presidente della Cri, Francesco Rocca, "è stato bellissimo che il Santo Padre oggi, durante l'Angelus, abbia manifestato apprezzamento e abbia riconosciuto il lavoro concreto che la Croce Rossa italiana ha sempre fatto". La missione, in partenza oggi dal porto di Trieste, arriverà a Sumel, nel nord [...]

Ucraina: Mosca, Croce rossa darà aiuti

Ucraina: Mosca, Croce rossa darà aiuti

(ANSA) - MOSCA, 27 AGO - Gli aiuti russi per la popolazione dell'Ucraina sud-orientale martoriata dalla guerra saranno distribuiti "sotto l'egida della Croce Rossa e in pieno coordinamento con le autorità ucraine". Lo ha annunciato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, all'agenzia Itar-Tass. Lunedi' il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov ha annunciato l'intenzione del proprio Paese di inviare un secondo convoglio di aiuti in Ucraina dopo quello entrato [...]

GdF Gorizia sequestra capi,li dona a CRI

GdF Gorizia sequestra capi,li dona a CRI

(ANSA) - GORIZIA, 18 AGO - Sono oltre 3.200 i capi di abbigliamento sequestrati dalla Guardia di Finanza di Gorizia e, successivamente, donati alla Croce Rossa goriziana in quanto recanti marchi contraffatti delle più note case di moda internazionali. Per effettuare la donazione le Fiamme Gialle isontine hanno chiesto ed ottenuto, come alternativa alla distruzione, dall' autorità giudiziaria il relativo nulla osta. (ANSA).