Scopri tutto su Idolatry

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

La scheda: Idolatria

Il termine idolatria (dal greco ???????, éidolon cioè idolo, e ???????, latréia cioè culto) indica una fase religiosa, individuata da John Lubbock, anteriore alla credenza in divinità creatrici e soprannaturali, durante la quale le divinità, rappresentate sotto forma di idoli, avrebbero assunto caratteri antropomorfi. Il termine con riferimento alle religioni delle popolazioni di interesse etnologico (vedi etnologia), indica in blocco le religioni pagane o idoli o feticci (vedi Feticismo) ...

Idolatria – Dio Eterodosso

Idolatria – Dio Eterodosso

 Spinoza rifiuta la visione antropomorfa biblica (ebraica e cristiana) di Dio: non l'Uomo fatto da Dio a sua immagine, dunque; ma Dio immaginato (con poca fantasia) dall'Uomo, come uguale a se stesso. Definendo la sostanza come onnicomprensiva di realtà psichica e fisica, Spinoza smonta l'intera idea ebraica e cristiana di Dio, la sua sostanza è: increata, essendo causa di sé; se la sostanza fosse creata, sarebbe stata creata da altro e non esisterebbe di per [...]

Idolatria – Revocare la scomunica di Spinoza?

 Riabilitato Galileo, a Bento cosa è successo? Nel 1927, lo storico Joseph Klausner, in una conferenza presso l'Università Ebraica di Gerusalemme sulla filosofia di Spinoza, alla conclusione del suo discorso, abbandonò il consueto linguaggio accademico per annunciare la sua intenzione di riportare Spinoza, scomunicato nel 1656, all'ovile ebraico con veementi parole:Per l'ebreo Spinoza, il bando è annullato! Il peccato del giudaismo contro di te è rimosso e [...]

Idolatria – Riconoscere i torti?

 Bento, e Galileo, miei eroi, sono stati riconosciuti a posteriori i torti delle autorità ecclesiastiche nei vostri confronti? Nel 1823 papa Pio VII autorizza la pubblicazione delle Lezioni di astronomia di Giuseppe Settele, un canonico che sostiene l'eliocentrismo galileiano.La questione fu discussa dal Sant' Uffizio per ben tre anni, concludendosi con un decreto che formalmente pose fine al confronto senza troppo rumore. Il 31 ottobre 1992, grazie alla [...]

Idolatria - Cosa pensa Sagredo dello Stato Democratico

Bento, tu m’elogi la democrazia e lo Stato che esercitandola garantisce sicurezza, uguaglianza e libertà di pensiero.Io Bento mi definisco ormai da molti anni un social confuso, un tempo mi sarei detto di sinistra ma qui, in Italia, la sinistra s’è dissolta per la perdita di valori etici e di senso dello Stato, oggi rimango solo un socialconfuso, chissà forse evito il termine “democratico” perché in Italia per troppo tempo associato a [...]

Idolatria - Cosa pensa Sagredo dell’Uomo

Idolatria - Cosa pensa Sagredo dell’Uomo

Bento, tu mi descrivi l’Uomo che conosco, che sono, quello fatto di corpo e mente, materia e pensiero, indissolubilmente uniti, reciprocamente influenzantesi: un Uomo inevitabilmente soggetto alle leggi dell’Universo, assolutamente privo di uno scopo. Non so a cosa possa servire l’anima, come te Bento, convinto che non possa esistere pensiero ed identità a prescindere da un corpo mortale. So che l’Universo rende l’Uomo curioso di capire e conoscere, [...]

Idolatria - Cosa pensa Sagredo del Dio/natura che chiama Universo?

Idolatria - Cosa pensa Sagredo del Dio/natura che chiama Universo?

Il mio Universo Bento, contiene la causa di se stesso, come il tuo Dio/Natura, senza necessità di atti creativi, anche se, contrariamente da te Bento, della sua possibile infinitezza ed eternità non ho evidenza alcuna, ma solo ipotesi teoriche alternative, tra loro contraddittorie, lungi dall’essere state verificate sperimentalmente. Penso l’Universo causa di tutti i fenomeni che l’uomo è in grado di osservare (e di quelli non ancora osservati), un [...]

Idolatria - Cosa pensa Sagredo del Razionalismo deduttivo?

Idolatria - Cosa pensa Sagredo del Razionalismo deduttivo?

 Bento, tu mi parli di un Dio/Natura che, da ateo convinto che sono, faccio mio (chiamandolo Universo), così riscattandomi, non che ne avvertissi il bisogno, da quell'accusa d'idolatria che il Cattolicesimo m'appiccica addosso.Sono stato fortunato Bento, nascendo 326 anni dopo di te, non sono stato ripudiato dalla comunità di credenti, i più falsi credenti del tutto disinteressati, che m'attornia, non ho dovuto rinunciare a famiglia ed amici. Condivido [...]

Idolatria - Cosa pensa Sagredo della Bibbia?

Idolatria - Cosa pensa Sagredo della Bibbia?

Tu Bento sei partito da un attento studio della Bibbia, io non so nemmeno definire cosa sia esattamente la Bibbia, non l’ho letta tutta, non ne sono rimasto avvinto, perché ho sempre pensato il Dio biblico tragicamente troppo umano, ovvero rancoroso e vendicativo.Uso il termine “Bibbia” per semplicità, per indicare l’eterogeneo insieme di Testi sacri, adottato con mille distinguo rispetto a tutti i testi disponibili, dalle dottrine Ebraica e, [...]

Idolatria - Cosa condivide Sagredo con Bento?

 Quelle di Spinoza sono affermazioni da poco, sono rivoluzionarie, ancora oggi, figuriamoci nel '600. Sviluppando il suo pensiero Spinoza rifiuta: i precetti dell'autorità religiosa (ebraica) ortodossa; la tradizione e le posizioni di chi interpreta metaforicamente la Bibbia, con la pretesa di rintracciarvi, per di più razionalmente, un significato recondito.  Quello che più mi colpisce è aver trovato in un filosofo del '600 (per quello che ho capito) una [...]

Idolatria – Cosa permette all’Uomo di Conoscere?

Idolatria – Cosa permette all’Uomo di Conoscere?

 Spinoza si chiede ancora: Se non è la fede nelle verità della Bibbia, cosa può aiutare l'Uomo nell'ardua ricerca della conoscenza?Se la Bibbia è espressione d'immaginazione, per cui non ha nulla da insegnare su Dio/Natura, l'Uomo per indagare e conoscere non ha altro che la propria ragione. All'immaginazione Spinoza contrappone la ragione, di conseguenza: se la Bibbia non ha nulla da insegnare su Dio/Natura, perché non trasmette insegnamenti di verità [...]

Idolatria – La Bibbia può permettere all’Uomo di Conoscere?

Idolatria – La Bibbia può permettere all’Uomo di Conoscere?

 Spinoza si chiede: La lettura della Bibbia può essere il mezzo che permette all'uomo di raggiungere la piena conoscenza di Dio/Natura?  Spinoza imposta un'interpretazione della Bibbia basata sull'indagine filologica: volta all'interpretazione di fatti/personaggi, basandosi sull'esame di testi/documenti/notizie storiche. L'interpretazione filologica porta Spinoza a rispondersi negativamente, affermando che la Bibbia: è evidentemente un testo contraddittorio, [...]

Idolatria – Democrazia

 La costituzione che Spinoza preferisce è quella democratica, perché: uno stato democratico, prevede una compartecipazione al potere dei cittadini che mantengono il loro statuto di uomini liberi e uguali; uno stato tirannico avrà meno possibilità di sopravvivere di uno stato che persegue principi di utilità collettiva. Spinoza concepisce lo Stato come finalizzato a governare anzitutto per garantire a tutti i cittadini: la libertà, con particolare [...]

Idolatria – Libertà e Miracoli, illusioni dell’Uomo

Idolatria – Libertà e Miracoli, illusioni dell’Uomo

 Solo chi agisce per sua natura è libero: Dio è libero, perché è causa di se stesso. L'Uomo, fa parte della Natura, per cui è anch'esso soggetto alle leggi deterministiche della Natura, che sono uniche e identiche per tutte le cose, al pari di tutte le altre specie animali, senza quindi costituire un'eccezione. Per Spinoza l'Uomo non è più una creatura privilegiata di Dio, ne consegue che: l'Uomo non ha libertà di scelta, perché non è causa di se [...]

Idolatria – III grado di conoscenza: Scienza intuitiva delle cose

 La scienza intuitiva delle cose e l'amore intellettuale di Dio/Natura è il terzo ed ultimo grado di conoscenza, quello che: esprime una conoscenza al di là del divenire e del tempo che ci fa capire l'essenza individuale (in questo senso è scienza intuitiva); coincide con il punto di vista di Dio/natura, arrivando all'intuizione dell'uno (Dio) nel molteplice (Natura), del molteplice (Natura) nell'uno (Dio); permette all'Uomo di raggiungere il livello massimo di [...]

Idolatria – I grado di conoscenza: Percezione sensibile

Idolatria – I grado di conoscenza: Percezione sensibile

 La percezione sensibile, o immaginazione, è il primo grado di conoscenza, quello che: è legato alle opinioni, al "sentito dire", è frutto all'esperienza vaga e superficiale. Si tratta della conoscenza pre-scientifica che coglie la realtà in maniera parziale: che non connette causalmente le realtà ma le percepisce isolatamente, è quindi una conoscenza offuscata, perché inadeguata e confusa nel rappresentare le cose: che non permette di ricollegare la [...]

Idolatria – Teoria della conoscenza

 Per Spinoza la filosofia è una teoria della conoscenza finalizzata a condurre l'Uomo alla "somma beatitudine", ovvero all'identificazione della propria volontà con la necessità universale di Dio/Natura, una sorta di percorso dall'Uomo a Dio/Natura. L'Uomo rientra pienamente nella catena di cause della Natura deterministica, ma, nel singolo istante della propria vita, non può vedere questo suo essere soggetto al principio di causalità della Natura, per [...]

Idolatria – Attributi di Dio/Natura conoscibili dall’Uomo

 Quanti e quali, tra gli infiniti attributi di Dio/Natura, può conoscere l'Uomo? Grazie all'esperienza della realtà, Spinoza afferma che, tra gli attributi di Dio/Natura, solo due possono essere conosciuti dall'Uomo: l'estensione, o materia, i singoli corpi, la realtà fisica (la res extensa di Cartesio) tramite il corpo; il pensiero, o coscienza, le singole idee, la realtà psichica (la res cogitans di Cartesio) tramite la mente.  La realtà psichica [...]

Idolatria – Scomunica di Spinoza

 Il 27 luglio del 1656 accade l'evento determinante della vita di Spinoza, la comunità ebraica di Amsterdam pronuncia solennemente contro il filosofo il seguente atto di scomunica: Con l'aiuto del giudizio dei santi e degli angeli, noi escludiamo, cacciamo, malediciamo ed esecriamo Baruch de Spinoza con il consenso di tutta la santa comunità, in presenza dei nostri libri sacri e dei seicentotredici precetti in essi racchiusi. Formuliamo questo cherem come [...]

Idolatria – Spinoza

Idolatria – Spinoza

 Bento Spinoza (detto Baruch in ebraico): Nasce ad Amsterdam nel 1632, in una famiglia ebraica, emigrata dal Portogallo a causa delle persecuzioni religiose. Studia presso la scuola della comunità ebraica, della città olandese. Affianca alla sua formazione lo studio del latino, avvicinandosi ad autori quali Virgilio, Orazio, Cicerone, Seneca, Tacito, Sallustio, Petronio e Marziale.  Tra gli interessi filosofici principali di Spinoza ci sono: la filosofia [...]

Idolatria – Libro “Il problema Spinoza”

 Il problema Spinoza è un romanzo appassionante che, mediante l'artificio di capitoli alternati, sviluppa il racconto oscillando tra: la vita misteriosa e controversa di Bento Spinoza, nella Amsterdam del '600; l'ossessione per le opere di Spinoza dell'ideologo del partito nazista Alfred Rosenberg, nella Germania antisemita degli inizi del '900. L'autore, Yalom, utilizza la sua formazione professionale da psichiatra per lavorare sulla personalità dei personaggi [...]