Scopri tutto su Gianni Alemanno

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Giovanni Alemanno

La scheda: Giovanni Alemanno

Giovanni Alemanno, detto Gianni (Bari, 3 marzo 1958), è un politico italiano, già ministro delle politiche agricole e forestali dal 2001 al 2006 per il Governo Berlusconi II e III, sindaco di Roma dal maggio 2008 al giugno 2013.


Gianni Alemanno:
Segretario del Movimento Nazionale per la Sovranità:
In carica:
Inizio mandato: 19 febbraio 2017
Sindaco di Roma:
Durata mandato: 28 aprile 2008 – 11 giugno 2013
Predecessore: Mario Morcone (commissario)
Successore: Ignazio Marino
Ministro delle politiche agricole e forestali:
Durata mandato: 11 giugno 2001 – 17 maggio 2006
Presidente: Silvio Berlusconi
Predecessore: Alfonso Pecoraro Scanio
Successore: Paolo De Castro
Deputato della Repubblica Italiana:
Legislature: - XII - XIII - XIV - XV - XVI (fino al 14 aprile 2008)
Coalizione: Polo delle Libertà (1994) Polo per le Libertà (1996) Casa delle Libertà (2001-2006) PdL-LN-MpA (2008)
Circoscrizione: Lazio 1
Dati generali:
Partito politico: MNS (2017-) In precedenza: MSI (Fino al 1995) AN (1995-2009) PDL (2009-2013) PI (2013-2014) FDI (2014-2015) AzN (2015-2017)
Titolo di studio: Laurea in ingegneria per l'ambiente e il territorio
Professione: Libero professionista
Si ricandida alle elezioni comunali come Sindaco di Roma, non risultando vincente, e il 12 giugno 2013 lascia l'incarico al neo eletto Ignazio Marino del PD.
Il 9 ottobre 2013 ufficializza il suo abbandono del PdL per "mancanza di democrazia interna", e fonda un nuovo movimento politico chiamato "Prima l'Italia", confluendo poi inFratelli d'Italia - Alleanza Nazionale, di cui diventa membro dell'Ufficio di presidenza e per cui si candida alle elezioni europee del 2014 nella Circoscrizione Italia meridionale (che comprende i collegi di Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria) ottenendo 44.834 voti, ma FdI non raggiunge il quorum e non viene eletto.

Il Polo sovranista di Storace-Alemanno contro lo ius soli

Il Polo sovranista di Storace-Alemanno contro lo ius soli

Elena Barlozzari Roma – La risposta all’appello del Movimento Nazionale per la Sovranità c’è stata. Una «risposta politica» allo sciopero dello ius soli perché, spiega Gianni Alemanno, segretario nazionale del Movimento di cui è presidente Francesco Storace, «più che sciopero della fame si è trattato di sciopero del palazzo a cui, noi, rispondiamo con una mobilitazione popolare contro lo ius soli». Uno spettro, quello della [...]

C.destra: Alemanno,unito con Salvini

C.destra: Alemanno,unito con Salvini

(ANSA) – ROMA, 12 NOV – Il movimento Nazionale di Gianni Alemanno e Francesco Storace crede nell’unità del centrodestra con Salvini candidato premier. Lo ha spiegato lo stesso Alemanno nel corso dell’assemblea del movimento a Roma. Alemanno, nel sottolineare la piena condivisione dell’obiettivo con Francesco Storace, ha tra l’altro annunciato una manifestazione a Napoli con Giancarlo Giorgetti che dovrebbe ufficializzare questa posizione: la posizione [...]

EVENTI: Giovanni Alemanno

Nel 2000 è il responsabile organizzativo della campagna elettorale di Francesco Storace per la presidenza della Regione Lazio e, l'anno seguente, responsabile del programma politico del candidato a sindaco di Roma, Antonio Tajani.

Il 9 febbraio 2009 Alemanno ha conferito la cittadinanza onoraria di Roma al Dalai Lama, capo spirituale del popolo tibetano e nel luglio dello stesso anno anche al soldato israeliano Gilad Shalit, all'epoca prigioniero di gruppi combattenti palestinesi.

Nel 1990 è stato fondatore e promotore della società di servizi "Euroservice", operativa nel campo dei servizi dell'edilizia e del lavoro giovanile, e da allora è membro onorario della Camera del commercio e dell'industria dell'Argentina.

Dal 2001 al 2006 Alemanno è stato ministro delle politiche agricole e forestali durante i Governi Berlusconi II e III.

Il 19 novembre 2004 è stato nominato vicepresidente di Alleanza Nazionale insieme ad Altero Matteoli e Ignazio La Russa, carica che ha poi abbandonato un anno dopo.

Nel 1992 sposa Isabella Rauti (figlia dell'ex segretario del MSI Pino Rauti) con la quale ha un figlio, Manfredi.

Nel 2003 ha fatto una proposta di legge per limitare la coesistenza di colture OGM e tradizionali, tale proposta di legge è stata però ritirata dopo che l'ambasciatore USA ha fatto pressioni sul ministro degli esteri Franco Frattini e sul sottosegretario Gianni Letta.

Nel 1994 viene eletto deputato alla Camera dei deputati al maggioritario, nel collegio 19 della circoscrizione Lazio Nello stesso anno è nominato dirigente del "Dipartimento per le politiche del volontariato e dell'associazionismo" di Alleanza Nazionale.

Dal 2005 è presidente onorario dell'Associazione cima Giovanni Paolo II.

Il 14 aprile 2008 Alemanno, che era stato anche riconfermato deputato nel collegio Lazio1 nella lista del PdL, decide di rinunciare alla carica di parlamentare per dedicarsi a tempo pieno alla città di Roma.

Dal 2008 Alemanno ricopre il ruolo di Presidente del Consiglio dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Il 17 novembre 2008 Alemanno ha quindi dato il via libera al progetto di un Museo della Shoah che dovrà sorgere nel parco di Villa Torlonia: un parallelepipedo nero su cui saranno incisi i nomi degli ebrei italiani deportati nei campi di concentramento nazisti.

Nel 1996 viene rieletto alla Camera dei deputati nel proporzionale.

Nel 1988 diventa segretario nazionale del Fronte della Gioventù, l'organizzazione giovanile del MSI, succedendo a Gianfranco Fini che la gestiva dal 1977.

Il 9 ottobre 2013 ufficializza il suo abbandono del PdL per "mancanza di democrazia interna", e fonda un nuovo movimento politico chiamato "Prima l'Italia", confluendo poi inFratelli d'Italia - Alleanza Nazionale, di cui diventa membro dell'Ufficio di presidenza e per cui si candida alle elezioni europee del 2014 nella Circoscrizione Italia meridionale (che comprende i collegi di Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria) ottenendo 44.

Il 15 aprile 2015 ha modo di difendersi davanti alla Commissione parlamentare antimafia e davanti ai giornalisti declinando ogni responsabilità e dichiarando che non ha mai conosciuto Carminati e che rifarebbe il sindaco.

Il 18 dicembre 2015 viene rinviato a giudizio per i reati di corruzione e finanziamento illecito ai partiti.

Il 23 marzo 2015 viene rinviato a giudizio insieme ad altre sette persone per la vicenda di un presunto finanziamento illecito ricevuto per le elezioni regionali nel Lazio del 2010 che sarebbe stato mascherato da un falso sondaggio a favore della lista di Renata Polverini.

Il 2 dicembre 2014 viene indagato con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione aggravata e finanziamento illecito.

Il 12 gennaio 2017 con Storace annuncia l'indizione di un Congresso e di una costituente per arrivare alla fusione di Azione Nazionale e de La Destra in un Polo Sovranista.

Il 7 febbraio 2017 il gip Flavia Costantini decide di archiviare l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

Roma, Alemanno (Mn): Solidarietà ai lavoratori Mib Security senza paga

Cronaca 23-09-2017 18:27 SENZA STIPENDIO Roma, Alemanno (Mn): Solidarietà ai lavoratori Mib Security senza paga "Anche per loro saremo in piazza il 14 ottobre con un grande corteo per il lavoro che possa finalmente accendere i riflettori sulle grandi emergenze del mondo del lavoro e della disoccupazione" Redazione "Piena solidarietà ai lavoratori della 'Mib security and service' che da un anno non percepiscono lo stipendio per i servizi di sicurezza con [...]

Nasce il partito Alemanno-Storace

Nasce il partito Alemanno-Storace

Roma, 30 gen. (askanews) – Nascerà a metà febbraio il nuovo partito frutto dell’unione tra Azione Nazionale di Gianni Alemanno e La Destra di Francesco Storace: il congresso fondativo si svolgerà il 18 e il 19 febbraio al Marriot Park Hotel di Roma. In una conferenza stampa alla Camera, Alemanno e Storace fanno sapere di essere pronti a correre da soli alle prossime elezioni, sperando che “la soglia resti al 3%”, ma allo stesso tempo auspicano [...]

Mafia Roma: Alemanno non risponde

Mafia Roma: Alemanno non risponde

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Si è avvalso della facoltà di non rispondere al processo su Mafia Capitale Gianni Alemanno, ex sindaco di Roma citato come testimone, indagato in procedimento connesso, da Salvatore Buzzi. Alemanno, imputato per corruzione e finanziamento illecito in uno dei procedimenti stralcio scaturiti dall'inchiesta madre, ha motivato, uscendo dall'aula bunker di Rebibbia, la decisione di non rispondere affermando: "Questo non è il mio processo, [...]

Alemanno, non appoggio nessun candidato

Alemanno, non appoggio nessun candidato

(ANSA) - ROMA, 3 MAG - "Io non appoggio nessun candidato a sindaco di Roma. Le semplificazioni non possono oscurare il fatto che io ho dichiarato pubblicamente che non parteciperó in alcun modo a questa campagna elettorale, cosa che ho testimoniato non intervenendo a nessun evento elettorale, neanche a quelli di Francesco Storace". Così l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno. "Ieri il direttivo del movimento Azione Nazionale, di cui io sono un semplice iscritto, ha [...]

Mafia Roma:Alemanno,Buzzi riferimento Pd

Mafia Roma:Alemanno,Buzzi riferimento Pd

(ANSA) - ROMA, 28 APR - "Salvatore Buzzi, vero uomo chiave di Mafia Capitale, era un'icona per la sinistra. Diventa il leader delle cooperative rosse, punto di riferimento del Pd e non solo per tutte le politiche sociali". Così l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno durante la presentazione del suo libro 'Verità Capitale'. "Era cresciuto durante le giunte di Rutelli e Veltroni - racconta - Io sia perché ero esponente della destra sociale e sia per non dare un'idea [...]

Alemanno, non conosco società Hgr

Alemanno, non conosco società Hgr

(ANSA) - ROMA, 26 APR - "Non ho la benché minima idea di cosa sia la società l'Hgr di cui, a detta della stampa, Virginia Raggi sarebbe stata presidente tra il 2008 e il 2009. Non ho dato mai indicazione o consenso a nessuno per costituire una simile società nè ero a conoscenza di questa attività svolta dalla signora Gloria Rojo e da Franco Panzironi. È quindi totalmente destituito di ogni fondamento stabilire qualsiasi collegamento anche indiretto tra il [...]

Mafia Roma: in aula ex sindaco Alemanno

Mafia Roma: in aula ex sindaco Alemanno

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - E' durata pochi minuti la prima udienza del processo a carico dell'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Nel procedimento, un filone di Mafia Capitale, l'ex sindaco è accusato di corruzione e finanziamento illecito. I giudici della II Sezione penale hanno aggiornato il processo al prossimo 25 marzo quando scioglieranno la riserva sulle richieste di costituzione di parte civile avanzate da Assoconsum e Confconsumatori. Risulta già costituito [...]

Mafia Roma: Alemanno, chiarirò posizione

Mafia Roma: Alemanno, chiarirò posizione

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Con questa decisione potrò chiarire la mia posizione in tempi più brevi, senza dover entrare in un maxi processo che affronta temi a me estranei. Sono ancora più fiducioso nell'operato della Magistratura che potrà verificare la mia piena innocenza". E' quanto afferma l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, commentando la decisione del tribunale di Roma che ha respinto la richiesta della Procura di riunire il suo processo con quello in [...]

FOTO: Giovanni Alemanno

Gianni Alemanno durante una manifestazione del Fronte della Gioventù

Gianni Alemanno durante una manifestazione del Fronte della Gioventù

Gianni Alemanno a Ospedaletti nel 2002

Gianni Alemanno a Ospedaletti nel 2002

Gianni Alemanno con la fascia tricolore

Gianni Alemanno con la fascia tricolore

Gianni Alemanno con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Gianni Alemanno con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Mafia Capitale, Alemanno fuori dal maxi processo

(Teleborsa) - Gianni Alemanno non sarà incluso nel maxi processo su Mafia Capitale, il procedimento sulla Cupola Romana, iniziato a novembre scorso, che ha come principali accusati Massimo Carminati ed il suo braccio destro Salvatore Buzzi.  Il Tribunale di Roma ha così rigettato la richiesta della Procura, che chiedeva un ricongiungimento dei due processi. Il processo a Gianni Alemanno, in qualità di ex Sindaco di Roma, inizierà quindi il 23 marzo prossimo. [...]

Mafia Capitale, Alemanno fuori dal maxi processo

(Teleborsa) - Gianni Alemanno non sarà incluso nel maxi processo su Mafia Capitale, il procedimento sulla Cupola Romana, iniziato a novembre scorso, che ha come principali accusati Massimo Carminati ed il suo braccio destro Salvatore Buzzi.  Il Tribunale di Roma ha così rigettato la richiesta della Procura, che chiedeva un ricongiungimento dei due processi. Il processo a Gianni Alemanno, in qualità di ex Sindaco di Roma, inizierà quindi il 23 marzo prossimo. [...]

Mafia Capitale, il Pm chiede il processo per Gianni Alemanno

(Teleborsa) - Il primo giorno dell'avvio del maxi processo Mafia Capitale, che coinvolge diverse figure imprenditoriali dell'economia romana e molti politici, si chiude con una richiesta choc. Il Pm ha domandato di inserire nel processo anche l'ex Sindaco di Roma Gianni Alemanno, che è stato più o meno indirettamente coinvolto nelle indagini, per esser stato chiamato in causa da uno degli imputati chiave,  Salvatore Buzzi, meglio noto come il "signore delle [...]

Chiesto processo per ex sindaco Alemanno

Chiesto processo per ex sindaco Alemanno

(ANSA) - ROMA, 5 NOV -La procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio dell'ex sindaco Gianni Alemanno nell'ambito dell'inchiesta su Mafia Capitale. Le accuse contestate sono la corruzione e l'illecito finanziamento. Il gup si pronuncerà sulla richiesta dei pm l'11 dicembre prossimo. "Nella richiesta di rinvio a giudizio bisogna cogliere la notizia più importante e cioè che ogni accusa e ogni aggravante connessa all' associazione mafiosa nei miei confronti è [...]

Mafia capitale, Buzzi scagiona Alemanno: per i Pm non è credibile

Mafia capitale, Buzzi scagiona Alemanno: per i Pm non è credibile

ovviamente ha fatto tutto Buzzi da solo  domenica, 9, agosto, 2015 Mafia capitale, Buzzi svela il suo libro paga: “In 30 tra assessori e consiglieri”   4 o 5 assessori, 18 consiglieri comunali, 4 o 5 presidenti di municipio. Nomi già comparsi nelle carte dell’inchiesta, ma anche nuovi particolari. È la lista nera di Salvatore Buzzi snocciolata ai pubblici ministeri nel corso degli interrogatori dal carcere. Dichiarazioni che hanno nuovamente fatto tremare [...]

Alemanno, parlare con Buzzi non è reato

Alemanno, parlare con Buzzi non è reato

(ANSA) - ROMA, 12 GIU - "Buzzi, prima dell'inchiesta del 2 dicembre, era un'icona della redenzione post carceraria, capo della Lega delle Cooperative a Roma e uno degli esponenti della Lega della Cooperazione sociale. Tutti avevano rapporti con Buzzi. Pensare che un contatto con Buzzi possa essere indice di un reato significa sparare nel mucchio e distruggere ogni logica politica". Lo ha detto a Sky TG24 Pomeriggio l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, parlando del [...]

Mafia Roma:Alemanno, completa estraneità

Mafia Roma:Alemanno, completa estraneità

(ANSA) - ROMA, 15 APR - "Completa estraneità rispetto ad ogni ipotesi di reato e alle connivenze che mi vengono attribuite nell'indagine Mafia capitale" lo ha detto l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno in audizione in Commissione Antimafia. "Non c'era nessuna idea, neanche lontana, di un simile rischio all'interno del Campidoglio". Secondo il sindaco Ignazio Marino: "Gianni Alemanno e' indagato per un reato molto grave. Se fosse confermato in giudizio sarebbe [...]

Rinviato a giudizio Alemanno

Rinviato a giudizio Alemanno

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - L'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno è stato rinviato a giudizio per la vicenda di un presunto finanziamento illecito ricevuto per le elezioni regionali del 2010 mascherato da un falso sondaggio. Sotto processo, che comincerà il 5 luglio 2016, anche altri sette imputati, mentre Luca Ceriani ha patteggiato un anno di reclusione.

IL “CASO MAGLIOCCA” SPUNTA ANCHE IN OCCASIONE DELL’AUDIZIONE DEL PREFETTO DI ROMA GIUSEPPE PECORARO IN COMMISSIONE ANTIMAFIA - LA SENATRICE DEL PD ROSARIA CAPACCHIONE FA L’INQUIETANTE ELENCO DEI SOGGETTI DI CUI SI ERA CIRCONDATO ALEMANNO

PIGNATARO MAGGIORE – Spuntano sempre nuove conferme sul fatto che non sta passando sotto silenzio, a livello nazionale, la presenza al Comune di Roma dell’alemanniano d’acciaio Giorgio Magliocca, ex sindaco di Pignataro Maggiore, città tristemente conosciuta quale “Svizzera dei clan”. Apprendiamo, infatti, che si è parlato di lui anche in Commissione parlamentare antimafia, in data 11 dicembre 2014, quando c’è stata l’audizione del Prefetto di [...]

Alemanno, Vendola e Al Bano

Alemanno, Vendola e Al Bano

L'incursione del bravo Max Paiella ad Avanti un altro.