Fabio Fognini

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

Fabio Fognini

La scheda: Fabio Fognini

Fabio Fognini (Sanremo, 24 maggio 1987) è un tennista italiano.
Ha vinto otto tornei ATP in singolare (sette sulla terra battuta e uno sul cemento), che lo collocano al secondo posto per numero di tornei ATP vinti dai tennisti italiani nell'era Open, alle spalle di Adriano Panatta che ne vinse 10.
Dopo le vittorie nella Mercedes Cup di Stoccarda e nel German Open di Amburgo nel 2013, è diventato il secondo italiano dell'era Open, dopo Adriano Panatta, ad aggiudicarsi due tornei consecutivamente.
E’ il terzo giocatore italiano nell’Era open (dopo Paolo Bertolucci e Corrado Barazzutti, che realizzarono l'impresa nel 1977) ad aver conquistato tre titoli in una stagione (2018).
Nei tornei del Grande Slam vanta come miglior risultato i quarti di finale al Roland Garros 2011.
La sua migliore posizione nella classifica ATP in singolare è la 13ª, raggiunta il 31 marzo 2014.
In doppio ha vinto 4 tornei ATP, 3 in coppia con Simone Bolelli tra cui il Grande Slam degli Australian Open 2015, sono così diventati la prima coppia italiana a vincere uno Slam in campo maschile nell'era Open. Prima di loro, a riuscire nell'impresa furono, nell'era amatoriale, Nicola Pietrangeli e Orlando Sirola con la vittoria agli Internazionali di Francia 1959.


Fabio Fognini:
Fabio Fognini nel 2018
Nazionalità:  Italia
Altezza: 178 cm
Peso: 74 kg
Tennis:
Carriera:
Singolare1 Vittorie/sconfitte 318-275 (53,63%) Titoli vinti 8 Miglior ranking 13º (31 marzo 2014) Ranking attuale 14º (6 agosto 2018)[1] Risultati nei tornei del Grande Slam  Australian Open 4T (2014, 2018)  Roland Garros QF (2011)  Wimbledon 3T (2010, 2014, 2017, 2018)  US Open 4T (2015) Altri tornei  Giochi olimpici 3T (2016) Doppio1 Vittorie/sconfitte 155-167 (48,14%) Titoli vinti 4 Miglior ranking 7º (20 luglio 2015) Ranking attuale 65º (6 agosto 2018)[1] Risultati nei tornei del Grande Slam  Australian Open V (2015)  Roland Garros SF (2015)  Wimbledon 2T (2014)  US Open SF (2011) Altri tornei   Tour Finals RR (2015)  Giochi olimpici QF (2016)
Singolare1:
Vittorie/sconfitte: 318-275 (53,63%)
Titoli vinti: 8
Miglior ranking: 13º (31 marzo 2014)
Ranking attuale: 14º (6 agosto 2018)[1]
Risultati nei tornei del Grande Slam
 Australian Open4T (2014, 2018)
 Roland GarrosQF (2011)
 Wimbledon3T (2010, 2014, 2017, 2018)
 US Open4T (2015)
Altri tornei
 Giochi olimpici3T (2016)
Doppio1:
Vittorie/sconfitte: 155-167 (48,14%)
Titoli vinti: 4
Miglior ranking: 7º (20 luglio 2015)
Ranking attuale: 65º (6 agosto 2018)[1]
Risultati nei tornei del Grande Slam
 Australian OpenV (2015)
 Roland GarrosSF (2015)
 Wimbledon2T (2014)
 US OpenSF (2011)
Altri tornei
  Tour FinalsRR (2015)
 Giochi olimpiciQF (2016)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 09 agosto 2018
Modifica dati su Wikidata · Manuale
Il primo impegno di stagione è al Sydney International 2018 dove Fognini è accreditato della quarta testa di serie e gode di un bye al primo turno, nel secondo turno batte per la prima volta in carriera Dolgopolov, che lo aveva superato in tutti e 5 i precedenti incontri. Ai quarti supera dopo due ore e tre quarti di gioco Mannarino con il punteggio di 6-7, 7-6, 6-2 e si ferma in semifinale sconfitto dal russo Medvedev dopo essere stato in vantaggio di un set e 3-1 nel secondo (6-2, 4-6, 1-6 i parziali).
Si presenta agli Australian Open con la testa di serie nº 25 e vince i primi due turni contro Horacio Zeballos in tre set e Evgenij Donskoj in 4 set. Al terzo turno ha la meglio sul francese Julien Benneteau per 3-6, 6-2, 6-1, 4-6, 6-3 raggiungendo dopo 4 anni gli ottavi a Melbourne, Tomáš Berdych pone fine al suo torneo battendolo 6-1, 6-4, 6-4.
Alcuni giorni dopo contribuisce al successo esterno dell'Italia nel primo turno di Davis contro il Giappone, vincendo entrambi i singolari al quinto set e il doppio in coppia con Bolelli.
Al debutto stagionale su terra rossa nell'Argentina Open, dopo il bye al primo turno perde in due set al secondo da Leonardo Mayer, che aveva sempre sconfitto nei tre precedenti.
Partecipa quindi all'ATP 500 del Rio Open 2018 e al primo turno sconfigge il padrone di casa Thomaz Bellucci dopo quasi 3 ore di gioco, al secondo turno salva un matchpoint contro Tennys Sandgren e vince al tiebreak del terzo. Piega quindi Aljaž Bedene dopo 2 ore e 33 minuti di gioco con lo score di 6-7, 6-3, 6-1. Perde in semifinale contro Fernando Verdasco per 6-1, 7-5. Questi risultati gli permettono di ritornare in top 20.
Si presenta al Brasil Open 2018, l'ATP 250 di San Paolo, usufruendo di un bye al primo turno grazie alla testa di serie nº 2. Al secondo turno batte il portoghese Joao Domingues per 7-5, 6-1 e ai quarti Guillermo García López 6-4, 6-2, raggiungendo la terza semifinale in stagione, dove estromette il campione uscente Pablo Cuevas in due set (6-4, 6-2). Il 4 marzo vince al terzo set (1-6, 6-1, 6-4) contro il cileno Nicolás Jarry, diventando il primo italiano a trionfare in Brasile e aggiudicandosi il 6º titolo ATP in carriera, vinto come gli altri su terra rossa.
Il buon inizio di stagione si interrompe sul cemento americano di Indian Wells e Miami, dove passa il primo turno con un bye. Nonostante a Indian Wells venga subito eliminato in tre set dal francese Jérémy Chardy, conquista la 18ª posizione nel ranking.
A Miami, dove difendeva la semifinale dell'anno prima, perde al terzo turno in due set dall'australiano Nick Kyrgios.
Nei quarti di Coppa Davis, contro la Francia, disputati a Genova, si prende la rivincita su Jérémy Chardy, battendolo in 4 set, ma perde il doppio in coppia con Simone Bolelli e il singolare contro Lucas Pouille, sancendo l'eliminazione dell'Italia.
Al Masters 1000 di Montecarlo, batte al primo turno il bielorusso Ilya Ivashka e al secondo perde 4-6, 2-6 contro il tedesco Jan-Lennard Struff. Sulla terra monegasca, ritrova i risultati in doppio in coppia con Simone Bolelli. Dopo aver eliminato negli ottavi le teste di serie nº 1 Łukasz Kubot e Marcelo Melo, gli italiani perdono 6-4, 3-6, 7-10 la combattuta semifinale contro i fratelli Bryan, che si aggiudicheranno il torneo.
La stagione europea su terra rossa prosegue male con l'eliminazione nel primo incontro al BMW Open di Monaco, dove perde in tre set dal connazionale Marco Cecchinato, che aveva battuto negli unici due precedenti, e che era reduce dalla conquista del suo primo titolo ATP.
Anche nel Masters 1000 di Madrid esce alla prima partita disputata, battuto per la seconda volta in stagione dall'argentino Leonardo Mayer.
Iniziano invece molto bene gli Internazionali d'Italia, dove, al primo turno, batte 6-3, 6-1 il nº 39 ATP Gaël Monfils, con il quale aveva un bilancio di 3 vittorie e 4 sconfitte. Desta sensazione la vittoria al secondo turno per 6-4, 1-6, 6-3 contro il nº 8 ATP Dominic Thiem, che lo aveva seccamente battuto in entrambi i precedenti e che sette giorni prima, nei quarti di Madrid, aveva sconfitto in due set il nº 1 del ranking, Rafael Nadal, interrompendone la serie di 21 incontri e 50 set vinti consecutivamente sulla terra rossa. Per Fognini, è l'undicesima vittoria contro un Top 10 (l'ottava sulla terra battuta. Agli ottavi, sconfigge il tedesco Peter Gojowczyk con lo score di 6-4, 6-4 e per la prima volta raggiunge i quarti nel torneo romano, dove affronta la testa di serie nº 1, Rafael Nadal. Il campione spagnolo si porta sul 4-1 nel primo set ma Fognini vince 5 giochi di fila e si aggiudica la frazione, Nadal riprende, però, il controllo dell'incontro e vince con il punteggio di 4-6, 6-1, 6-2.
La settimana successiva prende poi parte all'ATP 250 di Ginevra, dove viene sconfitto in semifinale da Peter Gojowczyk, che si prende la rivincita a una settimana dalla sconfitta di Roma.
Si presenta al Roland Garros come 18º nel ranking e con la testa di serie nº 18, batte al primo turno lo spagnolo Pablo Andújar per 6-4, 6-2, 6-1 e al secondo Elias Ymer per 6-4, 6-1, 6-2. Al terzo turno, affronta il nº 17 del mondo Kyle Edmund, recupera dopo essersi trovato in svantaggio di 2 set a 1 e vince dopo 3 ore e 35 minuti di gioco con lo score finale di 6-3, 4-6, 3-6, 6-4, 6-4. Ritorna alla seconda settimana dello Slam parigino dopo 7 anni. Agli ottavi di finale, si qualifica anche Marco Cecchinato. Si ritrovano così due italiani in questa fase del torneo, come non accadeva dal Roland Garros 1976, quando ad arrivarci furono Adriano Panatta e Corrado Barazzutti. Al turno successivo, trova il nº 4 del mondo Marin Čilić, che vince 6-4 il primo set, al termine del quale Fognini chiede l'intervento medico per un dolore alla caviglia. Dopo aver perso nettamente il secondo, nel terzo set Fognini gioca più concentrato, comincia la rimonta e riporta le sorti dell'incontro in parità, dopo aver annullato un match-point, vincendo il Tie-break del quarto set per 7-4. Nella quinta partita, il ligure ha una palla per portarsi sul 4-3 ma la spreca, si disunisce e Cilic ne approfitta per vincere dopo 3 ore e 37 minuti con lo score di 6-4, 6-1, 3-6, 6-7, 6-3. Il risultato consente a Fognini di raggiungere il 15º posto nel ranking, sua migliore classifica dal luglio 2014. Dopo il torneo parigino, a causa dei dolori persistenti al tendine d'Achille, il tennista ligure decide di prendersi una pausa fino all'inizio della stagione sull'erba.
Partecipa a Wimbledon come testa di serie n° 19. Al primo turno sconfigge in rimonta il giapponese Tarō Daniel in 4 set. Al secondo supera in 3 set il connazionale Simone Bolelli ma si arrende a sorpresa al terzo turno in 4 set al ceco Jiří Veselý, che aveva sempre battuto nei tre precedenti.
Al successivo Swedish Open di Båstad supera nei primi turni, rispettivamente, Mikael Ymer e Federico Delbonis. In semifinale, sconfigge in tre set (per la prima volta su terra) l'esperto Fernando Verdasco, che lo aveva battuto in 4 dei 6 precedenti. Il 22 luglio si aggiudica il torneo superando in finale, col punteggio di 6-3, 3-6, 6-1, il nº 29 ATP Richard Gasquet, sconfitto per la seconda volta in altrettante sfide sul rosso, conquistando così il 7º titolo ATP in carriera, (su terra battuta, come i precedenti 6), grazie al quale consolida il secondo posto nella classifica delle vittorie ATP dei tennisti italiani nell'Era Open. Sempre a Båstad, perde in due set la finale del torneo di doppio in coppia con Simone Bolelli contro le teste di serie nº 2 Peralta/Zeballos.
La settimana successiva si presenta allo Swiss Open di Gstaad, come campione in carica e testa di serie n° 1. Riceve un bye al primo turno e, agli ottavi di finale, viene sorprendentemente sconfitto dal qualificato estone Jurgen Zopp, n° 107 del ranking, col punteggio di 6-1, 3-6, 6-3.
Il 2 agosto comincia la sua campagna sul cemento americano con il torneo ATP 250 di Los Cabos, in Messico, dove è testa di serie n° 2. Dopo aver beneficiato di un bye, supera negli ottavi di finale, in rimonta, il francese Quentin Halys, n° 150 del ranking, col punteggio di 2-6, 6-4, 6-0. Nei quarti, sconfigge facilmente il giapponese Yoshihito Nishioka n° 247 ATP, col punteggio di 6-2, 6-2 e conquista la sua 35esima semifinale ATP in carriera, dove lascia soltanto sei giochi (6-4, 6-2) al mancino britannico Cameron Norrie, n° 74 ATP e va a disputare la sua 17esima finale del circuito maggiore, la prima sul cemento outdoor. E' la 154esima finale ATP disputata da un tennista italiano nell'era Open, la decima sul cemento e la prima in Messico. Era accaduto, inoltre, soltanto tra il 10 e il 24 aprile del 1977 che tre tennisti italiani raggiungessero 4 finali in tre settimane. Matteo Berrettini, Marco Cecchinato e Fognini (2 finali), ripetono l'impresa compiuta 41 anni prima da Corrado Barazzutti (2 finali), Adriano Panatta e Paolo Bertolucci.
In finale, concede appena sei giochi (6-4, 6-2) all'argentino Juan Martin Del Potro, n° 4 del mondo e prima testa di serie del torneo e conquista l’ottavo titolo ATP in carriera, il primo su una superficie diversa dalla terra battuta, e il primo conquistato in Messico da un tennista italiano. Batte per la quinta volta in carriera (la seconda sul cemento) un Top 5 e, per la 12a (la quarta sul cemento), un Top 10. E' il quinto titolo ATP conquistato sul cemento da tennisti italiani nell'Era Open. Fognini è il terzo giocatore italiano nell’Era open (dopo Paolo Bertolucci e Corrado Barazzutti, che realizzarono l'impresa nel 1977) a conquistare tre titoli ATP in un anno. Per la prima volta nell'Era Open, il tennis italiano conquista 4 titoli del circuito maggiore in tre settimane consecutive (2 vinti da Fognini). Grazie anche ai 3 successi ottenuti dal ligure in questa stagione, il 2018 diventa il secondo anno più vincente per il tennis italiano nell’Era Open, dopo il 1977 (7 titoli), come il 1976 (6 tornei ATP conquistati dall'Italia).
All'appuntamento col primo dei due Masters 1000 nordamericani, la Rogers Cup di Toronto, Fognini è la testa di serie n° 14 e al primo turno supera lo statunitense Steve Johnson, n° 33 della classifica mondiale, col punteggio di 6-4, 6-4. Al secondo turno viene sconfitto 3-6, 5-7 dal canadese Denis Shapovalov, n° 26 del mondo e semifinalista dell'edizione precedente, durante la quale aveva estromesso dal torneo l'allora n° 2 del mondo Rafael Nadal. Dà forfait al successivo Masters 1000 di Cincinnati, per preparare al meglio gli imminenti US Open.

Fognini, altro trionfo

Fognini, altro trionfo

Una nuova maturità.

Flavia Pennetta in costume con Fognini, guarda che mamma sportiva

Flavia Pennetta in costume con Fognini, guarda che mamma sportiva

A Miami, dove Flavia Pennetta e Fabio Fognini hanno acquistato casa, l'ex campionessa di tennis si gode il sole a bordo piscina con il marito e il figlio Federico che a maggio festeggerà il suo primo compleanno. Costume e fisico asciutto a 10 mesi dal parto per la splendida sportiva, al momento mamma a tempo pieno: "Per i primi anni voglio godermi mio figlio", ha confessato sulle pagine di "Chi". Fabio Fognini è impegnato sui campi da tennis e la moglie, se [...]

EVENTI: Fabio Fognini

Nel 2004 vince i primi match da professionista, ottenendo il miglior risultato con la semifinale al Futures F1 di Montevideo.

Nel 2003 partecipa al futures Italy F1 di Roma e al futures Italy F6 di Valdengo, entrambe le volte uscendo al primo turno per mano rispettivamente di Mattia Livraghi e di Potito Starace.

Nel 2006 Fognini nei tornei challenger viene regolarmente sconfitto nei primi turni, ma arrivano anche le prime due vittorie ATP: la prima ad Amersfoort dove sconfigge al primo turno l'argentino Juan Pablo Guzmán per poi perdere al secondo turno dallo spagnolo Carlos Moyá, e la seconda al torneo di Palermo, dove batte il costaricano Juan Antonio Marín e perde dall'ecuadoregno Nicolás Lapentti.

Nel 2005, dopo due vittorie e una finale nel circuito futures, Fognini si dedica esclusivamente ai challenger, raggiungendo qualche secondo turno.

Il 6 luglio 2008 vince il suo primo torneo Challenger a Torino, battendo in finale l'argentino Diego Junqueira e rientrando nei primi 75 giocatori del mondo.

Il 19 novembre 2007 raggiunge il suo best ranking al numero 94.

Flavia Pennetta in bikini con Fognini, guarda che mamma sexy

Flavia Pennetta in bikini con Fognini, guarda che mamma sexy

A Miami, dove Flavia Pennetta e Fabio Fognini hanno acquistato casa, l'ex campionessa di tennis si gode il sole a bordo piscina con il marito e il figlio Federico che a maggio festeggerà il suo primo compleanno. Bikini minimal e fisico asciutto a 10 mesi dal parto per la splendida sportiva, al momento mamma a tempo pieno: "Per i primi anni voglio godermi mio figlio", ha confessato sulle pagine di "Chi". Fabio Fognini è impegnato sui campi da tennis e la moglie, [...]

Fognini: "Leggermente sfavoriti"

Fognini: "Leggermente sfavoriti"

Coppa Davis: c'è Italia-Francia

Flavia Pennetta in costume con Fognini felici e rilassati, a bordo piscina

Flavia Pennetta in costume con Fognini felici e rilassati, a bordo piscina

A Miami, dove Flavia Pennetta e Fabio Fognini hanno acquistato casa, l’ex campionessa di tennis si gode il sole a bordo piscina con il marito e il figlio Federico che a maggio festeggerà il suo primo compleanno. Costume e fisico asciutto a 10 mesi dal parto per la splendida sportiva, al momento mamma a tempo pieno: “Per i primi anni voglio godermi mio figlio”, ha confessato sulle pagine di “Chi”.   Fabio Fognini è impegnato sui campi da tennis e la [...]

Flavia Pennetta in bikini con Fognini, guarda che mamma sexy

Flavia Pennetta in bikini con Fognini, guarda che mamma sexy

A Miami, dove Flavia Pennetta e Fabio Fognini hanno acquistato casa, l'ex campionessa di tennis si gode il sole a bordo piscina con il marito e il figlio Federico che a maggio festeggerà il suo primo compleanno. Bikini minimal e fisico asciutto a 10 mesi dal parto per la splendida sportiva, al momento mamma a tempo pieno: "Per i primi anni voglio godermi mio figlio", ha confessato sulle pagine di "Chi". Fabio Fognini è impegnato sui campi da tennis e la moglie, [...]

Flavia Pennetta in bikini con Fognini, guarda che mamma sexy

Flavia Pennetta in bikini con Fognini, guarda che mamma sexy

A Miami, dove Flavia Pennetta e Fabio Fognini hanno acquistato casa, l'ex campionessa di tennis si gode il sole a bordo piscina con il marito e il figlio Federico che a maggio festeggerà il suo primo compleanno. Bikini minimal e fisico asciutto a 10 mesi dal parto per la splendida sportiva, al momento mamma a tempo pieno: "Per i primi anni voglio godermi mio figlio", ha confessato sulle pagine di "Chi". Fabio Fognini è impegnato sui campi da tennis e la [...]

Troppo Berdych per Fognini

Redazione Finito negli ottavi il sogno azzurro. Fuori pure Djokovic Dopo Seppi, nulla da fare anche per Fabio Fognini, fermato agli ottavi di finale degli Australian Open dal ceco Tomas Berdych, 19esima testa di serie, che si è imposto 6-1, 6-4, 6-4 in due ore e otto minuti di gioco. Per i due azzurri, comunque, buone sensazioni e tanta fiducia per il resto della stagione %image%

Tennis: classifiche, Nadal ancora numero 1, Fognini 27/o

Tennis: classifiche, Nadal ancora numero 1, Fognini 27/o

Rafael Nadal è per l’undicesima settimana al comando del ranking mondiale del tennis maschile: lo spagnolo conserva un vantaggio di 1460 punti su Roger Federer, trionfatore a Basilea, ma il forfait dello svizzero al Masters 1000 di Parigi-Bercy fa sì che l’iberico possa rimanere sul trono a fine anno. Sempre terzo lo scozzese Andy Murray, ormai nel mirino però del tedesco Alexander Zverev, che scavalca al quarto posto il croato Marin Cilic. Per il resto [...]

Ferrari, Paltrinieri, Fognini, è una domenica da Numeri Uno

Ferrari, Paltrinieri, Fognini, è una domenica da Numeri Uno

Giornata sportiva trionfale per l’Italia. Doppietta targata Ferrari nel Gran Premio d’Ungheria. Sebastian Vettel ha vinto la gara sul circuito dell’Hungaroring, vicino a Budapest, precedendo la Rossa del compagno di scuderia Kimi Raikkonen. Gregorio Paltrinieri ha vinto l’oro nei 1500 stile libero ai mondiali di nuoto di Budapest. Quarto l’altro azzurro Detti che aveva vinto l’oro negli 800 sl. E sempre ai mondiali l’azzurro Alessandro De Rose ha [...]

FOTO: Fabio Fognini

Fabio Fognini alla Rogers Cup

Fabio Fognini alla Rogers Cup

Fabio Fognini agli U.S. Open 2009

Fabio Fognini agli U.S. Open 2009

Fognini al torneo slovacco Kosice Open

Fognini al torneo slovacco Kosice Open

Fognini al Roland Garros 2012

Fognini al Roland Garros 2012

Fognini al Torneo di Wimbledon 2013

Fognini al Torneo di Wimbledon 2013

Fognini agli Internazionali d'Italia 2014

Fognini agli Internazionali d'Italia 2014

Fognini durante una sessione di allenamento

Fognini durante una sessione di allenamento

Flavia Pennetta e Fabio Fognini a casa col figlio Federico: "Un nuovo inizio per noi 3"

Flavia Pennetta e Fabio Fognini a casa col figlio Federico: "Un nuovo inizio per noi 3"

Le prime foto da genitori per Flavia Pennetta e Fabio Fognini. Due giorni fa è nato il loro primo figlio, Federico, e appena lasciato l’ospedale la tennista ha postato una foto da Instagram che la vede insieme al marito e al piccolo su una carrozzina, seguita dalla didascalia: “Tutti a casina!!! Un nuovo inizio per NOI 3 - F F F”.

Flavia Pennetta e Fabio Fognini a casa col figlio Federico: "Un nuovo inizio per noi 3"

Flavia Pennetta e Fabio Fognini a casa col figlio Federico: "Un nuovo inizio per noi 3"

Le prime foto da genitori per Flavia Pennetta e Fabio Fognini. Due giorni fa è nato il loro primo figlio, Federico, e appena lasciato l’ospedale la tennista ha postato una foto da Instagram che la vede insieme al marito e al piccolo su una carrozzina, seguita dalla didascalia: “Tutti a casina!!!

Flavia Pennetta e Fabio Fognini, benarrivato piccolo Federico

Flavia Pennetta e Fabio Fognini, benarrivato piccolo Federico

“Fabio ed io siamo felici di condividere con voi la nascita di nostro figlio Federico”. Flavia Pennetta è diventata mamma. Fabio Fognini, dopo la sconfitta agli Internazionali di Roma, ha preso il primo volo per Barcellona e ha detto: “Ora vado a vincere il mio torneo più grande”. Dopo aver sconfitto il numero uno al mondo Andy Murray, Fognini è stato eliminato agli ottavi di finale, ma il suo pensiero era per Flavia con cui era in costante contatto. La [...]

Flavia Pennetta e Fabio Fognini, benarrivato piccolo Federico

Flavia Pennetta e Fabio Fognini, benarrivato piccolo Federico

“Fabio ed io siamo felici di condividere con voi la nascita di nostro figlio Federico”. Flavia Pennetta è diventata mamma. Fabio Fognini, dopo la sconfitta agli Internazionali di Roma, ha preso il primo volo per Barcellona e ha detto: “Ora vado a vincere il mio torneo più grande”. Dopo aver sconfitto il numero uno al mondo Andy Murray, Fognini è stato eliminato agli ottavi di finale, ma il suo pensiero era per Flavia con cui era in costante contatto. [...]

Flavia Pennetta e Fabio Fognini, benarrivato piccolo Federico

Flavia Pennetta e Fabio Fognini, benarrivato piccolo Federico

“Fabio ed io siamo felici di condividere con voi la nascita di nostro figlio Federico”. Flavia Pennetta è diventata mamma. Fabio Fognini, dopo la sconfitta agli Internazionali di Roma, ha preso il primo volo per Barcellona e ha detto: “Ora vado a vincere il mio torneo più grande”. Dopo aver sconfitto il numero uno al mondo Andy Murray, Fognini è stato eliminato agli ottavi di finale, ma il suo pensiero era per Flavia con cui era in costante contatto. [...]

Flavia Pennetta e Fabio Fognini felici, è nato Federico

Flavia Pennetta e Fabio Fognini felici, è nato Federico

Flavia Pennetta e Fabio Fognini felici, è nato Federico Condivisa su Twitter la nascita del figlio, Flavia Pennetta e Fabio Fognini hanno voluto esternare tutta la loro felicità. Eliminato dagli Internazionali di Roma, Fabio, poco prima di partire per Barcellona aveva scritto: "Vado a vincere il mio torneo più grande". Dato ufficialmente il benarrivato al piccolo Federico, la coppia ha [...]

Pennetta e Fognini felici: è nato Federico

Pennetta e Fognini felici: è nato Federico

Gioia immensa per la coppia Fognini-Pennetta. “Flavia ed io siamo felici di condividere con voi la nascita di nostro figlio Federico. La mamma e il bebè stanno bene”, le parole postate, via Twitter, dallo stesso Fabio, appena eliminato dal torneo capitolino. Anche Flavia non ha resistito alla tentazione di informare i suoi numerosi fan del lieto evento: “Fabio e io siamo felici di condividere con voi la nascita di Federico”, completando la frase con un [...]

Fabio Fognini, tigre in campo con Hydrogen

Fabio Fognini, tigre in campo con Hydrogen

Fabio Fognini sconfigge Andy Murray e si guadagna l’accesso agli ottavi di finale. Al Foro Italico di Roma, la sua performance che ha messo ko lo scozzese numero uno al mondo si è conclusa con una dedica speciale. Ha portato fortuna al tennista ligure il logo del teschio sulla divisa Hydrogen, al debutto durante gli Internazionali di Roma. Sulle spalle della maglia una tigre, simbolo di forza, ma Fabio Fognini ha mostrato in campo anche il suo lato [...]

Fabio Fognini, tigre in campo con Hydrogen

Fabio Fognini, tigre in campo con Hydrogen

Fabio Fognini sconfigge Andy Murray e si guadagna l’accesso agli ottavi di finale. Al Foro Italico di Roma, la sua performance che ha messo ko lo scozzese numero uno al mondo si è conclusa con una dedica speciale. Ha portato fortuna al tennista ligure il logo del teschio sulla divisa Hydrogen, al debutto durante gli Internazionali di Roma. Sulle spalle della maglia una tigre, simbolo di forza, ma Fabio Fognini ha mostrato in campo anche il suo lato [...]

L'ultima di Fognini, la racchetta finisce nel cartellone

L'ultima di Fognini, la racchetta finisce nel cartellone

Fabio Fognini ne ha combinata un’altra. Il tennista ligure, non nuovo a gesti plateali, non è riuscito a trattenere la rabbia dopo aver sbagliato un colpo decisivo contro Albert Ramos, negli ottavi di finale dell’Atp di Rio de Janeiro, in Brasile, e ha scagliato contro i cartelloni pubblicitari la sua racchetta, che curiosamente ci è rimasta conficcata. L’incontro è stato poi vinto dallo spagnolo con il punteggio di 6-2 6-3 e Fognini è stato eliminato [...]