Scopri tutto su Dante Alighieri

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Roma Capitale
In rilievo

Roma Capitale

Dante Alighieri

La scheda: Dante Alighieri

Dante Alighieri, o Alighiero, battezzato Durante di Alighiero degli Alighieri e anche noto con il solo nome Dante, della famiglia Alighieri (Firenze, tra il 21 maggio e il 21 giugno 1265 – Ravenna, notte tra il 13 e il 14 settembre 1321), è stato un poeta, scrittore e politico italiano. Il nome "Dante", secondo la testimonianza di Jacopo Alighieri, è un ipocoristico di Durante, nei documenti era seguito dal patronimico Alagherii o dal gentilizio de Alagheriis, mentre la variante Alighieri si affermò solo con l'avvento di Boccaccio.
È considerato il padre della lingua italiana, la sua fama è dovuta eminentemente alla paternità della Comedìa, divenuta celebre come Divina Commedia e universalmente considerata la più grande opera scritta in lingua italiana e uno dei maggiori capolavori della letteratura mondiale. Espressione della cultura medievale, filtrata attraverso la lirica del Dolce stil novo, la Commedia è anche veicolo allegorico della salvezza umana, che si concretizza nel toccare i drammi dei dannati, le pene purgatoriali e le glorie celesti, permettendo a Dante di offrire al lettore uno spaccato di morale ed etica.
Importante linguista, teorico politico e filosofo, Dante spaziò all'interno dello scibile umano, segnando profondamente la letteratura italiana dei secoli successivi e la stessa cultura occidentale, tanto da essere soprannominato il "Sommo Poeta" o, per antonomasia, il "Poeta". Dante, le cui spoglie si trovano presso la tomba a Ravenna costruita nel 1780 da Camillo Morigia, è diventato uno dei simboli dell'Italia nel mondo, grazie al nome del principale ente della diffusione della lingua italiana, la Società Dante Alighieri, mentre gli studi critici e filologici sono mantenuti vivi dalla Società dantesca.
A partire dal XX secolo e nei primi anni del XXI, l'autore della Commedia è entrato a far parte della cultura di massa, mentre l'opera e la figura di Dante hanno ispirato il mondo dei fumetti, dei manga, dei videogiochi e della letteratura.



Dante ebbe una risonanza e una fama pressoché immediata in Italia. Già a partire dalla seconda metà del XIV secolo, il Boccaccio iniziò una vera e propria diffusione del culto dantesco, culminata prima nella composizione del Trattatello in laude di Dante e poi nelle Esposizioni sopra la commedia. L'eredità del Boccaccio fu raccolta, durante la fase del primo umanesimo, dal cancelliere della Repubblica Fiorentina Leonardo Bruni, che compose la Vita di Dante Alighieri (1436) e che contribuì al perdurare del mito dantesco nelle generazioni dei letterati (Agnolo Poliziano, Lorenzo de' Medici e Luigi Pulci) e degli artisti (Sandro Botticelli) fiorentini della seconda metà del Quattrocento. La parabola dantesca cominciò tuttavia a scemare a partire dal 1525, allorché il cardinale Pietro Bembo, nelle Prose della volgar lingua, stabilì la superiorità del Petrarca in campo poetico e del Boccaccio per la prosa. Tale canone escluderà il Dante della Commedia in quanto difficile imitatore, determinandone un declino (nonostante le appassionate difese di Michelangelo prima e di Giambattista Vico poi) che perdurerà per tutto il Seicento e il Settecento, a causa anche della messa all'Indice del De Monarchia. Solamente con l'età romantica e risorgimentale Dante riacquisì un ruolo di primo piano in quanto simbolo dell'italianità e della solitudine propria dell'eroe romantico. L'alto valore letterario della Commedia, consacrato da De Sanctis nella sua Storia della letteratura italiana e riconfermato poi da Carducci, Pascoli e Benedetto Croce, troverà nel XX secolo appassionati studiosi e cultori in Gianfranco Contini, Umberto Bosco, Natalino Sapegno, Giorgio Petrocchi, Maria Corti e, negli ultimi anni, in Marco Santagata. Sempre nel Novecento e nel Duemila, vari pontefici hanno dedicato pensieri di stima per l'Alighieri: Benedetto XV, Paolo VI, Giovanni Paolo II l'hanno ricordato per il suo altissimo valore artistico morale, Benedetto XVI per la finezza teologica e, ultimamente, papa Francesco per il valore soteriologico della Commedia.

Tra il Quattrocento e il XXI secolo, Dante conobbe fasi alterne nei restanti Paesi del mondo, influenzati da fattori storici e culturali a seconda delle regioni geografiche di appartenenza:
Inghilterra: Geoffrey Chaucer, oltre al modello del Decameron, si ispirò anche alla Commedia, traendo spunto dalle tragedie dell'Inferno quali quella del Conte Ugolino. Ignorato pressoché nei secoli XV e XVI secolo, il poeta fiorentino trovò un grandissimo estimatore in John Milton, che prese spunto dall'immaginario dantesco per la creazione dell'universo del suo Paradise Lost. Con il Romanticismo, Dante fu ammirato da letterati (William Blake, William Wordsworth, Samuel Taylor Coleridge, George Gordon Byron e Alfred Tennyson) e pittori (Dante Gabriel Rossetti e i preraffaelliti, oltre che da William Bell Scott), che lo considerarono un vero e proprio maestro di poesia e di arte. Nel XX secolo, Edward Morgan Forster si ispirò alla selva oscura per l'Omnibus celeste e Thomas Stearns Eliot (poeta di origine statunitense naturalizzato inglese), grandissimo estimatore della Divina Commedia, ne sottolinea il profondo ascendente sulla gran parte delle sue opere e in particolare su The Waste Land (La Terra Desolata, 1922), uno dei suoi saggi dedicati a Dante ora raccolti nel volume Scritti su Dante.
Francia: a parte alcuni codici di Christine de Pizan, Dante non fu conosciuto approfonditamente in Francia fino alla discesa, nel 1494, di Carlo VIII. Sotto Francesco I, Dante si diffuse grazie anche alla cosiddetta Scuola lionese, fondata da mercanti italiani che esportarono d'oltralpe la Commedia. Le successive critiche bembiane e il diffondersi del petrarchismo oscurarono la fama di Dante in terra di Francia, cosa che fu favorita dai poeti de La Pléiade e dal classicismo francese sotto Luigi XIV. Aspramente criticato poi da Voltaire, Dante riconobbe un certo successo nel XIX secolo grazie alle lezioni tenute da Claude Fauriel e da Abel-François Villemain.
Germania: la Germania conobbe, come la Francia, relativamente tardi Dante. L'interesse per il Sommo Poeta, al contrario delle altre Nazioni europee, toccò però un vero e proprio culmine nel corso della riforma protestante, per via dei contenuti polemici anticlericali presenti nel De Monarchia. Il Dante della Commedia fu scoperto solo in età Romantica grazie a August Wilhelm von Schlegel, ai filosofi Friedrich Schelling e Hegel e al filologo Karl Witte.
Spagna: precoce fu invece la conoscenza di Dante in Spagna grazie a opere, datate tra il XIV e il XV secolo, quali il Cancionero de Baena e Enrique de Aragón. La Spagna, esponente di spicco della controriforma, condannò violentemente l'anticlericalismo dantesco, determinandone un vero e proprio eclissamento che perdurò fino al 1829, con l'arrivo del Romanticismo. Fondamentali risultarono le traduzioni della Commedia in prosa ad opera di M. Aranda y Sanjuán (1868) e in versi di Conde de Cheste (1879).
Americhe: già nel corso del XIX secolo, lo statunitense Ralph Waldo Emerson importò sul suolo americano la Vita Nova, decretando un interesse sempre maggiore nella letteratura americana grazie a Ezra Pound ed Henry Miller. Nel mondo ispanofono, invece, si segnala il culto che l'argentino Jorge Luis Borges ha manifestato per la Commedia.

Dove si trova il ponte sospeso più lungo d'Italia

Dove si trova il ponte sospeso più lungo d'Italia

Video tratto da: MrPaolotango Avreste mai detto che uno dei ponti sospesi più lunghi del mondo si trova in Italia e non nel Costa Rica o giù di lì? Il primato di ponte tibetano più lungo d’Italia lo detiene la località di San Marcello Pistoiese, in Toscana. Si tratta di una passerella pedonale che collega i due versanti del torrente Lima, tra Mammiano Basso e Popiglio, nel comune di San Marcello Piteglio. È lungo 227 metri e alto [...]

La Passione di Gesù Cristo nell'arte - Hans Baldung detto Grien

  Raffigurazioni Artistiche sulla  Passione, Morte e Resurrezione  di Gesù Cristo     Hans Baldung, detto Grien   (Schwäbisch Gmünd, 1485 circa – Strasburgo, settembre 1545) è stato un pittore, disegnatore, incisore e xilografo tedesco, contemporaneo e allievo di Albrecht Dürer. Hans Baldung, cresciuto in ambiente umanistico, proveniva da una famiglia di letterati, accademici e professionisti; suo padre era avvocato e Hans fu l'unico membro della [...]

Seminario Sull'Adolesecenza All'Ite''Alighieri''di Cerignola Di;Mimmo Siena

Seminario Sull'Adolesecenza All'Ite''Alighieri''di Cerignola Di;Mimmo Siena

Seminario Sull'Adolescenza a Cerignola(Fg) Una due giorni intensa quella che si e'svolta presso L'istituto Tecnico Economico ''Alighieri''di Cerignola(Fg)sul tema dell'Adolecenza.L'Evento ospitato dal plesso del dirigente scolastico Salvatore Mininno e'stato molto interessante sopratutto per il calibro dei relatori ed anche per le emozioni che sono riusciti a dare insieme alla compagnia Vri [...]

BaDante

Pubblicato su “Semicerchio” nel 2007 Massimo Bacigalupo le riscritture di Dante in inglese Una rassegna delle riscritture di Dante in inglese comprenderebbe autori e opere fra  i maggiori di quella letteratura: La Rima del vecchio marinaio di Coleridge, Il sogno di Iperione di Keats, Il trionfo della vita di Shelley, La profezia di Dante di Byron... Per non dire di curiosità quali la Colombiade (1807) di Joel Barlow. Fra i moderni almeno La terra desolata e i [...]

CLASSE DANTE ALIGHIERI

CLASSE DANTE ALIGHIERI

REGIA MARINA   - CLASSE DANTE ALIGHIERI - DANTE ALIGHIERI FOTOGRAFIE FOTO 1   FOTO 2   FOTO 3   FOTO 4   FOTO 5   FOTO 6   CLASSE DANTE ALIGHIERI STORIA E CARATTERISTICHE TECNICHE REGIA MARINA INCROCIATORI E CORAZZATE INCROCIATORI E CORAZZATE - REGIA MARINA-MARINA ITALIANA - CLASSE DANTE ALIGHIERI -

CLASSE DANTE ALIGHIERI

CLASSE DANTE ALIGHIERI

REGIA MARINA   - DANTE ALIGHIERI - DANTE ALIGHIERI CARATTERISTICHE TECNICHE Nave Dante Alighieri Tipo Corazzata monocalibro Cantiere Castellamare di Stabia Impostazione 06.06.1909 Varo 20.08.1910 Entrata in servizio 15.01.193 Radiazione 01.11.1928 DIMENSIONI Lunghezza 168,10 metri Larghezza 26,60 metri Immersione 9,40 metri  DISLOCAMENTO A pieno carico 21.800 tonnellate MOTORI Caldaie 23 caldaie Potenza 32.200 cavalli vapore Velocità 23,00 nodi [...]

Aforismi, proverbi, citazioni, frasi famose e detti popolari sulla Comicità

LINK DI QUESTA SEZIONE¬   "Tu mi dai fastidio perché ti credi tanto un Dio!". "Beh, dovrò pur prendere un modello a cui ispirarmi, no?" Se volete inserire vostre citazioni o proverbi non presenti qui, spediteli all'indirizzo di posta elettronica di A..ZZ! e anche il vostro nome comparirà tra quelli celebri.  

Dante, Manfredi e una Chiesa senza misericordia Di arte, amore, poesia, scienza nell?età di Manfredi

Dante, Manfredi e una Chiesa senza misericordia Di arte, amore, poesia, scienza nell?età di Manfredi

Dante, Manfredi e una Chiesa senza misericordia Di arte, amore, poesia, scienza nell?età di Manfredi, si parlerà giovedì 19 gennaio 2017 (ore 18,30) a S. Giovanni Rotondo nella sala ?Bramante? della BCC (Banca di Credito Cooperativo)  https://4.bp.blogspot.com  Di: Redazione    Manfredonia. Biondo era e bello e di gentile [...]

RAFFALOVICH E I POETI “OMOSESSUALI” CITATI DA DANTE

Il capitolo di “Uranismo e Unisessualità” dedicato ai poeti comincia con una lunga citazione del canto XXVI del Purgatorio di Dante, in cu si parla “anche”, ma solo di sfuggita, di sodomiti. Raffalovich prolunga la citazione riportando una traduzione (incompleta) dei versi di Dante in cui Il sommo poeta descrive il suo incontro con Guido Guinizelli e Arnaut Daniel [Arnaldo Daniello (1150-1210)]. Il lettore attento resta però perplesso del fatto che [...]

Tornano Dante e Colomba: e' 'L'Angelo' di Sandrone Dazieri

Tornano Dante e Colomba: e' 'L'Angelo' di Sandrone Dazieri

Milano (askanews) - 'Il privilegio del mio lavoro e' quello di potere guardare la realta' e fare delle ipotesi e portarle all'attenzione degli altri e creare una discussione su questo'. Parte da qui Sandrone Dazieri per raccontare il suo nuovo romanzo, 'L'Angelo', che esce per Mondadori e riporta in vita la strana - e interessantissima - coppia di personaggi Colomba Caselli e Dante Torre, dopo 'Uccidi il padre'. 'Dante e Colomba - ci ha spiegato lo scrittore - [...]

FOTO: Dante Alighieri

Casa di Dante a Firenze

Casa di Dante a Firenze

Luca Signorelli, Dante, affresco, 1499-1502, particolare tratto dalle Storie degli ultimi giorni, cappella di San Brizio, Duomo di Orvieto

Luca Signorelli, Dante, affresco, 1499-1502, particolare tratto dalle Storie degli ultimi giorni, cappella di San Brizio, Duomo di Orvieto

Codice miniato raffigurante Brunetto Latini, Biblioteca Medicea-Laurenziana, Plut. 42.19, Brunetto Latino, Il Tesoro, fol. 72, secoli XIII-XIV.

Codice miniato raffigurante Brunetto Latini, Biblioteca Medicea-Laurenziana, Plut. 42.19, Brunetto Latino, Il Tesoro, fol. 72, secoli XIII-XIV.

Giorgio Vasari, Sei poeti toscani (da destra: Cavalcanti, Dante, Boccaccio, Petrarca, Cino da Pistoia e Guittone d'Arezzo), pittura a olio, 1544, conservata presso il Minneapolis Institute of Art, Minneapolis. Considerato uno dei maggiori lirici volgari del XIII secolo, Cavalcanti fu la guida e il primo interlocutore poetico di Dante, quest'ultimo poco più giovane di lui.

Giorgio Vasari, Sei poeti toscani (da destra: Cavalcanti, Dante, Boccaccio, Petrarca, Cino da Pistoia e Guittone d'Arezzo), pittura a olio, 1544, conservata presso il Minneapolis Institute of Art, Minneapolis. Considerato uno dei maggiori lirici volgari del XIII secolo, Cavalcanti fu la guida e il primo interlocutore poetico di Dante, quest'ultimo poco più giovane di lui.

Giovanni Villani, Corso Donati fa liberare dei prigionieri, in Cronaca, XIV secolo. Corso Donati, esponente di punta dei Neri, fu acerrimo nemico di Dante, il quale lancerà contro di lui violenti attacchi nei suoi scritti[53].

Giovanni Villani, Corso Donati fa liberare dei prigionieri, in Cronaca, XIV secolo. Corso Donati, esponente di punta dei Neri, fu acerrimo nemico di Dante, il quale lancerà contro di lui violenti attacchi nei suoi scritti[53].

Arnolfo di Cambio, statua di Bonifacio VIII, 1298 ca, conservato presso il Museo dell'Opera del Duomo, Firenze.

Arnolfo di Cambio, statua di Bonifacio VIII, 1298 ca, conservato presso il Museo dell'Opera del Duomo, Firenze.

Tommaso da Modena, Benedetto XI, affresco, anni '50 del XIV secolo, Sala del Capitolo, Seminario di Treviso. Il beato papa Boccasini, trevigiano, nel suo breve pontificato cercò di riportare la pace all'interno di Firenze, inviando il cardinale Niccolò da Prato come paciere. È l'unico pontefice su cui Dante non proferì alcuna condanna, ma neanche verso il quale manifestò pieno apprezzamento, tanto da non comparire nella Commedia[63].

Tommaso da Modena, Benedetto XI, affresco, anni '50 del XIV secolo, Sala del Capitolo, Seminario di Treviso. Il beato papa Boccasini, trevigiano, nel suo breve pontificato cercò di riportare la pace all'interno di Firenze, inviando il cardinale Niccolò da Prato come paciere. È l'unico pontefice su cui Dante non proferì alcuna condanna, ma neanche verso il quale manifestò pieno apprezzamento, tanto da non comparire nella Commedia[63].

LA LUCE NELLA CABALA

LA LUCE NELLA CABALA

di Michele C. del Re La luce e il mondo Le cose che ci circondano, senza luce, sono soltanto ostacoli pericolosi ed ostili; con essa il mondo prende forma ed ordine, diventa il cosmo regolato da leggi; per coglier questo non c’è bisogno di filosofia, ma basta l’esperienza quotidiana di ogni uomo, a qualunque cultura appartenga. La luce è intangibile ma presente, ritorna ogni giorno ed è inspiegabile nell’origine; da ciò, facile illazione nella mentalità [...]

sono contro tutte le guerre e armi,ma detto questo,perch Assad deve cedere, chi lo decide,

 sono contro tutte le guerre e armi,ma detto questo,perchè Assad deve cedere, chi lo decide, deve perdere perchè l'onu lo decide, ma è assurdosono contro tutte le guerre e armi,ma detto questo,perchè Assad deve  cedere, chi lo decide, deve perdere perchè  lo decide l'onu? Ma è assurdo, che stia vincendo Assad è scontato,che i ribelli non sono meglio di lui è pure scontato, che l'isis è nato perchè gli usa dovevano combattere Assad tramite loro e il [...]

sono contro tutte le guerre e armi,ma detto questo,perchè Assad deve cedere, chi lo decide,

 sono contro tutte le guerre e armi,ma detto questo,perchè Assad deve cedere, chi lo decide, deve perdere perchè l'onu lo decide, ma è assurdosono contro tutte le guerre e armi,ma detto questo,perchè Assad deve  cedere, chi lo decide, deve perdere perchè  lo decide l'onu? Ma è assurdo, che stia vincendo Assad è scontato,che i ribelli non sono meglio di lui è pure scontato, che l'isis è nato perchè gli usa dovevano combattere Assad tramite loro e il [...]

I DETTI VENETI DE ADAMO BRESSAN: 2 PUNTATA

  …….. perché non vengano dimenticati!!   Perché non vadano persi i detti pubblicati li raccolgo in un archivio a parte!!!   Numero 4   Feste sòra feste ?a festa che i buta i schei da?e Fenestre Che me togo on jorno de Ferie Nè in Mona chearoja.   Diventate amici di Adamo Bressan   Pagina face book   https://www.facebook.com/spartacus.pallante?fref=ts

I DETTI VENETI DE ?ADAMO BRESSAN?: 2° PUNTATA

 …….. perché non vengano dimenticati!! Perché non vadano persi i detti pubblicati li raccolgo in un archivio a parte!!! Numero 4 Feste sòra feste ?a festa che i buta i schei da?e Fenestre Che me togo on jorno de Ferie Nè in Mona chearoja. Diventate amici di Adamo Bressan Pagina face book https://www.facebook.com/spartacus.pallante?fref=ts

Detto Zen

Detto Zen

Quanto ti fidi ciecamente di una persona puoi ottenere due risultati: o una persona per la vita o una lezione per la vita. Web  

All'Ite''Alighieri''Incontro Per La Presentazione del Libro Sul Caso Moro Di Antonio Cornacchia Di;Mimmo Siena

All'Ite''Alighieri''Incontro Per La Presentazione del Libro Sul Caso Moro Di Antonio Cornacchia Di;Mimmo Siena

Generale Cornacchia a Cerignola Ospite Dell'Ite''Alighieri'' Interessante Appuntamento Giovedi'1 Dicembre All'Istituto Tecnico Economico''Alighieri''di Cerignola,diretto da Salvatore Mininno.Nell'ambito della Rassegna''Il Decennio di Storia che si riverbera e lascia traccia''verra'presentato il lavoro dell'ex Generale Antonio Cornacchia dal titolo''Airone 1                           [...]

Marmo ?L?inferno di Dante? E? a Borgo Tressanti?

Marmo ?L?inferno di Dante? E? a Borgo Tressanti?

Marmo ?L?inferno di Dante? E? a Borgo Tressanti? ?Il Governo regionale ? conclude Marmo ? non perda dunque altro tempo e si accerti della scandalosa situazione di vivibilità presente nel campo"  PH GIORGIO CISLAGHI   Di: Redazione     Condividi   Bari. ?Ci voleva il minuzioso reportage di una notissima trasmissione televisiva, diffusa di recente in tutto il Paese, per far conoscere all?intera nazione un?ulteriore vergogna della nostra Regione: Il Ghetto dei [...]

I DETTI VENETI DE ?ADAMO BRESSAN?: 1° PUNTATA

  …….. perché non vengano dimenticati!!   Perché non vadano persi i detti pubblicati li raccolgo in un archivio a parte!!!   Numero 1   Na olta gavea na vecia morosa ?a ga dito te dao ?a Mona se.... Sò sparìo sensa preaviso.   Numero 2   Mi e ?a me sinjora Da cuando sen maridè No sen mai dito na olta Tirate in ?à... Ma ven chì che se spieghen   Numero 3   Onj tanto me ven in mente Cuando se podèa asar vèrta ?a porta de casa asar ?e ciave sù ?a [...]

I DETTI VENETI DE ADAMO BRESSAN: 1 PUNTATA

  …….. perché non vengano dimenticati!!   Perché non vadano persi i detti pubblicati li raccolgo in un archivio a parte!!!   Numero 1   Na olta gavea na vecia morosa ?a ga dito te dao ?a Mona se.... Sò sparìo sensa preaviso.   Numero 2   Mi e ?a me sinjora Da cuando sen maridè No sen mai dito na olta Tirate in ?à... Ma ven chì che se spieghen   Numero 3   Onj tanto me ven in mente Cuando se podèa asar vèrta ?a porta de casa asar ?e ciave sù ?a [...]