Filippo Tommaso Marinetti

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Engagement
In rilievo

Engagement

Filippo Tommaso Marinetti

La scheda: Filippo Tommaso Marinetti

Filippo Tommaso Marinetti (Alessandria d'Egitto, 22 dicembre 1876 – Bellagio, 2 dicembre 1944) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano. È conosciuto soprattutto come il fondatore del movimento futurista, la prima avanguardia storica italiana del Novecento.



Vita futurista (1916, con Arnaldo Ginna, Bruno Corra e altri)
Montparnasse (1929 nella parte di sé stesso)

Deluso dall'accoglienza parigina, Marinetti si riaccosta al Fascismo e a Mussolini, che nel frattempo ha preso il potere. Il regime lo ripaga dedicandogli importanti onorificenze nazionali (1924) ed egli, a sua volta, firma il Manifesto degli intellettuali fascisti (1925). Come ambasciatore del regime, Marinetti viaggia in Sudamerica e in Spagna. Nel 1929 lo stesso Mussolini vorrà Marinetti nell'Accademia d'Italia appena fondata. Il fondatore del Futurismo è ormai diventato un difensore della letteratura e della lingua italiana contro l'"esterofilia" dilagante, con effetti surreali: come quando gli capita di pronunciare discorsi su Giacomo Leopardi "maestro d'ottimismo" o di decantare il Futurismo di Ludovico Ariosto.
Nel frattempo il futurismo si è trasformato da movimento di rottura in scuola poetica, coi suoi congressi, le sue dispute, i suoi generi codificati (le parole in libertà e l'aeropoesia), ecc. Ma le opere futuriste più interessanti del Ventennio restano quelle di Marinetti, che in lavori come Il fascino dell'Egitto o nel dramma Il suggeritore nudo, rivela la sua attenzione alle nuove poetiche italiane ed europee.
Del 1929 è la stesura del Manifesto dell'aeropittura futurista, ispiratogli dall'esperienza di un volo sul Golfo della Spezia e che sarà motivo ispiratore della nuova forma artistica.
Nel settembre 1930 Marinetti e Tato (Guglielmo Sansoni) organizzano il primo concorso fotografico nazionale, e fra il 1930 e il 1931 propongono il Manifesto della fotografia futurista.
Attento anche alle arti visive, nel 1933 alla Spezia istituisce con Fillia il Premio del Golfo. Il 27 gennaio 1934 pubblica il Manifesto dell'Architettura Aerea, redatto con Angiolo Mazzoni e Mino Somenzi, e, alla fine di quello stesso anno, presiede la Prima Mostra nazionale di plastica murale per l'edilizia fascista, organizzata a Genova da Enrico Prampolini, Fillia e F. Defilippis.
La sua posizione di Accademico gli consente alcune timide prese di posizione critiche nei confronti del regime: neI 1938 escono, sulla rivista futurista Artecrazia, alcuni articoli (probabilmente dettati o ispirati da Marinetti) contro l'antisemitismo e le leggi razziali.

A rischio caffè Giubbe rosse a Firenze

A rischio caffè Giubbe rosse a Firenze

(ANSA) – FIRENZE, 11 APR – A rischio, causa difficoltà economiche, il futuro dello storico caffè letterario Giubbe Rosse, nella centralissima piazza della Repubblica a Firenze, luogo di incontro, nel corso del ‘900, di poeti, artisti e intellettuali tra i quali Marinetti e i futuristi, Montale, Quasimodo, Saba, Gadda e Vittorini. A riportare la notizia sono La Nazione, che parla di debiti accumulati per 2,8 milioni di euro, e il Corriere fiorentino. La [...]

Futurismo Renaissance. Marinetti e le avanguardie virtuose -Nell'ebook anche Zairo Ferrante e il Dinanimismo con il saggio "DOPO MARINETTI, UN FILO LUNGO SETTANT'ANNI (1944-2014)"-

Futurismo Renaissance. Marinetti e le avanguardie virtuose -Nell'ebook anche Zairo Ferrante e il Dinanimismo con il saggio "DOPO MARINETTI, UN FILO LUNGO SETTANT'ANNI (1944-2014)"-

Futurismo Renaissance. Marinetti e le avanguardie virtuose a cura di Pierfranco Bruni e Roby Guerra (Deleyva editore, Roma, Aprile 2016) -Nell'ebook anche Zairo Ferrante e il Dinanimismo con il saggio "DOPO MARINETTI, UN FILO LUNGO SETTANT'ANNI (1944-2014)"- A cura di R. Guerra, scrittore nefuturista (diversi libri su Marinetti pubblicati) e Pierfranco Bruni, prestigioso scrittore, saggista, direttore archeologo e del Mibact (Ministero dei Beni Culturali) è uscito [...]

Le Sorelle Marinetti - Let It Snow, Let it Snow, Let It Snow

Le Sorelle Marinetti - Let It Snow, Let it Snow, Let It Snow

Il terzetto interpreta il classico di Natale

EVENTI: Filippo Tommaso Marinetti

Nel 1902 ha un altro grave lutto familiare: muore la madre, Amalia Grolli, che da sempre lo aveva incoraggiato a praticare l'arte della poesia.

Nel 1911 scoppia la Guerra Italo-Turca, e Marinetti, bellicista convinto, non si tira indietro: parte per la Libia come corrispondente di un quotidiano francese.

Nel 1910 il suo primo romanzo, Mafarka il futurista, viene assolto dall'accusa di oltraggio al pudore.

Tra il 1905 e il 1909 dirige (in un primo momento in collaborazione con Sem Benelli e Vitaliano Ponti) la rivista milanese Poesia, di cui è fondatore e principale finanziatore.

Nel 1914 compie anche un importante viaggio a Mosca e a Pietroburgo, dove farà la conoscenza dei futuristi russi.

Il 27 gennaio 1934 pubblica il Manifesto dell'Architettura Aerea, redatto con Angiolo Mazzoni e Mino Somenzi, e, alla fine di quello stesso anno, presiede la Prima Mostra nazionale di plastica murale per l'edilizia fascista, organizzata a Genova da Enrico Prampolini, Fillia e Defilippis.

Nel 1929 lo stesso Mussolini vorrà Marinetti nell'Accademia d'Italia appena fondata.

Il 23 marzo 1919 Marinetti partecipa con Mussolini all'adunata di piazza San Sepolcro a Milano: da quel momento il Partito Politico Futurista confluisce nei Fasci di combattimento.

Da Marinetti il nome di Torviscosa

Da Marinetti il nome di Torviscosa

(ANSA) - TRIESTE, 10 AGO - La prima bozza del "Poema di Torre Viscosa" e altre lettere di Filippo Tommaso Marinetti risalenti all'agosto 1938, da cui probabilmente venne l'ispirazione per il nome di Torviscosa (Udine), la città-fabbrica friulana dove la "Snia" costruì la grande fabbrica chimica, sono state ritrovate nell'archivio del grande poeta futurista della Beinecke library, la biblioteca della Yale University (Usa).

Da Marinetti il nome di Torviscosa, in Usa bozze originali

Da Marinetti il nome di Torviscosa, in Usa bozze originali

(ANSA) - TRIESTE, 10 AGO - La prima bozza del "Poema di Torre Viscosa" e altre lettere di Filippo Tommaso Marinetti risalenti all'agosto 1938, da cui probabilmente venne l'ispirazione per il nome di Torviscosa (Udine), la città-fabbrica friulana dove la "Snia" costruì la grande fabbrica chimica, sono state ritrovate nell'archivio del grande poeta futurista della Beinecke library, la biblioteca della Yale University (Usa). Lo rende noto oggi il Comune di [...]

Tommaso Marinetti

Filippo Tommaso Marinetti Filippo Tommaso Marinetti è il fondatore del movimento futurista. A Parigi, nel febbraio del 1909, pubblica il primo Manifesto futurista. In esso: -si proclama la fede nel futuro e nella civiltà delle macchine; -si affermano gli ideali della forza, del moto, della vitalità, del dinamismo e dello slancio; -si spronano i letterati a comporre opere nuove, ispirate all’ottimismo e ad una gioia di vivere aggressiva e prepotente; -si [...]

Luuk Magazine intervista Roby Guerra: futurismo 2000

Luuk Magazine intervista Roby Guerra: futurismo 2000

    Roberto Guerra non è nuovo ai lettori di Luuk Magazine. Intellettuale poliedrico di “fede” neofuturista ma consapevole della necessità di un perpetuo movimento di autosuperamento culturale e dell’esigenza di nuove sintesi, Roby Guerra è sin dagli anni ’80 promotore del nuovo futurismo e di una poetica prossima al futurismo, alla poesia totale di Adriano Spatola e alla computer art. Ha pubblicato alcune raccolte poetiche, romanzi di fantascienza, CD [...]

FUTURISMO chez Marinetti a Roma mostra a cura di Maurizio Calvesi

FUTURISMO chez Marinetti a Roma mostra a cura di Maurizio Calvesi

di Fabio Isman Un ritratto che gli fece Leo Longanesi nel 1922, con tanto di dedica; la sua famiglia eternata da Gerardo Dottori, il padre dell’Aeropittura, che è alla Galleria comunale d’arte moderna a Roma (ahinoi, tanto poco visitata); una singolare Gran Volta rovesciata di Tullio Crali (una città è tutta, sotto) già «prenotata» dal Moma di New York per una mostra l’anno prossimo; dei suoi fogli di appunti, e con le famose Parolibere. Oltre 60 opere [...]

Domenica 20: le Sorelle Marinetti tornano al Blue Note

Domenica 20: le Sorelle Marinetti tornano al Blue Note

Domenica 20 gennaio alle ore 21, le Sorelle Marinetti tornano al Blue Note per una serata-omaggio alla città di Milano. Il set sarà come sempre costituito da brani dell’epopea swing italiana, selezionati dal M° Christian Schmitz, che per l’occasione ha … Continua a leggere→

Dal Trio Lescano a Delia Lodi, il viaggio canoro dal sapore retrò delle Sorelle Marinetti

Dal Trio Lescano a Delia Lodi, il viaggio canoro dal sapore retrò delle Sorelle Marinetti

Sul palco del Duse di Bologna i ricordi diventano note in uno spettacolo che trasforma un semplice concerto in una vera e propria pièce di teatro musicale che proietterà lo spettatore in un viaggio a ritroso nel tempo nella storia socio-culturale Fonte: © Emilio Resmini   Turbina, Scintilla e Mercuzia, ovvero le SorelleMarinetti, un trio di "ragazze" sui generis che, che, affascinate dall'esperienza artistica e umana del Trio Lescano, si calano nei panni di tre [...]

M.Bernardi Guardi, Pound e Marinetti

M.Bernardi Guardi, Pound e Marinetti

Quei due poeti nel vortice del Novecento di Mario Bernardi Guardi - 13/02/2011 Fonte: secolo d'italia «Futuristi inglesi… Non siamo futuristi, in primo luogo non siamo futuristi - mi interrompe irruente un uomo biondo e alto, con lunghi capelli scarmigliati, i tratti del volto spigolosi, il naso forte e gli occhi luminosi che non sorridono mai. È Ezra Pound, un americano anglicizzato. Insieme con il francesizzato Wyndham Lewis è il principale ispiratore del [...]

FUTURISMO2000-da Marinetti a Rossotrevi di R.Guerra

HTTP://WWW.MYSPACE.COM/EDIZIONIFUTURISTE   FUTURISMO 2000 -la dis-continuità futurista: da Marinetti a Rossotrevi PDF DOWNLOAD  Roby Guerra   *già editi on line in Controcultura Supereva (2009/2010)   Prologo: Futurismo 100: Contro Bonito Oliva presentista *da Azione Futurista Il centenario futurista, volge al termine…. Tra celebrazioni di indubbio valore mediatico, compleanni di …futuristi e futurismi contemporanei, tutt’oggi attivi, meno giovani e [...]

Filippo Tommaso Marinetti nasce

Filippo Tommaso Marinetti nasce

      Filippo Tommaso Marinetti nasce ad Alessandria d’Egitto nel 1876; compie i primi studi in Francia, concludendoli in Italia, a Genova, dove si laurea nel 1899. Volontario durante il primo conflitto mondiale, nel dopoguerra Marinetti diventa uno degli esponenti più autorevoli della cultura fascista, e al regime resta fedele anche dopo la sua caduta. Muore a Bellagio, in provincia di Como, nel [...]

A.Scianca,È libertario il “nostro” Risorgimento

A.Scianca,È libertario il “nostro” Risorgimento

È libertario il “nostro” Risorgimento di Adriano Scianca - 13/06/2010 Fonte: secolo d'italia In tempi di 150° dell’unificazione nazionale italiana si può uscire dall’oleografia retorica di un Risorgimento polveroso e museale, da un ritrattino consolatorio, trombonesco e patriottardo che non rende giustizia alle migliaia di giovani italiani – figli a pieno titolo del loro tempo e della loro giovinezza – che ne furono protagonisti senza per questo [...]

Roma FuturArdita con Francesca Barbi (Marinetti) raccontano le donne

Roma FuturArdita con Francesca Barbi (Marinetti) raccontano le donne

*Ti avevo vista una sera, tempo fa, non so dove, e da allora ansioso aspettavo La Notte, gonfia di stelle e di profumi azzurrini, su di me illanguidiva la sua nudità abbagliante e convulsa d’amore! Perdutamente, la Notte apriva le sue costellazioni come vene palpitanti di porpora e d’oro, e tutta la illuminante voluttà del suo sangue colava pel vasto cielo Io stavo, ebbro, in attesa, sotto le tue finestre accese, che fiammeggiavano, sole, nello spazio [...]

E dopo avere, in questo modo

Oh, qui vi  una reminiscenza di qualche cosa che non  lubrico: vi la parola che Amleto rivolge alla sua donna, vi  la parola di Amleto che castiga i costumi, che rievoca il concetto alto della femminilit che non si veste di questi abiti, che non si arma di questi allettamenti, che non cerca questi piaceri; e dopo che un uomo vi fa nello stesso suo libro, anche a questo punto, una requisitoria e condanna questi sentimenti che egli presenta al lettore col bollo e [...]

L'ASINO ROSSO COMPLEANNO ONE DINANIMISMI AA.VV.

L'ASINO ROSSO COMPLEANNO ONE DINANIMISMI AA.VV.

www.myspace.com/edizionifuturiste  L'ASINO ROSSO COMPLEANNO ONE: DINANIMISMI PDF  DOWNLOADa cura di Roby Guerra e Zairo Ferrante Sandro Battisti, Pierluigi Casalino, Graziano Cecchini, Gianluca D'Aquino, Maurizio Ganzaroli, David Palada, Antonio Saccoccio, Giovanni Tuzet, Manuela Vio, Vittorio Zanella.  William Blake, Fabio Brigazzi, Claudio Braggio, Riccardo Campa, Barbara Cannetti,  Sylvia Forty, Valentina Gaglione, Marco Milani, Paolo Ruffilli, Rosso [...]

90° Fondazione ANAI - Ass. Naz. Arditi d'Italia

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI MANZANO (Provincia di Udine) 90° DI FONDAZIONE   DELLA   ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARDITI D’ITALIA   CARTELLA STAMPA CON IL PATROCINIO DEL   COMUNE DI MANZANO ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARDITI D’ITALIA (Provincia di Udine) MILANO. via Marcona, 41L’A.N.A.I., in fratellanza d’armi con la F.N.A.I. (Federazione Nazionale Arditi d’Italia) di Trieste e di Manzano, celebrano il 25 e 26 luglio 2009 la ricorrenza della fondazione del [...]

FILIPPO TOMMASO MARINETTI

FILIPPO TOMMASO MARINETTI

        Emilio Angelo Carlo Marinetti (in altri documenti risulta "Filippo Achille Emilio") trascorre i primi anni di vita ad Alessandria d'Egitto, dove il padre (Enrico Marinetti) e la madre (Amalia Grolli) convivono  more uxorio. L'amore per la letteratura emerge sin dagli anni del collegio: a 17 anni fonda la sua prima rivista scolastica, Papyrus; i gesuiti lo minacciano di espulsione per aver introdotto a scuola gli scandalosi romanzi di Émile Zola. È [...]

FOTO: Filippo Tommaso Marinetti

Marinetti nei primi anni del secolo

Marinetti nei primi anni del secolo

Casa Marinetti, lapide di via Senato 2 a Milano, all'epoca affacciata sul Naviglio.

Casa Marinetti, lapide di via Senato 2 a Milano, all'epoca affacciata sul Naviglio.

Filippo Tommaso Marinetti

Filippo Tommaso Marinetti

Marinetti con alcune pubblicazioni futuriste

Marinetti con alcune pubblicazioni futuriste

Inviato di guerra durante la guerra italo-turca, da sinistra Filippo Tommaso Marinetti, Ezio Maria Gray, Jean Carrere, Enrico Corradini e G. Castellini

Inviato di guerra durante la guerra italo-turca, da sinistra Filippo Tommaso Marinetti, Ezio Maria Gray, Jean Carrere, Enrico Corradini e G. Castellini

Primo piano di Marinetti

Primo piano di Marinetti

In prima fila: Depero, Marinetti e Cangiullo nei loro panciotti futuristi. Fotografia scattata il 14 gennaio 1924, in occasione della replica dello spettacolo della Compagnia del Nuovo Teatro Futurista a Torino.

In prima fila: Depero, Marinetti e Cangiullo nei loro panciotti futuristi. Fotografia scattata il 14 gennaio 1924, in occasione della replica dello spettacolo della Compagnia del Nuovo Teatro Futurista a Torino.

40 anni dalla Strage del Monte Serra: Grazie Sandro e Mario

3 marzo 1977-2017 40 anni che inizio' questa drammatica storia con la strage del Monte Serra . Grazie al Capitano Ciancarella e al Colonnello Marcucci PER NON ESSERSI ARRESI MAI AL PRIMO MURO DI GOMMA FIRMATO IL DEFUNTO GENERALE TASCIOMonte Serra Di Mario Ciancarella3 marzo 1977: la strage(per noi) del Monte Serra Post n°200 pubblicato il 08 Marzo 2011 da laura561 Il 3 marzo 2011 era l'anniversario della strage(per noi) del Monte Serra. Per la verità [...]

Poeta delle Ceneri di Pier Paolo Pasolini a Bari

L'attore Massimo Verdastro (Nella Foto) a Bari legge Pier Paolo Pasolini per un progetto sulla narrazione letteraria Domenica 20 Novembre. Il grande interprete dedica la serata al poema autobiografico Poeta delle Ceneri, che Pasolini scrisse fra il 1966 e il ’67. Racconta in versi liberi le vicissitudini che lo condussero via dal Friuli e quelle che a Roma lo avvicinarono al cinema e alla scrittura dei suoi testi i per il teatro. Pubblicato su Nuovi Argomenti nel [...]

Pasolini il genio scomodo mal sopportato dai lacch dei poteri di Stato

Pier Paolo Pasolini nella sua grandezza e nel suo estro ancora ineguagliati nel panorama Nazionale e Internazionale era mal digerito dalle “Furie”, le Clitennestre ecclesialnazionali che, con la sua arte scritta e dipinta (giacchè non possiamo palare di Film, di immagini, ma di veri e propri dipinti in movimento), combatteva nella perfetta solitudine che ha contraddistinto il suo grandioso e inarrivabile percorso artistico (osteggiato anche dl PCI stalinista). [...]

Pasolini il genio scomodo mal sopportato dai lacch dei poteri di Stato

Pier Paolo Pasolini nella sua grandezza e nel suo estro ancora ineguagliati nel panorama Nazionale e Internazionale era mal digerito dalle “Furie”, le Clitennestre ecclesialnazionali che, con la sua arte scritta e dipinta (giacchè non possiamo palare di Film, di immagini, ma di veri e propri dipinti in movimento), combatteva nella perfetta solitudine che ha contraddistinto il suo grandioso e inarrivabile percorso artistico (osteggiato anche dl PCI stalinista). [...]

Pasolini il grande genio, scomodo, mal sopportato dai poteri e dai lacch, mandanti del suo ...

Pier Paolo Pasolini nella sua grandezza e nel suo estro ancora ineguagliati nel panorama Nazionale e Internazionale era mal digerito dalle “Furie”, le Clitennestre ecclesialnazionali che, con la sua arte scritta e dipinta (giacchè non possiamo palare di Film, di immagini, ma di veri e propri dipinti in movimento), combatteva nella perfetta solitudine che ha contraddistinto il suo grandioso e inarrivabile percorso artistico (osteggiato anche dl PCI stalinista). [...]

Italo Calvino,Ariosto maestro insuperato di fantasy

Il sintetico contributo che Calvino(1923-1985)offre alla storia della propria arte,steso nel 1980,propone anche un elogio e giudizio positivo sull'opera di Ludovico Ariosto(1474-1533)che ammirò e in qualche modo cercò di emulare.La sua attività di narratore "prese le mosse" dalla letteratura della Resistenza.Ma più forte era la sua vocazione per un modo di raccontare che esprimesse energia fisica e morale e slancio fantastico.A questo bisogno sambravano [...]

Italo Calvino,Ariosto maestro insuperato di fantasy

Il sintetico contributo che Calvino(1923-1985)offre alla storia della propria arte,steso nel 1980,propone anche un elogio e giudizio positivo sull'opera di Ludovico Ariosto(1474-1533)che ammirò e in qualche modo cercò di emulare.La sua attività di narratore "prese le mosse" dalla letteratura della Resistenza.Ma più forte era la sua vocazione per un modo di raccontare che esprimesse energia fisica e morale e slancio fantastico.A questo bisogno sambravano [...]

Italo Calvino,Ariosto maestro insuperato di fantasy

Il sintetico contributo che Calvino(1923-1985)offre alla storia della propria arte,steso nel 1980,propone anche un elogio e giudizio positivo sull'opera di Ludovico Ariosto(1474-1533)che ammirò e in qualche modo cercò di emulare.La sua attività di narratore "prese le mosse" dalla letteratura della Resistenza.Ma più forte era la sua vocazione per un modo di raccontare che esprimesse energia fisica e morale e slancio fantastico.A questo bisogno sambravano [...]

VIA Umberto I!

VIA Umberto I! di Francesco Casula Alcune motivazioni perché Umberto I di Savoia non è degno di essere intestatario di una Via, una Piazza o altri simili ed equivalenti “onori” e riconoscimenti nei paesi e nelle città della Sardegna Umberto I di Savoia, re d’Italia dal 1878 al 1900 fu responsabile (o comunque corresponsabile in quanto capo dello stato) delle scelte più devastanti e perniciose, che furono prese dai Governi, che operarono durante il suo [...]

VIA Umberto I!

VIA Umberto I! di Francesco Casula Alcune motivazioni perché Umberto I di Savoia non è degno di essere intestatario di una Via, una Piazza o altri simili ed equivalenti “onori” e riconoscimenti nei paesi e nelle città della Sardegna Umberto I di Savoia, re d’Italia dal 1878 al 1900 fu responsabile (o comunque corresponsabile in quanto capo dello stato) delle scelte più devastanti e perniciose, che furono prese dai Governi, che operarono durante il suo [...]

Ricordo di Adriano Olivetti

Ricordo di Adriano Olivetti

Oggi, 27 febbraio 2016, rinnoviamo il dolore per la improvvisa morte di Adriano Olivetti avvenuta a seguito di un infarto fulminante il 27 febbraio 1960 sul treno per Losanna.  Da allora sono trascorsi 56 anni. Il nostro ricordo, apprezzamento e, soprattutto, riconoscenza per gli insegnamenti che ci ha dato il grande e illuminato imprenditore e uomo di cultura, che diede, anche, tanto onore all'Italia..., "è immutato".  La storia non si fa con i “se”. [...]

La Mussolini bacia Berlusconi (di cartone)

La Mussolini bacia Berlusconi (di cartone)

Mussolini scatenata in aula

Mussolini scatenata in aula

Piero Calamandrei, L'incoscienza costituzionale

Piero Calamandrei, L'incoscienza costituzionale

da storia e storici Piero Calamandrei L’incoscienza costituzionale Settembre 1952     audio Rimaner maggioranza: perché qui è, in sostanza, il segreto di questa quinquennale inadempienza costituzionale. Così finirà, con una dichiarazione di inadempienza, questa prima legislatura repubblicana, che doveva essere la prima prova di costume costituzionale della nuova democrazia italiana. Sui programmi politici i partiti potevano esser discordi; ma sull'ossequio [...]

Goffredo Fofi, L'ombra del gattopardo

Goffredo Fofi, L'ombra del gattopardo

L'ombra del Gattopardo Data di pubblicazione: 28.11.2010 Autore: Fofi, Goffredo Nella morale gattopardesca, si nasconde la sopravvivenza del berlusconismo anche dopo la fine del Cavaliere. Da L'Unità, 28 novembre 2010 (m.p.g.). In un buon romanzo, Il Gattopardo, che non è tra i miei preferiti per la collocazione di chi racconta, il principe di Salina trae dalla Storia (l’Unità d’Italia, i nuovi padroni piemontesi) una morale acida e amara. Essa è di [...]

"DIFENDERE LA RAZZA. IDENTITA' RAZZIALE E POLITICHE SESSUALI NEL PROGETTO IMPERIALE DI MUSSOLINI"

  Sabato 27 novembre alle ore 17 presentazione del libro di NICOLETTA POIDIMANI ALL'INCONTRO SARA' PRESENTE L'AUTRICE: NICOLETTA POIDIMANI, laureata in filosofia e libera ricercatrice, da anni si occupa di studi e politiche di genere. Interverrà MONIA ANDREANI, di Femminismi.wordpress,com e Alternativa Libertaria, si occupa di studi di genere Il libro è edito dalla casa editrice SENSIBILI ALLE FOGLIE. Questo libro nasce da una ricerca sulla genealogia della [...]

Pasolini. Dal laboratorio

Pasolini. Dal laboratorio

Pasolini. Dal laboratorioFirenze da novembre 2010 a gennaio 2011 Per la prima volta in Italia centinaia tra poesie, manoscritti, disegni, oggetti e pitture di Pier Paolo Pasolini, a 35 anni dalla sua morte, saranno esposti a Firenze all'Archivio contemporaneo Bonsanti del Gabinetto Viessuex dal 18 novembre al 21 gennaio 2011. L'esposizione si intitola "Pasolini. Dal laboratorio": presenta le preziose carte che fanno parte del Fondo Pasolini donato all'istituto [...]

Antonio Gramsci

"È opinione molto diffusa in alcuni ambienti che sia essenziale dell'arte politica il mentire, il sapere astutamente nascondere le proprie vere opinioni: l'opinione è tanto radicata e diffusa che a dire la verità non si è creduti." " Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può che essere cittadino e partigiano. L' indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli [...]

Marco Belpoliti, Al pollice l'anello del cambiamento

Marco Belpoliti, Al pollice l'anello del cambiamento

da LA STAMPA 15/11/2010 Al pollice l'anello del cambiamento Da qualche tempo i ragazzi e le ragazze portano un anello infilato nel pollice. Non nel medio o nell’anulare, com’è consueto, ma piuttosto nel pollice o, in alternativa, nell’anulare, dita che di solito ne sono prive, almeno in Occidente. C’è chi di anelli ne porta tre, chi due e chi uno solo. In particolare, molte ragazze indossano un anello di metallo grigio, sovente d’argento, al pollice [...]

Pasolini 1922 - 1975 Scrittore,Poeta,Regista.... (solitario)..

Pasolini 1922 - 1975 Scrittore,Poeta,Regista.... (solitario)..

Lui è senza eredi. Il Pasolini eretico  di marxismo e tradizione,va ancora di traverso  a molti.....La sua critica  al consumismo e la modernità  resta valida .Oggi  ancora la sinistra lo strumentalizza,ma nessuno gli darebbe spazio. E' il patrono degli intellettuali  Italiani  che ne esaltano  soprattutto  i lati peggiori. La differenza  tra i conservatori  e Pasolini  era  che i primi  lo erano  nel nome  del padre da qui il loro [...]