Greggio

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Christina (given name)
In rilievo

Christina (given name)

Petrolio

La scheda: Petrolio

Il petrolio (dal termine tardo latino petroleum, composto di petra, "roccia", e oleum, "olio", cioè "olio di roccia"), anche detto oro nero, è un liquido infiammabile, viscoso, di colore che può andare dal nero al marrone scuro, passando dal verdognolo fino all'arancione, che si può trovare in alcuni giacimenti negli strati superiori della crosta terrestre.
È detto greggio o grezzo il petrolio così come viene estratto dai giacimenti, cioè prima di subire qualsiasi trattamento teso a trasformarlo in successivi prodotti lavorati. Quasi sempre ha una massa volumica inferiore a quella dell'acqua. È composto da una miscela di vari idrocarburi, sostanze formate solo da idrogeno e carbonio (in prevalenza alcani, ma con variazioni nell'aspetto, nella composizione e nelle proprietà fisico-chimiche).


Petrolio, OPEC: accordo di massima per aumento produzione 1 milione barili

Petrolio, OPEC: accordo di massima per aumento produzione 1 milione barili

(Teleborsa) - I paesi OPEC hanno raggiunto un accordo di massima a Vienna per aumentare la produzione di petrolio, da 1 milione di bari al giorno sulla carta, arrivando ad un compromesso dell'ultimo minuto che ha superato le minacce iraniane di porre il veto a qualsiasi rialzo dell'output. L'intesa preliminare prevede la fornitura di 600 mila barili in più al giorno di greggio, circa lo 0,5% dell'offerta globale - ha spiegato un delegato del Cartello - [...]

Petrolio:raggiunto accordo Opec-non Opec

Petrolio:raggiunto accordo Opec-non Opec

(ANSA) – ROMA, 22 GIU – “Abbiamo un accordo”. Così il ministro saudita dell’Energia dell’Arabia Saudita, Khalid Al-Falih, ha annunciato l’intesa tra Paesi Opec e non Opec per l’aumento della produzione, su base collettiva, “da un milione di barili al giorno nominali”.

EVENTI: Petrolio

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Il 27 agosto 1859 venne aperto il primo pozzo petrolifero redditizio del mondo.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 2001 Kenney dimostrò che secondo le leggi della termodinamica non sarebbe possibile la trasformazione a basse pressioni di carboidrati o altro materiale biologico in catene idrocarburiche.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Nel 1972 uno studio autorevole, commissionato al MIT dal Club di Roma (il famoso Rapporto sui limiti dello sviluppo), affermò che nel 2000 sarebbero state esaurite circa il 25% delle riserve mondiali di oro nero.

Petrolio, al via il vertice OPEC. Aumento della produzione in vista?

Petrolio, al via il vertice OPEC. Aumento della produzione in vista?

(Teleborsa) - Petrolio in fibrillazione nel giorno dell'atteso vertice OPEC. Oggi, 22 giugno, i membri dell'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio si riuniranno a Vienna insieme ad alcuni Paesi non OPEC, tra i quali la Russia. Secondo quanto anticipato a fine maggio dal Ministro dell'Energia dell'Arabia Saudita il meeting potrebbe concludersi con l'annuncio di un incremento della produzione di greggio di circa 1 milioni di barili al giorno e a giudicare [...]

Petrolio: sale a 66,3 dlr in attesa Opec

Petrolio: sale a 66,3 dlr in attesa Opec

(ANSA) – ROMA, 22 GIU – Quotazioni del petrolio in rialzo sul mercato after hour di New York in attesa del vertice Opec. I futures sul Wti salgono a 66,3 dollari al barile mentre il Brent scambia a 73,90 dollari, in rialzo dell’1,2%.

Borsa Asia deboli, corre il petrolio

Borsa Asia deboli, corre il petrolio

(ANSA) – MILANO, 22 GIU – Seduta debole per le Borse asiatiche dove continuano a tenere banco i timori per gli effetti della guerra commerciale scatenata dagli Usa, che ieri ha spinto il produttore di auto tedesco Daimler a lanciare un profit warning. Tokyo ha perso lo 0,78%, Sydney lo 0,11%, Hong Kong cede lo 0,1%, Shanghai lo 0,18% mentre si avviano a chiudere in rialzo Seul (+0,7%) e Shenzhen (+0,5%). Positivi i future sull’Europa e su Wall Street, che [...]

Petrolio, a Vienna si cercano compromessi

Petrolio, a Vienna si cercano compromessi

(Teleborsa) - Cresce l'attesa per la riunione Opec di domani, venerdì 22 giugno 2018, che si potrebbe concludere con un aumento della produzione al fine di stabilizzare i prezzi del petrolio. Al momento l'accordo non c'è ma si delinea un compromesso, che potrebbe tuttavia risultare inefficace.  La Russia, che fa parte del cosiddetto Opec+, il Cartello allargato alle altre principali nazioni produttrici, vorrebbe incrementare l'output di 1,5 milioni di barili [...]

Petrolio: chiude in calo a Ny

Petrolio: chiude in calo a Ny

(ANSA) – NEW YORK, 21 GIU – Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,24% a 65,54 dollari ala barile.

Cos'è e a cosa serve il petrolio nelle nostre vite

Cos'è e a cosa serve il petrolio nelle nostre vite

Nonostante gli importanti investimenti in energie rinnovabili, il petrolio continua ad essere una delle materie prime principali della nostra economia. Perché il petrolio ha così tanto valore ai giorni nostri? Vediamo di capire di più del mondo che ruota intorno a questa risorsa naturale ancora oggi fondamentale. Cos'è il petrolio e perché è importante Il petrolio è una materia prima fonte di energia combustibile, formata da una miscela di [...]

Petrolio in rialzo a Ny a 65,9 dollari

Petrolio in rialzo a Ny a 65,9 dollari

(ANSA) – NEW YORK, 21 GIU – Il petrolio in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,29% a 65,91 dollari al barile.

Petrolio in calo. Conto alla rovescia per il meeting OPEC

Petrolio in calo. Conto alla rovescia per il meeting OPEC

(Teleborsa) - Prezzi del petrolio in flessione mentre entra nel vivo il meeting OPEC, a Vienna. Ancora non è chiaro cosa faranno i paesi del Cartello ed i maggiori esportatori non allineati, sui termini di un nuovo aumento della produzione di petrolio. Il contratto sul Light Crude statunitense scambia a 64,69 dollari al barile, in calo dell'1,55% mentre il Brent londinese cede l'1,49% a 73,22 dollari, dopo aver reagito positivamente, la vigilia, al dato [...]

FOTO: Petrolio

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Bottiglia con un campione di petrolio non raffinato

Petrolio: scende a 65,4 dollari barile

Petrolio: scende a 65,4 dollari barile

(ANSA) – ROMA, 21 GIU – Quotazioni del petrolio in ribasso sul mercati after hour di New York con i contratti sul greggio Wti con scadenza a luglio che passano di mano a 65,4 dollari al barile (66,2 ieri sera a New York).Il Brent scende a 74,29 dollari. Ad incidere sul rialzo dei prezzi dopo il calo della vigilia la possibilità di un accordo al vertice Opec sulla proposta saudita sull’aumento delle quote di produzione

Petrolio: chiude in rialzo a Ny

Petrolio: chiude in rialzo a Ny

(ANSA) – NEW YORK, 20 GIU – Il petrolio chiude in rialzo a New York alla vigilia della riunione dell’Opec. Le quotazioni salgono dell’1,85% a 66,22 dollari al barile.

Petrolio in rialzo dopo i dati sulle scorte USA

Petrolio in rialzo dopo i dati sulle scorte USA

(Teleborsa) - Scendono più delle attese le scorte di greggio negli USA nella settimana appena trascorsa. Secondo l'EIA, divisione del Dipartimento dell'Energia americano, le scorte di petrolio negli ultimi sette giorni al 15 giugno 2018 sono diminuite di 5,9 milioni a 426,5 MBG, rispetto ai 432,4 MBG della scorsa settimana. Il consensus prevedeva invece un decremento, più limitato, di 2,1 milioni di barili. Parallelamente, gli stock di distillati sono aumentati [...]

Petrolio: a Ny sale a 65,90 dollari

Petrolio: a Ny sale a 65,90 dollari

(ANSA) – NEW YORK, 20 GIU – Il petrolio in rialzo a New York alla vigilia della riunione dell’Opec. Le quotazioni salgono dell’1,28% a 65,90 dollari per azione.

Petrolio:sale a 65,5 dollari,attesa Opec

Petrolio:sale a 65,5 dollari,attesa Opec

(ANSA) – ROMA, 20 GIU – Prezzo del petrolio in rialzo sui mercati, in attesa del vertice dell’Opec di venerdì, mentre sale la tensione fra alcuni paesi sul livello di produzione da stabilire. La riunione potrebbe concludersi così senza un accordo dovuto alle divergenze fra l’Arabia Saudita, favorevole a un allentamento dei tagli alla produzione decisi a fine 2016, e l’Iran, fermamente contraria a questa scelta assieme a un gruppo di altri paesi. Il [...]

Petrolio:chiude in calo a Ny a 65,07 dlr

Petrolio:chiude in calo a Ny a 65,07 dlr

(ANSA) – NEW YORK, 19 GIU – Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono l’1,09% a 65,07 dollari al barile.

Petrolio: chiude in rialzo a Ny

Petrolio: chiude in rialzo a Ny

(ANSA) – NEW YORK, 18 GIU – Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,21% a 65,85 dollari al barile.

Petroliferi in calo nonostante il recupero del greggio

Petroliferi in calo nonostante il recupero del greggio

(Teleborsa) - Si muovono al ribasso i titoli petroliferi di Piazza Affari come in tutta Europa nonostante il recupero registrato dai prezzo del greggio.  L'attenzione degli investitori resta concentrata sulla giornata di venerdì, 22 giugno, quando ci sarà il meeting dell'OPEC a Vienna, con timori di un aumento della produzione da parte dei paesi OPEC e della Russia.  Tra i player del comparto oil, debole in UE (Stoxx -0,57%), ENI cede 0,72% [...]

Petrolio, prezzi in calo in vista del meeting OPEC

Petrolio, prezzi in calo in vista del meeting OPEC

(Teleborsa) - Calano in avvio di settimana i prezzi del petrolio.  Il contratto sul Wti newyorkese scende a 64,03 dollari al barile in calo dell'1,26%. A pesare la guerra dei dazi in corso tra Stati Uniti e Cina. Più contenuto il calo del barile di Brent, il greggio di riferimento del mare del Nord, perde lo 0,14% a 73,34 dollari al barile.  Inoltre all'orizzonte rimane il meeting dell'OPEC a Vienna in agenda venerdì prossimo 22 giugno. Il timore è un [...]

Borsa, dazi pesano su Asia, giù petrolio

Borsa, dazi pesano su Asia, giù petrolio

(ANSA) – MILANO, 18 GIU – Seduta negativa per le Borse asiatiche, preoccupate dall’escalation della guerra commerciale tra Cina e Usa. Tokyo ha chiuso in calo dello 0,75%, con gli investitori alla finestra per capire i danni del causati dal terremoto che ha colpito Osaka. Male anche Seul (-1,29%), poco mossa Sydney (+0,17%), chiuse per festività le Borse cinesi, inclusa Hong Kong. I dazi pesano anche sull’Europa e Wall Street, con i future in calo. [...]