Greggio

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Katy Perry
In rilievo

Katy Perry

Petrolio

La scheda: Petrolio

Il petrolio (dal termine tardo latino petroleum, composto di petra, "roccia", e oleum, "olio", cioè "olio di roccia"), anche detto oro nero, è un liquido infiammabile, viscoso, di colore che può andare dal nero al marrone scuro, passando dal verdognolo fino all'arancione, si può trova in alcuni giacimenti dentro gli strati superiori della crosta terrestre.
È detto greggio o grezzo il petrolio così come viene estratto dai giacimenti, cioè prima di subire qualsiasi trattamento teso a trasformarlo in successivi prodotti lavorati. Quasi sempre ha una massa volumica inferiore a quella dell'acqua. È composto da una miscela di vari idrocarburi, sostanze formate solo da idrogeno e carbonio (in prevalenza alcani, ma con variazioni nell'aspetto, nella composizione e nelle proprietà fisico-chimiche).


Petrolio:prezzo sale vicino a 69 dollari

Petrolio:prezzo sale vicino a 69 dollari

(ANSA) – ROMA, 19 APR – Continua la crescita del prezzo del petrolio sui mercati, spinto dal calo delle scorte negli Usa e dall’attesa per il vertice dell’Opec che si terrà il 20 aprile in Arabia Saudita e nel quale dovrebbe essere confermata e rafforzata la cooperazione fra i paesi sulla produzione. Il greggio Wti del Texas sale così di 48 centesimi a 68,95 dollari dopo il robusto balzo di ieri. Il Brent sale di 47 centesimi a 73,95 dollari.

Petrolio ai massimi da 3 anni. Brent vola a 73 dollari

Petrolio ai massimi da 3 anni. Brent vola a 73 dollari

(Teleborsa) - Il petrolio torna ai massimi da 3 anni, mentre fa anche meglio il Brent che si spinge al top dal 2014 a 73 dollari al barile. A far lievitare le quotazioni sono congiuntamente i segnali di un aumento della domanda, testimoniati dai dati sulle scorte, ed i timori di un razionamento dell'offerta, derivanti dalle tensioni in Medioriente.  Il contratto sul Light crude statunitense scambia a 67,68 dollari al barile, in aumento dell'1,8%, mentre il [...]

EVENTI: Petrolio

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Petrolio chiude in rialzo a 68,4 dollari

Petrolio chiude in rialzo a 68,4 dollari

(ANSA) – NEW YORK, 18 APR – Il petrolio chiude in forte rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,9% a 68,47 dollari al barile.

Stati Uniti, in calo le scorte di petrolio settimanali

Stati Uniti, in calo le scorte di petrolio settimanali

(Teleborsa) - Diminuiscono le scorte di greggio negli USA nella settimana appena trascorsa. Secondo l'EIA, divisione del Dipartimento dell'Energia americano, le scorte di petrolio negli ultimi sette giorni al 13 aprile 2018 sono risultate in calo di 1,1 milioni a 427,6 MBG, rispetto ai 428,6 MBG della scorsa settimana. Il consensus prevedeva invece un decremento meno marcato di 0,5 mln di barili. Parallelamente, gli stock di distillati sono scesi di 3,1 milioni a [...]

Petrolio: in forte rialzo a Ny

Petrolio: in forte rialzo a Ny

(ANSA) – NEW YORK, 18 APR – Il petrolio in forte rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,83% a 67,74 dollari al barile.

Petrolio: in rialzo a 67 dollari

Petrolio: in rialzo a 67 dollari

(ANSA) – ROMA, 18 APR – Il petrolio è in rialzo a 67 dollari per il barile Wti e a 72,11 dollari per il Brent.

Petrolio: chiude in rialzo a 66,52 dlr

Petrolio: chiude in rialzo a 66,52 dlr

(ANSA) – NEW YORK, 17 APR – Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,5% a 66,52 dollari al barile.

Petrolio: in rialzo a 66,61 dollari

Petrolio: in rialzo a 66,61 dollari

(ANSA) – ROMA, 17 APR – Il petrolio è in rialzo a 66,61 dollari per il barile Wti e a 71,73 dollari per il Brent.

Petrolio: chiude in rialzo a Ny

Petrolio: chiude in rialzo a Ny

(ANSA) – NEW YORK, 13 APR – Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,50% a 67,39 dollari al barile.

Petrolio, l'OPEC vede domanda in aumento

Petrolio, l'OPEC vede domanda in aumento

(Teleborsa) - Restano in fermento i prezzi del petrolio, che continuano a viaggiare attorno ai massimi dal 2014, complice l'escalation delle tensioni tra USA e Russia, per la Siria. Il Brent di Londra quota a 71,37 dollari al barile (-0,04%) mentre il WTI americano viaggia a 67,04 usd/bar (-0,03%), dopo quattro sedute consecutive di rialzi.  L'OPEC, nel consueto rapporto mensile, ha rivisto al rialzo le stime sulla domanda mondiale di greggio, per l'anno in [...]

FOTO: Petrolio

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Petrolio, le tensioni USA-Russia fanno volare i prezzi

Petrolio, le tensioni USA-Russia fanno volare i prezzi

(Teleborsa) - Siria e Arabia Saudita fanno brillare i prezzi del petrolio vicino ai massimi di quattro anni, spinti dalle tensioni geopolitiche tra Stati Uniti e Russia, acutizzati dalla minaccia di un intervento statunitense a Damasco.  Sia il Brent europeo che il greggio USA hanno raggiunto i livelli più alti dal 2014. Stamane qualche presa di profitto colpisce le quotazioni: il Brent quota a 71,3 dollari al barile (-0,21%) mentre il WTI scivola dello [...]

Prezzo del petrolio in orbita, pesano le tensioni geopolitiche

Prezzo del petrolio in orbita, pesano le tensioni geopolitiche

Il prezzo del petrolio ha ripreso a correre in maniera vigorosa, tanto che il Brent è riuscito a riportarsi sui massimi di 3 anni. Il WTI invece è riuscito ad andare oltre i 67 dollari al barile. Sono le tensioni geopolitiche ad alimentare rally dell'oro nero, che torna a far parlare di sé i quotidiani internazionali dopo un breve periodo d'ombra. Le dichiarazioni di Trump riguardo Siria e Russia anno aumentato le tensioni, al punto tale che Eurocontrol - ovvero [...]

Borsa: Asia debole per timori guerra

Borsa: Asia debole per timori guerra

(ANSA) – MILANO, 12 APR – Borse asiatiche in ribasso sulla scorta dei timori di ritorsioni militari degli Stati Uniti in Siria e per le prospettive di politica economica della Federal Reserve Usa. La Borsa di Tokyo termina gli scambi poco variata. L’indice Nikkei segna una variazione appena negativa della 0,12%, a quota 21.660 punti. Sul mercato valutario l’instabilità geopolitica contribuisce all’apprezzamento dello yen sul dollaro, a 106,90, e [...]

Petrolio: sale ancora a 67,10 dollari

Petrolio: sale ancora a 67,10 dollari

(ANSA) – ROMA, 12 APR – Le tensioni internazionali continuano ad alimentare le quotazioni del petrolio ai massimi dal 2014: i contratti sul greggio Wti con scadenza a maggio raggiungono i67,10 dollari al barile (+28 centesimi) mentre il Brent guadagna altri 19 centesimi a 72,25 dollari al barile.

Petrolio:chiude in rialzo a Ny a 66,6dlr

Petrolio:chiude in rialzo a Ny a 66,6dlr

(ANSA) – NEW YORK, 11 APR – Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,01% a 66,82 dollari al barile.

Stati Uniti, in aumento a sorpresa le scorte settimanali di greggio

Stati Uniti, in aumento a sorpresa le scorte settimanali di greggio

(Teleborsa) - Crescono inaspettatamente le scorte di greggio negli USA nella settimana conclusa al 6 Aprile.  Secondo l'EIA, divisione del Dipartimento dell'Energia americano, le scorte di petrolio sono salite di 3,3 milioni a 428,6 MBG, rispetto ai 425,3 MBG della scorsa settimana. Il consensus prevedeva invece un decremento di 0,6 mln di barili. Parallelamente, gli stock di distillati sono scesi di 1 milione a 128,4 MBG (le attese erano per un calo di 0,03 [...]

Borsa: Milano cede lo 0,69%, giù Exor

Borsa: Milano cede lo 0,69%, giù Exor

(ANSA) – MILANO, 11 APR – Il listino principale della Borsa di Milano chiude in ribasso (-0,69%, a 23.012 punti) in linea con le altre piazze europee, appesantite dai venti di guerra dal Medio Oriente. Su Tim, che cede il 2,89%, grava però un’altra battaglia, quella tra Vivendi e il fondo Elliott. Sul titolo si registrano scambi intensi pari al 2,78% del capitale ordinario. Giù anche Mediaset (-2,73%). Male Exor (-3,19%) nel giorno della pubblicazione [...]

Petrolio, prezzi in rialzo vicino a massimi 4 anni

Petrolio, prezzi in rialzo vicino a massimi 4 anni

(Teleborsa) - In aumento le quotazioni di greggio che viaggiano vicino ai massimi del 2014. A far surriscaldare i prezzi del petrolio, contribuiscono le tensioni politiche in Medio Oriente, sebbene sullo sfondo restano i timori per la crescita della produzione negli Stati Uniti. Il Brent di Londra mostra un rialzo dello 0,81% a 70,99 dollari al barile mentre il WTI americano balza dello 0,92% a 66,12 usd/bar.  Sul fronte delle scorte USA, si attende un [...]

Petrolio, scorte calano più del previsto. L’EIA alza la previsioni sui prezzi 2017

(Teleborsa) - Scorte di petrolio calano più del previsto. Secondo l'EIA, divisione del Dipartimento dell'Energia americano, si è registrata una nuova crescita nella settimana al 6 maggio: le scorte di petrolio sono risultate in calo di 3,4 milioni di barili a 540 MBG, a fronte di un incremento di 0,71 milioni attesi dal mercato. Gli stock di distillati invece sono scesi di 1,6 milioni di barili a 155,3 MBG , mentre le scorte di benzine sono scese di 1,2 milioni [...]

Petrolio: in lieve calo a 65,38 dollari

Petrolio: in lieve calo a 65,38 dollari

(ANSA) – ROMA, 11 APR – Il petrolio è in lieve calo a 65,38 dollari per il barile Wti. In flessione anche il Brent che si mantiene tuttavia a 70,78 dollari.