Giorgio De Chirico

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Christina (given name)
In rilievo

Christina (given name)

De Chirico

La scheda: De Chirico

Giorgio de Chirico (Volo, 10 luglio 1888 – Roma, 20 novembre 1978) è stato un pittore e scrittore italiano, principale esponente della corrente artistica della pittura metafisica.


Francia, trafugato un inestimabile De Chirico

Francia, trafugato un inestimabile De Chirico

Inestimabile tela di De Chirico sottratta da un museo nel sud della Francia.

L'arte di Giorgio de Chirico...

Museo del9 00  Fino al 17 settembre. Un’opera che già nel titolo suggerisce un altrove. È il 1935 quando la Pierre Matisse Gallery rende omaggio a Giorgio de Chirico, esponendo Manichini in riva al mare (1926). Scoprila in mostra, assieme agli altri 150 capolavori dell'arte italiana alla conquista dell'America....

EVENTI: De Chirico

Nel 1907 si iscrisse all'Accademia delle belle arti di Monaco di Baviera, in quel periodo conobbe l'arte di Arnold Böcklin e di Max Klinger.

Nel 1907 si iscrisse all'Accademia delle belle arti di Monaco di Baviera, in quel periodo conobbe l'arte di Arnold Böcklin e di Max Klinger.

Nel 1907 si iscrisse all'Accademia delle belle arti di Monaco di Baviera, in quel periodo conobbe l'arte di Arnold Böcklin e di Max Klinger.

Nel 1900 Giorgio si iscrisse al Politecnico di Atene per intraprendere lo studio della pittura (in quegli anni dipingerà la prima natura morta).

Nel 1900 Giorgio si iscrisse al Politecnico di Atene per intraprendere lo studio della pittura (in quegli anni dipingerà la prima natura morta).

Nel 1900 Giorgio si iscrisse al Politecnico di Atene per intraprendere lo studio della pittura (in quegli anni dipingerà la prima natura morta).

Dal 1911 al 1915 de Chirico visse a Parigi, dove abitava il fratello Alberto, partecipò al Salon d'Automne e al Salon des Indépendants e frequentò i principali artisti dell'epoca come Guillame Apollinaire, Max Jacob e Pablo Picasso.

Dal 1911 al 1915 de Chirico visse a Parigi, dove abitava il fratello Alberto, partecipò al Salon d'Automne e al Salon des Indépendants e frequentò i principali artisti dell'epoca come Guillame Apollinaire, Max Jacob e Pablo Picasso.

Dal 1911 al 1915 de Chirico visse a Parigi, dove abitava il fratello Alberto, partecipò al Salon d'Automne e al Salon des Indépendants e frequentò i principali artisti dell'epoca come Guillame Apollinaire, Max Jacob e Pablo Picasso.

Nel 1944 si trasferì a Roma, in Piazza di Spagna, dove aveva anche il suo atelier.

Nel 1944 si trasferì a Roma, in Piazza di Spagna, dove aveva anche il suo atelier.

Nel 1944 si trasferì a Roma, in Piazza di Spagna, dove aveva anche il suo atelier.

Nel 1899 frequentò brevemente il Liceo Leonino di Atene e poi tornò a studiare in casa con maestri privati: studia l'italiano, il tedesco, il francese e la musica.

Nel 1899 frequentò brevemente il Liceo Leonino di Atene e poi tornò a studiare in casa con maestri privati: studia l'italiano, il tedesco, il francese e la musica.

Nel 1899 frequentò brevemente il Liceo Leonino di Atene e poi tornò a studiare in casa con maestri privati: studia l'italiano, il tedesco, il francese e la musica.

Nel 1924 e nel 1932 partecipò alla Biennale di Venezia e nel 1935 alla Quadriennale di Roma.

Nel 1924 e nel 1932 partecipò alla Biennale di Venezia e nel 1935 alla Quadriennale di Roma.

Nel 1924 e nel 1932 partecipò alla Biennale di Venezia e nel 1935 alla Quadriennale di Roma.

Tra il 1912 e il 1913 la sua fama si diffuse, anche se ancora non ottenne un adeguato tornaconto economico.

Tra il 1912 e il 1913 la sua fama si diffuse, anche se ancora non ottenne un adeguato tornaconto economico.

Tra il 1912 e il 1913 la sua fama si diffuse, anche se ancora non ottenne un adeguato tornaconto economico.

Nel 1936 e 1937 si stabilì a New York, dove la Julien Levy Gallery espose le sue opere.

Nel 1936 e 1937 si stabilì a New York, dove la Julien Levy Gallery espose le sue opere.

Nel 1936 e 1937 si stabilì a New York, dove la Julien Levy Gallery espose le sue opere.

Nel 1906, insieme al fratello e alla madre, lasciò la Grecia per l'Italia, dove visitò Milano e si trasferì a Firenze frequentando l'Accademia di belle arti di Firenze.

Nel 1906, insieme al fratello e alla madre, lasciò la Grecia per l'Italia, dove visitò Milano e si trasferì a Firenze frequentando l'Accademia di belle arti di Firenze.

Nel 1906, insieme al fratello e alla madre, lasciò la Grecia per l'Italia, dove visitò Milano e si trasferì a Firenze frequentando l'Accademia di belle arti di Firenze.

Nel 1917 s'interessò nuovamente alla scenografia dedicandosi alla tecnica della scultura in bronzo che coltiverà per tutta la seconda metà degli anni sessanta.

Nel 1917 s'interessò nuovamente alla scenografia dedicandosi alla tecnica della scultura in bronzo che coltiverà per tutta la seconda metà degli anni sessanta.

Nel 1917 s'interessò nuovamente alla scenografia dedicandosi alla tecnica della scultura in bronzo che coltiverà per tutta la seconda metà degli anni sessanta.

Nel 1891 morì Adelaide la sorella maggiore e ad Atene venne alla luce il fratello Andrea Alberto, che assumerà dal 1914 lo pseudonimo di Alberto Savinio per la sua attività di musicista, letterato e pittore.

Nel 1891 morì Adelaide la sorella maggiore e ad Atene venne alla luce il fratello Andrea Alberto, che assumerà dal 1914 lo pseudonimo di Alberto Savinio per la sua attività di musicista, letterato e pittore.

Nel 1891 morì Adelaide la sorella maggiore e ad Atene venne alla luce il fratello Andrea Alberto, che assumerà dal 1914 lo pseudonimo di Alberto Savinio per la sua attività di musicista, letterato e pittore.

Nel 1896 la famiglia tornò da Atene a Volo e de Chirico prese le prime lezioni di disegno dal pittore greco Mavrudis, successivamente dal pittore e soldato Carlo Barbieri e dallo svizzero Jules-Louis Gilliéron.

Nel 1896 la famiglia tornò da Atene a Volo e de Chirico prese le prime lezioni di disegno dal pittore greco Mavrudis, successivamente dal pittore e soldato Carlo Barbieri e dallo svizzero Jules-Louis Gilliéron.

Nel 1896 la famiglia tornò da Atene a Volo e de Chirico prese le prime lezioni di disegno dal pittore greco Mavrudis, successivamente dal pittore e soldato Carlo Barbieri e dallo svizzero Jules-Louis Gilliéron.

download / scaricare ebook L' ARTE IN PIAZZETTA. OMAGGIO A DE CHIRICO. CATALOGO DELLA MOSTRA (PORTOFINO, 16-17 SETTEMBRE 2006) .pdf.epub.mobi gratis italiano

by Il volume, che accompagna la seconda edizione di "L'arte in Piazzetta" promossa dall'Associazione per il Monte di Portofino e da Progetto Italia, presenta una cinquantina di opere di artisti moderni e contemporanei - da Valerio Adami a Pietro Cascella, da Mimmo Rotella a Federico Guida e Marco Petrus - che costituiscono un omaggio all'arte di de Chirico. Il volume ha il duplice scopo di promuovere l'espressione artistica e di reperire fondi per il recupero e [...]

Giorgio De Chirico: la metafisica

di Giorgio De Chirico Rassegna del 12/07/02 1924 Il sogno trasformato 1908

Sgarbi presenta la mostra "i Tesori nascosti a Napoli": da Caravaggio a De Chirico

Sgarbi presenta la mostra "i Tesori nascosti a Napoli": da Caravaggio a De Chirico

“Non la chiamate mostra, questo è un vero museo. È un’esposizione per la gloria dell’Italia, per la felicità di Napoli” così l’ha definita Vittorio Sgarbi nel presentare oggi, lunedì 5, a Napoli “i Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito” fino al 28 maggio 2017, nella meravigliosa Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta a Napoli appena restaurata. Oltre 150 i capolavori esposti, tra cui il [...]

Mafia: confiscata casa museo

Mafia: confiscata casa museo

(ANSA) - PALERMO, 4 LUG - E' definitiva la confisca per mafia della casa-museo di Beniamino Gioiello Zappia a Cattolica Eraclea (Agrigento). Così come gli oltre 345 dipinti pregiati - tra i quali tele di Guttuso, De Chirico, Dalì, ma anche Sironi, Morandi, Campigli, De Pisis, Boldini e Guidi - e altri beni come 200 orologi antichi, pietre preziose, vasi, statue, bronzi e oggetti di antiquariato. Dopo sette anni dal primo sequestro preventivo - nonostante l' [...]

Giorgio de Chirico, pittore: biografia e curiosità

Giorgio de Chirico, pittore: biografia e curiosità

Giorgio de Chirico è un pittore e italiano, conosciuto per i suoi dipinti enigmatici e visionari, ispirati alle architetture classiche in chiave metafisica. De Chirico nasce in Grecia , da genitori italiani e fin dai primi anni di vita manifesta la sua passione per il disegno, cosicché nel 1906 si trasferisce a Monaco di Baviera [...]

In castello Conversano 50 de Chirico

In castello Conversano 50 de Chirico

(ANSA) - CONVERSANO (BARI), 18 GIU - Cinquanta tra dipinti e litografie del genio italiano Giorgio de Chirico in esposizione nel raffinato Castello di Conversano (Bari). Il Libro possibile, brand culturale pugliese, con la sua nuova sezione L'Arte possibile, lancia la mostra dedicata al più grande interprete della pittura della corrente metafisica, in programma dal 10 luglio al primo novembre. L'evento sull'artista definito da Guillaume Apollinaire "il più [...]

DE CHIRICO PROFETA (by Germano M. Rosa)

Dall'"Il y a" al "Yin e Yang" al "Manichino" Il nome neutro , attributo di ciò che è ancora inanimato..."Il y a"...si caratterizza per il suo essere ne-uter, ovverosia “né l'uno ne l'altro". Nel racconto della Genesi, Dio chiama all'essere le cose e i viventi separando gli elementi complementari (luce e tenebre, acque inferiori e acque superiori), nominando (e perciò distinguendo) il giorno e la notte, la terra e il firmamento. Maschio e femmina. A [...]

De Chirico in mostra a Spoleto

De Chirico in mostra a Spoleto

Nello splendido borgo medievale di Spoleto in Umbria, presso le sale del Palazzo Bufalini, sarà possibile visitare una mostra dedicata al grande artista metafisico Giorgio De Chirico, pittore e scrittore italiano vissuto dal 1888 al 1978. Questo artista fu il protagonista di spicco dell'arte metafisica italiana, anche se durante la sua carriera dipinse opere ispirate all'arte rinscimentale. L'esposizione sarà curata da Claudio Strinati ed è organizzata dal [...]

FOTO: De Chirico

Giorgio de Chirico in una fotografia di Carl Van Vechten (5 dicembre 1936)

Giorgio de Chirico in una fotografia di Carl Van Vechten (5 dicembre 1936)

Giorgio de Chirico in una fotografia di Carl Van Vechten (5 dicembre 1936)

Giorgio de Chirico in una fotografia di Carl Van Vechten (5 dicembre 1936)

De Chirico, gli anni della ricostruzione

De Chirico, gli anni della ricostruzione

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - Gli anni della ricostruzione nell'Italia del dopoguerra e lo spirito di partecipazione ideale a quel processo da parte di Giorgio de Chirico, tra i sommi dei maestri del '900, sono al centro di una mostra allestita dal 27/2 al 5/6 nel nuovo spazio espositivo Mag Metamorfosi Art Gallery, realizzato a Palazzo Bufalini. Esposte 13 opere realizzate tra il 1948 e il '76 e custodite nella Fondazione Giorgio e Isa de Chirico, capaci di illustrare [...]

Carabinieri: presentato calendario 2016

Carabinieri: presentato calendario 2016

(ANSA) - CAGLIARI, 11 NOV - I capolavori di artisti come Monet, De Chirico, Balla e Carrà per raccontare la storia d'Italia e i Carabinieri. Presentato il calendario storico dell'Arma che ha come tema "Il Carabiniere e le arti". Una scelta legata al riconoscimento ricevuto quest'anno dalla bandiera dell'Arma decorata dalla medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte. Dodici mesi in cui i dipinti di maestri dell'arte rivisitati diventano un percorso [...]

Venerdì Mattarella a Ferrara

Venerdì Mattarella a Ferrara

(ANSA) - FERRARA, 11 NOV - Sarà una visita lampo quella che, venerdì pomeriggio, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella farà a Ferrara. Il capo dello Stato arriverà in città verso le 16 per visitare, in anteprima, accompagnato dal ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, la mostra su De Chirico a Palazzo Diamanti. Quindi andrà al Castello Estense, per una visita in cui a fargli da guide saranno gli studenti delle scuole della città. La [...]

Carabinieri, calendario dedicato a arte

Carabinieri, calendario dedicato a arte

(ANSA) - AOSTA, 11 NOV - Van Gogh, Modigliani, Carrà e De Chirico sono alcuni dei maestri le cui opere caratterizzano il nuovo calendario storico dell'Arma dei carabinieri presentato oggi ad Aosta. "Un omaggio all'arte - ha spiegato il tenente colonnello Massimiliano Rocco, comandante del Gruppo carabinieri Valle d'Aosta - nell'anno in cui l'Arma è stata insignita della medaglia d'Oro ai benemeriti della cultura e dell'arte per la tutela del patrimonio culturale".

Mostre, da de Chirico a Cartier-Bresson

Mostre, da de Chirico a Cartier-Bresson

(ANSA) - ROMA, 11 NOV - A Ferrara i capolavori di de Chirico dipinti durante la prima guerra mondiale nella città estense e che ora tornano riuniti per la prima volta; a Milano gli scatti di Cartier-Bresson, Capa, Salgado e altri grandi fotografi alle prese con le meraviglie storico-artistiche dell'Italia: sono le mostre di maggior richiamo del weekend. A Roma, una bella rassegna incentrata sull'opera visionaria di artisti impegnati a confrontarsi con i temi della [...]

de Chirico, Metafisica in tempo guerra

de Chirico, Metafisica in tempo guerra

(ANSA) - ROMA, 5 NOV - Dal Trovatore alle Muse Inquietanti, una trentina di capolavori realizzati da de Chirico a Ferrara dal 1915 al 1918 saranno riuniti per la prima volta dal 14/11 al 28/2 a Palazzo dei Diamanti. Un ritorno nella città a un secolo dall'avvio di quel periodo in cui i dettami della Metafisica, rielaborati dal pittore durante la I guerra mondiale, iniziano a influenzare le Avanguardie italiane e straniere, come dimostrano le opere di Carrà, de [...]

DE CHIRICO

DE CHIRICO

E così arriva anche la mostra di De Chirico a Ferrara, da quando sono qui le ho viste tutte quelle precedenti, autori diversi ovviamente, il posto è stupendo, il Palazzo dei Diamanti aiuta molto l'ambientazione, qualche anno fa ci portai mia nonna, lei voleva fare tutto, a 80 anni voleva andare a vedere gli artisti di strada, i Buskers, è volata a Parigi, voleva la portassi a mangiare la pizza per bersi mezzo litro di birra, sono andato ai tempi a vedere Degas [...]

Una gita a Lecco con de Chirico

Una gita a Lecco con de Chirico

(ANSA) - ROMA, 13 LUG - Dalle parole alla multimedialità: così nasce e si sviluppa la mostra "Giorgio de Chirico: Una gita a Lecco", fino al 20/9 a Palazzo delle Paure a Lecco. A cura di Francesca Brambilla, ideato e sviluppato da Giulio Ceppi, il progetto è la 'narrazione fisica' di uno scritto di de Chirico (incipit del romanzo "Il Signor Dudron") sulla cittadina lombarda. Testi, immagini, video, oggetti, capolavori sono articolati in 4 sezioni: il viaggio, le [...]

GIORGIO  DE CHIRICO: \"un uomo normale non ama l’arte moderna\"

GIORGIO DE CHIRICO: "un uomo normale non ama l’arte moderna"

dopo la presentazione della Mostra "Un De Chirico mai visto" a P. Zabarella di Padova  il 18.11.06 Da Bologna a Roma con Giorgio de Chirico. Entrò nello scompartimento come entrano i principi, seguito dal collaboratore, e si accomodò proprio in faccia a me. L'approccio fu anche facile, come succede per lo più in treno, dove la comodità del viaggio, il rumore del binario, il dover convivere poche ore con qualcuno che alla fine saluti con un "alla prossima", [...]

De Chirico a Campobasso, grande evento

De Chirico a Campobasso, grande evento

(ANSA) - CAMPOBASSO, 10 APR - 10.500 visitatori, tanti provenienti da fuori regione, molte iniziative e laboratori con le scuole, 62mila euro di entrate (per una spesa complessiva di 105 mila), 71mila persone raggiunte sui social network e decine di mezzi di informazione locale e nazionale che si sono occupati dell'evento. E' questo il bilancio tracciato oggi dagli organizzatori della mostra dedicata a Giorgio De Chirico che ha chiuso i battenti nei giorni scorsi a [...]