Ettore Gotti Tedeschi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

La scheda: Gotti Tedeschi

Ettore Gotti Tedeschi (Pontenure, 3 marzo 1945) è un economista e banchiere italiano.
Dal 2009 al 2012 ha ricoperto l'incarico di presidente dell'Istituto per le Opere di Religione.



Ettore Gotti Tedeschi:
Presidente dell'Istituto per le Opere di Religione:
Durata mandato: 23 settembre 2009 – 24 maggio 2012
Predecessore: Angelo Caloia
Successore: Ronaldo Hermann Schmitz (ad interim)

ETTORE GOTTI TEDESCHI

Ettore Gotti Tedeschi (Pontenure, 3 marzo 1945) è un economista e banchiere italiano. “L'economia è una tecnica, avanzata e sofisticata, ma neutrale, che per essere vantaggiosa per l'uomo deve trovarlo consenziente a considerarsi importante, centrale. Il capitalismo indubbiamente ha fatto molto per l'uomo e può fare ancora molto, ma perché gli uomini non subiscano i condizionamenti del mondo globale, devono esser forti e formati.”Per i primi 12 anni della [...]

GOTTI TEDESCHI E LA CHIESA CHE DEVE ESSERE RICCA

  Lunedì 7 dicembre a Bassano del Grappa l'ex Presidente dello IOR, Ettore Gotti Tedeschi, ha tenuto una conferenza per la locale Scuola di Cultura Cattolica sul tema "La Chiesa può e deve essere povera?". Il video è stato pubblicato oggi su YouTube. Lo segnalo perché Gotti Tedeschi sostiene una tesi che è molto lontana dal magistero di Papa Francesco (ascolta, in particolare, dal minuto 18:50 in avanti). Le riflessioni qui esposte da Gotti Tedeschi mettono [...]

EVENTI: Gotti Tedeschi

Dal 2009 al 2012 ha ricoperto l'incarico di presidente dell'Istituto per le Opere di Religione.

Dal 2009 al 2013 è stato presidente del fondo F2i, fondo che si occupa di investire in infrastrutture (distribuzione gas, aeroporti, rete banda larga, energie alternative, acqua).

Il 23 settembre 2009 fu nominato presidente dell'Istituto per le Opere di Religione, avviando importanti riforme per la trasparenza.

Nel 1990, tramite la Akros, lavorò al collocamento in borsa della Parmalat di Calisto Tanzi e guidò per lui fra aprile e maggio 1991 le trattative per l'acquisizione di Fedital dalla Federconsorzi, trovando, sempre attraverso l'Akros, le risorse per l'operazione (poi interrotta, a causa del commissariamento della Federconsorzi).

L'8 gennaio 2015 ha reso noto per la prima volta su The Catholic Herald di essere stato estromesso dallo IOR a causa della sua decisione di presentare al Consiglio una proposta che avrebbe completamente cambiato il governo dell'Istituto, dettata dalla sua preoccupazione rispetto al "passo indietro" compiuto dallo IOR in termini di trasparenza con una repentina modifica alla normativa antiriciclaggio nel dicembre 2011.

Nel 1992 lasciò l'Akros per fondare, su richiesta di Emilio Botín, la filiale italiana del gruppo spagnolo Banco Santander, venendo nominato nel 1993 presidente per l'Italia della Finconsumo Banca SpA (poi Santander Consumer Bank SpA), ponendosi alla guida delle attività italiane del gruppo spagnolo Banco Santander.

Il 19 febbraio 2014 il GIP del Tribunale di Roma, accogliendo la richiesta della Procura di Roma, ha archiviato l'inchiesta.

Nel 2005, nell'ambito del processo Parmalat, è stato iscritto, insieme a 71 altri banchieri, nel registro degli indagati, per poi essere prosciolto nel 2007.

Nel 2008 venne chiamato dal cardinale Segretario di Stato Tarcisio Bertone ad occuparsi della gestione finanziaria del Governatorato della Città del Vaticano, i cui bilanci erano in rosso per più di 15 milioni di euro.

Dal 1996 al 2006 è stato docente di Strategia finanziaria all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, poi di Etica economica all'Università di Torino.

Nel 2007 firmò un manifesto di stampo spiccatamente liberista in 13 punti lanciato da Daniele Capezzone, il quale proponeva un'unica flat tax al 20%, il presidenzialismo sul modello americano o francese, il credito d'imposta per la sanità e la scuola, l'obbligo per l'amministrazione pubblica di pagare i danni arrecati, la pensione a 65 anni per tutti, la detassazione del lavoro straordinario, l'abolizione degli ordini professionali e del valore legale dei titoli di studio.

Crisi: la 'lettura' di Gotti Tedeschi

Crisi: la 'lettura' di Gotti Tedeschi

(ANSA) - POTENZA, 6 GIU - ''Per capire origine, sviluppo e prospettive della crisi economica basta leggere 'Caritas in veritate' e 'Lumen fidei''': lo ha detto a Potenza Ettore Gotti Tedeschi - dal 2009 al 2012 presidente dell'Istituto per le opere di religione - parlando delle cause della crisi, in particolare il ''crolo demografico''. Gotti Tedeschi ha definito il Papa (ha citato anche Giovanni Paolo secondo, Benedetto sedicesimo e Francesco) ''il più grande [...]

Scandalo Ior, rivoluzione-Bergoglio: dimessi direttore generale e vice. Gotti Tedeschi verso l'archiviazione

Scandalo Ior, rivoluzione-Bergoglio: dimessi direttore generale e vice. Gotti Tedeschi verso l'archiviazione

Articoli correlati Rivoluzione ai vertici dello Ior, si dimettono il ... Vaticano, direttore Ior Cipriani e vice Tulli si s... Ior, Si dimettono il direttore Cipriani e il vice ... Ior: dimessi direttore generale e vice Papa, Von Freyberg assume incarico di presidente d... Scandalo Ior, rivoluzione-Bergoglio: dimessi direttore generale e vice. Gotti Tedeschi verso l'archiviazione Commenta Invia Il direttore generale dello Ior Paolo Cipriani e il suo vice Massimo [...]

Mps: L'accusa sugli ex vertici: «Associazione a delinquere». Gotti Tedeschi in Procura a Siena Monti-bond, il Tar convoca Bankitalia

L'INCHIESTA MONTEPASCHI. Quella «cupola» che orientava il business. Il procuratore: per rispetto dei risparmiatori non verrà diffusa alcuna notizia. Il responsabile di Santander in Italia dovrà essere sentito sulla vendita di Antonveneta a Mps per 9,3 miliardi.// online marketingROMA - Al vertice del Monte dei Paschi di Siena c'era una vera e propria associazione a delinquere. È la convinzione dei pubblici ministeri che hanno fatto scattare questa nuova e [...]

Ior, Gotti Tedeschi ‘spiato’ da un medico. “Disfunzioni psicopatologiche, va cacciato”

I documenti che pubblichiamo in esclusiva oggi sarebbero una buona base per un legal thriller dentro le mura leonine. Nemmeno John Grisham e Dan Brown avevano ipotizzato la seguente scena descritta in una delle lettere: Pietro Lasalvia, “psicoterapeuta e ipnoterapeuta”, come scrive nell’incipit della sua roboante carta intestata (nella quale prosegue vantando le seguenti specializzazioni: “psicoterapia occupazionale; perfezionato in psichiatria di [...]

Fine del mondo 86. Gotti, Formigoni, De Gregorio e bomba di Brindisi

I segni dell’Apocalisse Maya sulle note di una hit di Lino Toffolo.Il sistema industriale perde colpi, la mozione di sfiducia al presidente della Regione Lombardia non passa. Roberto Formigoni resta sul tavolo da gioco della politica e con lui l’onorevole senatore Sergio De Gregorio. Intanto sappiamo che è spuntato il memoriale di Ettore Gotti Tedeschi, ex presidente dello Ior. Il Vaticano trema e noi continuiamo a non sapere per cosa.Sappiamo, invece, di un [...]

Fare trading online non significa non fare investimenti sicuri

Fare trading online non significa non fare investimenti sicuri

Nonostante lo scetticismo generale riguardo al fenomeno del trading online, si può senza dubbio affermare che fare trading sia ormai alla portata di ogni investitore più o meno esperto. Esistono molti strumenti che consentono di investire in tutta tranquillità e con la massima sicurezza, oltre che ad un costo minimo. Le modalità e i settori di investimento, però, sono soliti variare sulla base degli interessi e delle necessità dei singoli investitori. Ciò [...]

Fmi: allarme giovani, in Eurolandia a rischio povertà

Fmi: allarme giovani, in Eurolandia a rischio povertà

Il numero di giovani a rischio povertà nell’area euro continua a salire. Lo afferma il Fmi nell’Article Iv per l’area euro, sottolineando che i giovani sono quelli e’ piu’ rischio povertà fra tutte le categorie. ”C’erano poco piu’ di 2,6 milioni di giovani disoccupati nell’area euro nel 2017, di cui 2 milioni o piu’ del 77% concentrati in otto paesi di Eurolandia”, un dato che mostra il diverso andamento della ripresa fra i diversi [...]

Fmi,dalla Brexit nessun vincitore

Fmi,dalla Brexit nessun vincitore

(ANSA) – NEW YORK, 19 LUG – “Dalla Brexit non ci saranno vincitori”. Lo afferma il Fmi nell’Article Iv sull’area euro “Un’integrazione debole post-Brexit” avrà un effetto negativo sull’Ue a 27. Il Fondo si dice “abbastanza preoccupato” sulla Brexit: “il tempo passa e non vediamo ancora chiarezza sui rapporti che ci saranno”. Il Fmi osserva come la Brexit sta innescando una revisione del bilancio europeo e questa e’ un’opportunità [...]

Colpo milionario al portavalori, parte dei soldi ritrovata in Francia

Colpo milionario al portavalori, parte dei soldi ritrovata in Francia

Cronaca 18.07.2018 - 18:55 Colpo milionario al portavalori, parte dei soldi ritrovata in Francia C'è una svolta nel colpo milionario al portavalori avvenuto in febbraio a cavallo tra il canton Vaud e la Francia D.M. LOSANNA - All'epoca, ricordiamo, la figlia di un autista di portavalori era stata rapita a Lione, in Francia, da uomini che pretendevano un riscatto. Il padre aveva dovuto consegnare tutto il carico trasportato (si stima una cifra attorno ai 20 [...]

Virtual money: criptovalute ed eredità

Virtual money: criptovalute ed eredità

Se un proprietario di moneta digitale decede, è molto difficle che gli eredi possano avere accesso a quel patrimonio. Ma forse le cose stanno per cambiare...

Fed,protezionismo negativo per economia

Fed,protezionismo negativo per economia

(ANSA) – NEW YORK, 18 LUG – Il protezionismo è negativo per l’economia mondiale. Lo afferma il presidente della Fed, Jerome Powell, in un’audizione alla commissione servizi finanziari della Camera.

Fmi,incertezza politiche freno a Italia

Fmi,incertezza politiche freno a Italia

(ANSA) – NEW YORK, 18 LUG – “In Italia condizioni finanziarie più stringenti e l’incertezza sulle future politiche” possono rallentare la crescita. Lo afferma il Fmi nel documento preparato per il G20. “Stimoli di bilancio pro-ciclici dovrebbero essere evitati e cuscinetti di bilancio ricostruiti” nei paesi in cui i conti pubblici “sono su una traiettoria insostenibile e il deficit è eccessivo (Stati Uniti) o in cui la posizione è vulnerabile [...]

Rai: Bersani,accordo Pd-Fi dadaismo puro

Rai: Bersani,accordo Pd-Fi dadaismo puro

(ANSA) – ROMA, 18 LUG – Ciò che sta succedendo su Commissioni di garanzia e Copasir è “incredibile. Le famose opposizioni – parlo di Pd e Forza Italia – attribuiscono la presidenza della Vigilanza Rai a un uomo Mediaset. Siamo al dadaismo puro, e non voglio neanche parlare di altro. In altri tempi una cosa così avrebbe suscitato il finimondo. Tanto valeva aspettare qualche mese, se si risolvono i problemi di Berlusconi, metterci direttamente lui e [...]

Assedio a citta' simbolo della resistenza a Ortega

Assedio a citta' simbolo della resistenza a Ortega

Appello del nunzio apostolico, basta violenza in Nicaragua

Banche: Di Maio attacca, sistema arrogante, deve pagare

Banche: Di Maio attacca, sistema arrogante, deve pagare

Nuovo, pesante, attacco dal M5S alle banche mentre nel governo il ministro dell’economia Giovanni Tria frena sulla possibilità, promossa soprattutto dalla Lega, di una moratoria della riforma delle Bce varata dall’esecutivo Renzi e oramai sul punto di decollare. In Calabria per visitare l’azienda dell’imprenditore Nino De Masi, il ministro dello sviluppo e del lavoro Luigi di Maio ha criticato il comportamento di Mps nella vicenda che ha portato al [...]

Di Maio contro le banche: sistema arrogante

Di Maio contro le banche: sistema arrogante

Il ministro, se ne sono infischiate dei risparmiatori

Di Maio, banche devono pagare arroganza

Di Maio, banche devono pagare arroganza

(ANSA) – GIOIA TAURO (REGGIO CALABRIA), 17 LUG – “Il sistema bancario la deve pagare perchè ha avuto un atteggiamento arrogante infischiandosene dei risparmiatori e dello Stato ed è stato protetto da ambienti politici sia in questa regione che a livello nazionale. Se vogliamo sostenere le imprese dovremo ridurre l’arroganza di certe organizzazioni, quelle illegali e anche di alcune legali”. A dirlo il vicepremier Luigi Di Maio al termine della visita [...]

S.Egidio, stop flussi, mancano badanti

S.Egidio, stop flussi, mancano badanti

(ANSA) – ROMA, 17 LUG – “Le badanti a causa dei restringimenti previsti per gli immigrati e dello stop dei flussi sono diminuite. Ho sollevato al presidente Conte la questione, proponendo di inserire nel decreto flussi non meno di 50 mila visti per motivi di lavoro. Le badanti non vengono più e questo comporta un problema per gli anziani. Senza di loro, senza l’assistenza domiciliare o senza la creazione di forme alternative di co-housing non possono piu [...]

Fmi:economia Italia rallenta, Pil 2018 si ferma a +1,2%

Fmi:economia Italia rallenta, Pil 2018 si ferma a +1,2%

Dazi minaccia, in gioco 0,5% pil. Migranti fra rischi mondo

Mediaset e F2i lanciano opa su EI Towers

Mediaset e F2i lanciano opa su EI Towers

(ANSA) – MILANO, 17 LUG – Mediaset si allea a F2i e lancia un’opa su EI Towers. L’obiettivo (che passerà dall’addio alla Borsa) è “valorizzare un asset rilevante” e nel contempo “rafforzare la strategia di focalizzazione sul core business della televisione gratuita”. Lo spiega il gruppo ufficializzando l’operazione. Con il riassetto il fondo istituzionale controllerà il 60% di EI Towers e Mediaset resterà al 40%, la società delle torri [...]

Fmi: economia Italia rallenta, Pil 2018 si ferma a +1,2%

Fmi: economia Italia rallenta, Pil 2018 si ferma a +1,2%

L’economia italiana rallenta: la crescita del Pil si ferma al +1,2% nel 2018 per poi scendere ulteriormente, inchiodandosi all’1,0% nel 2019. Il Fondo Monetario Internazionale rivede al ribasso le stime per il Belpaese, tagliandole di 0,3 punti percentuali per quest’anno e di 0,1 punti per il prossimo e mostrandosi più ‘pessimista’ rispetto all’Unione Europea, alla Banca d’Italia e anche all’Ufficio Parlamentare di Bilancio. La sforbiciata [...]

Fmi taglia Pil Italia, in 2018 +1,2%%

Fmi taglia Pil Italia, in 2018 +1,2%%

(ANSA) – NEW YORK, 16 LUG – Il Fmi rivede al ribasso le stime di crescita per l’Italia per il 2018 e il 2019. Dopo il +1,5% del 2017, il pil italiano crescerà quest’anno dell’1,2%, ovvero 0,3 punti percentuali in meno rispetto alle previsioni di aprile. Il prossimo anno la crescita si fermerà all’1,0%, -0,1 punti. La revisione al ribasso e’ legata agli ”spread più ampi sui titoli di stato e alle più strette condizioni finanziarie in seguito [...]

Fmi: dazi minaccia, ripresa a rischio

Fmi: dazi minaccia, ripresa a rischio

(ANSA) – NEW YORK, 16 LUG – Le misure protezionistiche vanno evitate perche’ rischiano di far deragliare la ripresa economica mondiale: i dazi sono la ”minaccia” maggiore alla crescita. Lo afferma il Fmi nell’aggiornamento del World Economic Outlook. Se le attuali minacce nelle politiche commerciali dovessero diventare realta’ e la fiducia di conseguenza calare, la crescita mondiale – stima il Fmi – rischia di essere lo 0,5% in meno rispetto alle [...]

Colpo in hotel lusso,ma soldi sono falsi

Colpo in hotel lusso,ma soldi sono falsi

(ANSA) – MILANO, 16 LUG – Quattro albanesi, con precedenti penali sono stati arrestati dalla polizia al termine di una rocambolesca fuga dopo che avevano messo a segno una rapina all’hotel Hilton di Milano. Gli investigatori hanno poi scoperto che a essere rapinata era stata una donna, di origine francese ma residente nel Varesotto che, nell’hotel stava cercando di mettere a segno una truffa rip deal (uno scambio di denaro a fronte spesso di inesistenti [...]

- Giovanni Floris - ULTIMO BANCO: perchè insegnanti e studenti possono salvare l'Italia

- Giovanni Floris - ULTIMO BANCO: perchè insegnanti e studenti possono salvare l'Italia

Il libro cerca di dare una risposta ad una domanda inquietante: "Davvero stiamo diventando più ignoranti?". Giovanni Floris ci presenta la vita della nostra scuola: professori, studenti, genitori. Se aggiungiamo i nonni (che hanno la loro parte nell'educazione dei nipoti), siamo tutti presenti; è quindi un libro che ci mette davanti alla nostra vita, oggi, in Italia. E alla domanda iniziale che risposta dare? L'impegno di tutti, ciascuno occupando il primo [...]