Scopri tutto su Fidel Alejandro

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Scaricamento
In rilievo

Scaricamento

Fidel Castro

La scheda: Fidel Castro

Fidel Alejandro Castro Ruz ( audio, Birán, 13 agosto 1926 – L'Avana, 25 novembre 2016) è stato un rivoluzionario e politico cubano.
È stato primo ministro di Cuba dal 16 febbraio 1959 all'abolizione della carica, avvenuta il 2 dicembre 1976, ed è stato, dal 3 dicembre 1976 al 18 febbraio 2008, Presidente del Consiglio di Stato e Presidente del Consiglio dei ministri, nonché Primo Segretario del Partito Comunista di Cuba, il partito unico del Paese, che tuttavia non partecipa direttamente alle elezioni.
Castro, assieme al fratello Raúl, a Che Guevara e Camilo Cienfuegos è stato uno dei protagonisti della rivoluzione cubana contro il regime del dittatore Fulgencio Batista e, dopo il fallito sbarco nella baia dei Porci da parte di esuli cubani appoggiati dagli Stati Uniti d'America, proclamò l'istituzione della Repubblica di Cuba, uno Stato monopartitico di stampo socialista, che secondo Castro e i suoi sostenitori è una democrazia popolare apartitica, ma che i dissidenti e buona parte degli analisti politici internazionali definiscono come regime totalitario.
Ha spesso giocato un ruolo internazionale maggiore di quanto lascino supporre le dimensioni geografiche, demografiche ed economiche di Cuba, a causa della posizione strategica e della vicinanza geografica agli Stati Uniti del Paese. Castro è una figura controversa: i detrattori lo considerano un nemico dei diritti umani, mentre i suoi sostenitori lo considerano un liberatore dall'imperialismo e sottolineano i progressi sociali che egli ha promosso a Cuba.
È noto anche con l'appellativo di Líder Máximo ("Condottiero Supremo"), a quanto pare attribuitogli quando, il 2 dicembre 1961, dichiarò che Cuba avrebbe adottato il comunismo in seguito allo sbarco della baia dei Porci a sud dell'Avana, un fallito tentativo da parte del governo statunitense di rovesciare con le armi il regime cubano, nel corso degli anni Castro ha rafforzato la popolarità di quest'appellativo.
Secondo i suoi sostenitori, la leadership di Castro si è mantenuta così a lungo grazie al sostegno delle masse, dovuto al miglioramento delle condizioni di vita. Secondo i detrattori, invece, le cause andrebbero cercate nell'utilizzo di metodi coercitivi e repressivi.
Il 18 febbraio 2008, dopo quasi mezzo secolo di presidenza, Fidel Castro ha dichiarato che non avrebbe accettato una nuova elezione alla Presidenza del Consiglio di Stato e del consiglio dei Ministri, a causa di problemi di salute.
Il 19 aprile 2011, Fidel Castro si dimette anche dalla carica di primo segretario del Partito Comunista di Cuba, consegnando i suoi poteri nelle mani del fratello Raúl Castro, il quale sta lentamente avviando alcune riforme in senso liberale a favore del popolo e della non florida economia locale, compromessa soprattutto dal lungo embargo a cui è stata costretta l'isola.



Fidel Castro:
Presidente del Consiglio di Stato di Cuba:
Durata mandato: 2 dicembre 1976 – 24 febbraio 2008
Predecessore: Osvaldo Dorticós Torrado (come Presidente di Cuba)
Successore: Raúl Castro
Primo ministro di Cuba:
Durata mandato: 16 febbraio 1959 – 24 febbraio 2008[1]
Predecessore: José Miró Cardona
Successore: Raúl Castro
Segretario generale del Movimento dei paesi non allineati:
Durata mandato: 10 settembre 1979 – 6 marzo 1983
Predecessore: Junius Richard Jayawardene
Successore: Neelam Sanjiva Reddy
Durata mandato: 16 settembre 2006 – 24 febbraio 2008
Predecessore: Abdullah Ahmad Badawi
Successore: Raúl Castro
Primo segretario del Partito Comunista di Cuba:
Durata mandato: 24 giugno 1961 – 19 aprile 2011
Predecessore: carica istituita
Successore: Raúl Castro
Leader del Movimento del 26 luglio:
Durata mandato: 1955 – 1º gennaio 1959
Predecessore: carica istituita
Successore: carica abolita
Dati generali:
Partito politico: Partito Ortodosso (1946-1952) Movimento del 26 luglio (1955-1961) Partito Comunista di Cuba (1961-2016)
Università: Università dell'Avana
Professione: avvocato, giornalista
Firma:
Nel 2003 Fidel Castro appare nelle pellicola Comandante e Looking for Fidel di Oliver Stone, entrambi documentari che si sviluppano come lunghe interviste del regista statunitense al Lider maximo.
Nel 2006 partecipa inoltre, nei panni di se stesso, alle riprese della pellicola spagnola Cuando la verdad despierta, diretta dal regista italiano Angelo Rizzo e presentata al Festival di Berlino nel 2008.

Marchesella Adelardi (1177/78-1186/87) La casa in via Coperta-via Voltacasotto, a Ferrara, nel Castrum

Maria Alberta Faggioli SalettiMarchesella Adelardi (1177/78-1186/87) Lacasa in via Coperta-via Voltacasotto,  a Ferrara, nel Castrum-Il Castrum- Castello Ferrariae.La parte antica diFerrara è indicata come Castrum, detto Castello Curtesorum/Castello dei Cortesi , o Castrum Curtisium/Curtisiorum ,oppure CastelloFerrariae , e anche  Castrum Curialium . Il Castrum-Castelloaveva come centro religioso la chiesa diSan Pietro.  -La strada di Porta San Pietro e la [...]

Fidel, Lenin e Mao sono riuniti qui

Fidel, Lenin e Mao sono riuniti qui

Roma, (askanews) - Fidel Castro, Lenin, Mao, Ho Chi Minh, gli ex leader comunisti morti riuniti tutti insieme come per una cerimonia funebre collettiva. Ad Hong Kong e' stata inaugurata una bizzarra mostra nel centro congressi della citta' con riproduzioni fedeli agli originali, che ha attirato l'attenzione di tanti curiosi. Modelli realizzati in acrilico e gel di silicio e vestiti con le uniformi, chiusi in teche di vetro ad eccezione di Fidel che addirittura, [...]

EVENTI: Fidel Castro

Nel 1932 Fidel studiò a Santiago di Cuba, inizialmente alla scuola "La Salle", un istituto per ragazzi di famiglie benestanti.

Il 14 dicembre 2004 Castro ha siglato con il Presidente del Venezuela Hugo Chávez (al quale lo legava uno strettissimo rapporto di amicizia e fratellanza) l'accordo preliminare per la costituzione dell'Alleanza Bolivariana per le Americhe (ALBA), un progetto di cooperazione politica, sociale ed economica tra i paesi dell'America del Sud e i paesi caraibici, che ha permesso a Cuba di usufruire del petrolio venezuelano e di parte dei suoi profitti, onde risollevare la propria economia, in cambio il governo dell'Avana ha fornito il proprio personale medico e culturale alle nazioni sudamericane aderenti all'ALBA, contribuendo a combattere le malattie e la malnutrizione, oltre a ridurre l'analfabetismo, soprattutto in Venezuela, Bolivia ed Ecuador, tramite prestazioni gratuite erogate alla popolazione, molti nuovi medici sudamericani hanno potuto inoltre formarsi a spese dei governi nelle Università cubane.

Nel 2003 Carlos Sanchez, dell'Associazione Internazionale dei Gay e delle Lesbiche, ha presentato un rapporto in cui dichiara che non esiste più una legislazione punitiva verso gli omosessuali e da parte dei cubani esiste un alto livello di tolleranza, anche se non tutti sono d'accordo.

Nel 2003 Fidel Castro appare nelle pellicola Comandante e Looking for Fidel di Oliver Stone, entrambi documentari che si sviluppano come lunghe interviste del regista statunitense al Lider maximo.

Nel 2002 uno degli scopi della visita dell'ex Presidente statunitense Jimmy Carter era d'ispezionare i siti cubani per l'ingegneria genetica.

Nel novembre del 1996 Fidel Castro andò a Roma, in occasione dell'Incontro mondiale sull'alimentazione promosso dalla FAO.

Nel 1976, all'apice della politica di embargo statunitense contro Cuba, Pierre Elliott Trudeau, allora Primo Ministro del Canada, fece visita di Stato nell'isola, la prima da parte di un leader occidentale, e abbracciò personalmente il capo cubano.

Nel 2006 la rivista inserì nuovamente Castro nella lista attribuendogli questa volta un patrimonio ancora superiore, pari a 900 milioni di dollari (quasi il doppio rispetto a quanto la stessa rivista stimò come patrimonio nel 2005), specificando però che questi deriverebbero dal "controllo di una rete di compagnie statali" (il Palacio de Convenciones, un centro congressi vicino all'Avana, Cimex, un conglomerato di vendite al minuto e Medicuba, società di vendita di farmaci prodotti nell'isola) e affermando che "ex funzionari cubani insistono che Castro, che viaggia esclusivamente in una flotta di Mercedes nere, si è appropriato dei profitti di queste attività d'affari, nel corso degli anni".

Nel 2006 partecipa inoltre, nei panni di se stesso, alle riprese della pellicola spagnola Cuando la verdad despierta, diretta dal regista italiano Angelo Rizzo e presentata al Festival di Berlino nel 2008.

L'8 gennaio 1959 Fidel Castro assunse il ruolo di Comandante in Capo delle Forze Armate.

Il 13 febbraio 1959 José Miró Cardona si dimise dalla sua carica e gli succedette Fidel Castro.

Il 17 luglio 1959 Osvaldo Dorticós Torrado fu nominato Presidente della Repubblica, carica in cui rimase sino al 1976, sostituito poi da Fidel Castro, divenne successivamente membro del Consiglio di Stato.

Dal 2005, inoltre, gli interventi chirurgici di cambiamento di sesso sono gratuiti e regolati dalla legge.

Nel 2005 la rivista Forbes inserì Fidel Castro nella lista dei "re, regine e dittatori" più ricchi, attribuendogli un patrimonio di 550 milioni di dollari.

Nel 1961 il tasso di analfabetismo fu ridotto dal 20% al 3,9%.

Il 3 gennaio 1962 si diffuse la notizia che papa Giovanni XXIII avesse scomunicato Castro dando seguito al decreto del 1949 di papa Pio XII che vietava ai cattolici di appoggiare i governi comunisti.

Nel 1964 l'editore italiano Giangiacomo Feltrinelli si recò a Cuba e incontrò il leader della rivoluzione con cui stabilì una lunga amicizia.

Dal 1941 al 1945, Fidel Castro si trasferì all'Avana, dove studiò nell'esclusivo collegio "de Belén", sotto la guida di sacerdoti Gesuiti, quando l'esperienza della guerra civile spagnola era ancora fresca.

Nel 1945 Castro s'iscrisse alla facoltà di Diritto dell'Università dell'Avana.

Nel 1948 sposò Mirta Diaz-Balart, studentessa di filosofia.

Nel 1967 Feltrinelli giunse in Bolivia e incontrò Régis Debray, che nel paese latino viveva in clandestinità.

Nel 1968, Giangiacomo Feltrinelli si recò in Sardegna, secondo i documenti scoperti dalla Commissione Stragi nel 1996, per prendere contatto con gli ambienti della sinistra e dell'indipendentismo isolano.

Fidel, Lenin e Mao, leader comunisti morti in mostra a Hong Kong

Fidel, Lenin e Mao, leader comunisti morti in mostra a Hong Kong

Roma, (askanews) - Fidel Castro, Lenin, Mao, Ho Chi Minh, gli ex leader comunisti morti riuniti tutti insieme come per una cerimonia funebre collettiva. Ad Hong Kong e' stata inaugurata una bizzarra mostra nel centro congressi della citta' con riproduzioni fedeli agli originali, che ha attirato l'attenzione di tanti curiosi. Modelli realizzati in acrilico e gel di silicio e vestiti con le uniformi, chiusi in teche di vetro ad eccezione di Fidel che addirittura, [...]

Murale per Fidel Castro a Garbatella - Lazio - ANSA.it

Murale per Fidel Castro a Garbatella - Lazio - ANSA.it

Un murale celebrativo della rivoluzione cubana e dello scomparso leader Fidel Castro sarà inauguratodomani a Garbatella, a Roma, al centro sociale La Strada, con la partecipazione dell'ambasciatricedell'Avana. © ANSA Sorgente: Murale per Fidel Castro a Garbatella - Lazio - ANSA.it

Una visone insolita di Fidel Castro

Una visone insolita di Fidel Castro

Si saluta con affetto e commozione un uomo protagonista di una importante parte della storia moderna.

MIA INTERVISTA A "LA VOCE DI NEW YORK": TRUMP, SOROS, HILLARY, SIRIA, FIDEL.....

MIA INTERVISTA A "LA VOCE DI NEW YORK": TRUMP, SOROS, HILLARY, SIRIA, FIDEL.....

http://fulviogrimaldi.blogspot.it/2016/12/mia-intervista-la-voce-di-new-york.html MERCOLEDÌ 21 DICEMBRE 2016 MIA INTERVISTA A "LA VOCE DI NEW YORK", GIORNALE DEGLI ITALIANI NEGLI USA Trump e le crisi del mondo osservate fuori dagli schemi Trump, la Russia, la Siria, Castro: l'attualità internazionale vista da Fulvio Grimaldi, giornalista scomodo. Fulvio Grimaldi è un giornalista indipendente, a volte "troppo": Esperto inviato di guerra, ha idee in conflitto con [...]

FIDEL L'ALTROIERI, ASSAD OGGI - IL SOLE, "IN DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA", DALL'AVANA A DAMASCO.

FIDEL L'ALTROIERI, ASSAD OGGI - IL SOLE, "IN DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA", DALL'AVANA A DAMASCO.

http://fulviogrimaldi.blogspot.it/2016/12/fidel-laltroieri-assad-oggi-il-sole-in.html VENERDÌ 9 DICEMBRE 2016   In calce un commento a un mio post sull’esito del referendum che descrive con precisione ed esplicative mappe il progresso drelle forze di liberazione ad Aleppo.   Sarà anatema per i cultori di vacche sacre, purchè collocabili nel loro panteon ideologico, ma io, oggi come oggi, alle celebrazioni in morte di Fidel Castro preferisco quelle in vita [...]

FIDEL E' MORTO. VIVA FIDEL.

Per capire veramente la Storia, occorre sempre inserirsi nel suo contesto, come in tutti i fatti, e allora bisognerà riconoscere che prima della rivoluzione cubana, la situazione in quell'isola era pessima, sotto la dittatura corrotta e sanguinaria di Fulgencio Batista, sostenuta e sovvenzionata dagli Stati Uniti e dalla mafia italo-americana. Trent'anni dopo la rivoluzione, nel 1989, andai a Cuba, e restai un mese e mezzo all'Avana, vivendo tra le persone. Gente [...]

Fidel: non possono seppellirti, tu sarai sparso come semi di libert

    Ida Garberi *  “Quando gli uomini sono veramente uomini, non muoiono né si seppelliscono, si seminano per perdurare”  Julian Conrado, cantore delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia-Esercito del Popolo    Quando una persona, come me, ha già compiuto i 50 anni, ha perso oramai molte persone della sua vita, che già non l’accompagnano più, perché la natura senza pietà  gli presentò il conto. Le prime volte il dolore è quasi [...]

Arrosto di Fidel

Politica estera: bruciata la salma di Fidel Castro. In fumo buona parte del comunismo.

FOTO: Fidel Castro

Lettera dell'allora dodicenne Fidel Castro scritta in inglese e inviata al presidente statunitense dell'epoca, Franklin D. Roosevelt, ai tempi in cui Castro studiava al Colegio de Dolores, a Santiago di Cuba

Lettera dell'allora dodicenne Fidel Castro scritta in inglese e inviata al presidente statunitense dell'epoca, Franklin D. Roosevelt, ai tempi in cui Castro studiava al Colegio de Dolores, a Santiago di Cuba

Fidel Castro in arresto dopo l'attacco alla Caserma Moncada

Fidel Castro in arresto dopo l'attacco alla Caserma Moncada

Il trentaduenne Líder Máximo il 15 aprile 1959

Il trentaduenne Líder Máximo il 15 aprile 1959

Che Guevara e Castro

Che Guevara e Castro

Fidel Castro incontra il leader sovietico Nikita Khruš??v nel 1961

Fidel Castro incontra il leader sovietico Nikita Khruš??v nel 1961

Castro con Jurij Gagarin, primo uomo a volare nello spazio, 26 giugno 1961

Castro con Jurij Gagarin, primo uomo a volare nello spazio, 26 giugno 1961

Fidel Castro (terzo da sinistra) durante una visita di stato nella DDR nel 1972

Fidel Castro (terzo da sinistra) durante una visita di stato nella DDR nel 1972

Arrosto di Fidel

Politica estera: bruciata la salma di Fidel Castro. In fumo buona parte del comunismo. 

L'addio di Santiago a Fidel Castro

L'addio di Santiago a Fidel Castro

http://thebird.altervista.org/laddio-di-santiago-a-fidel-castro/

Cuba, l'ultimo saluto a Fidel

Cuba, l'ultimo saluto a Fidel

di Mimosa Martini

I perché di un No. Castro. Reimverse auf den Tod. Vittoria Lepanto

 Post 857 Quale dunque la posizione di un anarchico, non solo mentale, nei confronti dell'aut-aut Sì No, di fronte al quale è posto in questi giorni il popolo italiano?Di un che non crede nelle immutabilità di nulla, nemmeno della Veritas Domini (quae) manet in aeternum; figurarsi delle Costituzioni, registrazioni di una nuova temperie politica e storica (la Francia  è alla Quinta repubblica, cioè alla V Costituzione, e noi si rimarrebbe abbarbicati alla [...]

I perch di un No. Castro. Reimverse auf den Tod. Vittoria Lepanto

  Post 857   Quale dunque la posizione di un anarchico, non solo mentale, nei confronti dell'aut-aut Sì No, di fronte al quale è posto in questi giorni il popolo italiano? Di un che non crede nelle immutabilità di nulla, nemmeno della Veritas Domini (quae) manet in aeternum; figurarsi delle Costituzioni, registrazioni di una nuova temperie politica e storica (la Francia  è alla Quinta repubblica, cioè alla V Costituzione, e noi si rimarrebbe abbarbicati [...]

I perch di un No. Castro. Reimverse auf den Tod. Vittoria Lepanto

  Post 857   Quale dunque la posizione di un anarchico, non solo mentale, nei confronti dell'aut-aut Sì No, di fronte al quale è posto in questi giorni il popolo italiano? Di un che non crede nelle immutabilità di nulla, nemmeno della Veritas Domini (quae) manet in aeternum; figurarsi delle Costituzioni, registrazioni di una nuova temperie politica e storica (la Francia  è alla Quinta repubblica, cioè alla V Costituzione, e noi si rimarrebbe abbarbicati [...]

I perch di un No. Castro. Reimverse auf den Tod. Vittoria Lepanto

  Post 857   Quale dunque la posizione di un anarchico, non solo mentale, nei confronti dell'aut-aut Sì No, di fronte al quale è posto in questi giorni il popolo italiano? Di un che non crede nelle immutabilità di nulla, nemmeno della Veritas Domini (quae) manet in aeternum; figurarsi delle Costituzioni, registrazioni di una nuova temperie politica e storica (la Francia  è alla Quinta repubblica, cioè alla V Costituzione, e noi si rimarrebbe abbarbicati [...]

Nelson Mandela e Fidel Castro: Amici, Compagni e Alleati

Nelson Mandela e Fidel Castro: Amici, Compagni e Alleati

   inCondividi Particolarmente odiosa, risulta in queste ore, una stupida e antistorica contrapposizione che viene fatta tra le figure di Nelson Mandela e Fidel Castro di Fabrizio Verde  La morte di un gigante come Fidel Castro se da una parte ha suscitato commozione per la perdita di un uomo che ha segnato in positivo la storia del XX secolo e di questo scorcio di XXI secolo, dall'altra ha scatenato la rabbia repressa di chi non è mai riuscito a sconfiggere [...]

Nelson Mandela e Fidel Castro: Amici, Compagni e Alleati

   inCondividi Particolarmente odiosa, risulta in queste ore, una stupida e antistorica contrapposizione che viene fatta tra le figure di Nelson Mandela e Fidel Castro di Fabrizio Verde  La morte di un gigante come Fidel Castro se da una parte ha suscitato commozione per la perdita di un uomo che ha segnato in positivo la storia del XX secolo e di questo scorcio di XXI secolo, dall'altra ha scatenato la rabbia repressa di chi non è mai riuscito a sconfiggere [...]

Dopo Castro cosa succederà in Sud America?

Dopo Castro cosa succederà in Sud America?

Lo abbiamo chiesto a cittadini cubani, colombiani e venezuelani. Ecco le loro risposte.